LE MIE FERIE IN BREVE

02 settembre 2016 ore 15:07 segnala
Finalmente una settimana di mare dopo un anno di lavoro e di troppi imprevisti.
Posto bello e organizzato splendidamente per chi ha bambini al seguito.
Dal primo giorno le pargole insistono per fare uno di quei giri organizzati col gommone a motore affittabile tramite l'albergo dove soggiorniamo così l'ultimo giorno decidiamo di accontentarle.
Terminato il giro, faccio ritorno all'ombrellone con due costole rotte.
Ora tre settimane di fermo forzato.
L'anno prossimo andrà meglio perché... LO PRETENDO!
63575b0d-01af-4be6-b132-5a28b50d0089
Finalmente una settimana di mare dopo un anno di lavoro e di troppi imprevisti. Posto bello e organizzato splendidamente per chi ha bambini al seguito. Dal primo giorno le pargole insistono per fare un giro col gommone a motore della spiaggia così l'ultimo giorno decidiamo si...
Post
02/09/2016 15:07:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Dubbi

29 luglio 2016 ore 21:00 segnala
Ci sono persone che ti hanno accompagnato per una vita, per le quali avresti dato l'anima pur di vederle quantomeno serene.
Persone che hai visto lottare con le unghie e con i denti pur di rimanere a galla e che ti sono servite da esempio nei momenti di difficoltà.
Persone che col tempo sono cambiate, hanno mollato la presa fino a gettare la spugna davanti alle questioni più banali... E tu sempre lì a metterle in prima fila davanti a tutto e tutti, con la seria intenzione e convinzione di riuscire a far riemergere quel lato combattivo che ti era servito d'esempio in tante occasioni.
Ma il tempo passa, le cose e le persone cambiano, probabilmente anche tu... E arriva il momento in cui ti rendi conto che tutti i tuoi sforzi, per quanto decisi, finiscono nel vuoto e che tutte le tue energie semplicemente si esauriscono senza cambiare nulla.
Arriva il momento in cui tuo malgrado ti ritrovi davanti a un bivio e devi mestamente decidere se andare avanti per la tua strada con la ferma convinzione di aver fatto del tuo meglio o continuare a lottare contro i mulini a vento, lasciandoti trascinare irrimediabilmente verso un fondo senza fine ma sapendo di "essere lì", sempre e comunque...
abd72d0c-3332-4dcf-b4c8-91359421ea82
Ci sono persone che ti hanno accompagnato per una vita, per le quali avresti dato l'anima pur di vederle quantomeno serene. Persone che hai visto lottare con le unghie e con i denti pur di rimanere a galla e che ti sono servite da esempio nei momenti di difficoltà. Persone che col tempo sono...
Post
29/07/2016 21:00:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

IO BEVO DA SOLA

27 luglio 2016 ore 16:08 segnala
...il caffè.
Adoro il caffè, senza, le giornate per me non avrebbero mai inizio ma... adoro berlo da sola, soprattutto il primo, quello che per me è quasi di vitale importanza e che mi fa dire "oooohhh... ora sì che si comincia".
Purtroppo dove lavoro non siamo in pochi e la "zona ristoro", è sempre frequentata ma c'è un momento intorno alle 9.00 in cui solitamente non c'è nessuno così, appena non avverto più le voci dei colleghi che la mattina in ufficio fanno colazione, quatta come un ninja, afferro chiavetta e cellulare e mi precipito alla tanto agognata macchina del caffè.
Non so perché ma ho notato che i colleghi che ti vedono bere il caffè da sola, sono tendenzialmente portati a fermarsi a scambiare quattro chiacchiere ma... IO VOGLIO BERE IL MIO CAFFETTINO DA SOLA! Adoro berlo in santa pace, non pensando a niente o facendo mente locale su quello che dovrò fare così, mentre attendo che la mia adorata bevanda sia pronta, cerco di non rimanere in vista.
L'altro ieri solita trafila di sempre, mi siedo in un angolo remoto della zona ristoro, inizio a gustarmi la mia dose di sana caffeina quando arriva un collega che tutto contento mi dice "toh che bello, c'è qualcuno con cui bere il caffè!".
Saluto ma non aggiungo altro perché spero che ignorandolo se ne vada ma quello... mi si siede accanto e inizia a raccontarmi del suo fine settimana ma... IO NON HO CHIESTO NIENTE! ;-(
Gli rispondo qui e là a caso con qualche cenno della testa o con qualche casuale "bene" ma quello non accenna a mollare la presa.
Trangugio il mio caffè in tutta fretta e lo saluto dicendogli che devo tornare in ufficio e lui: "eh sì bisogna andare. Dai, domani se ti ritrovo offro io...".
Ok, è stato gentile ma... IO BEVO DA SOLA!! :cry
Devo escogitare qualcosa, il primo caffè della giornata è sacro!
3e0c1cc4-ce31-4d00-9190-afa2cde2c5bb
...il caffè. Adoro il caffè, senza, le giornate per me non avrebbero mai inizio ma... adoro berlo da sola, soprattutto il primo, quello che per me è quasi di vitale importanza e che mi fa dire "oooohhh... ora sì che si comincia". Purtroppo dove lavoro non siamo in pochi e la "zona ristoro", è...
Post
27/07/2016 16:08:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

