Sono solo mare

27 novembre 2016 ore 21:52 segnala
Sono tempestoso zaffiro, tropicale smeraldo, fosca ardesia, infinite schegge di luce, riflessi di stelle... abissi brulicanti, calde correnti, flutti giganteschi, spruzzi salati... maree che danzano con la Luna, il meritato riposo del Sole.
Nutro chi abita le mie coste, sono casa, rifugio, fratello.
Accolgo con gioia nuova vita, pesante di balene, minuscola di plancton.
Sollevo vele tra le nuvole, gioco con le mie creature, solletico i gabbiani, accompagno il radente volo dei cigni.
Accarezzo millenari coralli, le affascinanti meduse dirette a Sud, il delfino con l'argilla e le alghe, doni per la sua sposa.
M'infrango sugli scogli, avanzo e levigo sassi, mescolo eterni granelli di rena, indietreggio con granchi confusi, tartarughe appena nate, castelli, orme.
Ricordo ogni sorriso portato dalla mia brezza, ogni sogno che cavalca le onde, tutti i messaggi in bottiglia rimasti a riva, nell'inchiostro, nei cuori.

Cancello dalla sabbia il sangue... rimuovo brandelli di vestiti colorati, di orsi di pezza... di ossa, di pelle, di muscoli... consolo preziose piccole anime e i loro ultimi respiri.

Non dimentico il frastuono dell'odio che esplode, l'odore della paura che brama salvezza, il sapore della morte vigliacca, l'insopportabile peso delle lacrime nascoste, delle urla imbavagliate, della verità sopraffatta dall'indifferenza.

Sono solo mare, nessun dio, nessun uomo, nessuno dei vostri orrori potrò mai perdonare.
ca3d1145-902d-4310-abfd-a59bb1a6ac8f
Sono tempestoso zaffiro, tropicale smeraldo, fosca ardesia, infinite schegge di luce, riflessi di stelle... abissi brulicanti, calde correnti, flutti giganteschi, spruzzi salati... maree che danzano con la Luna, il meritato riposo del Sole. Nutro chi abita le mie coste, sono casa, rifugio,...
Post
27/11/2016 21:52:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. CavaliereArcano 27 novembre 2016 ore 22:00
    Lacrime amare per tutti gli angeli volati in cielo, tra l'indifferenza della gente e l'egoismo dei potenti, si mescolano all'infinito mare. La paura e la disperazione negli occhi innocenti di coloro che non ci sono più hanno cancellato la speranza nei cuori di chi rimane, la speranza di sopravvivere, di riuscire a farcela nonostante tutto. I carnefici, quelli sono già morti dentro, non hanno speranze, non avrebbero comunque diritto alla vita. Alla poesia del mare si contrappone l'orrore dei vili, lacrime amare scorreranno ancora nell'attesa di essere asciugate, prima che giunga la fine.

    :rosa
  2. ombra.dargento 27 novembre 2016 ore 22:06
    le lacrime hanno lo stesso sapore del mare... il mare piange le nostre stesse gocce amare. né consolazione né speranza in questo, solo rabbia, impotenza, dolore... ma mai, mai rassegnazione. un sorriso per ogni lacrima asciugata ancor prima che nasca...

    :rosa
  3. trenolento 27 novembre 2016 ore 22:26
    Come il mare
    Onde affannose
    affondano i miei oscuri e profondi relitti,
    ruggini da salsedine
    splendono nel riemergere.

    Sapori di solitudine.
    Silenzio dell’oceano.
    Teche sommerse,
    Tesoro di lacrime
    Luce...
  4. leggendolamano 27 novembre 2016 ore 22:28
    Ma il mare finisce dove inizia la terra, il mare ne è prigioniero e per quanto tenti di affrancarsene resta e resterà sempre mare.
    Ognuno di noi è ciò che è nato per essere, mare compreso.
  5. ombra.dargento 27 novembre 2016 ore 22:35
    luce... impensabile portarla dove regna il buio. buio che potrebbe abdicare... se solo l'umanità imparasse a riflettere amore.

    grazie treno...
  6. ombra.dargento 27 novembre 2016 ore 22:49
    io sono molto diversa da ciò che avrei dovuto essere, però quanto scrivi non si discosta tanto dalla realtà. il mare resterà sempre mare, ma ogni persona ha la possibilità di cambiare, migliorarsi, essere diversa dalla massa, uscire allo scoperto e provare a cambiare il mondo, a ripulirlo dalla sofferenza di tutte le sue creature.

    grazie leggendo...
  7. Moscan.sx 28 novembre 2016 ore 02:24
    scintille di luce e di acqua leggono nell'anima il tuo mare ,così diverso e così uguale a quello dei miei sogni..quando scrivi, il tuo componimento parla e mi pare di sentirlo...è questa la vera forza..un abbraccio
  8. Chevro80 28 novembre 2016 ore 09:00
    e,
    meraviglioso silenzio di un riflesso di cielo.
  9. ombra.dargento 28 novembre 2016 ore 18:09
    leggere parole, udire lamenti, grida di gioia e di dolore e farli nostri, partecipare al sentire del nostro prossimo, umano e animale, e del pianeta, questa è la vera forza... lavoriamoci su!

    grazie caro Moscan :staff
  10. ombra.dargento 28 novembre 2016 ore 18:13
    l'urlo del mare ammutolì il cielo... di lì a poco fu tempesta.

    grazie Chevro...
  11. Elazar 04 dicembre 2016 ore 22:28
    Lo sai che mi meravigli ogni volta. Uno stupore che nasce dal ritrovare le cose più belle. :rosa
  12. ombra.dargento 04 dicembre 2016 ore 22:49
    "la bellezza è negli occhi di chi guarda" e, aggiungo io, nel cuore di chi legge. e il tuo cuore è grande, Silvano... :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.