Ciak, si gira!

05 ottobre 2011 ore 13:11 segnala
C'è una piccola finestra
pensarla dall'inizio così com'è
sarebbe stato impossibile.

E' in ogni casa, ufficio o
luogo quadrimurato.

E' una strana finestra
funziona in una sola direzione
lei fa entrare ma non uscire.

Per aprirla basta un tasto
potere della domotica!!!

L'apro e lascio entrare..
sembra un flusso calmo
ma è un'aggressione.
E nel bombardamento
ci sei Tu.

Guardo una Tua foto
e mi domando se Io di Me
abbia mai avuto foto così.

Cos'è questo bisogno di rappresentarsi?
Pensavo ad Apollo o a Narciso...
No

Dalla finestrella entra una folla
ed è tutta organizzata, pettinata,
truccata, atteggiata, arrapata, affamata....
affamata....
affamata....
Di cosa?
Forse di se.
Dovresti sentirti abbracciata
da moltitudini di amici affettuosi.
Ma fuori dalla finestrella è pieno di gente
e tu da dentro ti senti sola.

Così decidi di levarti il bavaglio
che la folla folletta della finestrella
ti ha legato sulla bocca
le catene che ti ha messo ai piedi e al cervello
ed hai una sola scelta
trovare un abito
truccarti
scegliere il giusto profilo
destro...sinistro....destro...
destro!!!
E scrivere il copione.

Se non appari in uno schermo
Tu non esisti!

Io, invece, sì.

e446eca0-198c-45b3-858b-eca39473f122
C'è una piccola finestra pensarla dall'inizio così com'è sarebbe stato impossibile. E' in ogni casa, ufficio o luogo quadrimurato. E' una strana finestra funziona in una sola direzione lei fa entrare ma non uscire. Per aprirla basta un tasto potere della domotica!!! L'apro e lascio...
Post
05/10/2011 13:11:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    10

Riavvolgo la pellicola

30 settembre 2011 ore 03:38 segnala
A ritroso
l'effetto preesiste alla causa.

E' buffo
non avrei mai immaginato
che comprendere
è un canone inverso.

Il suo senso permane
dall'inizio alla fine
e dalla fine all'inizio




_________________________________

PEZZO A PEZZO (Piece by piece - K.J. Phelps)

Pezzo a pezzo il versante si sgretola e cade via
indietro giù nel letto del fiume segnato da timide pietre tascabili
cento anni in mano lisciate dalle lunghe notti di nonna
restando sulla sedia a dondolo in attesa del mondo

Oh, se potessi riavvolgere indietro tutti gli anni e parlare al padre di mio padre
di tutte le paure che taccio e che forse lui aveva avuto
Potrei fare un po’ di liuce per illuminare questo polveroso vecchio e secco pozzo
ascoltare il secchio battere sul fondo e la fune scorrere via rotolando

Dal momento che trecento anni è stato il tempo necessario,
perché qualcuno ancora non aveva capito di abbassare la pistola
e sparare al centro di questo sospeso, attonito occhio?
ascolta il secchio battere sul fondo e la fune scorrer via rotolando
restando su quella vecchia sedia a dondolo in attesa del mondo
d7a35916-348e-46e5-913c-ac8472592fcc
A ritroso l'effetto preesiste alla causa. E' buffo non avrei mai immaginato che comprendere è un canone inverso. Il suo senso permane dall'inizio alla fine e dalla fine all'inizio « video » _________________________________ PEZZO A PEZZO (Piece by piece - K.J. Phelps) Pezzo a pezzo il...
Post
30/09/2011 03:38:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Prova d'errore

02 settembre 2011 ore 02:20 segnala
Cos'era?
Chi?
Io, un altro io.
Ho quasi paura, mi nascondo alla mia vista.
L'immagine di me
mi appare estranea, come se non avessi avuto
"il piacere di fare la mia conoscenza".

Tutto è cambiato in un anno
che è un attimo di anno
e così saranno gli altri attimi di anni

Allora voglio fingere di fermare il tempo
fotografare
ogni angolo di me
e finalmente
tappezzarne i muri della mia casa.

9ef0f16c-23a8-434d-849f-0ca6b5a0f069
Cos'era? Chi? Io, un altro io. Ho quasi paura, mi nascondo alla mia vista. L'immagine di me mi appare estranea, come se non avessi avuto "il piacere di fare la mia conoscenza". Tutto è cambiato in...
Post
02/09/2011 02:20:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Torrido di una notte

15 luglio 2011 ore 03:51 segnala
Ti si attacca sulla pelle come un velo rovente e molle.
Chi è solo in una notte così, non conta sia bianco o nero o giallo,
uomo, donna, giovane o vecchio: solo è ugualmente, a qualunque altro solo.

