Qualcosa

22 giugno 2018 ore 17:41 segnala
Non sapeva cos'era quel buco che adesso si ritrovava al posto del cuore.
Un buco troppo buco al posto di un cuore troppo cuore.
Faceva troppo male,il buco.
Anzi,no! Peggio!
Il buco...non faceva niente.
Quel buco non le faceva niente ed era questo a spaventarla.
Proprio lei,che sentiva sempre troppo.
Adesso non sentiva più niente.
Niente!
Pianse tantissimo.
Pianse a modo suo:troppo.

"Basta!Hai pianto per un'intera giornata. Non ne hai abbastanza?"
"Non ne ho mai abbastanza!Io purtroppo sono fatta così!"

Ricorda che non sei solo una ragazzina che sta troppo male.
Sei anche una ragazzina divertente,per dirne una.

Sopporta il buco.
Quando succedono cose troppe brutte ci mettiamo un po' ad accettarle,
tanto che all'inizio non ci sembrano nemmeno vere.
E,mentre la testa prende tempo per capirle,il cuore ci diventa un pezzo di groviera.
Quindi non lo odiare,il tuo buco.
Accarezzalo ogni tanto,ma non ti ci affezionare troppo,altrimenti non passerà mai.
Se lascerai stare il buco e lo accetterai senza tanti starnazzi,vedrai che entro un anno si restringerà da solo e diventerà addirittura qualcosa di prezioso da avere dentro di te.
Come un passaggio segreto,ecco.
E poi magari di nuovo si allargherà e di nuovo si restringerà,perchè i buchi che abbiamo nel cuore fanno così.
Ma tutto passa,ragazzina.

Aveva perso i piccoli fuochi che gli erano sempre brillati negli occhi.
Ce li aveva tristi e spenti,adesso,quegli occhi.

Se il cuore è bucato non può ospitare nessuno,ovvio!

Fanno bene a starti lontano,perchè sei una catastrofe per i poveracci che hanno la disgrazia di conoscerti.

Un tempo sorrideva tanto,sorrideva troppo.
Oppure piangeva.
Mentre adesso aveva sempre in faccia la stessa espressione.
Un'espressione troppo grigia.

"Sei ancora arrabbiato con me?"
"Chi ti credi di essere per avere il potere di farmi rimanere arrabbiato così a lungo?"

Quel vuoto non è una maledizione,è un regalo!

Il bisogno è solo un sogno:
prima o poi finisce o comunque sfinisce.
Se non te,i poveracci che hanno la disgrazia di conoscerti.

Che differenza c'è tra avere voglia di fare qualcosa e avere bisogno di fare qualcosa?

Il momento più bello di ogni illusione è quando finisce.

"Credo che l'amore sia l'unica cosa che può salvarci la vita"
"Salvarci la vita?E da quale pericolo?"
"Dal pericolo di rimanere soli e infelici"
"Risposta sbagliata,ragazzina!Il pericolo della vita,sai qual è?"
"Qual è?"
"E' la vita!"
"Come sarebbe a dire?Il pericolo della vita è la vita?"
"Sì testona:è la vita stessa il pericolo della vita.E finchè siamo in vita tanto vale stare in vita e non pensarci.O vuoi fare come il tuo fidanzato e lagnarti in continuazione?"

Fra gli animali il più pericoloso è senz'altro l'essere umano.

"Proprio grazie al non -fare e con un aiutino di Madama Noia,allora sì che potrai conoscerti e sapere chi sei!Pensa a com'è fatta una bottiglia.La sua parte più importante qual è?"
"Quella che si riempie d'acqua"
"Esatto,la parte piena di vuoto!Grazie a quella parte,la bottiglia potrà venire riempita di acqua.Ma se quella parte è sporca,sarà sporca pure l'acqua.Quindi?"
"Quindi?"
"Quindi,se non fai pace con lo spazio vuoto dentro di te,niente potrà mai davvero riempirti"

Il puro fatto di stare al mondo è la vera avventura.

