Oceano

29 ottobre 2017 ore 20:44 segnala
Era l'alba, salutò gli altri membri del branco davanti agli occhietti insonnoliti dei cuccioli. Con infinita dolcezza baciò le labbra di sua madre, poi lei, in silenzio, entrò nella tana.
Tutti sapevano che non sarebbe più tornato, tutti tranne lui, era convinto di farcela. Avrebbe percorso il margine del fiume dalla grande foresta alla sconfinata pianura fino all'Oceano. Si sarebbe dissetato con quell'acqua fredda e limpida che scende dalla montagna, avrebbe cacciato, si sarebbe riposato nascosto nelle tenebre. Non voleva che gli altri si preoccupassero, ma nessuno aveva mai fatto ritorno. Avrebbe corso per settimane, forse mesi, stremato dalla fatica avrebbe avuto difficoltà a procurarsi cibo, le piaghe delle zampe sanguinano, si infettano, il dolore e la febbre bloccano il cammino e i maledetti umani con il fucile non conoscono pietà.
Non cercai mai di farlo desistere, sapevo che il suo sogno era più forte dell'amore, della ragione, della paura per l'ignoto. Immenso come quel misterioso universo blu che poteva solo immaginare, che desiderava conoscere più di ogni altra cosa, anche a costo di perdere tutto, di morire.
C'incamminammo fianco a fianco, muti, una volta arrivati bevemmo e riprendemmo fiato. Amavamo quell'angolo del nostro mondo fin da quando eravamo cuccioli, teatro del bagnato traballante riflesso della Luna, di mille scoperte, dei nostri giochi, degli incontri con gli orsi bramosi di pesce.
Lo avrebbero accompagnato sereni e teneri ricordi dai quali attingere energie e coraggio necessari a continuare la marcia nei momenti più bui, allontanando angoscia e solitudine. Sapevo che non mi avrebbe mai dimenticata, così come la mia anima avrebbe sempre serbato l'ambra dei suoi occhi, il suo odore, la sua voce, il suo calore.
Rimasi immobile, rapita dalla corrente, da quel fluire, da quel liquido suono, dalla sofferenza che mi lacerava. Lui si avvicinò, pelliccia contro pelliccia, baci, guaiti, respiri all'unisono nell'infinito istante che vale un'intera vita. Poi corse via senza guardare indietro, lo seguii con lo sguardo fino a quando scomparve tra le betulle.
Ululai una, due volte e ancora e ancora il mio disperato canto d'amore. Le lacrime mi bagnavano il muso, scivolavano giù, l'acqua dolce del fiume abbracciava piccole gocce salate come l'Oceano.
bd88de4b-a4a5-41d2-971e-2aa0317f0652
Era l'alba, salutò gli altri membri del branco davanti agli occhietti insonnoliti dei cuccioli. Con infinita dolcezza baciò le labbra di sua madre, poi lei, in silenzio, entrò nella tana. Tutti sapevano che non sarebbe più tornato, tutti tranne lui, era convinto di farcela. Avrebbe percorso il...
Post
29/10/2017 20:44:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    17

Commenti

  1. CavaliereArcano 29 ottobre 2017 ore 21:03
    Non c'è nulla di più nobile del sognare, la capacità d'amare dipende anche da quello. La speranza di raggiungere il proprio universo è la scintilla che dà vita ai sogni che crediamo irrealizzabili, a prescindere dal tributo richiesto.Tutto ciò per sentirsi vivi, essere amati ed amare, appagati anche solo dal desiderio di raggiungere la stella che vediamo all'orizzonte, ammaliati dalla sua luce. Correre, nonostante il destino beffardo, verso la meta dopo aver sfiorato il muso dell'amata non ha prezzo e dà profondo valore all'esistenza su questa terra martoriata dall'ignoranza e dall'egoismo dell'essere umano.