Con quel velo che odora di sale e di fieno, di maschio o di femmina,
con quel velo, si spandono su di noi come tatuaggi, il sogno di un poeta,
il ricordo di una conquista, un tappeto d'archi, l'amaro di una birra,
un bacio non dato, un canto di anni immaturi.

Quando una torrida notte si avvinghia sulla tua solitudine, è la vita che ti chiama.
Allora si affina il meglio di te.
Domani l'avrai per regalarlo, forse perfino a chi non lo merita.
Ma questa torrida, rovente, appiccicosa notte di mia solitudine,
mi regala a me stesso nella forma migliore.



NEL CALDO DELLA NOTTE (In The Heat of The Night - Quincy Jones)

Nel caldo della notte
sembra quasi che un freddo sudore
scivoli attraversando la mia fronte
nel caldo della notte
Ho un sentimento come di essere orfano in un qualche modo
Stelle con occhi malvagi ci scrutano dal cielo
Ed ogni cosa ha un senso e splende.

Non è ancora nata una donna
che sappia come far venire il giorno
E' cosi duro mantenere il controllo
quando potrei vendere la mia anima
proprio per una piccola luce.

Nel caldo della notte
Ho un guaio che riempie la mia stanza
Oh sì, ce l'ho.
E ripeto, oh sì ripeto nella notte
ci vorrebbe una fine a tutto ciò
Oh Signore, non sarà a lungo
Sì, tu sarai forte
E tutto andrà bene.
640ad5d3-0a68-4cff-88e2-1a3b099c3cd5
Ti si attacca sulla pelle come un velo rovente e molle. Chi è solo in una notte così, non conta sia bianco o nero o giallo, uomo, donna, giovane o vecchio: solo è ugualmente, a qualunque altro solo....
Post
15/07/2011 03:51:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Paura di cadere

29 giugno 2011 ore 02:15 segnala
La vertigine è l'irragionevole fascino che possiede il cadere,
non la sua angoscia.
E' una fatale attrazione.
E' una brama incosciente, di volersi infrangibili e vacui.
Una lunga caduta è una prova di volo.
E' disincanto l'atterraggio.

4e4dd9c7-6b3c-46a7-acd5-988a0d4ad06f
La vertigine è l'irragionevole fascino che possiede il cadere, non la sua angoscia. E' una fatale attrazione. E' una brama incosciente, di volersi infrangibili e vacui. Una lunga caduta è una prova...
Post
29/06/2011 02:15:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

L'estate

24 giugno 2011 ore 14:07 segnala
Dovrebbe già avere i frutti in bocca

Invece la mia estate, colpevole di nulla se non di volersi ancora primavera,
opera assonnata e rovente, nell'arduo proposito di mettere a dimora, di piantare
ciò che dovrebbe domani dar frutti.

Ma io sono in ritardo sulla stagione.
Forse sarà perché ho troppo atteso una chimera,
o non ero con me.

Quest'anno l'estate sarà senza frutti.
Sarà cibo il pane, la carne, il vino, il puro e semplice volere il domani.
Sarà dura la terra e dolore alle mani. Sarà sudore e sonni senza sogni.
Sarà sole senz'ombra, di bufalo farà le mie spalle.

Ogni risorsa, ogni respiro dovrà creare, senza riserve o tentenni.
I frutti arriveranno.



_____________________________________________________________________________

ULISSE COPERTO DI SALE

Vedo le stanze imbiancate
tutte le finestre spalancate
neve non c'è, il sole c'è,
nebbia non c'è, il cielo c'è!

Tutto scomparso, tutto cambiato
mentre ritorno da un mio passato
tutto è uguale, irreale
sono Ulisse coperto di sale!

E' vero la vita è sempre un lungo, lungo ritorno
ascolta io non ho paura dei sentimenti
e allora guarda, io sono qui,
ho aperto adagio adagio con la chiave
come un tempo
ho lasciato la valigia sulla porta
ho lasciato la valigia sulla porta.

Ho guardato intorno prima di chiamare, chiamare
non ho paura, ti dico
che sono tornato per trovare, trovare
come una volta
dentro a questa casa
la mia forza
come Ulisse che torna dal mare
come Ulisse che torna dal mare.

Una mano di calce bianca
sulle pareti della mia stanza
cielo giallo di garbino,
occhio caldo di bambino!

