Tutto ciò che mi piace fare.

05 gennaio 2014 ore 03:17 segnala
Ero a tavola im/bandito e apparecchiato di tre p. Piatti, posate e patatine. Le patatine, due, unte al giusto, ascoltavano le mie p. Parole. Eravamo, a tavola, tre p. Porco, povera e puttana. Le due, unte al giusto, scivolavano. Io, il porco, tentavo di spiegare quanto spesso non sia necessario essere infallibile. Tentavo, a parole, di dar loro un appiglio invisibile al loro scivolare. Per farlo, disegnavo in aria cerchi di parole invisibili che, mentre le pronunciavo, sparivano, e con esse le due, scivolanti, unte patatine. Tentavo di dire che non evito espressioni s/porche, se necessarie all’intenzione. Tentavo di dire, alla povera, che anche materiale lessicale semplice, e im/puro, può giovare al fine artistico. Spiegavo, alla puttana, che la furbizia preferisce la lingua giusta alla lingua corretta. E lei, che di lingue s’intende, annuiva.
b55e2244-427d-4899-adbd-7765de9ca91d
Ero a tavola im/bandito e apparecchiato di tre p. Piatti, posate e patatine. Le patatine, due, unte al giusto, ascoltavano le mie p. Parole. Eravamo, a tavola, tre p. Porco, povera e puttana. Le due, unte al giusto, scivolavano. Io, il porco, tentavo di spiegare quanto spesso non sia necessario...
Post
05/01/2014 03:17:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. stilestella 01 marzo 2014 ore 19:42
    Io ce l'ho un'idea su cosa significhi coloricchiare qua e là, perché lo faccio anch'io :ok !
  2. tar1948 09 settembre 2014 ore 19:05
    ti auguro di trovare una donna che non annuisca soltanto:ma tu la vorresti?

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.