che giornata...

13 dicembre 2017 ore 23:16 segnala
Ci sono giorni i cui non vorrei vedere nessuno e stare solo con me stesso, a volte non desidero altro che la mia compagnia.
Ci sono giorni in cui vorrei essere immerso nella natura, con l'anima in sintonia con tutto il resto.
Ci sono giorni in cui starei immerso nella lettura tutto il giorno, spesso i libri ci portano più lontano di quanto non possiamo immaginare.
Ci sono giorni in cui vorrei stare solo a dormire, spesso sognare è meglio che vivere la realtà che è la vita.
Ci sono giorni in cui vorrei mollare tutto e andarmene a vivere il mondo, la vita è troppo breve per essere vissuta in un solo posto.
Ci sono giorni in cui sento che sto per crollare e arrendermi, la vita spesso non ci da respiro.
Ci sono giorni in cui non vorrei mai andare a dormire, non c'è niente di più bello che vedere le stelle scomparire all'alba di un freddo mattino di Gennaio.
Ci sono giorni in cui desidero il caldo abbraccio di una persona innamorata, quando sei giù, l'amore è la miglior cura.
Ci sono giorni in cui vorrei che certi momenti non finissero mai, i migliori sono sempre i più brevi e spesso non li apprezzi a fondo mentre li vivi.
Ci sono giorni in cui mi chiedo dove io trovi la forza per fare tutto quello che faccio, senza mai cedere.
Ci sono giorni in cui vorrei gridare tutta la mia rabbia e trovare la forza di riprendere il mio tempo...
Ci sono giorni in cui mi domando il perchè di tutto questo, ma se lo sapessi non sarei qui a scrivere tutto questo...
Notte... A.
ef3e6837-09b4-4af6-8e96-a6031a589c8b
Ci sono giorni i cui non vorrei vedere nessuno e stare solo con me stesso, a volte non desidero altro che la mia compagnia. Ci sono giorni in cui vorrei essere immerso nella natura, con l'anima in sintonia con tutto il resto. Ci sono giorni in cui starei immerso nella lettura tutto il giorno,...
Post
13/12/2017 23:16:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

" I Sogni. "

11 dicembre 2017 ore 18:05 segnala
Eccoli, puntuali, lo sapevi anche se hai cercato di scacciarli, ti hanno trovato, come sempre... è una vita che ti inseguono. Vigliacchi sanno dove e come impossessarti di te, attraversano muri e la porta di un sogno.
E tu sei li steso, facile preda dei sensi di colpa...
Ora sei nelle loro mani... tenaglie.. chi non ne ha?
Siamo nati apposta... sono i grandi delitti che restano impuniti... triste legge della vita.
Imputato si alzi in piedi... beh veramente... stavo dormendo... ed è li che cerchi di scappare, di nasconderti tra vuoti e precipizi, ti aggrappi al niente mentre cerchi di aprire disperatamente gli occhi... anzi no vorresti chiuderli e continuare a dormire.
Eppure... cosa ti aspettavi? Colpevole di amare... e chi non ama e chi odia... ma questa è un'altra storia...
Pioggia dal cielo, cerco riparo, un giardiniere che sta tagliando sogni... cadono pesantemente a terra... strade che sembrano labirinti senza via d'uscita... porte chiuse...
Tu troppo lontano da raggiungere, fuggire fuggire cercare riparo... nascondersi dove ti hanno già trovato.
Ho visto volti buoni difendermi senza conoscermi, senza sapere le mie ragioni... svegliarsi una liberazione... ma un gusto dolce-amaro.
ps: i sogni certo sono dolci ed amari e da essi sempre si ci deve svegliare... ma in essi è bello cullarsi, il solo luogo in cui tutto può essere o non essere... e c'è poco da scapparne essi arrivano, ti invadono e poi... finiscono, come in chatta....

Buona serata.....A.

A chi sa!!