Il cosiddetto amore porta un sacco di guai,è vero.
Ma più di ogni altra cosa dovrebbe farci sentire liberi,mentre tu sei completamente in ostaggio.
Perchè,per essere felice,come dici tu,hai bisogno di stargli appiccicata come una cozza e fare,fare,fare,assieme a lui.
Se fossi libera avresti semplicemente voglia di stare con lui.
Di conoscere i suoi pensieri e confidargli i tuoi.

I tuoi casini sono il regalo più bello che ho ricevuto da questo strano, strano mondo.
I miei casini? Un regalo? Ma se ti ho dato il tormento, se abbiamo litigato come matti , se ti ho insultato e tirato calci per colpa di quei casini!
Ma mi hai fatto sentire vivo

Non sentire mai niente deve essere tremendo,come anche sentire troppo lo è,tremendo.

Tu almeno cerchi,gli altri pensano di aver trovato.

Sogno per te un marito che non ti dia qualcosa di troppo.
Ma che ti dia un po' di tutto.
E senza toglierti niente. È bellissimo, sai , annoiarsi con qualcuno che amiamo.

Una persona che per noi è importante,perchè lo è?
Perchè ride come ride.
Perchè piange come piange.
Insomma:per nessunissimo motivo.
Ma proprio per questo motivo che non c'è,è diversa da tutti gli altri esserucci umani.

Grazie a te, attorcigliato di un Cavaliere, non sarò mai più Qualcosa di Troppo.
Grazie a te, catastrofe di una Principessina, non sarò più quel niente di Niente.



Frasi tratte dal libro “Qualcosa” di Chiara Gamberale


667be0de-ad70-4183-a216-7ba55e5d33e9
Non sapeva cos'era quel buco che adesso si ritrovava al posto del cuore. Un buco troppo buco al posto di un cuore troppo cuore. Faceva troppo male,il buco. Anzi,no! Peggio! Il buco...non faceva niente. Quel buco non le faceva niente ed era questo a spaventarla. Proprio lei,che sentiva sempre...
Post
22/06/2018 17:41:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Sono di chi ...

25 maggio 2018 ore 10:59 segnala
"Sono di chi si prende cura di me, di chi mi vizia, di chi mi fa ridere, sono di chi dopo una giornata lunga ascolta tutte le mie lamentele, di chi mi dice "mi avvisi quando arrivi a casa", di chi mi aiuta quando non vedo l'uscita, di chi resta, nonostante tutto.Sono di chi...si preoccupa per me"
(web)






35762401-3934-460f-a438-359ecdfce97d
"Sono di chi mi prende cura, di chi mi vizia, di chi mi fa ridere, sono di chi dopo una giornata lunga ascolta tutte le mie lamentele, di chi mi dice "mi avvisi quando arrivi a casa", di chi mi aiuta quando non vedo l'uscita, di chi resta, nonostante tutto." (web) « immagine » « video »
Post
25/05/2018 10:59:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

E poi fate l'amore... (Alda Merini)

06 maggio 2018 ore 14:50 segnala
E poi fate l’amore.
Niente sesso, solo amore.
E con questo intendo i baci lenti sulla bocca,
sul collo, sulla pancia, sulla schiena,
i morsi sulle labbra, le mani intrecciate,
e occhi dentro occhi.
Intendo abbracci talmente stretti
da diventare una cosa sola,
corpi incastrati e anime in collisione,
carezze sui graffi, vestiti tolti insieme alle paure,
baci sulle debolezze,
sui segni di una vita
che fino a quel momento era stata un po’ sbagliata.
Intendo dita sui corpi, creare costellazioni,
inalare profumi, cuori che battono insieme,
respiri che viaggiano allo stesso ritmo,
e poi sorrisi,
sinceri dopo un po’ che non lo erano più.
Ecco, fate l’amore e non vergognatevene,
perché l’amore è arte, e voi i capolavori.



di Alda Merini


Nulla d'aggiungere, mi piaceva e l'ho condivisa...



d6a0b727-fd76-415e-b752-8a7294df31eb
E poi fate l’amore. Niente sesso, solo amore. E con questo intendo i baci lenti sulla bocca, sul collo, sulla pancia, sulla schiena, i morsi sulle labbra, le mani intrecciate, e occhi dentro occhi. Intendo abbracci talmente stretti da diventare una cosa sola, corpi incastrati e anime in...
Post
06/05/2018 14:50:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Sei bellissima. Sempre.