Tiro il sole fin dentro la stanza
carro di fuoco che corre sul cuore
perchè ogni giorno è sabbia e furore
e sempre uguali non sono le ore!

Voglio dirti
non rovesciare gli anni come un cassetto vuoto,
ascolta
anche i giovani non hanno paura di un amore
e mai, mai, mai strappano dal cuore i sentimenti
io ti guardo
la tua forza è un'ombra di luce
la tua forza è un'ombra di luce.

La mano affondata nel vento del vento...
aria calda, urlano quelle nostre ore
strette in un pugno
urlano come gli uccelli,
i sassi si consumano, non si consuma la vita
la giornata è uguale a una mano che è ferita
io sono Ulisse al ritorno
Ulisse coperto di sale!
Ulisse al principio del giorno!
36dee56e-94a6-43e6-96ac-4f24b306dd8c
Dovrebbe già avere i frutti in bocca Invece la mia estate, colpevole di nulla se non di volersi ancora primavera, opera assonnata e rovente, nell'arduo proposito di mettere a dimora, di piantare ciò...
Post
24/06/2011 14:07:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Secondo tempo

15 giugno 2011 ore 00:53 segnala
Nato avido di sensi e di stupore e scoperte
i piedi impazienti le mani impertinenti
ho fagocitato Ascensori Asfissianti Automobili Asmatiche Ananassi Anemici Aeroplani Anonimi Anacardi Asfittici Azalee Atipiche Amori Acritici Aneliti Apocrifi Antipodi Atavici........................Barometro indica pressione instabile.....
d'un tratto m'accorgo l'alfabeto s'avvia d'ulteriori lettere fin'allora rassegnate a iniziali

completare b... c... d... e... f... g... h... i..............

Non dio, non tu
ma una luce che aumenta fino ad abbagliare e poi si spegne
come fanno le stelle
mi ha detto svanendo di non perdere tempo
di percorrerlo tutto fino alla Z


c0eee52d-6db8-4dcc-a3da-2e022d20668d
Nato avido di sensi e di stupore e scoperte i piedi impazienti le mani impertinenti ho fagocitato Ascensori Asfissianti Automobili Asmatiche Ananassi Anemici Aeroplani Anonimi Anacardi Asfittici...
Post
15/06/2011 00:53:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Sarò sentimentale

10 giugno 2011 ore 02:22 segnala
Non mi approprio mai di ciò che non è mio
e non lo farò neanche stavolta.
Ma ciò che è bello
rimane bello

"A volte basta un attimo per dimenticare una vita,
a volte non basta una vita per dimenticare un attimo."

46cb0673-c870-4d8d-ac4f-9d427caec66e
Non mi approprio mai di ciò che non è mio e non lo farò neanche stavolta. Ma ciò che è bello rimane bello "A volte basta un attimo per dimenticare una vita, a volte non basta una vita per dimenticare...
Post
10/06/2011 02:22:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Semplice

20 maggio 2011 ore 04:33 segnala
A volte orfano
della sera
respirata a pieni polmoni
di sussurri
come vento nei miei orecchi

di una fresia
che schiude
ogni giorno un pò
sul davanzale
unico giardino
tra cemento e rumori

di una piccola vita
a metà
in una sola stanza
il soffitto troppo alto
troppo stretta alle pareti

Me ne sono invaghito
o forse
l'ho sognato
era lì a guardarmi
o forse no

Pulsa e si muove
lentamente in volute
che posso ascoltare
che posso toccare

Semplice
è dentro che ho costruito
il mio sonno ha creato
e mi rimane l'impronta
che non può essere
che non è mai stata
se non in ciò
che io ho creato

de7c9a18-5364-492e-8615-0b918028676b
A volte orfano della sera respirata a pieni polmoni di sussurri come vento nei miei orecchi di una fresia che schiude ogni giorno un pò sul davanzale unico giardino tra cemento e rumori di una...
Post
20/05/2011 04:33:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Risveglio

17 maggio 2011 ore 12:54 segnala
Respiro
e gonfio il petto,
di più potrei scoppiare.
Logica e vitale abitudine, dimenticata da qualche tempo.

Avevo paura dell'aria?
Voglio farne incetta, come d'acqua e cibo e sonno.
Per sentire me e me soltanto.

1d0b8669-b7be-430d-b863-ee7f89162f0a
Respiro e gonfio il petto, di più potrei scoppiare. Logica e vitale abitudine, dimenticata da qualche tempo. Avevo paura dell'aria? Voglio farne incetta, come d'acqua e cibo e sonno. Per sentire me...
Post
17/05/2011 12:54:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment