E QUANDO...

06 aprile 2020 ore 14:52 segnala
...gioivo del fatto di essere riuscita a trovare un nuovo equilibrio dopo il licenziamento (con tutte le ansie e le preoccupazioni annesse), tra casa e figlie... Ecco che 'sto maledetto virus arriva a scombussolare di nuovo tutto.
Ho sempre adorato i momenti di solitudine perché mi rigenerano non so come altro dire.
Quando ho la "misura colma", stare con me & l'altra me, mi rimette al mondo, magari per poco ma aiuta: tutto si pareggia e da lí si riparte.
All'inizio della quarantena mi facevo forte del fatto che le scuole prima o poi avrebbero riaperto ma manmano che il tempo passava, anche questa magra consolazione è svanita.
In famiglia siamo in 4 ma dovendo rimanere tappati in casa, a volte sembriamo 40.
Non abito in una reggia così ovunque vada, ecco che salta fuori qualcuno... I momenti di silenzio e tranquillitá ormai si contano sulle dita di una mano; la possibilità di godermi le mie attività on line (vedi questo blog, i racconti e tutto il resto), sono quasi nulle perché la grande ha lezione al mattino e la piccola qualche ora al pomeriggio ma poi c'è anche il marito a cui il pc occorre per lavorare e quindi... Ciaone! :-(
Una volta sarei partita per le mie amate passeggiate fatte di km macinati quasi in mezzo al niente ma... Ora non si può più, quindi...
Cara ME, tu che tutto puoi (o quasi), forniscimi una buona dose di pazienza (che non ho mai avuto), perché qui la faccenda si fa lunga.

CHE REBELOT...

12 marzo 2020 ore 11:44 segnala
Con le scuole chiuse e due figlie a casa che necessitano dei "potenti mezzi" per compiti e lezioni in aule virtuali, è un continuo rimbalzarsi il computer che sta facendo decisamente gli straordinari.
Non so più da quante settimane non riuscivo a metterci mano!
Ma anche adesso devo fare in frettissima perchè a breve la grande avrà un'altra lezione; vabbè, almeno il discorso scuola va avanti anche se un po' a fatica e riesce a tenerle impegnate, perchè diversamente arrivare a sera senza dar di matto, sarebbe veramente dura!
Facciamo che "mal comune mezzo gaudio"? Ma sì dai, ognuno di noi ne ha passate tante. Passerà anche questa.
:bye
8d0215c5-63db-4d19-b83d-272701619cb8
Con le scuole chiuse e due figlie a casa che necessitano dei "potenti mezzi" per compiti e lezioni in aule virtuali, è un continuo rimbalzarsi il computer che sta facendo decisamente gli straordinari. Non so più da quante settimane non riuscivo a metterci mano! Ma anche adesso devo fare in...
Post
12/03/2020 11:44:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    2

QUANDO NON SONO SOLO "BRUTTI SOGNI"

04 febbraio 2020 ore 10:48 segnala
Disponibile in formato digitale su Kindle Store. :-)

RICERCHE e RICETTE

15 gennaio 2020 ore 11:22 segnala
A scuola, mia figlia minore, ha iniziato con le ricerche: a lei e ad una sua compagna, è stata assegnata la regione Liguria, così si sono accordate ed hanno trascorso sabato pomeriggio a preparare il tutto, rigorosamente in versione power point (hanno 10 anni e sanno utilizzarlo molto meglio della sottoscritta...).
La ricerca, prevedeva anche un breve capitolo dedicato agli alimenti tipici di questa regione così, oltre a pesto, trofie, olive taggiasche, ho avuto la pessima idea di proporre il pandolce che, per chi non lo sapesse, è una torta che può essere alta o bassa e che ricorda un po' il panettone.
Essendo a casa, di tempo per mettermi "in pista" con la preparazione di questo dolce ne ho avuto, così dopo aver vagliato diverse versioni, ho scelto... la più facile. 8-)
O almeno così era scritto nella ricetta! Detesto impastare con le mani, faccio solo danni e vado avanti giorni a raccogliere pezzi di impasto secco sparsi ovunque ma la ricetta diceva che l'impasto sarebbe risultato LEGGERMENTE appiccicoso e comunque facilmente lavorabile... :mmm
Dopo oltre 10 minuti passati a scollarmi l'impasto che da una mano passava all'altra e non so quanta farina sparsa ovunque, riesco finalmente ad ottenere una sfera.
Chiaramente questa va appiattita prima di essere messa in forno, così riprendo la mia lotta quasi impari con l'impasto che oltre alle mie mani, si attaccata alla carta forno. Ricorro di nuovo alla farina e dopo alcuni minuti, quando stavo quasi per perdere le speranze, riesco ad ottenere un disco alto circa 4 cm.
La ricetta diceva che avrebbe dovuto avere quell'aspetto quindi, euforica, sbatto tutto in forno ed aspetto i 40 minuti indicati nella ricetta.
Finalmente il timer suona, corro in cucina, guardo fiduciosa il dolce e... ok, cotto, è cotto. Il profumo è buono. Il colore è simile a quello delle foto. Ma l'aspetto è un po' sospetto. Pare un frisbee.
:mmm
Me lo sarei aspettata un pochino più alto, rispetto a quello che vedo.
Arriva mia figlia che, vedendolo, inizia a riempirmi di complimenti (amore di mamma %-) ), la guardo e le chiedo se è proprio decisa a portarlo in classe...
La risposta neanche a dirlo, è affermativa, mi ricorda di scrivere gli ingredienti su un foglio così che le maestre sappiano con cosa è stata preparata e se ne va, mentre io rimango lì, alquanto dubbiosa. Vabbè, di certo non intossicherò nessuno e già stasera saprò com'è andata ma... MAI PIU'! :nono

