La valigia

05 febbraio 2014 ore 07:19 segnala
CIAO..... e aggiungi il mio nome.
Sei tornato sui tuoi passi per salutarmi.
Troppo tempo che non ti vedevo, e una vita che non lo facevi, da quando scrivemmo la parola fine alla nostra storia.
Che strana sensazione.
Questo tuo gesto inusuale ormai, capace di portarmi indietro anni , mi sorprende e allo stesso tempo risveglia in me qualcosa di inaspettato e dimenticato.
Un soffio alza la polvere che ha sepolto il cuore, un alito di vento riaccende la brace sopita, ecco cosa ho provato.
Sentirmi viva, per un attimo ancora.
E se ancora sei capace di farmi questo e di darmi questo devo farmi delle domande.
E se volutamente sfuggo il tuo sguardo che mi spoglia e mette a nudo il mio animo, ancora dopo tutto questo tempo, sarà perché a tutte quelle domande non ho voglia più di rispondere per paura di trovarci la parte di me che più mi piace, ma più mi spaventa.
Per questo e per mille altri motivi ho scelto di morire, pur essendo viva.
E ti conosco troppo bene per non capire che questo tuo gesto ha un significato .... Perché? Ma perché ....
Dimmelo tu come ci si sente, quando basta un secondo ad annullare anni di distanza, anni di rinunce.
E trovarsi grandi e invecchiati, più dentro che fuori.
E avere voglia che ogni passo del tuo ritorno corrisponda a un anno, fino a sradicare tutti i ma è tutti i se che ci hanno diviso.
Ancora una volta faccio i conti con la mia disillusione. Dovrò smetterla prima o poi di convincere me stessa che non conti più nulla ,che sei solo passato.
Intanto c'è lei che ti aspetta fuori, C'è lui che mi aspetta a casa, ignari di quello che ci accade ogni volta e non so dire se è fortuna che accada sempre meno.
E lottare ancora con i sensi di colpa , come se ogni volta fosse un tradimento e in fondo lo è , perché il cuore vola e non dalla parte dove sarebbe giusto che andasse.
E perché non posso impedirgli di farlo, riuscendomi a impormi di sognare,almeno ... che ormai sono scesa a compromessi con la vita e con i miei sentimenti , per non sbagliare più e soprattutto per non ferire.
E ne faccio le spese, ormai tutte le volte che quel muscolo torna a battere in sordina, silenzioso e sordo , soffocato dall'ennesima pietra che aggiungo per non ascoltarlo.
Continuo, a rubare questi momenti al mio tempo , li nascondo nell'album di una collezione racchiusa nell'involucro dell'anima.
Attimi che si aggiungeranno al vento del rimpianto, quello della valigia che porterai sempre con te, della quale conosci il contenuto, ma non aprirai per tutta la vita, quasi fosse un immenso tesoro, restando per sempre il tuo più grande segreto.
Nel frattempo sei andato, ma resta l'incanto, conteso tra l'euforia e lo sconforto che mi lasci.
Non resta che attendere, un altro incontro, il prossimo inutile sogno, ma dopotutto non è così vano se è sufficiente per rinascere , anche se solo un istante. Quell'istante che può valere l'eternità ... E che importa se fa pure male .....


646abd0d-f4bd-4a75-8ed5-9a27ed01994c
CIAO..... e aggiungi il mio nome. Sei tornato sui tuoi passi per salutarmi. Troppo tempo che non ti vedevo, e una vita che non lo facevi, da quando scrivemmo la parola fine alla nostra storia. Che strana sensazione. Questo tuo gesto inusuale ormai, capace di portarmi indietro anni , mi sorprende e...
Post
05/02/2014 07:19:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.