07 dicembre 2017 ore 22:07 segnala
Cara, ti chiamerò Stella, rispondo al tuo scritto e lo faccio ancora una volta con un lungo commento, che spero sia un contributo alla discussione su un tema tanto interessante quanto vasto, piuttosto che una critica a quanto tu affermi.
A mio avviso, ciò che ha rovinato il mondo non è l'egoismo, semmai la nostra cattiva o imperfetta capacità d'amare. Amare se stessi, innanzitutto, prima di poterlo estendere agli altri. Può sembrare un controsenso ma non è così.
Amare se stessi non vuol dire essere egoisti e fregarsene dell'altra, quanto prendersi cura di sé che è la cosa più difficile da fare: noi pensiamo di farlo ma non lo facciamo davvero.
Spesso ci preoccupiamo degli altri più di quanto dovremmo per un senso di colpa innato, per non essere giudicati ed essere tacciati di pensare sempre e solo a se stessi. Il guaio è che, nel tentativo e nella convinzione di farlo, rischiamo di farlo male se non impariamo prima a farlo con noi stessi.
Se fossimo capaci di fare questo avremmo risolto il problema dell'amore. Invece spesso siamo inclini alla commiserazione, al vittimismo, al fatalismo, alla mancanza di fiducia in noi stessi. In una parola non scommettiamo abbastanza sulla nostra capacità di amarci e saper amare gli altri. Anche se non è quello che diciamo a noi stessi, siamo convinti che gli altri facciano meglio quello che noi possiamo solo sperare, ma è vero anche l'esatto contrario.
Non esiste un solo e medesimo modo di vedere. È per questo che sorgono i casini, però è giusto e umano che sia così. Abbiamo tutti idee e personalità così diverse e varie che è difficile già trovarne due che la pensino allo stesso modo.
Però una cosa ci accomuna tutti: ed è l'amore, questa forza cosmica e insopprimibile dentro ognuno di noi, così grande e complessa (eppur così semplice, perché non la si deve capire, ma solo agire) che difficilmente riusciamo a gestire in modo efficace e "produttivo". Noi siamo nati per complicarci la vita, per dubitare, per mettere in discussione tutto e tutti... ma è la natura umana.
Quando c'è l'amore, quando amiamo qualcuno e ci sembra di aver trovato chi ci comprende davvero, tutte le battaglie interne, la rabbia, l'odio (questa brutta parola), i disaccordi e le differenze si placano e si annullano come per magia nel nostro animo, perché l'amore è disarmante, è la nostra anima messa a nudo, senza artifici, senza maschere, senza finzioni e soprattutto senza difese.
L'amore non è una guerra, non è una rappresaglia, non è un cedere e imbracciare le armi, non è un do ut des, ma è condivisione, rispetto reciproco, tanto delle idee quanto degli spazi, impegno, coraggio di restare se stessi nonostante la tentazione di affidarsi all'altro, sostegno e solidarietà quando occorre... Io penso che un amore così non occorre andare lontano per cercarlo e trovarlo.
Basta saperlo riconoscere in chi ci vive accanto e di cui nemmeno a volte ci accorgiamo, preoccupati di sognare il grande amore, ma per farlo bisogna restare col cuore aperto, pronti ad accoglierlo specie quando non ce lo aspettiamo e quando ci accorgiamo che è arrivato (e lo sappiamo con certezza lampante, perché il cuore non mente e non sbaglia) coltivarlo, curarlo giorno dopo giorno, proprio come si farebbe con una pianta, per non farla appassire e morire...
Tutto questo sarebbe possibile se solo credessimo maggiormente in noi stessi. Se lo facessimo il mondo avrebbe fatto un passo in più verso la comprensione e la tolleranza, l'accettazione e la condivisione di un "sogno" comune, l'appartenenza ad un unico Credo che è... l'Amore, puro e semplice.
Preferiamo però vedere e credere che il mondo sia marcio, che i suoi sogni e le sue aspirazioni siano stati schiacciati, nostro malgrado, dal prevalere dei falsi ideali, dell'indifferenza, del cinismo, dell'ipocrisia e dell'egoismo..
Mi dispiace smentirti anche in quel che dici circa l'Amore vero, che tutto sopporta, capisce e vive: non esiste l'Amore vero. Ciò presuppone che ce ne siano di falsi, ma in quel caso può chiamarsi quel sentimento Amore? Esiste un solo tipo di Amore e un solo modo d'amare. Se lo si fa nel modo "giusto" non si sbaglia e non si resta delusi (ho chiarito con le parole espresse poc'anzi cosa intendo per giusto, posto che non esistono regole scritte sull'amore). Noi cambiamo, come cambiano le persone insieme a noi, ma l'amore resta, per me, un valore non quantificabile...
Per quanto riguarda poi le illusioni, anche lì ci sarebbe molto da dire. L'amore stesso, se vogliamo rappresentarlo in maniera visibile, è un grosso cannone con cui bombardare le nostre illusioni. Sì, perché quand'anche si riesca a trovare l'anima gemella, se si vive solo di quelle e poi la magia svanisce, ci si sveglia e ci si accorge che la realtà è altro(e questo può accadere se l'amore lo si basa su presupposti eterei ed ideali, piuttosto che su fondamenta più solide e concrete) si rischia di fare una rovinosa e dolorosa caduta, le cui ferite non saranno visibili all'esterno ma faranno ugualmente male e dureranno ancor di più.
Meglio sarebbe non rischiare, laddove per rischio intendo buttarsi alla cieca senza considerarne le conseguenze, e vivere l'amore in modo più consapevole e adulto, il che non vuol dire viverlo senza sorprese e meno intensamente.
Cosa dire altrimenti di quegli amori, consolidati e duraturi, cementati da una lunga "convivenza" e che il tempo anziché affievolire ha reso più forti? Quelli sono i casi che io reputo veramente rari. È una cosa difficilissima mantenere e far durare l'amore, ma se ci si riesce si è fortunati per tutta la vita.
L'anima gemella, in questo caso, non è qualcosa di nebuloso e indistinto, sognato o solo desiderato, non è la metà che ti manca, ma sicuramente è quella che ti completa, non perché tu sia mancante, ma perché la senti vicina come affinità elettiva, perché se tu scegli l'amore, anche l'amore sceglie te ed è una bellissima scommessa.
Il campo è troppo vasto e vorrei dire ancora tante cose ma il tempo è tiranno e quello a mia disposizione è per oggi terminato.
Notte.......A.

