Non posso riposare....

16 ottobre 2007 ore 09:43 segnala
Non posso riposare amore mio,
sto pensando a te ogni momento.
Non essere triste gioiello d’oro,
ne addolorata o preoccupata.
Ti assicuro che desidero solo te,
perché ti amo forte, ti amo tanto.
Se mi fosse possibile prenderei
lo spirito invisibile dell’angelo..
Le forme
e ruberei dal cielo il sole e le stelle
e creerei un mondo bellissimo per te,
per poterti regalare ogni bene.
Non posso riposare amore mio,
sto pensando a te ogni momento.
Ti assicuro che desidero solo te,
perché ti amo forte, ti amo tanto.

I misteri del Cuore

11 ottobre 2007 ore 09:34 segnala

Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo,
se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento
in questi orizzonti senza fine,
e in questa luce che tutto investe e penetra,
tu non piangeresti se mi  vorresti bene.
Qui sono ormai assorbitio dall'incanto del Signore,
dalle sue espressioni di infinità bontà e dai riflessi della sua sconfinata bellezza.
Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli al confronto.
Mi è rimasto l'affetto per te
una tenerezza che non ho mai conosciuto.
Sono felice di averti incontrata nel tempo,
anche se tutto era allora così fugace e limitato.
Ora l'amore che mi stringe profondamente a te,
è gioia pura e senza tramonto.
Mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa
del tuo arrivo  tu pensami così!
Nelle tue battaglie, nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine,
pensa a questa meravigliosa casa,

celata stretta nel mio cuore

dove non esiste  morte, ma solo eterno amore
dove ci disseteremo insieme, nel trasporto più intenso
alla fonte inesauribile dell'amore e della felicità.

Piacere e dolore

02 ottobre 2007 ore 11:14 segnala
Piacere e dolore   "Dobbiamo prendere sul serio i piaceri e i dolori della vita, e non cedere alla tendenza di manipolarli con leggerezza con qualche psicofarmaco o con qualche droga."
Sarebbe bello e anche logico se un'affermazione simile appartenesse al repertorio dei nostri medici di base, invece no. Se cosi' fosse i profitti delle case farmaceutiche produttrici di psicofarmaci non avrebbero incrementi annui di fatturato a due o tre cifre. Sarebbe bello e anche logico se un'affermazione simile appartenesse al repertorio degli insegnanti dei nostri figli, invece no.

Gli adulti sono avidi consumatori delle piu' svariate qualità di droghe, e non c'è bisogno di scomodare quelle canoniche: stiamo parlando di caffè, zucchero, cioccolato, alcool, sigarette, analgesici, sonniferi, ansiolitici, antibiotici, televisione, cellulare, computer, sesso, cibo, successo denaro, potere...

La frase d'apertura è del sociologo Francesco Alberoni il quale ci suggerisce di prendere sul serio il piacere e il dolore, ma non ci suggerisce come, anche perché questo non è il suo compito. Raccogliamo la staffetta e continuiamo lungo la linea tracciata dalla sua affermazione.

Le droghe citate dilagano grazie ad una tendenza talmente diffusa da risultare ovvia: combattere il dolore e ricercare il piacere.
Combattere il cancro, la depressione, la distrofia, la droga, fare la guerra e farla in tanti, farla contro qualcosa di inequivocabilmente brutto per potersi illudere di essere in pace, con se stessi e con la propria coscienza, con il mondo.

Se non vogliamo parlare di mala fede parliamo di ignoranza.
Avete mai visto il giorno senza la notte? Dove pensate che vada a finire tutta quell'ombra che tutti vogliono combattere? Tutto quel male?
Come mai viviamo cosi' a lungo e siamo cosi' infelici da non poterci fermare a guardare dove stiamo andando? Le droghe ci allungano la vita ma ce la allungano male.
Come possiamo continuare a credere che combattendo, facendo la guerra alla malattia, al dolore si possa un giorno vincere qualcosa?
Ma come vuoi dire che non è giusto sfuggire le emozioni negative e ricercare quelle positive? Tu saresti contento se ti venisse un bel tumore?
La mente razionale, duale è stupida e continua ad esserlo anche se è in maggioranza.

Se non vuoi il piacere allora vuoi il dolore, se non combatti la malattia allora ti piace la malattia, se non sei come noi allora sei diverso e dato che noi siamo buoni allora tu sei cattivo. Logico. Peccato che ciò che è logico non sia mai vero, la verità si sostiene da sola non ha bisogno della logica.