25 aprile 2018 ore 15:32 segnala
"Sei bellissima. Non hai bisogno che ci sia un uomo lì a ricordartelo.
Sei bellissima, da sola forse ancor di più. Sei bellissima anche se non hai un uomo che ti tolga il rossetto dalle labbra, anche se sei spettinata o struccata. Anche se vai di fretta e hai scordato qualcosa a casa.
Sei bellissima quando scendi di casa per andare a prenderti un gelato. Sei bellissima in pigiama e con i capelli scombinati, sei bellissima con gli occhi assonnati.
Sei bellissima quando hai fiumi di parole da cacciare e quando vuoi stare in silenzio. Sei bellissima quando ti emozioni per una frase, letta su un libro o su un muro.
Sei bellissima il sabato sera quando ti prepari, ti trucchi, indossi il vestito più bello che hai, spruzzi il tuo profumo preferito e poi esci anche se non hai nessuno ad aspettarti fuori dal portone, anche se non c'è nessuno a dirti che sei bellissima. Lo fai per star bene con te stessa. Ed è questa l'unica cosa che conta. Tu esci che poi farai innamorare il mondo.
Sei bellissima quando passeggi, da sola, con le cuffie nelle orecchie. E pensi. Immagini. Sogni. Ti proietti altrove. E si rispecchia tutto nei tuoi occhi. Sei bellissima e non lo sai. Sei bellissima e qualcuno in quel momento si sta innamorando di te.
Sei bellissima perchè sei una grande persona, perchè ami così tanto che quasi ti autodistruggi, perchè ti fai in quattro per tutti anche se poi indietro non torna niente..perchè, per te, l'importante è dare.
Sei bellissima perché ci credi sempre, anche quando non dovresti, e te lo si legge negli occhi."


Sei bellissima. Sempre.
Sei bellissima, perchè sei TU.








(virgolettato - web)
f69dcdc3-b20c-40f3-a5d7-84af54a61fd8
"Sei bellissima. Non hai bisogno che ci sia un uomo lì a ricordartelo. Sei bellissima, da sola forse ancor di più. Sei bellissima anche se non hai un uomo che ti tolga il rossetto dalle labbra, anche se sei spettinata o struccata. Anche se vai di fretta e hai scordato qualcosa a casa. Sei...
Post
25/04/2018 15:32:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

DONNA

25 aprile 2018 ore 11:15 segnala
UNA DONNA EMPATICA HA DIFFICOLTÀ A TROVARE L’UOMO GIUSTO.
Gli empatici sono le persone più incredibili che si possano incontrare. E avere un partner empatico può essere una delle esperienze più meravigliose che possano capitare. È una sfida per alcuni uomini avere una relazione con una donna empatica. Questo perché gli empatici sono molto onesti e non possono avere una relazione con qualcuno che non è disposto a restare accanto ad una persona come loro. Ecco 12 motivi per cui una donna empatica deve cercare così faticosamente per trovare l’uomo giusto per lei.

1- Sa cosa vuole.
Una donna empatica non cerca un’avventura. Sa che ciò che vuole è una relazione di amore e rispetto. Vuole un partner che possa stare con lei nei brutti momenti. Se l’uomo non si dimostra serio sin dall’inizio, non inizierà mai una relazione con lui.

2- È intensa.
Le persone empatiche vogliono avere solo connessioni profonde e significative con altre persone. Non sono superficiali né sono interessate all’ordinario. Ci sono uomini a cui piace questa intensità delle donne empatiche. Per molti altri, invece, è troppo e non sopportano di restare con loro a lungo.

3- Convalida la formalità.
Gli uomini non sicuri non dovrebbero mai provare ad avere una relazione con una donna empatica perché ha bisogno di stabilità più di ogni altra cosa nella sua vita. Non sono interessate a qualcuno che non risponda alle chiamate, che arrivi sempre in ritardo o che annulli l’appuntamento all’ultimo momento.

