La spiaggia dal sole smarrito

12 aprile 2018 ore 19:19 segnala


… e in quell'attimo ho sentito intorno a me quell'odore di uomo forte e pesante, mascherato di rabbia e odio. Ricordo le sue mani spingere sulla mia faccia, mentre sfregiava la mia anima con il suo sesso e trasformando il suo inferno nel mio.
Ho sentito poi quel rumore sordo di sogno che si spezza , mentre con le parole sfregiava i miei ricordi come fossero cartoline stropicciate e da gettare via.

Nessuna mano tesa per me mentre sprofondavo dentro le insidie di quell'amore che non si conquista con il tempo, ma che si perde in quel lampo di gratuita violenza.

In quei giorni, prima di oggi, non una voce per salvarmi o confortarmi, ma solo silenzi fatti di inutili parole di circostanza, dominate dal nulla che avanzando lento disperde le mie primavere. E ancora dolore e falsi sorrisi, caduti da quell'assurda carovana che ci porta verso la spiaggia dove il sole mai sorge. E qui ormai, io ho perduto ogni speranza e il mio destino, tra scelte inutili o sbagliate si è improvvisamente trasformato in illusioni costruite sulla sabbia, crollate dopo l’alta marea. Ho così amplificato verità impossibili, cancellando ogni mia emozione, mentre quel pensiero ossessivo mi ripeteva che io ero così importante, così inutilmente necessaria.

Poi il buio, con il suo violento chiaroscuro, ha materializzato il dolore dentro la mia testa, in un suono fatto di rintocchi di cuore impazzito, con quell’assurdo e spietato rumore che non smette di rimbalzare tra gambe e testa mentre lui si chinava senza vergogna su di me. Ancora non smetteva di distruggermi senza preoccuparsi di me e dei miei pensieri. E li io aspettavo il momento per andarmene via e dimenticare quello che ancora non era finito, per volgere il mio sguardo, finalmente libera e in pace, verso quella spiaggia lontana dove un giorno risorgerà il mio sole smarrito.
c5f6b7a1-1151-4ac8-8057-45a30aa5473f
« immagine » … e in quell'attimo ho sentito intorno a me quell'odore di uomo forte e pesante, mascherato di rabbia e odio. Ricordo le sue mani spingere sulla mia faccia, mentre sfregiava la mia anima con il suo sesso e trasformando il suo inferno nel mio. Ho sentito poi quel rumore sordo di sogno...
Post
12/04/2018 19:19:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. Illumia1 25 luglio 2018 ore 21:41
    Questo post mi ha colpito particolarmente
  2. OpzioneA 25 luglio 2018 ore 23:10
    perché?
  3. Illumia1 25 luglio 2018 ore 23:13
    Nessun perché
  4. OpzioneA 25 luglio 2018 ore 23:16
    i perché sono stati omessi?
  5. Illumia1 25 luglio 2018 ore 23:19
    No non ci sono quindi nessuna omissione, l'ho solo trovato intenso
  6. OpzioneA 25 luglio 2018 ore 23:20
    ok...
  7. OpzioneA 27 luglio 2018 ore 13:21
    Un racconto che mi ha fatto una cara amica. Forse vero, forse inventato ma...raccontato e quindi reso pubblico, al di fuori del suo mondo. Da qui nascono le emozioni, dal contatto, ancorché non fisico, di due persone che sanno ascoltarsi e rispettarsi. Sempre.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.