PUNTI DI VISTA

09 luglio 2016 ore 21:05 segnala
Un'amica: Aaaaaahh, io non chiedo molto per rilassarmi, anzi mi basta proprio poco! Un aperitivo con le amiche poi pizza, cinema magari quattro salti e stop.
:sbong ...e io, invece, che quando riesco a bermi a un misero caffè in santa pace senza le pargole che bisticciano, con un caldo meno opprimente e la possibilità di evitare di far conversazione, mi sento la padrona del mondo... :mmm
f4ad3dee-201f-4015-a91b-5ec30b0a11ce
Un'amica: Aaaaaahh, io non chiedo molto per rilassarmi, anzi mi basta proprio poco! Un aperitivo con le amiche poi pizza, cinema magari quattro salti e stop. :sbong ...e io, invece, che quando riesco a bermi a un misero caffè in santa pace senza le pargole che bisticciano, con un caldo meno...
Post
09/07/2016 21:05:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

LA DOMENICA E' DI RIPOSO

19 giugno 2016 ore 17:31 segnala
...col cavolo!! Ma dove?!???
Sveglia alle 7.40 perché le pargole, "sottovoce", già discutevano da una stanza all'altra per chi dovesse andare nella stanza dell'altra. :ronf
Lava, stendi e stira e alle 11.30 tutti fuori per pranzo con i cognati.
Terminato il lauto pasto, tutti di corsa ai giardinetti prima che iniziasse a piovere dato che già in lontananza tuonava e la figlia piccola doveva per forza di cose farsi il giro di tutti gli scivoli, anche quelli dove ormai rischia di incastrarsi.
Mi accomodo su una panchina e nemmeno il tempo di pensare "finalmente un po' di tregua", che arrivano i primi goccioloni e quindi... via di corsa verso la macchina con la piccola che polemizza come se l'ennesimo temporale fosse arrivato a causa mia.
Arriviamo a casa e giusto il tempo di entrare e togliersi le scarpe che... esce un sole che spacca le pietre.
Passare una tranquilla domenica pomeriggio tappate in casa che le pargole? IMPOSSIBILE! Inizierebbero a litigare anche solo per chi delle due ha guardato prima il telecomando.
Tutti di nuovo fuori, quindi! Ma stavolta a piedi, diretti verso la gelateria ma, nemmeno a dirlo, tempo di uscire gelati alla mano che di nuovo il cielo si rannuvola e in lontananza si sente tuonare.
Acceleriamo il passo arriviamo a casa, io più morta che viva e l'ennesimo temporale si scatena.
Mentre penso a come poter tenere impegnate le pargole per il resto del pomeriggio, eccole che litigano per l'ennesima fesseria. :testata
Sono stanca, mi sembra di essere reduce da una maratona e ho ancora un sacco di cose da fare e inizio a pensare che forse mi riposerò domani in ufficio nel frattempo però... QUANTO MANCA LUNEDI'?!??
:incazzato
4ef3e369-b14a-4283-a4bc-cf2842d71cb2
...col cavolo!! Ma dove?!??? Sveglia alle 7.40 perché le pargole, "sottovoce", già discutevano da una stanza all'altra per chi dovesse andare nella stanza dell'altra. :ronf Lava, stendi e stira e alle 11.30 tutti fuori per pranzo con i cognati. Terminato il lauto pasto, tutti di corsa ai...
Post
19/06/2016 17:31:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