" Le mie tante mamma di chatta ".

07 dicembre 2017 ore 15:18 segnala
Dateci un taglio. Tutte quante. Sono stufo di sentirvi dare buoni consigli, come se la vostra esperienza conti davvero qualcosa in questo schifo di mondo. Non ne posso più di ascoltare le vostre stupide sentenze.
"Dovresti... Non dovresti... Però... Forse è meglio..."
Non lo sapete cosa è meglio. Non sapete cosa è giusto per me. Non sapete niente di me. Ed è inutile che insistete! Non vi sto più nemmeno a sentire, ormai. Sempre gli stessi consigli vuoti, come bicchieri di carta usati.
" Devi parlare chiaro, dirgli tutto apertamente, confessare ciò che provi!"
Ma voi lo sapete che cosa significa confessare ciò che si prova? Significa aprire il cuore, toglierlo dal petto e offrirlo all'altra, senza pensarci troppo. Significa buttare in pasto alle lupe la cosa più preziosa che si ha. Non so per voi, ma per me è difficile. Dopo averlo fatto così tante volte, ho paura di farlo ancora. Sono riuscito a strappare il mio cuore dalle zanne delle lupe all'ultimo secondo, ho ripreso quel fondamentale pezzo di carne straziato e sanguinolento e l'ho rimesso al suo posto. Ogni volta. Ma ogni volta un po' più debole. Perdonatemi se non sono così entusiasto all'idea di farlo di nuovo.
" Lasciala stare, stai perdendo il tuo tempo. Non merita la tua attenzione!"
Ma come faccio a lasciarla stare? Come facciamo a sapere che non merita la mia attenzione? Come posso dire che il tempo che gli dedico sia perso se tutto quel tempo è l'unica cosa che mi rende felice? Come posso smettere di prendere questa droga, quando è l'unica cosa che mi fa stare bene, che mi fa vedere il mondo per quello che non è e non sarà mai? Come faccio a dire basta all'unica cosa che mi permette di sognare anche quando sono sveglio?
A queste domande non sapete rispondere, vero? No. No, perché per domande così non avete uno dei vostri consigli usa e getta da prestarmi. No, perché per domande così non c'è una vera risposta. Perché davanti a certe domande, non esiste verità. La verità si confonde con l'opinione, con la convinzione, con l'ipotesi, con la speranza.
E allora, chi se ne frega di quello che pensate voi? L'unica cosa che conta è la mia speranza, per quanto dolorosa possa essere.
Buon pomeriggio.....A.
6b8fc88d-9769-40fd-862d-ff518e00ce3e
Dateci un taglio. Tutte quante. Sono stufo di sentirvi dare buoni consigli, come se la vostra esperienza conti davvero qualcosa in questo schifo di mondo. Non ne posso più di ascoltare le vostre stupide sentenze. "Dovresti... Non dovresti... Però... Forse è meglio..." Non lo sapete cosa è meglio....
Post
07/12/2017 15:18:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

" Un semplice pensiero " il virtuale.