4- È troppo sincera.
Una donna empatica non mente mai, nemmeno per addolcirti. Non ti dirà quello che vuoi sentirti dire, ma dirà sempre la verità e, per molte persone, è difficile affrontare la verità in ogni momento.

5- Ha bisogno della sua libertà.
Nessuno può ingabbiare una donna empatica. Quando sente che un uomo cerca di tagliare le ali, lo lascia senza alcun dubbio.

6- È spesso fraintesa.
La maggior parte degli uomini non capisce cosa significhi stare con una donna empatica finché non iniziano una relazione con una di loro. È più complessa di quanto molti credano. Questa donna è un mistero che cammina e l’uomo pensa sempre che stia nascondendo qualcosa.

7- Ha bisogno di soddisfazione emotiva.
Affinché una donna empatica si senta completamente soddisfatta in una relazione, deve essere soddisfatta sia emotivamente che fisicamente. Non può concepire la fisicità senza l’emotività e viceversa.

8- Non ha relazioni a breve termine.
Una donna empatica non si lascia coinvolgere in relazioni brevi. Il suo motto è: tutto o niente. Preferisce essere single piuttosto che stare con un uomo che non è pronto per qualcosa di duraturo.

9- Fa molte domande.
Una donna empatica vuole essere chiara con tutti e con tutto. Quindi, un uomo che ha una relazione con una donna empatica può aspettarsi che gli vengano fatte molte domande non per manipolare, ma per soddisfare la sua curiosa natura.

10- Vede il meglio e il peggio della gente.
Questa donna vede il meglio e il peggio negli altri. Questo a volte la rende difficile da frequentare. Quando pensi che faccia qualcosa, può sorprenderti e fare esattamente il contrario. Non sorprende, invece, che lei esca con qualcuno con una cattiva reputazione, perché vede il bene in lui.

11- Tende a prendere le cose molto sul personale.
Le emozioni sono sempre presenti in una donna empatica. Può essere ferita anche con la cosa più insignificante a causa della sua natura ipersensibile. Ma lei non nutre rancore ed è sempre disposta a perdonare quando qualcuno si scusa. Il problema è che non molti uomini sono capaci di ammettere i loro errori.

12- Ama con tutto il suo cuore.
Una donna empatica ama più intensamente di ogni altra. Dà tutto e si aspetta lo stesso dall’altra persona. Stare con una donna del genere è molto difficile per alcuni uomini.

In conclusione, che una donna empatica lo ami, può essere la cosa più meravigliosa che possa capitare ad un uomo. Tuttavia, molti uomini non sono preparati per questo tipo di relazione. Molti realizzano solo in seguito il grande dono che rappresentano e, quando lo fanno, è ormai troppo tardi.



(testo web)







e0a949bf-4256-473d-ba19-09ebac218c42
UNA DONNA EMPATICA HA DIFFICOLTÀ A TROVARE L’UOMO GIUSTO. Gli empatici sono le persone più incredibili che si possano incontrare. E avere un partner empatico può essere una delle esperienze più meravigliose che possano capitare. È una sfida per alcuni uomini avere una relazione con una donna...
Post
25/04/2018 11:15:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Time, it needs time

15 aprile 2018 ore 16:55 segnala








Col tempo lei tornerà a sorridere, forse non come faceva con lui...perché quell'alchimia cresciuta spontaneamente raramente si ripete.
È unica.
Un dì tornerà a fidarsi.
Chissà.
Solo il tempo la potrà curare.






...

14 aprile 2018 ore 15:49 segnala
Lei era delusa, amareggiata. Ma non gli addossava nessuna colpa di ciò. Era solo colpa sua, l'aver creduto a quelle parole e pensato che potesse esistere qualcuno di "diverso".
Nell'era "glaciale", lei s'era "arresa" alla volontà di lui, che non voleva illuderla, cosi diceva. Poteva solo aspirare ad essere la spalla di risate, e per lei andava bene. (In fondo, da lui non si aspettava niente e no era stata lei a mostrasi in una luce diversa.) Ma lui rimescolo' le carte, sorprendendola. L'idillio fu breve ma intenso.
Ma alla fine, lui rivolse le sue attenzioni altrove, cedendo alle insistenze-"lusinghe" altrui. Come un mare quando il vento cambia.
Lui era preso "altrove" dall'alba a notte fonda... e lei lo sentiva e, pure palesandoglilo in modo velato, con le sue risposte lui diede conferma alle sensazioni di lei. Lui era lontano, era oltre, e lei dopo aver combattuto tanto non poteva costringere chi non voleva esserci a restare ne voleva elemosinare attenzioni.
Bisognava essere scelti! E lui aveva scelto...






