Strade °

01 dicembre 2016 ore 10:37 segnala



Dopo la pioggia fitta e violenta di un novembre che muore, i cieli si sono trasformati in villaggi di nubi candide e in grigi mari solcati da velieri in corsa su onde di vento. Refoli di Ora rompono l'armonia delle candide ziqqurat e delle dolci colline di Bohol e squarci d'azzurro miracoloso si allargano davanti ai suoi occhi.

Riflessa nel vetro, insegue il tempo a ritroso. Cercò per valli e sentieri un sole che smuovesse le zolle sterili del cuore di lui. Ne sentiva i battiti scomposti mentre su per i pendii raccoglieva erbe e fiori per sanare quella strana malattia. Fu infine l'oscurità a vincerlo e franò in un precipizio di disperazione mascherata d'allegria: l'infelicità spesso indossa l'abito di Arlecchino.

Vanno e vengono gli amori, ma l'Amore rimane e ci guida su strade bianche piene della sua eco verso l'immortale bagliore che lo intreccerà con la nostra essenza. Allora scorrerà nelle nostre vene lasciando i suoi geroglifici sull'anima. Eternamente.
0ea7100c-0901-4df2-8aed-c6902ff2aeb4
« immagine » Dopo la pioggia fitta e violenta di un novembre che muore, i cieli si sono trasformati in villaggi di nubi candide e in grigi mari solcati da velieri in corsa su onde di vento. Refoli di Ora rompono l'armonia delle candide ziqqurat e delle dolci colline di Bohol e squarci d'azzurro ...
Post
01/12/2016 10:37:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12

Commenti

  1. VirPaucisVerbo 01 dicembre 2016 ore 10:59
    Sembra di ammirare un dipinto, forme e colori. E si diventa parte integrante di esso, perdendosi nelle tue parole.

    Omnia vincit amor et nos cedamus amori

    Grazie :rosa
  2. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2016 ore 12:33
    Gli amori che vanno, lasciano cicatrici profonde e un gran freddo simile a quello dei giorni della Merla, pervade l’anima e il petto. Ma è proprio questo dolore immane, il frutto di un sentimento che è ancora vivo e presente nel cuore e nella mente. Ed è per questo che gli amori non vanno mai via. Sono parte di noi, una fetta della nostra vita, della nostra storia. No…nessun amore viene dimenticato, è adagiato nel nostro cuore, colmo di ricordi, di baci, di carezze e… promesse. E’ un dolore che mi fa sentire viva. Se non amassi con tanta intensità, la mia vita non sarebbe vita….Buona giornata, musa dell’Amore, Rita :rosa
  3. Xaspettando.tex 01 dicembre 2016 ore 13:38
    una visione poetica e unitamente lucida di quello che chiamiamo amore.

    bellezza, questa è bellezza. Bedankt

    D. :rosa
  4. patty1953 01 dicembre 2016 ore 14:46
    Ma l'Amore rimane...ci sono amori che non hanno paura dello scorrere del tempo, degli acquazzoni invernali o della calura estiva, di fortezze inespugnabili o di paludi insidiose, ci sono Amori che sfidano la vita in un per sempre.
  5. gandalf3 01 dicembre 2016 ore 17:31
    Con gli occhi e il cuore,una sola cosa con il vetro.Lui dispiega per noi tutto quello che è stato e ogni goccia che scende per interrompere l'immagine da noi riflessa col pensiero,è solo una lacrima che cerca di ricomporre quell'immagine.
  6. oDiabolik 01 dicembre 2016 ore 20:03
    E' evidente la tua passione e la trasmetti in modo geniale...Ciao
  7. Evelin64 01 dicembre 2016 ore 20:05
    L'Amore resta e le strade si dividono...li' dove nulla ricorda cio' che fu ed il tempo tende a sfumare quello che non è stato e non potrà essere, o mai piu' sarà :rosa
  8. Njlo 02 dicembre 2016 ore 00:22
    vir, Amor est vitae essentia. Spero di riuscire a scriverne con lievità, sempre.

    Cicala, cosa mai saremmo senza questa capacità di amare che sì, può darci dolore e sì, ci dà gioia, ma ci lascia sempre qualcosa, da ricordare, da accarezzare, forse da rimpiangere talvolta, ma quel qualcosa sarà nostro per sempre.

    aspettando, bedankt a te. Grazie.

    patty, sì, è la loro forza, la loro bellezza.

    gandalf, le lacrime non sono un male, soprattutto quando a piangere è la mente.

    Diabolik, preferisco in modo gentile, ma grazie per le tue parole.

    Evelin, dopo un addio l'Amore ricomincia a nutrire la speranza. Siamo come alberi che dopo l'inverno si svegliano al nuovo sole e sentiamo la linfa scorrere ovunque.

    Vi ringrazio :rosa
  9. patty1953 02 dicembre 2016 ore 00:31
    Grazie a te Njlo per averlo scritto e avere gentilmente risposto. :rosa
  10. JealousGuy 03 dicembre 2016 ore 22:08
    ...come hai scritto tu, Njlo, l'amore lascia il segno, come lo si voglia intendere e guardare.
    Cicatrici, gerogrifici, segni di vario tipo.
    Strappi, cuciture, rattoppi e linee, dai contorni e dai percorsi più disparati.

    Segni.
    Che restano. Nel bene e nel male.
    E forse è giusto che sia così...

    :rosa :rosa :rosa
  11. Illumia 04 dicembre 2016 ore 02:02
    Le tue parole mi hanno incantata ciao
  12. Njlo 05 dicembre 2016 ore 00:37
    Jealous, i segni che restano sono la geografia dell'amore. Fiumi dal corso accidentato, monti impervi, pianure di papaveri e girasoli rivolti alla luce e rosai con le spine, scogliere con rocce appuntite e mari in burrasca: potremmo immaginare il mondo senza tutto questo? E potremmo pensare a un amore privo di salti del cuore così simili a quelli delle cascate: paura e bellezza? E allora viviamolo per quello che ci dà, anche quei segni che faranno per sempre parte di noi.

    Illumia, è bello sapere di incantare.

    Grazie :rosa
  13. tex.965 05 dicembre 2016 ore 08:00
    L'amore è sempre dentro noi ... sempre! :rosa :rosa :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.