    Lupacchiotta... :rosa :cuore
  2. ombra.dargento 29 ottobre 2017 ore 21:14
    ho immaginato un lieto fine per la storia di questo lupo. vorrei un lieto fine per tutti i sognatori, vorrei che dopo un desiderio realizzato o svanito ne nascesse sempre uno nuovo, una catena senza fine, speranza intrecciata al dubbio, gioia alla paura, lotta alla resa... vita che scorre, incessantemente.

    orsetto... :rosa :cuore
  3. s.hela 30 ottobre 2017 ore 11:58
    In questa bellissima storia , la sua morale è la condivisione d'aiuto amorevole che negli animali e' naturale , a differenza di un destino che di umano ha sempre meno.

    Splendida un caro saluto e grazie di esserci.

    Giulia
  4. ombra.dargento 30 ottobre 2017 ore 22:09
    aiutare concretamente, offrire una spalla sulla quale piangere, allungare una mano o semplicemente osservare, esserci è condivisione di sentimenti e l'amore, in particolare, è capace di ridisegnare il destino. sono sicura che gli animali lo sanno, sicuramente meglio e più di noi.

    grazie Giulia, un :staff
  5. Allure1965 01 novembre 2017 ore 14:02
    Una bellissima storia d'amore, andare via ed inseguire un sogno, forse difficile o forse estenuante ma i sogni aiutano a vivere meglio, voglio credere e sperare che dopo un lungo viaggio ad attenderci ci sia sempre qualcosa che sa di buono, quel qualcosa che trionfa anche davanti ad impervie difficoltà, perché l'amore vince sempre e comunque....
    Si...io DEVO crederci
    Claudia
  6. s.hela 01 novembre 2017 ore 19:30
    Oh si , gli animali sentono ogni nostro più piccolo stato d'animo .
    Grazie a te un abbraccio

    Giulia
  7. Epi.centro 02 novembre 2017 ore 13:57
    :rosa

    Semper Fidelis
  8. ombra.dargento 03 novembre 2017 ore 17:51
    dopo aver realizzato il suo grande sogno si sentirà spiazzato, vuoto, inutile, disperato (post "Nuovo sogno"), ma nella solitudine della foresta e dell'anima troverà la forza di sognare ancora, di sognare amore e, alla fine, amore sarà. crediamoci anche noi.

    cara Claudia, un :staff



    Giulia... :rosa



    Comandante... :rosa
  9. Moscan.sx 06 novembre 2017 ore 02:01
    Un Cuore Animale è un cuore illuminato da Dio,perchè vero nei sentimenti,forte nella passione,autentico nella condivisione della vita. Che le parole poi siano interpretate dal Cuore grande di colei che sa parlare alla natura è un dono che apprezzo e apprezziamo perchè queste fantastiche allegorie ci fanno sentire così vicini al punto da apparirne protagonisti..splendido...Ciao Lupa
  10. ombra.dargento 06 novembre 2017 ore 18:05
    il tuo credere e il mio non credere dovrebbero azzuffarsi ;-) invece sono facce della stessa moneta, dello stesso sentire la vita, la natura e tutte le sue creature.

    grazie grande cuore... :staff
  11. Luce0scura 11 novembre 2017 ore 02:42
    Sentimenti di altruismo e amore.... Sentimenti così naturali per gli animali, ma, al tempo stesso, così difficili da trovare nelle persone che ci circondano... Ma nel tuo racconto vedo anche speranza.... Speranza riversata nei sogni.... Che altro non sono che il motore della nostra vita... Serena notte a te ombra.dargento ;-)
  12. ombra.dargento 13 novembre 2017 ore 06:42
    le emozioni e i sentimenti degli animali non sono diversi dai nostri quindi perché non credere che pure i nostri sogni si assomiglino? ogni creatura senziente ha desideri e speranze, quanti cuori infrangiamo senza neanche rendercene conto, dovremmo avere cura dei sogni del mondo.

    grazie Luce oscura :-)
  13. Elazar 17 novembre 2017 ore 23:59
    :rosa
    Filippa
    Tango
    Giovannino
    Athos
  14. ombra.dargento 19 novembre 2017 ore 17:43
    e Lupone... il capobranco che li proteggerà e amerà per sempre.

    :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.