La formica

25 marzo 2017 ore 05:28 segnala


La formica

Un pomeriggio di metà agosto
mentre su un lettino all’ombra me ne stavo a riposare
Il mio sguardo fu attirato da una formica
che una mollica di pane era intenta a trasportare
faceva una gran fatica la poveretta
si sforzava in ogni modo decisa a non mollare.
Nel frattempo sentivo nei dintorni
un gran fracasso d’innumerevoli cicale cantare.
Pensai tra me e me com’è strano il mondo
c’è chi pensa al domani e il cibo se lo deve sudare
e chi pensa solo al presente
non facendo altro che pensare a cantare.
48828d91-7c74-4334-a9ef-eafc0296c393
« immagine » La formica Un pomeriggio di metà agosto mentre su un lettino all’ombra me ne stavo a riposare Il mio sguardo fu attirato da una formica che una mollica di pane era intenta a trasportare faceva una gran fatica la poveretta si sforzava in ogni modo decisa a non mollare. Nel frattemp...
Post
25/03/2017 05:28:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment

La Nobiltà di un Povero

24 marzo 2017 ore 05:24 segnala


La Nobiltà di un Povero

Spesso si ritiene un povero
colui che si veste di stracci
che trascura il suo aspetto
che non possiede un’auto
che è sempre senza soldi
e che non ha un tetto.
Spesso non guardiamo
la sua anima ci fermiamo
al primo impatto…
Lo riteniamo tale perché
la società gli ha messo
un marchio, un timbro
indelebile che porterà
per tutta la sua vita.
Spesso sono queste persone
che spesso definiamo
inutili le persone più vere
le persone più umili
con una nobiltà d’animo
che nemmeno immaginiamo.
8fb9c0b7-b15e-41c8-98fa-f93efed5acbf
« immagine » La Nobiltà di un Povero Spesso si ritiene un povero colui che si veste di stracci che trascura il suo aspetto che non possiede un’auto che è sempre senza soldi e che non ha un tetto. Spesso non guardiamo la sua anima ci fermiamo al primo impatto… Lo riteniamo tale perché la società ...
Post
24/03/2017 05:24:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Sciò sciò ciucciuè!

23 marzo 2017 ore 05:38 segnala


Sciò sciò ciucciuè, ciucciuè, ciucciuè!

Sciò sciò!
Sciò sciò ciucciuè!
Sciò sciò ciucciuè!

Sciò sciò ciucciuè, vattene fuori di casa mia,
trovati un'altra compagnia, nun te voglio chiù vedè.
Sciò sciò ciucciuè, pace, salute, 'nu bellu terno,
tanti auguri pure al Governo, tanti auguri che qui ce n'è
Occhio e malocchio nudo, prezzemolo e finocchio,
giralo giralo dentro a un secchio,
mettici pure un corno vecchio,
e impicchio e impacchio e impapocchio,
portati via il piripicchio,
portati via il piripacchio,
portati tutto via con te!

Sciò sciò ciucciuè, fammi fa' un tredici coi milioni,
fa' che tutti stiano buoni e nun s'appiccecheno cchiù.
Sciò sciò ciucciuè, fammi fumare 'na nazionale
senza che poi mi senta male come al tempo delle P3.
Sciò sciò ciucciuè, famme verè 'na squadra italiana
che pe' na combinazione strana di svedesi non ne abbia tre.

Avanti, avanti, chi si vuole fare incensiare che qua non per dire ci sappiamo fare...
Io porto pace, amore e speranza, un'incensiata all'opposizione ed un'altra alla maggioranza.
Eppure agli ascoltatori una bella incensiata che' stanno con la crescenza 'nu poco
E una incensiata speciale la voglio fare a quel poveretto che si è fatto tassare,
così con un bell'incensiamento gli facciamo scomparire l'accertamento.
Un'incensiata ai giornali e un'altra ai tremila settimanali che più li leggi e più li trovi uguali.
E pure agli inquilini 'nu bell'incensiamento, adesso che viene l'epoca del nuovo aumento.
E al padrone di casa, povero cocco, che veramente se crere che tolgono 'o blocco.
Occhio e malocchio nudo, prezzemolo e finocchio,
giralo giralo dentro a un secchio,
mettici pure un corno vecchio,
e impicchio e impacchio e impapocchio,
portati via il piripicchio,
portati via il piripacchio,
portati tutto via con te!
Sciò sciò ciucciuè, niente più guai e malinconia,
un sorrisetto e tira via,
buona fortuna a te e a me,
buona fortuna a te e a me!

Sciò sciò ciucciuè, ciucciuè, ciucciuè!
Nino Taranto
Nelli - Festa 1953


d962cc36-979a-4200-b1c8-6b986bf8084b
« immagine » Sciò sciò ciucciuè, ciucciuè, ciucciuè! Sciò sciò! Sciò sciò ciucciuè! Sciò sciò ciucciuè! Sciò sciò ciucciuè, vattene fuori di casa mia, trovati un'altra compagnia, nun te voglio chiù vedè. Sciò sciò ciucciuè, pace, salute, 'nu bellu terno, tanti auguri pure al Governo, tanti aug...
Post
23/03/2017 05:38:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    2

“Nun sfruculia’...