SONO SOLO DATI

09 gennaio 2020 ore 15:58 segnala
Siccome mi sono ritrovata mio malgrado a fare un trionfale ingresso nel famigerato mondo dei "senza lavoro", per ufficializzare il tutto, ho dovuto recarmi presso il centro dell'impiego.
Trovare l'edificio è stato semplice, capire da che parte andare un po' meno ma alla fine ce l'ho fatta.
La tizia alla reception mi dice di sedermi ed attendere l'impiegata che segue "quelle come me" (e come sarò mai?? :cosaaa ); per fortuna non attendo molto poichè mi si para davanti un donnone enorme, con un sorriso enorme che mi porge una mano enorme e che mi trascina nel suo ufficio che per dimensioni, confusione e roba accatastata ovunque, somiglia più ad uno sgabuzzino ma... va bene così.
Strisciando contro il muro, raggiungo la sedia e mi incastro tra questa e la scrivania; l'impiegata ha un viso simpatico, mi spiega un sacco di cose senza smettere un attimo di sorridere e la cosa mi piace.
Mi pone anche parecchie domande e nel contempo compila a video tutta una serie di campi con le mie risposte; nei momenti di silenzio, parla e ridacchia da sola come se davanti a lei non ci fosse nessuno... :neteye :neteye
Mentre ricontrolla quanto digitato, mi racconta delle sue vacanze natalizie e di come fosse rientrata giusto quel giorno ed aggiunge che comunque era contenta di aver ripreso il lavoro perchè lì si trova bene e ha delle ottime colleghe. La cosa un po' mi fa tenerezza perchè ripensando alla mia esperienza lavorativa dell'ultimo anno, ogni rientro in ufficio equivaleva ad una badilata tra capo e collo. Beata lei.
Ad un certo punto mi chiede il titolo di studio ma nell'elenco che le si apre a video, a quanto pare "Ragioneria" non è contemplato :cosaaa.
Mi chiede se magari il mio diploma avesse un indirizzo particolare, le rispondo "programmatori" e lei: "Aaaaaahh! Ecco! E' una programmatrice".
No, un attimo... non sono un programmatrice. Non ho mai programmato niente e le mie nozioni in questo ambito, risalgono ormai a venti e passa anni fa.
"Ma sì non importa, è solo un dato...".
Se è solo un dato, allora può mettere "diplomata in agraria", perchè è quello che avrei voluto realmente fare ed alla fine ho le stesse competenze in questo campo di quelle che ho nella programmazione.
...ma non ho detto niente.

:ciobin
9e18e664-0ff5-48a0-acce-aa0490e00fca
Siccome mi sono ritrovata mio malgrado a fare un trionfale ingresso nel famigerato mondo dei "senza lavoro", per ufficializzare il tutto, ho dovuto recarmi presso il centro dell'impiego. Trovare l'edificio è stato semplice, capire da che parte andare un po' meno ma alla fine ce l'ho fatta. La tizia...
Post
09/01/2020 15:58:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

NEURONE AL LAVORO

03 gennaio 2020 ore 16:28 segnala
Questo periodo di fermo forzato ha fatto sì che, dopo la batosta iniziale, il mio prode neurone (adorato compagno di mille battaglie), al grido di CHI SI FERMA E' PERDUTO, abbia deciso di mettersi all'opera per rispolverare l'hobby che da una vita era finito in fondo al più profondo dei cassetti.
Anche questo dedicato ai bimbi, vi segnalo questo racconto (formato digitale disponibile su Kindle).