05 dicembre 2017 ore 15:37 segnala
Io qui non vengo per trovare amicizie, perchè ho un carattere solare, sono giocoso, allegro e riesco a parlare un pò con tutti. Credo che qui ci siano serpi come anche fuori dal virtuale .
Mi dispiace per le esperienze che certi individui "donne" hanno vissuto però il tempo svela sempre le persone . Quindi sia qui che dal vero se una persona mente poi si rivela per quella che è : una persona frustrata che per farsi accettare è costretta a mentire.
Non capisco chi mette identità false solo per prendere in giro gli altri perchè non c'è uno scopo a questo. Cioè se hai lo scopo di comunicare è bello mostrarsi per ciò che si è . Anche perchè appunto con un pò di domande si riesce a smascherare velocemente una personalità fittizia o le varie maschere messe con la sicurezza che lo schermo celi, ma con l'illusione perchè lo schermo talvolta amplifica la personalità e i difetti, quindi delle volte si può addirittura capire di più che dal vivo, perchè non si è distratti dalla vista.

È raro trovare persone "pulite dentro". Bene, se io dimostro la mia sincerità, la mia vera personalità, il mio essere interiore, con ingenua schiettezza, so di non essere creduto in chatta dalla stragrande maggioramza degli individui, diffidenti, scettici, egoisti, superficiali, indifferenti e non mi dispiace non divenire amico di persone volubili, ipocrite, profittatrici.
Sì, pago anche un prezzo ma utile a rafforzarmi e continuare nella ricerca perchè so che la mia fatica ha successo.
Quando due persone si capiscono, esiste una ragione, non dovuta ad un caso fortuito ma è un premio della tenacia e della fiducia in sè e negli altri.
Se, pregiudizialmente, stabilisco che nessuno è capace di scoprire la mia "infantile genuina essenza" sono già sconfitto. Invece non faccio di tutta l'erba un fascio. Io non sono perfetto ma sono unico, così come unici sono tutti gli altri miei simili, perciò l'uno diverso dall'altro, dunque esistono persone compatibili tra loro e fra queste vi sono quelle che propagano uguale energia trasmessa con la stessa frequenza d'onda. Con queste persone si entra in ottima sintonia e vi si può rimanere per tanto tempo, anche per sempre.
È importante non pretendere dall'altra quello che non si è, questa è assurda presunzione. Si deve essere umili e capirsi reciprocamente adottando un identico criterio di valutazione, a mio avviso....
Buona serata.....A.
b9603953-9012-4a97-90bc-dbdd1df17295
Io qui non vengo per trovare amicizie, perchè ho un carattere solare, sono giocoso, allegro e riesco a parlare un pò con tutti. Credo che qui ci siano serpi come anche fuori dal virtuale . Mi dispiace per le esperienze che certi individui "donne" hanno vissuto però il tempo svela sempre le persone...
Post
05/12/2017 15:37:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

chi sono.

02 dicembre 2017 ore 00:47 segnala
Eccomi qui, io, e il pc, faccia a faccia, mi tremano le mani, mi sento emozionato, è vero, non mi sono mai messo in gioco, ma il tutto nasce, da un commento a una ragazza di chatta, haimè , na gaffe, ma ci so rimasto cosi male dentro per giorni,la sua risposta mi ha ferito, dandomi del demente superficiale, in chatta e abitudine degli utenti offendere, senza pensarci, ma non tutti siamo uguali, che con una scrollata di spalle passa, io, ad esempio, anche se molte mi giudicono senza conoscermi solo dall'aspetto, non sanno quanto so sensibile dentro.
Dopo questa semplice premessa, mi presento, chi sono, un ragazzo normale, ho sempre lavorato non sono laureato, e neanche diplomato, ho na semplice licenza media, nei miei 18 anni fino hai 24 ho partecipato a sfilate di intimo e costumi da mare, dovuto no alla mia intelligenza , ma al mio fisico,e al mio bel faccino, grazie a mamma e papa che mi hanno fatto cosi, ho partecipato ad altri concorsi della moda, ma dovevo trasferirmi a Milano, ma ho preferito rimanere al sud, perchè mio padre aveva una piccola azienda, che ho rilevato io, essendo il più piccolo della famiglia.
Per ora, non ho altro da dire, poi sono anche un pò giù di corda, la mia squadra del cuore ha perso, talmente che ci sto male, so rimasto a casa, mai sucesso di venerdi sera.
Notte a tutti... A.
d5df8d3d-763b-4c22-ae1e-36302fe0636c
Eccomi qui, io, e il pc, faccia a faccia, mi tremano le mani, mi sento emozionato, è vero, non mi sono mai messo in gioco, ma il tutto nasce, da un commento a una ragazza di chatta, haimè , na gaffa, ma ci so rimasto cosi male dentro per giorni,la sua risposta mi ha ferito, dandomi del demente...
Post
02/12/2017 00:47:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    3