8f7ef8d3-fff4-421f-9403-780364280ffc
Lei era delusa, amareggiata. Ma non gli addossava nessuna colpa di ciò. Era solo colpa sua, l'aver creduto a quelle parole e pensato che potesse esistere qualcuno di "diverso". Nell'era "glaciale", lei s'era "arresa" alla volontà di lui, che non voleva illuderla, cosi diceva. Poteva solo aspirare...
Post
14/04/2018 15:49:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Anime...

08 aprile 2018 ore 15:00 segnala
"Ci sono anime che esistono per conoscersi e finiranno per farlo. Perché le anime consapevoli sanno aspettarsi, riconoscersi e comunicare.
Capita raramente, ma quando succede, inizia una sorta di misteriosa "connessione".
Le anime affini si parlano anche da lontano.
Si sentono sempre vicine..."



4448fee4-46b2-435d-9efd-9ad2cff0dd03
"Ci sono anime che esistono per conoscersi e finiranno per farlo. Perché le anime consapevoli sanno aspettarsi, riconoscersi e comunicare. Capita raramente, ma quando succede, inizia una sorta di misteriosa "connessione". Le anime affini si parlano anche da lontano. Si sentono sempre vicine..." ...
Post
08/04/2018 15:00:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Cosa ho imparato da quest’anno che sta per finire?

17 dicembre 2017 ore 15:06 segnala
Cosa ho imparato da quest’anno che sta per finire?

Bella domanda. Di certo, ho imparato cosa non voglio. Non voglio falsità, in tutte le sue forme.
Le relazioni durano fatica, estrema fatica. Un dispendio di energie immane, ma se decidi di incanalare le tue energie in quella direzione è sempre per una buona causa (almeno credi). Perché spesso parti dall’idea di relazionarti con qualcuno che sia simile a te, e come te si possa comportare in egual modo, ma il più della volte così non è. Abbiamo tanta paura di lasciarci andare, di scoprire le nostre carte e forse è solo un meccanismo di difesa atavico ben radicato in noi per evitarci di soffrire. Bisogna rischiare, ma bisogna farlo in due. Si può vincere o si può perdere, chissà...
Beh, io non voglio accontentami, non l’ho fatto in passato e non inizierò oggi. Preferisco di gran lunga stare da sola che dovermi accontentare o cercare rapporti di circostanza. Oggi giorno non c’è più spirito di sacrificio, nel bene e nel male, alla prima lusinga ci si rivolge altrove. Come diceva Bob Marley “Di occhi belli ne è pieno il mondo ma di occhi che ti guardano con sincerità e amore ce ne sono pochi.“ Ed io aggiungerei, estremamente pochi ed è una rarità trovarli.
Sono impegnativa, complicata,pretenziosa e matta, lo so! Prima o poi verrà forgiata la chiave per aprirmi. Forse!
Ho bisogno di serenità, di gioire per le piccole cose, di condividere gli attimi di felicità e di farne tesoro, di sorridere e di amare. Vorrei fidarmi, senza dover verificare quello che mi viene detto. E poi,vorrei perdermi e ritrovarmi… Forse, in un LUI, se ci sarà!
Non mi aspetto niente. Vivo alla giornata e lascio che la vita mi sorprenda, possibilmente in positivo. Questo perché “Le grandi aspettative sono il preludio delle grandi delusioni” (Cit.)
Mai farsi film!
Nonostante tutto, continuerò a mantenere intatte le mie virtù e valori (anche se il più delle volte mi sono state d’intralcio più che d’aiuto).