22 marzo 2017 ore 05:56 segnala


“Nun sfruculia’...

“Nun sfruculia’ ‘a mazzarella ‘e San Giuseppe”

Non infastidire il bastone di San Giuseppe


Solitamente, viene detto a chi fa di tutto per mettere alla prova la pazienza di un’altra persona, magari insistendo nel parlare di cose scomode o fastidiose per l’interlocutore. Insomma, significa arrivare ad un punto di fastidio che nemmeno il paziente San Giuseppe riuscirebbe a sopportare.
Può essere anche inteso come un “andarsela a cercare”, quindi un persistere in un’attività dannosa o pericolosa: ad esempio, continuare a dare fastidio ad un cane in grado di mordere o provocare qualcuno particolarmente incline alla rabbia.
Perchè, però, si parla proprio del bastone del santo?

Il detto, in realtà, nasce da un reale avvenimento storico raccontato dall’ormai scomparso studioso napoletano, Ulisse Porta Giurleo.
L’erudito trovò un documento negli archivi storici in cui si raccontava che un importante cantante di Napoli, tale cavalier Nicolino Grimaldi, nel 1713, tornò da un viaggio a Londra con un’importantissima reliquia: il vero bastone di San Giuseppe. L’oggetto di culto fu messo in una cappella di casa Grimaldi e tutto il popolo napoletano accorse per venerare l’inestimabile tesoro, persino il Vicerè.
Tuttavia, fra una devozione ed una preghiera, i fedeli strappavano di nascosto pezzi e schegge dalla reliquia per poter portarsi a casa un pezzo del santo.
Il cavaliere si accorse di questa abitudine ed ordinò al suo maestro di casa, il veneziano Andrea Musaccio, di prendere provvedimenti.
Così, a chiunque entrava, l’uomo ripeteva con un accento misto fra veneto e napoletano: “Non sfrocoleate la massarella di San Giuseppe”.
8afa446a-5c92-42cf-8dc8-6547ee6c79a3
« immagine » “Nun sfruculia’... “Nun sfruculia’ ‘a mazzarella ‘e San Giuseppe” Non infastidire il bastone di San Giuseppe Solitamente, viene detto a chi fa di tutto per mettere alla prova la pazienza di un’altra persona, magari insistendo nel parlare di cose scomode o fastidiose per l’interl...
Post
22/03/2017 05:56:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

La musica

21 marzo 2017 ore 05:53 segnala


La musica

C’è un periodo
della nostra vita in cui
bisogna ballare…
Anche se non udiamo
la musica…
Balliamo lo stesso…
Un giorno capiremo e
udiremo la musica
che è dentro di noi…
a1279124-df89-4fb4-bb85-312c7c4d4c43
« immagine » La musica C’è un periodo della nostra vita in cui bisogna ballare… Anche se non udiamo la musica… Balliamo lo stesso… Un giorno capiremo e udiremo la musica che è dentro di noi…
Post
21/03/2017 05:53:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Lasciarsi andare

20 marzo 2017 ore 06:01 segnala


Lasciarsi andare

A volte ho voglia di lasciarmi andare
Non perché non abbia il coraggio di
Affrontare i problemi della vita…
A volte mi sento come un leone
In grado di affrontare tutto e tutti
Non vedo ostacoli davanti a me…
Altre volte mi sento come un pulcino
Bagnato da un acquazzone improvviso
Lontano dal suo nido, indifeso e infreddolito…
Lo so che mi contraddico in quello che scrivo
Ma la vita stessa è una contraddizione
Si nasce, si vive per poi andare via per sempre…
8d708872-9214-45fa-b93f-61cbdcc728f4
« immagine » Lasciarsi andare A volte ho voglia di lasciarmi andare Non perché non abbia il coraggio di Affrontare i problemi della vita… A volte mi sento come un leone In grado di affrontare tutto e tutti Non vedo ostacoli davanti a me… Altre volte mi sento come un pulcino Bagnato da un acquazz...
Post
20/03/2017 06:01:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Caro papà

19 marzo 2017 ore 06:15 segnala


Caro papà

Forse non leggerai mai
Questo mio piccolo pensiero
Resterà solo nella mia mente
Volevo semplicemente dirti grazie
Per tutto quello che hai fatto
Per me e per la nostra famiglia
Caro papà, anche se non sono stato
Capace di seguire le tue orme
Sei il mio unico esempio, la mia sola via
Non dimentico mai i tuoi insegnamenti
Lo so sono avaro nei complimenti
Mai una carezza, un gesto d’affetto
A volte mi vedi fare il duro
Mai sai bene che non lo sono e
Scusami se non te lo dimostro ma
Sappi che ti voglio tanto bene
493c746f-fc7e-4307-8cfe-0ee54094765e
« immagine » Caro papà Forse non leggerai mai Questo mio piccolo pensiero Resterà solo nella mia mente Volevo semplicemente dirti grazie Per tutto quello che hai fatto Per me e per la nostra famiglia Caro papà, anche se non sono stato Capace di seguire le tue orme Sei il mio unico esempio, la ...
Post
19/03/2017 06:15:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Viso d’angelo

