Sotto una piccola stella

26 dicembre 2011 ore 22:36 segnala
Chiedo scusa al caso se lo chiamo necessità.
Chiedo scusa alla necessità se tuttavia mi sbaglio.
Non si arrabbi la felicità se la prendo per mia.
Mi perdonino i morti se ardono appena nella mia memoria.
Chiedo scusa al tempo per tutto il mondo che mi sfugge a ogni istante.
Chiedo scusa al vecchio amore se do la precedenza al nuovo.
Perdonatemi, guerre lontane, se porto fiori a casa.
Perdonatemi, ferite aperte, se mi pungo un dito.
Chiedo scusa a chi grida dagli abissi per il disco col minuetto.
Chiedo scusa alla gente nelle stazioni se dormo alle cinque del mattino.
Perdonami, speranza braccata, se a volte rido.
Perdonatemi, deserti, se non corro con un cucchiaio d’acqua.
E tu, falcone, da anni lo stesso, nella stessa gabbia,
immobile con lo sguardo fisso sempre nello stesso punto,
assolvimi, anche se tu fossi un uccello impagliato.
Chiedo scusa all’albero abbattuto per le quattro gambe del tavolo.
Chiedo scusa alle grandi domande per le piccole risposte.
Verità, non prestarmi troppa attenzione.
Serietà, sii magnanima con me.
Sopporta, mistero dell’esistenza, se strappo fili dal tuo strascico.
Non accusarmi, anima, se ti possiedo di rado.
Chiedo scusa al tutto se non posso essere ovunque.
Chiedo scusa a tutti se non so essere ognuno e ognuna.
So che finché vivo niente mi giustifica,
perché io stessa mi sono d’ostacolo.
Non avermene, lingua, se prendo in prestito parole patetiche,
e poi fatico per farle sembrare leggere.

------------------------------------------------
Wislawa Szymborska, da Ogni caso
843f2dcc-fe70-4eaf-8226-1fba96da06d1
Chiedo scusa al caso se lo chiamo necessità. Chiedo scusa alla necessità se tuttavia mi sbaglio. Non si arrabbi la felicità se la prendo per mia. Mi perdonino i morti se ardono appena nella mia memoria. Chiedo scusa al tempo per tutto il mondo che mi sfugge a ogni istante. Chiedo scusa al vecchio...
Post
26/12/2011 22:36:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Il magico Natale

25 dicembre 2011 ore 01:08 segnala


S'io fossi il mago di Natale
farei spuntare un albero di Natale
in ogni casa, in ogni appartamento
dalle piastrelle del pavimento,
ma non l'alberello finto,
di plastica, dipinto
che vendono adesso all'Upim:
un vero abete, un pino di montagna,
con un po' di vento vero
impigliato tra i rami,
che mandi profumo di resina
in tutte le camere,
e sui rami i magici frutti: regali per tutti.
Poi con la mia bacchetta me ne andrei
a fare magie
per tutte le vie.

In via Nazionale
farei crescere un albero di Natale
carico di bambole
d'ogni qualità,
che chiudono gli occhi
e chiamano papà,
camminano da sole,
ballano il rock an'roll
e fanno le capriole.
Chi le vuole, le prende:
gratis, s'intende.

In piazza San Cosimato
faccio crescere l'albero
del cioccolato;
in via del Tritone
l'albero del panettone
in viale Buozzi
l'albero dei maritozzi,
e in largo di Santa Susanna
quello dei maritozzi con la panna.

Continuiamo la passeggiata?
La magia è appena cominciata:
dobbiamo scegliere il posto
all'albero dei trenini:
va bene piazza Mazzini?
Quello degli aeroplani
lo faccio in via dei Campani.
Ogni strada avrà un albero speciale
e il giorno di Natale
i bimbi faranno
il giro di Roma
a prendersi quel che vorranno.
Per ogni giocattolo
colto dal suo ramo
ne spunterà un altro
dello stesso modello
o anche più bello.
Per i grandi invece ci sarà
magari in via Condotti
l'albero delle scarpe e dei cappotti.
Tutto questo farei se fossi un mago.
Però non lo sono
che posso fare?
Non ho che auguri da regalare:
di auguri ne ho tanti,
scegliete quelli che volete,
prendeteli tutti quanti.

