Dove termina l'arcobaleno

01 giugno 2019 ore 18:03 segnala


Il mondo fa paura

Il mondo fa paura
ma in esso nuotano
in un immenso acquario
betulle volpi
torrenti di fiori
strade di campagna
e case di legno
e ancora i concerti di Brahms
e i walzer di Chopin…
Jaroslaw Iwaszki


Lo spirito della depravazione

Mi ripugna questo mondo nel quale l’uomo domina sull’uomo
E ancora di più mi ripugna l’umanità che non vuole con ciò fare i conti
Ma più di tutto ancora mi ripugna la mia propria impotenza a fare i conti con i suoi assassini
Anche perché non sono neanche così tanti
Da non poterli strangolare a mani nude
Me le laverei poi come un medico
Ma aggiusterei un po' i capelli
E me ne andrei a scrivere poesie

Mi ripugna questo mondo nel quale l’uomo domina sull’uomo
E ancor di più l’umanità che non vuole con ciò fare i conti
Ma più di tutto ancora mi ripugna lo sciocco che sorride di questa mia poesia disperata
Che porre dovrei a conclusione di tutti quanti i miei libri
Vitèzlav Nezval



Il sangue
Chi può versare
Sangue nero
Sangue bianco
Sangue giallo

Il sangue non è indio, polinesiano o inglese
Nessuno ha mai visto
Sangue ebreo
Sangue cristiano
Sangue mussulmano
Sangue buddista
Il sangue non è ricco, povero o benestante
Il sangue è rosso
Disumano è chi lo versa
Non chi lo porta
Ndjock Ngana
:cuore
Nessuno è solo

In questo stesso istante
c'è un uomo che soffre,
un uomo torturato
solo perché ama la libertà.
Ignoro
dove vive, che lingua
parla, di che colore
ha la pelle, come
si chiama, ma
in questo stesso istante,
quando i tuoi occhi leggono
la mia piccola poesia,
si può sentire il suo pianto
di animale perseguitato
mentre si morde le labbra
per non denunciare
i suoi amici. Lo senti?
Un uomo solo
grida ammanettato, esiste
in qualche posto.
Ho detto solo?
Non senti, come me,
il dolore del suo corpo
ripetuto nel tuo?
Non ti sgorga il sangue
Sotto i colpi ciechi?
Josè Augustin Goytisolo
:cuore
Dove termina l’arcobaleno

Dove termina l’arcobaleno
deve esserci un luogo, fratello,
dove si potrà cantare ogni genere di canzoni,
e noi canteremo insieme, fratello,
tu ed io, anche se tu sei bianco ed io non lo sono,
sarà una canzone triste fratello
perché non sappiamo come fa,
ed è difficile da imparare,
ma possiamo riuscirci, fratello, tu ed io,
Non esiste una canzone nera.
Non esiste una canzone bianca.
Esiste solo musica, fratello,
ed è musica quella che canteremo
dove termina l’arcobaleno.
Richard Rive
8742a45d-a5fe-4bde-a819-325b34c87201
« immagine » Il mondo fa paura Il mondo fa paura ma in esso nuotano in un immenso acquario betulle volpi torrenti di fiori strade di campagna e case di legno e ancora i concerti di Brahms e i walzer di Chopin… Jaroslaw Iwaszki Lo spirito della depravazione Mi ripugna questo mondo nel quale l’...
Post
01/06/2019 18:03:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. crenabog 01 giugno 2019 ore 20:16
    Belle idee
  2. LINTERDIT 02 giugno 2019 ore 12:34
    dovrebbe essere una meta dovetermina l'arcobaleno , la terra promessa di tutti gli uomini
  3. VirPaucisVerbo 03 giugno 2019 ore 10:25
    Poesie bellissime e pensieri che assolutamente mi sento di condividere. Grazie!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.