ELASTICI E DINTORNI

12 giugno 2016 ore 20:11 segnala
Purtroppo ultimamente di lavoro ce n'è ben poco.
Sono allo sportello e tra la mia postazione e quella del mio collega, c'è appeso un cartello pubblicitario di cartone, rotondo. É attaccato al soffitto con un filo e la poca aria che gira, a volte lo fa ruotare così... In un momento di profondo sconforto lavorativo, ho preso alcuni elastici e ho iniziato a mirare prima al cartello, poi alla colonna, poi al collega e poi a vedere quanto lontano riuscissi a mandarli.
All'inizio il collega si guardava in giro perplesso, poi... É scattata la gara.
In questi ultimi giorni abbiamo preso di mira il centralinista che é alla reception che solitamente(scherzando), ce ne dice di ogni ma non si accorge di niente. Ha qualche problema alla vista, porta degli occhiali spessissimi e l'altro giorno un collega gliene ha tolto uno dalla spalla e lui nemmeno se n'era accorto.
In pratica quando non c'è in giro nessuno ci armiamo al volo di elastico, entrambi lo puntiamo, contiamo fino a 3 e il lancio parte.
Col timore di centrarlo (per sbaglio, più che altro), punto verso l'alto e ogni tanto il mio elastico cade sul bancone ma lui non fa una piega. O almeno così é stato fino a ieri, quando l'abbiamo sentito dire: Ma va quanti elastici ma da che parte arrivano??
Mi sa che a breve capirà e inizierà una lotta intestina fatta di lanci a tradimento.
Domani riparte la settimana, devo ricordarmi di riempire la scatola degli elastici perché il vero segreto sta nel non farsi trovare impreparati!

MIGLIORI AMICI

13 maggio 2016 ore 21:39 segnala
E alla fine... Ferie furono.
Avevo programmato quest'unica giornata settimane fa, al culmine di un ennesimo periodo di EMME.
Ho messo alla porta marito e figlia maggiore e accompagnato a scuola la piccola.
Al ritorno, capatina al mio bar preferito per un caffè fatto come si deve, dal mio barista preferito, quello che non si sente in obbligo di coinvolgerti in inutili conversazioni ma che ti lascia gustare il caffè in santa pace e poi, con calma, a casa dove una volta varcata la soglia ad attendermi c'era... Il silenzio.
Che meraviglia... Ma quand'era stata l'ultima volta che aperta la porta di casa non sentivo urla e rumori vari? Nemmeno lo ricordo...
E la calma? Vogliamo parlarne? Nessuno che corre da una stanza all'altra, che urla di essere vittima dei soliti dispetti che chiede: "cosa fai? Dove vai? Quando torni? Cosa facciamo? Mi aiuti coi compiti? Andiamo ai giardinetti? Quando si fa merenda?"
Calma e silenzio... I migliori amici dei miei momenti "no", che mi rimettono in pace col mondo (o quasi), e mi aiutano a ridimensionare le solite magagne.
Per oggi é andata, grazie per la compagnia e il supporto ma... Non allontanatevi troppo!
Avrò ancora bisogno di voi e, nel caso, non fatevi attendere!
6d8b523b-ee12-4f33-98a3-7b156e25b1d9
E alla fine... Ferie furono. Avevo programmato quest'unica giornata settimane fa, al culmine di un ennesimo periodo di EMME. Ho messo alla porta marito e figlia maggiore e accompagnato a scuola la piccola. Al ritorno, capatina al mio bar preferito per un caffè fatto come si deve, dal mio barista...
Post
13/05/2016 21:39:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

MA PERCHE'...

13 febbraio 2016 ore 20:28 segnala
...dal pc di casa non riesco più a collegarmi??? C'é qualcuno che passa di qua che sa darmi risposta?
Una volta inseriti Nick e psw visualizzo solo la bacheca dove, anche volendo, non avrei alcuna possibilità di postare niente. :-(
Dalla disperazione mi sono connessa con lo Smartphone attraverso FB ma... É scomodo!!!
Che due maroni... Quando non è la mancanza di tempo, é la tecnologia a complicare le cose.
:-\