------------------
Gianni Rodari
98757226-7689-4a36-9ee3-25d780aa9949
« IMMAGINE: http://media.tumblr.com/tumblr_lwqguuOMTK1qdnqoe.jpg » S'io fossi il mago di Natale farei spuntare un albero di Natale in ogni casa, in ogni appartamento dalle piastrelle del pavimento,...
Post
25/12/2011 01:08:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Prospettive di vita: la pensione, istantanee dal futuro

07 dicembre 2011 ore 12:47 segnala


03884600-4104-4ab0-9f0a-ad4a84aa6def
« IMMAGINE: http://bp0.blogger.com/_Fzq94YVbHHM/Ro-CNCtfXEI/AAAAAAAADKk/4tpXS6GS8iQ/s400/frank_71.jpg » « IMMAGINE: http://www.kab-gernach.de/bilder/1140037250Opa%20mit%2067%20am%20PC.jpg »
Post
07/12/2011 12:47:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Metafore imperfette...

26 novembre 2011 ore 23:14 segnala
come un sacchetto
son vuoto
nella mani di un estraneo in iperventilazione
e mi riempio
di aria usata
scadente
ricca di assenze che riempiono
lasciando solo fame

come un pesce rosso
nella boccia boccheggio
giro in tondo
mi guardo negli occhi
del mio riflesso
e vedo un pesce rosso
nella boccia che boccheggia
gira in tondo

e si guarda negli occhi
del suo riflesso...
4eace52a-5d84-423b-baca-177addbb3c46
come un sacchetto son vuoto nella mani di un estraneo in iperventilazione e mi riempio di aria usata scadente ricca di assenze che riempiono lasciando solo fame come un pesce rosso nella boccia boccheggio giro in tondo mi guardo negli occhi del mio riflesso e vedo un pesce rosso nella boccia che...
Post
26/11/2011 23:14:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    18

Amo il mio lavoro...

24 novembre 2011 ore 10:49 segnala
717cc81d-5cfd-4961-bc76-3ffbccab7b80
« IMMAGINE: http://27.media.tumblr.com/tumblr_lv5shccJ3q1qdhotwo1_r1_500.jpg »
Post
24/11/2011 10:49:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Cose preziose...

17 novembre 2011 ore 23:42 segnala


Finora tu hai perso molte cose. Molte cose preziose.
Il problema non è sapere di chi è la colpa. Il problema è che tu attaccavi sempre qualcosa di te a tutte le cose che perdevi. Non avresti dovuto.
Avresti dovuto tenere qualcosa da parte per te, invece di lasciarla andare via con il resto. Così ti sei consumato poco a poco. Perché? Perché l’hai fatto?

----------------------------------------------------
Dance Dance Dance, Haruki Murakami
d3703dad-2137-4037-be50-24980804265f
« immagine » Finora tu hai perso molte cose. Molte cose preziose. Il problema non è sapere di chi è la colpa. Il problema è che tu attaccavi sempre qualcosa di te a tutte le cose che perdevi. Non avresti dovuto. Avresti dovuto tenere qualcosa da parte per te, invece di lasciarla andare via con il...
Post
17/11/2011 23:42:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Via con me...

15 novembre 2011 ore 22:36 segnala


Via, via, vieni via con me,
entra in questo amore buio,
pieno di uomini...
via, entra e fatti un bagno caldo,
c'è un accappatoio azzurro,
fuori piove un mondo freddo...
1cb97d2d-52ee-451e-a198-dbe90363e7b8
« VIDEO: 2-ANxi7OLW8 » Via, via, vieni via con me, entra in questo amore buio, pieno di uomini... via, entra e fatti un bagno caldo, c'è un accappatoio azzurro, fuori piove un mondo freddo...
Post
15/11/2011 22:36:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Occhi che raccontano emozioni...

12 novembre 2011 ore 16:58 segnala

Afghan girl - 1984, Peshawar, Steve McCurry

...
sono occhi di ambra lucida tra palpebre di viole
sguardo limpido d'aprile come quando esce il sole
ed io sarò la nuvola che ti terrà nascosta
perché gli altri non si accorgano di averti persa
...
--------------------------------------------
da "Occhi da orientale", D. Silvestri
033140e1-9039-4d58-94d3-a21e9d372462
« immagine » Afghan girl - 1984, Peshawar, Steve McCurry ... sono occhi di ambra lucida tra palpebre di viole sguardo limpido d'aprile come quando esce il sole ed io sarò la nuvola che ti terrà nascosta perché gli altri non si accorgano di averti persa ... ----------------------------------------...
Post
12/11/2011 16:58:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    2