Peccando ho desiderato.

05 maggio 2016 ore 09:00 segnala
Avrei potuto non innamorarmi di te?
Impossibile, sarebbe stato come chiedere alla pioggia di ritornare ad essere nuvola, o al fiume di ritornare alla sua sorgente, oppure ordinare al sole di non sorgere e alla notte di liberarsi di tutte le stelle.
Mi sono innamorata di te.
Ho respirato inspirando a fondo l’amore che nasceva dalle parole scritte.
Mi sono nutrita di sogno, diventando avida…
e
peccando ho desiderato…
Pelle nuda, lingua umida,
mani calde, giochi leciti e carezze intense, profumi e sapori di noi.
Sono innamorata di te.
Ti respiro, mi nutro…
e
continuo a peccare.

a5b4ecba-9f14-40b3-9ed4-58644ee73133
Avrei potuto non innamorarmi di te? Impossibile, sarebbe stato come chiedere alla pioggia di ritornare ad essere nuvola, o al fiume di ritornare alla sua sorgente, oppure ordinare al sole di non sorgere e alla notte di liberarsi di tutte le stelle. Mi sono innamorata di te. Ho respirato inspirando...
Post
05/05/2016 09:00:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. mahalo2011 05 maggio 2016 ore 12:56
    Se mi permetti, aggiungo una frase ... "Ecco, lui mi ispira a volte cose che non avevo mai considerato, e ho paura." ... Desiderio, peccato e paura ... stessa faccia della stessa medaglia che è la Vita
  2. pennabianca10 05 maggio 2016 ore 14:14
    La paura poi va a finire nell'incanto.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.