18 marzo 2017 ore 06:24 segnala


Viso d’angelo

Al suon della sveglia mi alzo ogni mattino
ma c'è un'idea in testa è come un pallino
sarà il tuo dolce sguardo saranno i tuoi occhi
non so ma non c'è nuvola che non tocchi
eppure non è reale è solo un pensiero
certo siamo amici e ne sono fiero
ma cos'è che ogni giorno di più mi prende
sarà infatuazione non so da cosa dipende
sarà il calore che sai emanare
io lo sento e provo a volare
forse resterà solo nella mia testa
ma incontrarti sarebbe una festa
e anche se solo un pensiero resterebbe
non ne farei un problema lo stesso sarebbe
tanto gli angeli non sono solo in paradiso
ne è testimone il tuo incantevole viso...
c0c3dd33-e2af-40c6-a92c-a961d8dffc9d
« immagine » Viso d’angelo Al suon della sveglia mi alzo ogni mattino ma c'è un'idea in testa è come un pallino sarà il tuo dolce sguardo saranno i tuoi occhi non so ma non c'è nuvola che non tocchi eppure non è reale è solo un pensiero certo siamo amici e ne sono fiero ma cos'è che ogni giorno ...
Post
18/03/2017 06:24:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Tornerà il sole

17 marzo 2017 ore 06:06 segnala


Tornerà il sole

Questa tempesta finirà
di sporcare le tue vesti,
questo temporale smetterà
di bagnare il tuo volto,
questa pioggia terminerà
di mischiarsi alle tue lacrime,
non saranno queste nuvole
a offuscare la tua anima.
Tornerà il sole vedrai
le tue vesti torneranno a luccicare,
il tuo volto sarà radioso
nei tuoi occhi esploderà la vita
e la tua anima tornerà a brillare.


0bc8fff9-8afe-44b9-809a-906ef89ca9e2
« immagine » Tornerà il sole Questa tempesta finirà di sporcare le tue vesti, questo temporale smetterà di bagnare il tuo volto, questa pioggia terminerà di mischiarsi alle tue lacrime, non saranno queste nuvole a offuscare la tua anima. Tornerà il sole vedrai le tue vesti torneranno a luccicare...
Post
17/03/2017 06:06:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    4

La Sera Dei Miracoli

16 marzo 2017 ore 06:16 segnala


La Sera Dei Miracoli

È la sera dei miracoli fai attenzione
qualcuno nei vicoli di Roma
con la bocca fa a pezzi una canzone.
È la sera dei cani che parlano tra di loro
della luna che sta per cadere
e la gente corre nelle piazze
per andare a vedere
questa sera così dolce che si potrebbe bere
da passare in centomila in uno stadio
una sera così strana e
profonda che lo dice anche la radio
anzi la manda in onda
tanto nera da sporcare le lenzuola.
È l'ora dei miracoli che mi confonde
mi sembra di sentire il rumore di una nave sulle onde.
Si muove la città con le piazze
e i giardini e la gente nei bar
galleggia e se ne va, anche senza corrente camminerà
ma questa sera vola,
le sue vele sulle case sono mille lenzuola.
Ci sono anche i delinquenti
non bisogna avere paura ma
stare un poco attenti.
A due a due gli innamorati
sciolgono le vele come i pirati
e in mezzo a questo mare cercherò di scoprire quale stella sei
perché mi perderei se dovessi capire che stanotte non ci sei.
È la notte dei miracoli fai attenzione
qualcuno nei vicoli di Roma
ha scritto una canzone.
Lontano una luce diventa sempre più grande
nella notte che sta per finire
è la nave che fa ritorno,
per portarci a dormire.

La Sera Dei Miracoli
Lucio Dalla
Dalla 1980




E’ ancora la luna la muta compagna che ci segue ne “La sera dei miracoli”. L’arrangiamento liquido, immaginifico e sognato di Giampiero Reverberi aiuta l’autore a cantare per noi i vicoli di Roma in una notte magica, dove suoni, luci, passi, si confondono in una dimensione onirica, in cui chi ascolta è spettatore ed insieme protagonista di una passeggiata incantata nella città eterna.
7e504c79-f35b-4258-8845-c2cb156f0577
« immagine » La Sera Dei Miracoli È la sera dei miracoli fai attenzione qualcuno nei vicoli di Roma con la bocca fa a pezzi una canzone. È la sera dei cani che parlano tra di loro della luna che sta per cadere e la gente corre nelle piazze per andare a vedere questa sera così dolce che si potre...
Post
16/03/2017 06:16:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment