IL SIGNOR SPOT

23 giugno 2017 ore 11:34 segnala








da ragazza scrivevo un diario,

beh

chiamarlo diario sarebbe riduttivo,

era molto di piu' di un semplice,

muto e passivo diario, lui era


un' entità cartacea antropomorfa e

aveva

anche un nome, mi pare fosse George o

Spot, non lo ricordo, qualcosa di

simile.



ogni sera estraevo Geordie dal

nascondiglio che lo custodiva

celandolo da occhi indiscreti e

apponevo il solito saluto che avrebbe

dato il via all'infinito gettito di

parole dette a biro sulla carta

bianca economica, cristallizzando in

tal modo il giorno trascorso,

rendendolo eterno e inamovibile.


nel corso degli anni accumulai decine

di diari, pagine piene di pensieri, i

sogni, i progetti e la vita di una

ragazza di vent'anni.


finchè un giorno qualsiasi e senza

neanche un perchè o un motivo preciso,

smisi.

si.

smisi di aprire l'entità

cartacea antropomorfa e di parlare

con lei.


fine delle conversazioni con il

vecchio caro Geordie " ciao amico,

devo

andare ma non escludo che un giorno

ritorni per scambiare ancora due

chiacchiere bevendo un bionda

ghiacciata. ma adesso devo proprio

andare, c'è qualcos'altro che mi

chiama, non so chi o cosa sia ma è

impaziente sai."


lo abbandonai senza neanche un saluto,

un epilogo.


smisi e basta


così raccolsi tutti i diari e li

chiusi in una grande scatola di

cartone che depositai in garage fra

altre piene di vecchi addobbi

natalizi, attrezzi da giardino

arrugginiti, polverosi quadri dai

vetri incrinati, vestiti fuori moda

ingialliti dal tempo, foto ammuffite

di persone che sorridono con denti

ormai color seppia come i loro volti

dispersi nei meandri di un passato

remoto, insomma, il solito ciarpame

contenuto nei garage di tutto il

mondo e che aspetta dormiente,

speranzoso di essere resuscitato a

nuovo splendore ma consapevole che

ciò

non avverrà mai e che l'ultimo passo

della loro inanimata, seppur viva,

vita di un passato che li vide

protagonisti, sarà solo quando un

giorno il nuovo proprietario della

casa, li esumerà per buttarli e far

spazio ai propri di scatoloni.


adesso, nonostante siano passati anni

dal giorno che smisi di scrivere a

Geordie, ogni tanto mi capita ancora

di sentire il desiderio di

raccontarmi così come solo con lui

riuscivo a fare, quel bisogno di

sussurrare nel buio delle nostre anime

i pensieri e piccoli segreti, di

condividere ancora un pezzetto della

mia anima e mi pare di sentire, in un

soffio impalpabile che mi sfiora la

guancia..." bentornata, ti aspettavo "


f3423990-18dd-4913-9644-30618b563400
« immagine » « immagine » « immagine » « immagine » da ragazza scrivevo un diario, beh chiamarlo diario sarebbe riduttivo, era molto di piu' di un semplice, muto e passivo diario, lui era un' entità cartacea antropomorfa e aveva anche un nome, mi pare fosse George o Spot...
Post
23/06/2017 11:34:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. VirPaucisVerbo 23 giugno 2017 ore 12:18
    Una furtiva lacrima quasi m'è spuntata. Mai scritto un diario. Però la nostalgia delle vecchie cose e del carico di ricordi che portan con se... quella si che c'è. Indelebile.
    :rosa :rosa :rosa
  2. NandinaFire 23 giugno 2017 ore 12:19
    che bel racconto, profondo e anche un pò misterioso. brava, come scrivi bene. e belli i fiori... ;-) pollice verde? nooooooo tu hai proprio tutte le dita verdi ciaooooooooo :cuore :cuore :ok :rosa :rosa
  3. NoctuaAthenes 23 giugno 2017 ore 14:49
    @VirPaucisVerbo ma sciur VPV mi cita una delle arie che preferisco del Donizetti ma non si faaaaa... almeno poteva postarmi il video e l'ascoltavo :many :many :many
    scherzi a parte, hai ragione i ricordi fanno parte di noi, anche se dovremmo andare avanti senza voltarci... spesso.

    grazie :rosa :kissy
  4. NoctuaAthenes 23 giugno 2017 ore 14:51
    @NandinaFire grazie sis... asp che vado a lavarmi le mani che sono verdi; ma che strano :many ciao sis :many :many :many :many :cuore :cuore :cuore :cuore :cuore :cuore :cuore
  5. VirPaucisVerbo 23 giugno 2017 ore 14:56
    @NoctuaAthenes: a domanda rispondo! :-) :-) :-)
  6. NoctuaAthenes 23 giugno 2017 ore 15:06
    @VirPaucisVerbo grazieeeeee mi era venuta voglia di ascoltarla, adoro l'opera ... mille :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio per te
  7. NoctuaAthenes 23 giugno 2017 ore 15:07
    aspe che metto le cuffie e la smanetto
  8. VirPaucisVerbo 23 giugno 2017 ore 15:08
    @NoctuaAthenes: :-) :rosa :grazie

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.