Il demone rinchiuso

05 febbraio 2018 ore 19:51 segnala


Io aspetto la libertà di quel demone da quella sua antica prigione dove tu, suo padrone e signore, lo hai rinchiuso. In quell'oscurità fatta di impenetrabili pareti e impercettibili silenzi, si smorzano gli echi di quell'inestinguibile desiderio che ormai brucia dentro le nostre anime.

Io sono qui, nascosta tra le mie paure e dentro irripetibili fantasie, nell'attesa di bussare alla porta dell’ignoto, alla ricerca di risposte alle mie domande. Uso il mio potere perché quel demone venga liberato nell'attesa che mi sveli tutto di sé, come pensiero inesauribile che libera e consuma allo stesso tempo.

Nulla può fermarmi ora che voglio conoscere la (sua) verità e qui aspetto che la (sua) potenza distruttrice, generatrice di dolore e di piacere, si scateni compiacendomi dell’osare oltre i miei limiti. Sento il mio desiderio (per lui) crescere di giorno in giorno e percepisco il suo. Per questo insisto senza cedere, bussando senza fine a quella porta che so cadrà di schianto, liberando dalle catene che lo controllano quel (mio) demone.

Nessuno può fermarmi perché ora so di essere nella giusta direzione. So come scatenare quell'anima irrequieta che lui vuole controllare, al di là di quelle gelide pareti di ghiaccio, che non conoscono sconfitta perché non cercano e non trovano contatto. Ma sino a quando mi puoi resistere ancora mio demone?

Ora io so come agire e cosa mostrare di me per liberarlo. Io femmina che esplora per essere conquistata, che provoca per essere devastata, sfiancata e posseduta dall'altrui demoniaca presenza, sospinta finalmente oltre il limite del possibile, in quell'inferno, paradiso che porta dalla luce alle tenebre.

Io scioglierò quel ghiaccio perché ho scelto (per me) quel demone. Voglio sia lui la mia dannazione, la sola presenza che possa proiettare su di me le sue più nascoste fantasie, perché desidero non solo i suoi pensieri, che percepisco come potente soffio di vita, ma anche i suoi artigli dentro l’anima ormai sanguinante ma felice, perché è quello che desidero da tempo.
d8d2b2ca-e5ac-4bf1-bda3-bf1ebdacefc7
« immagine » Io aspetto la libertà di quel demone da quella sua antica prigione dove tu, suo padrone e signore, lo hai rinchiuso. In quell'oscurità fatta di impenetrabili pareti e impercettibili silenzi, si smorzano gli echi di quell'inestinguibile desiderio che ormai brucia dentro le nostre anim...
Post
05/02/2018 19:51:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.