Ogni donna è una nota di colore in un mondo grigio

06 marzo 2015 ore 19:00 segnala


Buon 8 marzo, a tutte le donne

A quelle che non hanno il dono di un sorriso
A quelle che non hanno una carezza sulla pelle
A quelle che non conoscono la dolcezza
A quelle che in silenzio subiscono la violenza
A quelle che non possono sciogliersi i capelli al vento
Buon 8 marzo, a tutte le donne
A quelle che abbracciano con amore
A quelle che illuminano l’anima
A quelle che parlano dentro oltre lo sguardo
A quelle che sorridono con i colori dell’arcobaleno
A tutte quelle che danno energia alla libertà della vita
Michele Luongo



Quando si scrive delle donne bisogna intingere la penna nell’arcobaleno e asciugare la pagina con la polvere delle ali delle farfalle. D. Diderot

Donna, non sei soltanto l’opera di Dio, ma anche degli uomini, che sempre ti fanno bella con i loro cuori. Rabindranath Tagore

Amo le donne, perché sono forti,hanno la speranza nel cuore e nell'avvenire. Nanij Kurcishi

Quando ti innamori di una donna ti sembra che lei viva d’aria, alimentata solo dalle sue qualità sorprendenti. Andrea De Carlo

Non si nasce donne: si diventa. Simone de Beauvoir

Dagli occhi delle donne derivo la mia dottrina: essi brillano ancora del vero fuoco di Prometeo, sono i libri, le arti, le accademie, che mostrano, contengono e nutrono il mondo.” William Shakespeare

Date alle donne occasioni adeguate ed esse possono fare tutto. O. Wilde

Da una donna bisogna aspettarsi di tutto tranne l’ovvio. Hans Sohnker

Donne: diavoli senza i quali la vita sarebbe un inferno. Roberto Gervaso

Non assomigli più a nessuna da quando ti amo. Pablo Neruda

Ascolta la donna quando ti guarda, non quando ti parla. K.Gibran

“Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede un tale coraggio, una sfida, che non finisce mai.” Oriana Fallaci

«Non so se sono stata donna, non so se sono stata spirito. Son stata amore». «La società non mi perdona proprio questo, non mi perdona che io vada sola ed indifesa, io donna, e che così condanni implicitamente, anche in silenzio il suo modo d’essere, le sue corazze, i suoi pugnali, i suoi veleni. Non mi perdona, e si vendica, ed è logico». Sibilla Aleramo

Io donna
Sono nata come mi avete dettato di nascere,
Sono cresciuta come mi avete dettato di crescere,
Mi sono comportata come voi mi avete dettato di comportarmi:
Ma Amo come solo Io ho deciso di Amare
E Scelgo solo come Io, Donna, ho Deciso di Scegliere,
Io, Donna scelgo dunque la via per la Libertà, la Vita e L’amore.
Siria Comite da web

Vladimir Volegov, 1970

Non innamorarti di una donna che legge

Non innamorarti di una donna che legge,
di una donna che sente troppo,
di una donna che scrive …
Non innamorarti di una donna colta, maga, delirante, pazza.
Non innamorarti di una donna che pensa,
che sa di sapere e che inoltre è capace di volare,
di una donna che ha fede in se stessa.
Non innamorarti di una donna che ride
o piange mentre fa l’amore,
che sa trasformare il suo spirito in carne e, ancor di più, di una donna che ama la poesia (sono loro le più pericolose), o di una donna capace di restare mezz’ora davanti a un quadro o che non sa vivere senza la musica.
Non innamorarti di una donna intensa, ludica,
lucida, ribelle, irriverente.
Che non ti capiti mai di innamorarti di una donna così.
Perché quando ti innamori di una donna del genere, che rimanga con te oppure no, che ti ami o no, da una donna così, non si torna indietro.
Mai.
Martha Rivera Garrido

Daniele Lancini

Sono una donna

Nessuno può immaginare
quel che dico quando me ne sto in silenzio
chi vedo quando chiudo gli occhi
come vengo sospinta quando vengo sospinta
cosa cerco quando lascio libere le mie mani.

Nessuno, nessuno sa
quando ho fame, quando parto
quando cammino e quando mi perdo,
e nessuno sa
che per me andare è ritornare
e ritornare è indietreggiare,
che la mia debolezza è una maschera
e la mia forza è una maschera,
e che quel che seguirà è una tempesta.
Credono di sapere
e io glielo lascio credere
e avvengo.

Hanno costruito per me una gabbia affinché la mia libertà
fosse una loro concessione
e ringraziassi e obbedissi.
Ma io sono libera prima e dopo di loro,
con loro e senza di loro
sono libera nella vittoria e nella sconfitta.

La mia prigione è la mia volontà!
La chiave della prigione è la loro lingua
ma la loro lingua si avvinghia intorno alle dita del mio desiderio
e il mio desiderio non riusciranno mai a domare.