Tanto per far qualcosa

05 settembre 2015 ore 16:32 segnala
Ci pensavo da un po’ di tempo e alla fine ho messo da parte tutte le varie remore che mi trascinavo da decenni e sono andata a farmi forare i lobi e ora anch’io posso sfoggiare un seppur minuscolo ma a parer mio molto carino (anche perché ho i capelli cortissimi quindi si notano), paio di orecchini.
Chi mi conosce sa che non amo i gioielli: ogni tanto indosso una collanina ma niente di più; quindi niente anelli, niente braccialetti ma soprattutto niente orecchini.
Fino all’altro giorno.
Sono andata in farmacia in compagnia delle mie pargole che, per l’occasione, oltre ad avermi detto la loro sul paio di orecchini scelto, erano più agitate di me e questo si è tradotto in una insolita calma nonché inusuale silenzio da parte loro.
Una volta tornate a casa non vedevano l’ora di vedere la reazione del loro papà che non ne sapeva niente ma l’accordo era di non dire nulla e di gustarci la scena.
Lo conosco da 20 anni e francamente non mi aspettavo niente di più di quanto è avvenuto e cioè… il nulla.
Le pargole erano deluse e l’hanno giustificato dicendo che gli orecchini sono piccoli e lui non aveva gli occhiali (beata ingenuità!).
Il giorno seguente è passata a trovarci mia mamma che al contrario di me, adora gli orecchini così senza preannunciarle niente l’abbiamo accolta sorridenti.
La piccola le dice: guarda la mamma!
Mia mamma: la vedo…
La grande: no guardala bene, noti niente?
Mia mamma guardandomi: hai rasato di nuovo i capelli?
Io: no
Lei: ti sei truccata!
Io: no…
Lei: ti ho già vista vestita così…
Io, girando la testa di lato per mostrarle l’orecchio: e quindi…?
Lei: gli orecchini no… hai già provato a metterli.
La mascella mi frana a terra, guardo le pargole che a loro volta deluse contraccambiano l’ occhiata e guardo con tanto d’occhi mia madre mentre sulla fronte una scritta a caratteri cubitali transita recitando:”…ma cavolo dici???? Sono oltre 40 anni che sai che non metto gli orecchini! Quando mai me ne hai visto addosso uno?!??”.
Ma per una volta voglio evitare le solite discussioni, così sbuffando ritorno ai fornelli dicendo sconsolata: fortuna che hai solo due figlie altrimenti chissà cos’altro vedevi.
Dal marito me l’aspettavo perché non si smentisce mai ma dalla mamma… no! :-(
Vabbè… alla fine l’ho fatto per me e per nessun altro. Stranamente mi piaccio, piaccio alle mie donnine quindi… a posto così (anche se con un una punta di delusione).

:-)
55dbf60a-2905-42d7-bf26-000de1e14147
Ci pensavo da un po’ di tempo e alla fine ho messo da parte tutte le varie remore che mi trascinavo da decenni e sono andata a farmi forare i lobi e ora anch’io posso sfoggiare un seppur minuscolo ma a parer mio molto carino (anche perché ho i capelli cortissimi quindi si notano), paio di...
Post
05/09/2015 16:32:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

LETTERA A ME STESSA

03 settembre 2015 ore 20:58 segnala
Cara ME,
so che da qualche parte ancora ci sei.
E’ da poco terminata la settimana di ferie, trascorsa anche quest’anno al mare; come da qualche tempo a questa parte capita, è stata una settimana per niente riposante.
Le pargole si sono scatenate e se la sono goduta fino alla fine ma… alla fine è stata una settimana piena di litigi, dispetti, discussioni, musi lunghi, capricci, urla, corse e disperati tentativi di accontentare tutti e far collimare tutto, cercando di arrivare a fine giornata vivi e vegeti. Le bambine si sono divertite come matte e questo è l’importante ma…
Ricordi quando le vacanze erano anche per noi e andavamo al mare riuscendo davvero a riposarci? Quando si andava in spiaggia solo se andava di andarci e non perché “se non ci andiamo cosa siamo venuti a fare?”, quando si chiacchierava per ore di un po’ di tutto e non solo “le hai messo la crema solare? Il costume di ricambio per le pargole l’hai preso tu? Dove sono i capellini? E la merenda?” , quando dopo cena si girava per negozi o locali fino a quando ci andava e non ci si limitava al caffè dell’albergo e poi “…andiamo a dormire che la piccola è già cotta”, quando facevamo due bracciate per rinfrescarci e non per recuperare braccioli, palette, ciabatte o giochini vari, quando si mangiava il gelato perché “ogni tanto pranzare così va bene” e non “…se mangiate tutto, poi prendiamo il gelato”, quando ci si lamentava del casino fatto dai figli altrui e si guardava i genitori quasi con compassione, vedendoli fortemente provati dai comportamenti e dalle richieste più disparate dei relativi pargoli?
Bene, continua a ricordarlo perché ti assicuro che prima o poi ferie così saranno ancora nostre! Eccome se lo saranno!
Tu porta pazienza, perché la pazienza è la virtù dei forti e noi lo siamo, e rimani lì ad attendermi che tempo una decina d’anni… ARRIVO!
be09d427-a15c-4582-93f4-2cea62361b3d
Cara ME, so che da qualche parte ancora ci sei. E’ da poco terminata la settimana di ferie, trascorsa anche quest’anno al mare; come da qualche tempo a questa parte capita, è stata una settimana per niente riposante. Le pargole si sono scatenate e se la sono goduta fino alla fine ma… alla fine è...
Post
03/09/2015 20:58:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2