Le antiche tradizioni sapienziali che persistono da millenni al clamore mediatico delle grandi culture di volta in volta dominanti ci ricordano: cosi' in alto come in basso, tutto scorre, la vera natura delle cose è l'impermanenza, porgi l'altra guancia... Fuor di metafora significa che solo lo stolto crede che le emozioni piacevoli siano bene e quelle spiacevoli siano male, solo lo stolto combatte contro metà del cielo credendo di poter arrivare in paradiso. Questo ovviamente vale anche per il contrario.

Poesia P. Neruda

30 settembre 2007 ore 11:56 segnala
Un foglio bianco...
...la mia mente... in questo istante...
aspettando chi, incosciente,
scrivera' il mio mondo di domani...

La mia passione....

30 settembre 2007 ore 09:57 segnala
       Ti guardo li distesa davanti al mare

incantato dalle tue sinuose forme

inebriato dal tuo profumo che

la mia testa ossesiona, confonde..

appasionato della tua voce

che ti descrive esattamente

a chi non può più vederti

ma immaginando sente.

E come fare a meno del tuo sapore,

dei tuoi colori, del tuo amore,

di cui gelosi non si puo essere,

perché di tutti hai preso il cuore,

tranne di chi non ti conosce veramente,

di chi ascolta ma non sente,

di chi non sa senza te quanto perde,

di chi gratuitamente t’offende.

Tu che mi tieni compagnia la notte

che in silenzio ascolti la mia mente

tu che ne hai fatto innamorare tanti

artisti, poeti, amanti, cantanti

tu che sei cosi vera e che lo sarai per sempre…  

Vorrei sapere dove riposa il vento

25 settembre 2007 ore 11:31 segnala
Vorrei sapere
dove riposa
il vento che soffia
sulle tue labbra
per assaporare
al ritorno
un sospiro di silenzio
e poi
tornare a separarmi
da quelle idee
tinte di desiderio......

Cuore in Tormenta

21 settembre 2007 ore 08:05 segnala

perché quando si è innamorati,si è continuamente scossi
da raffiche di vento tormentoso che sanno inquietare, agitare,
intristire, e gioire rendendo unici i giorni
da innamorato felice.

A chi ha il cuore al centro di una tormenta speciale e a chi sogna,
fin da domattina, di potersi ritrovare coinvolto dal più esilarante degli amori ......

Inno alla Poesia

20 settembre 2007 ore 11:48 segnala

La curva dei tuoi occhi intorno al cuore
ruota un moto di danza e di dolcezza,
aureola di tempo,arca notturna e sicura
e se non so più quello che ho vissuto
è perchè non sempre i tuoi occhi mi hanno visto.
Foglie di luce e spuma di rugiada
canne del vento,risa profumate,
ali che coprono il mondo di luce,
navi cariche di cielo e di mare,
caccia di suoni e fonti di colori,
profumi schiusi da una cova di aurore
sempre posata sulla paglia degli astri,
come il giorno vive di innocenza,
così il mondo vive dei tuoi occhi puri
e tutto il mio sangue va in quegli sguardi

La poesia non è un modo di esprimere un'opinione. E' un canto che sale da una ferita sanguinante o da labbra sorridenti. (Gibran)

Anima di Poeta

14 settembre 2007 ore 18:12 segnala
  In ogniuno di noi... nascosto tra l'anima e il cuore sta l'animo nobile del poeta che s'affaccia qualora le emozioni sovrastano la soglia del piacere o quella del dolore è allora... solo allora.. che le parole si vestono coi colori del cuore che ogni frase rivela il nostro amore.....

Napoli in prosa....Sospiro innamorato

14 settembre 2007 ore 05:50 segnala
C''o primmo suspiro d''a sera te scite ricordo luntano e ''nnanze a chist'uocchie accumpare na faccia , na vocca , na mano . E' autunno e sta rena ch'è 'nfosa , p''e lacreme doce d''a luna , cu' ll'onne d''o mare se sposa e tu nun ce staje , che sfurtuna E guardo ' o mare ma chesta sera l'onne songhe 'o ritratto e sti penziere mieje veneno e vanno comme 'e ricorde ca se perdono là addò l'acqua se vasa c''o cielo.