8638fb0e-5921-4cad-99d4-2e4627eb6e88
Cosa ho imparato da quest’anno che sta per finire? Bella domanda. Di certo, ho imparato cosa non voglio. Non voglio falsità, in tutte le sue forme. Le relazioni durano fatica, estrema fatica. Un dispendio di energie immane, ma se decidi di incanalare le tue energie in quella direzione è sempre per...
Post
17/12/2017 15:06:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Biscotti al cioccolato...

17 novembre 2017 ore 21:33 segnala
In un giorno non tanto lontano. In un pianeta, in cui tutti parlavano e nessuno sapeva ascoltare, si verificò un evento inaspettato.
Una fanciulla di nome Nica si ritrovò nello stesso luogo dove poc'anzi s'era consumata la sua semi disfatta. Difatti, la tempesta che l'aveva travolta era quasi riuscita a distruggerla. Era a pezzi, ma non completamente abbattuta. Si fece forza.
Così con occhi diversi e con un animo nuovo e battagliero, riprese a passeggiare in quei luoghi che un tempo le erano tanto cari ma che l'avevano ingannata.
Il suo solo fine era quello di distarsi da un momento che stava vivendo.
E fu così, che lungo il suo cammino qualcuno catturò la sua attenzione.
Questo qualcuno si chiamava Mr Yellow. Lui aveva un modo unico di rappresentare la realtà, così cinico, ironico e sibillino, che però lei riusciva a comprendere. Un giorno Nica prese coraggio e iniziò ad interagire con lui, restandone molto sorpresa e divertita.
I giorni si susseguirono piacevolmente. E come i primi raggi di un sole primaverile che s'impongono prepotentemente dopo un gelido inverno, lei iniziò a beneficiare di quella compagnia e dei sorrisi che le venivano donati da quello sconosciuto che incontrava sempre più spesso.
Nella sua testa cominciò ad apprezzarlo e stimarlo sempre più.
Nica aveva tanto da imparare da Mr Yellow.
I giorni divennero mesi, in un'altalena di eventi ed emozioni tra paletti, "litigate", fiammate di Grisù, e ancora risate, supercazzole, giramenti di pale e puntini sulle "i".
I due giunsero alle porte dell'autunno. Lei si aprì maggiormente raccontandosi con naturalezza. Fu allora che conobbe un altro lui, l'amicone capace di metterla sempre in guardia e allo stesso tempo complice e un po’ protettivo, tutto questo sempre con rispetto, ironia e ilarità.
Nella mente di lei balenò più volte un pensiero. "Quella gioviale sintonia poteva essere traslata altrove?"
Impavida ci provò. Ma la fretta ed altre circostanze le indicarono che non era il tempo. Ne fu comunque felice. In fondo, come aveva sempre detto a lui, da quella situazione non aveva mai preteso niente, ne tantomeno lui le doveva qualcosa.
Tutto le era arrivato come un dono inaspettato ed era davvero colma di gratitudine.
In cuor suo era grata a Mr Yellow: per i momenti di spensieratezza che aveva ricevuto e sperava di continuare a ricevere, per il tempo che avevano condiviso (per lei mai perso ma ben investito), per i racconti, le discussioni, le risate, le incazzature e la comprensione reciproca.
Un mattino, con l'arrivo della stagione fredda, Mr Yellow salutò, a suo modo, Nica e si ritirò in letargo con i suoi adorati biscotti al cioccolato, di cui era ghiotto. Fine.

Morale della favola, apprezzate sempre ciò che la vita vi regala in modo spontaneo e inaspettato. Siate " ingordi". Perché dietro l'angolo c'è sempre un biscotto al cioccolato "tentatore"...
Naturalmente scherzo!

Comunque Mr Yellow e Nica non esistono.
Ma sono certa che se fossero reali sarebbero due gran rompiballe. E due rompiballe insieme risulterebbero decisamente troppi!
74b1e693-5760-4904-853f-e640dff7fc5e
In un giorno non tanto lontano. In un pianeta, in cui tutti parlavano e nessuno sapeva ascoltare, si verificò un evento inaspettato. Una fanciulla di nome Nica si ritrovò nello stesso luogo dove poc'anzi s'era consumata la sua semi disfatta. Difatti, la tempesta che l'aveva travolta era quasi...
Post
17/11/2017 21:33:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3