:-))


684ebbf8-5579-46a8-8394-4bbfa5825f38
Questo periodo di fermo forzato ha fatto sì che, dopo la batosta iniziale, il mio prode neurone (adorato compagno di mille battaglie), al grido di CHI SI FERMA E' PERDUTO, abbia deciso di mettersi all'opera per rispolverare l'hobby che da una vita era finito in fondo al più profondo dei...
Post
03/01/2020 16:28:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

BUONI PROPOSITI?

01 gennaio 2020 ore 16:18 segnala
Bene.
Anche quest'anno il calendario sulla parete è stato sostituito e la domanda di rito è: "buoni propositi per il 2020?".
Risposta: NESSUNO!

Inutile programmare cose che, puntualmente, saranno disattese per le motivazioni più disparate, quindi... inutile perdere tempo per poi avere l'ennesima scusa per lamentarci.
Quest'anno, pertanto, si veleggia a vista. Punto.
Dove arriverò, arriverò e mi andrà bene perchè l'importante è andare avanti, sempre.
L'anno scorso l'ho chiuso nettamente in negativo ma alla faccia di chi non ci credeva, sono già in piedi.
Vele spiegate, vento in poppa, sguardo fiero e armatura lucida... e tra un anno ne riparliamo.
146e4a78-f175-41a8-9469-bf64f5669f89
Bene. Anche quest'anno il calendario sulla parete è stato sostituito e la domanda di rito è: "buoni propositi per il 2020?". Risposta: NESSUNO! Inutile programmare cose che puntualmente, saranno disattese per le motivazioni più disparate, quindi... inutile perdere tempo per poi avere l'ennesima...
Post
01/01/2020 16:18:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

PER CHI AVESSE...

23 dicembre 2019 ore 19:39 segnala


...figli piccoli, segnalo questa piccola raccolta di filastrocche in formato digitale, disponibile su Kindle Store.
:-))
b5f06209-b11f-481b-8a3e-9e2050e5864d
...figli piccoli, segnalo questa piccola raccolta di filastrocche in formato digitale, disponibile su Kindle Store. :-))
Post
23/12/2019 19:39:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

E QUANDO...

17 dicembre 2019 ore 10:54 segnala
...la vita decide di metterti un'altra volta alla prova, ecco che il detto "far di necessità, virtù", prende forma.
E per fortuna, aggiungo!
Ci pensavo da tempo ma per i soliti improrogabili impegni, avevo sempre finito per rimandare il tutto, a data da destinarsi.
Ora che mio malgrado di tempo libero ne ho a iosa, ho deciso di tentare di dar vita a questo mio piccolo progetto, da tempo lasciato in fondo al cassetto.
Chiariamo che si tratta di un progetto che di pretese ne ha proprio poche, punto più sulla soddisfazione personale che su altro ma se qualcuno che si trova a passare di qua, volesse dargli un'occhiata e magari lasciare un'opinione (anche critiche, purchè costruttive), non potrebbe che farmi piacere.
A voi la decisione e vediamo come va.

:-)



https://www.amazon.it/BANCARI-ORDINARIA-FOLLIA-Beni-Bovo-ebook/dp/B082MRPYCL/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=bancari+e+ordinaria&qid=1576576754&s=digital-text&sr=1-1

DA CHE PARTE INIZIARE

16 dicembre 2019 ore 11:10 segnala
Bene,
oggi inizia ufficialmente la mia vita in qualità di disoccupata che, dopo 26 anni di lavoro, significa aggirarmi sconfortata, con un macigno nello stomaco e troppi pensieri che orbitano intorno al mio povero neurone che si ritrova a gestire una situazione del tutto nuova e senza alcun punto di riferimento.
Quindi che si fa?
Francamente non ho le idee ben chiare, le uniche cose certe sono che non ho alcuna intenzione di immolarmi all'autocommiserazione e che chi si ferma è perduto, quindi... vado a stirare.
Inizio da qui, poi vedrò.
d1c71f93-7973-4570-bfa9-29247db2093f
Bene, oggi inizia ufficialmente la mia vita in qualità di disoccupata che, dopo 26 anni di lavoro, significa aggirarmi sconfortata, con un macigno nello stomaco e troppi pensieri che orbitano intorno al mio povero neurone che si ritrova a gestire una situazione del tutto nuova e senza alcun punto...
Post
16/12/2019 11:10:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2