Oggi

08 aprile 2016 ore 18:07 segnala
Mi chiedo se la mia estrema visione negativa della vita e soprattutto delle razza umana, che ormai mi appartiene ,dipenda solo dalla mie esperienze di vita, non affatto esaltante, o dalla mia eta non più giovane, o dalla mia depressione endemica, o dalla mia infelicità, oppure se davvero la vita è cosi.
Mi ricordo quando solo 10 anni fa vedevo le situazioni e soprattutto le persone con occhi completamente diversi, e mi chiedo se questo dipendesse dal fatto che ero un ingenua , un' illusa o da cos'altro.
Adesso non mi meraviglio più di nulla, e quando scopro la mente di ognuno, i difetti di ognuno, e soprattutto le loro meschinità, mi chiedo ma le gente vive bene, si sente realizzata, proprio perché ragiona in un modo cosi lontano dal mio che io posso giusto che darmi una sparata.
Ma il bello della situazione è che non lo fanno apposta. Tutti sono cosi e manco si accorgono di come sono.
Poi viene l'amarezza e la tristezza e non solo a me, ma anche agli altri.
E ti rendi conto che cmq ti comporti, è quasi sempre sbagliato, perché non stai nelle testa degli altri e non puoi sapere cosa gli altri reputano giusto o si aspettano da te.
Sono stanca , stanca di come è fatta la gente.
O meglio di come io scopro sia fatta la gente, perché sostanzialmente non capisco molto degli altri.
Mi sorprendo ogni volta, se all'improvviso li rivedo umani, e pieni di debolezze ed avviliti e soprattutto non so fingere.....questa è la cosa peggiore.
La gente trama, escogita, si sistema nel meglio che crede , io non l'ho mai fatto e manco ci riesco.
Mi prende solo la tristezza e l'avvilimento e la costatazione che ognuno sa solo comportarsi male con te e con gli altri e si attacca a una marea di meschinità.
La gente sa vivere non abbassando mai la guardia, e te lo confessa anche.
Te lo confesserà per amicizia non so per cosa, per cercare adesione, per portarmi dalla sua parte, mentre l'unico effetto che produce in me è un enorme tristezza di fronte alla constatazione di tutto questo.
Sono stanca di vivere cosi. Non c'è nessun sentimento buono, e non c'è mai stato.
Sembra che ognuno sia solo animato, da invidia , gelosia, arrivismo, tornaconto personale.
E costatare sempre questo diventa sempre più pesante, anche e soprattutto quando hai gia i tuoi enormi problemi che sono irrisolvibili.
Ho imparato a non aspettarmi più niente e non credo che questo sia un bene per la mai debole mente precaria.
non credo proprio
8e47e67c-affa-41df-9c34-a483dc38b8dd
Mi chiedo se la mia estrema visione negativa della vita e soprattutto delle razza umana, che ormai mi appartiene ,dipenda solo dalla mie esperienze di vita, non affatto esaltante, o dalla mia eta non più giovane, o dalla mia depressione endemica, o dalla mia infelicità, oppure se davvero la vita è...
Post
08/04/2016 18:07:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.