Davvero incredibile...

05 marzo 2011 ore 23:05 segnala
Incredibile come il dolore dell'anima non venga capito.
Se ti becchi una pallottola o una scheggia si mettono subito a strillare presto-barellieri-il-plasma, se ti rompi una gamba te la ingessano, se hai la gola infiammata ti danno le medicine.
Se hai il cuore pezzi e sei così disperato che non ti riesce aprir bocca, invece, non se ne accorgono neanche.
Eppure il dolore dell'anima è una malattia molto più grave della gamba rotta e della gola infiammata, le sue ferite sono assai più profonde e pericolose di quelle procurate da una pallottola o da una scheggia.
Sono ferite che non guariscono, quelle, ferite che ad ogni pretesto ricominciano a sanguinare.

-----------------------------
Insciallah, Oriana Fallaci

11932063
Incredibile come il dolore dell'anima non venga capito.Se ti becchi una pallottola o una scheggia si mettono subito a strillare presto-barellieri-il-plasma, se ti rompi una gamba te la ingessano, se hai la gola infiammata ti danno le medicine.Se hai il cuore pezzi e sei così disperato che non ti...
Post
05/03/2011 23:05:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. nessun.attesa 06 marzo 2011 ore 09:58
    Sono come le spine conficcate nella pelle. Ne sente la fastidiosa e dolorosa presenza soltanto chi le ha.

    Ciao
  2. galizius 06 marzo 2011 ore 20:42
    da te le tue ferite,con quello che trovi,sperando che la cucitura tenga....come...come Rambo

    Il  "rimba" Cesare
    Ciao Pablo
  3. solopa 06 marzo 2011 ore 22:34

    già..

  4. calypte 06 marzo 2011 ore 22:45
    Ferite.
    Lo strappo del materiale ha una cucitura materiale!
    Ago...........filo da sutura!
    C'e' tecnica.................esperienza!
    Bravura...............perche' una cicatrice risulti essere meno imperfetta possibile!
    Ferite.
    L'anima si strappa, si rompe e si sgualcisce!
    L'invisibile dolore!
    Sangue che non ha lacrime!
    Lancinante e buio...........anche senza voce!
    Un fantasma..............quello che non racconti perche' mai nessuno ti crederà!
    E allora lo subisci.
    Lo inghiotti.
    Ti lasci torturare!
    E nel tempo.........solo nel tempo che il dolore dell'anima trova espressione.....la sua voce!
    Nei giorni...........negli anni che ad ogni attrito..........urla!
    Urla!
    E tu ne senti l'eco........................................

    :rosa
  5. galizius 11 marzo 2011 ore 13:30

    il pranzo della festa di paese,un pergolato,musica che suona del liscio,vecchi che ballano,una tavolata,io che scherzo con mio cognato,dicendo che sembra di essere all'ospizio,poi li vedo o meglio li osservo,una coppia, sono seduti davanti a me un po' di lato,lei sui 75 anni,lui qualcuno in piu',lei sorride,ma c'e' qualcosa che a me pare strano in quel sorriso e in quegli occhi chiari,troppo aperti a mio avviso,lei si guarda in giro,spostando la testa da un lato all'altro,trovo qualcosa di strano anche in questo,chiedo a chi li conosce..avevano una bimba,sette otto anni,una leucemìa se la porto' via molti anni fa',(la vidi poi nel piccolo cimitero,era una bimba bellissima,sorrideva nella foto),allora mi immagino loro,la loro angoscia,il loro supplicare,la loro speranza fino all'ultimo,il dolore che si fissa nell'anima e non se ne va' piu'...ecco che dopo tanti tanti anni e' ancora li',in quel sorriso che e' un pianto a secco,in quel muovere lo sguardo per ancorarsi a qualcosa,per convincersi di essere li'....vorrei essere Dio a volte e fregarmene di tutti gli inesplicabili disegni.

    Ps. Suo marito e' morto da un paio d'anni,lei aspetta.

  6. Pablo101 11 marzo 2011 ore 14:39
    ...quando si arriva a piangere "a secco", significa che è subentrata la rassegnazione, per qualcosa che va al di là della propria capacità di intendere.

    E' vero, uno sguardo dice molto, se si è in grado di saper vedere.

    Ciao Galì
  7. ladyjane1 19 novembre 2011 ore 15:38
    è verissimo
  8. sono.quisoloperte 04 agosto 2012 ore 15:53
    il dolore dell''anima quell'invisibile tarlo che corrode a poco a poco anche le tue certezze quel grido che nessuno sente, ed anche quando tu credi di aver vinto é li pronto di nuovo per te..

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.