Il cane fedele rifiuta di lasciare l’ospedale

11 marzo 2018 ore 16:48 segnala
dove il proprietario è morto quattro mesi fa



Il suo proprietario è stato pugnalato a morte ed è stato portato in ospedale. Purtroppo per lui non è uscito vivo da quella struttura. Purtroppo per lui e per il suo cane che non si è rassegnato alla sua scomparsa: l’animale, di cui non si conosce il nome, da quattro mesi lo aspetta fuori dall’ospedale.

Questa storia di fedeltà e tristezza viene raccontata dagli operatori dell’ospedale Santa Casa di Novo Horizonte, in Brasile, dove il cane arrivò inseguendo l’ambulanza che stava trasportando il suo proprietario, un senzatetto di 59 anni.



L’uomo, che era stato coinvolto in un combattimento di strada, è morto a causa delle ferite riportate, ma due mesi dopo, il cane continua ad aspettarlo davanti al pronto soccorso. Il personale della struttura sanitaria gli ha dato cibo per cani e acqua, e alla fine hanno trovato un rifugio locale disposto a prenderlo, a tre chilometri dall’ospedale.



Ma quando pensavano di avergli regalato una nuova vita, infermieri e medici se lo sono ritrovati nuovamente all’ingresso dell’ospedale: il cane era fuggito dal rifugio ed era tornato ad attendere quell’uomo che tanto amava. «Abbiamo molto da imparare dagli animali - scrive Cristine Sardella, la donna che ha pubblicato sul suo profilo Facebook le foto che hanno raccontato al mondo la storia di questo cane senza nome -. La sua attesa è vana, ma l’amore che nutre per il suo proprietario è eterno».

Fonte LaZampa.it - LA STAMPA -
33dd32d2-97ef-409e-a723-6ed9430a8181
dove il proprietario è morto quattro mesi fa « immagine » Il suo proprietario è stato pugnalato a morte ed è stato portato in ospedale. Purtroppo per lui non è uscito vivo da quella struttura. Purtroppo per lui e per il suo cane che non si è rassegnato alla sua scomparsa: l’animale, di cui non...
Post
11/03/2018 16:48:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.