Sono una donna.
Credono che la mia libertà sia loro proprietà
e io glielo lascio credere
e avvengo.
Joumana Haddad


Inno alla donna

Stupenda
immacolata fortuna
per te tutte le creature
del regno
si sono aperte
e tu sei diventata la regina
delle nostre ombre
per te gli uomini
hanno preso
innumerevoli voli
creato l’alveare del
pensiero
per te donna è sorto
il mormorio dell’acqua
unica grazia
e tremi per i tuoi
incantesimi
che sono nelle tue mani
e tu hai un sogno
per ogni estate
un figlio per ogni pianto
un sospetto d’amore
per ogni capello
ora sei donna
tutto un perdono
e così come vi abita
il pensiero divino
fiorirà in segreto
attorniato
dalla tua grazia.
Alda Merini



Ci sono le donne....
e poi ci sono le donne donne
E quelle non devi provare a capirle, sarebbe una battaglia persa in partenza.
Le devi prendere e basta.
Devi ...prenderle e baciarle, e non dare loro il tempo di pensare.
Devi spezzare via, con un abbraccio che toglie il fiato, quelle paure che ti sapranno confidare una volta soltanto, a bassa bassissima voce.
Perché si vergognano delle proprie debolezze e, dopo avertele raccontate, si tormenteranno - in un agonia lenta e silenziosa- al pensiero che scoprendo il fianco e mostrandosi umane e facili e bisognose per un piccolo fottutissimo attimo, vedranno le tue spalle voltarsi ed i tuoi passi allontanarsi.
Perciò prendile e amale.
Amale vestite, e senza trucco che a spogliarsi sono brave tutte.
Amale indifese e senza trucco, perché non sai quanto gli occhi
di una donna possono trovare scudo dietro un velo di mascara.
Amale addormentate, un po' ammaccate quando il sonno le stropiccia.
Amale sapendo che non ne hanno bisogno, sanno bastare a se stesse.
Ma appunto per questo, sapranno amare te come nessuna prima di loro.
Alda Merini


Donna, tu sei

Donna, tu sei quella che
accarezzi un volto nel buio,
una lacrima
che scivola nel silenzio,
un sorriso
che illumina i colori dell’arcobaleno,
che spiega il proprio dolore
a mani giunte
fotografando attimi
di briciole ad uno Spirito di luce.
Tu sei raggio di sole,
sei un bacio di mamma,
sei febbre e oblio,
ebbrezza e scoglio,
musica e schiava
del passar degli anni
di bellezza splendente.
Non buttarti via,
questo è il momento
di prendersi cura
di sé!
Naida Santacru

"Io sono più ispirato a dipingere le donne perché sono le creazioni più belle della terra".Muramasa Kudo

Io, Donna

Sono l’acqua della sorgente
che scorre a fiumi tra le tue mani nude
incontenibili,
il fuoco che arde e ti scalda il cuore nelle notti d’inverno,
il canto del vento che ulula
tra le tue pareti vuote.
Io sono il tuo tormento
nelle tue lunghe notti insonni
nei tuoi deliri alla ricerca di un giovane orizzonte
e là sono l’estasi
dei tuoi sogni incontaminati.
Io sono del tempo della tua saggezza
abbracciata ai tuoi più effimeri ricordi,
sono il prezzo che dovrai pagare
per tutte le miserie che hai lasciato.
Io sono una tra tutte,
tutte quelle che sono esattamente ciò che cerchi,
sono quella che potrebbe avere da te
tutto ciò che tu in verità non daresti mai,
sono la luce dei tuoi occhi ciechi
e l’aria che respiri
nelle gole più profonde dei tuoi abissi,
sono l’angelo che ti sta accanto
quando i tuoi vuoti sono infiniti.
Io sono la tua abbondanza
che hai buttato al vento
sono la terra che ti è scivolata tra le dita
ed hai calpestato con noncuranza
sono la dea
che vorresti adorare,
sono colei che sa
sono la strega e la fata
di ieri e di domani.
Io sono solo…… Donna.
Fiorenza Ornella Marino


Io sono verticale

Ma preferirei essere orizzontale.
Non sono un albero con radici nel suolo
succhiante minerali e amore materno
così da poter brillare di foglie a ogni marzo,
né sono la beltà di un'aiuola
ultradipinta che susciti grida di meraviglia,
senza sapere che presto dovrò perdere i miei petali.
Confronto a me, un albero è immortale
e la cima di un fiore, non alta, ma più clamorosa:
dell'uno la lunga vita, dell'altra mi manca l'audacia.

Stasera, all'infinitesimo lume delle stelle,
alberi e fiori hanno sparso i loro freddi profumi.
Ci passo in mezzo ma nessuno di loro ne fa caso.
A volte io penso che mentre dormo
forse assomiglio a loro nel modo piu' perfetto
con i miei pensieri andati in nebbia.
Stare sdraiata è per me piu' naturale.
Allora il cielo ed io siamo in aperto colloquio,
e sarò utile il giorno che resto sdraiata per sempre:
finalmente gli alberi mi toccheranno, i fiori avranno tempo per me.
Sylvia Plath
376662d7-a851-4970-8007-abe904c6b234
« immagine » Buon 8 marzo, a tutte le donne A quelle che non hanno il dono di un sorriso A quelle che non hanno una carezza sulla pelle A quelle che non conoscono la dolcezza A quelle che in silenzio subiscono la violenza A quelle che non possono sciogliersi i capelli al vento Buon 8 marzo, a t...
Post
06/03/2015 19:00:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. highlanderII 07 marzo 2015 ore 23:45
  2. trenolento 11 gennaio 2016 ore 09:46
    La follia -l'amore-che rende dolce l'amara incomprensione.
    Negano la superficialità delle affermazioni
    ancora fissa in un tempestoso -nostro- mare di incertezza...
    LE DONNE

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.