Neruda e l'assenza...

06 gennaio 2008 ore 20:13 segnala

In un pomeriggio mai esistito, in un luogo mai visto...Neruda mi chiama con le sue parole.. .....ed è musica.....

 

Mi piace quando taci .

 

Mi piace quando taci perchè sei come assente, e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca.

Sembra che gli occhi ti sian volati via e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Poichè tutte le cose son piene della mia anima emergi dalle cose, piene dell'anima mia.

Farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima, e rassomigli alla parola malinconia.

Mi piace quando taci e sei come distante. E stai come lamentandoti, farfatta turbante.

 E mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge: lascia che io taccia col tuo silenzio. Lascia che ti parli pure col tuo silenzio chiaro come una lampada, semplice come un anello.

Sei come la notte, silenziosa e costellata. Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.

Mi piace quando taci perchè sei come assente.

 Distante e dolorosa, come se fossi morta. Allora una parola, un sorriso bastano. E son felice, felice che non sia così.

 

 P. Neruda

Domani torno al lavoro...

06 gennaio 2008 ore 19:55 segnala

E adesso basta vado fuori!!!

 

Sempre se trovo i pantaloni...e vado ad affogare tutti i miei dolori...

 

Odio i lunedì...i lunedì....

Scappare...vivere una città da turisti

06 gennaio 2008 ore 19:29 segnala
...una città vista da turista ha sempre un fascino estremo...tu sei lì, come i cittadini che lì vivono.... e ascolti i rumori,annusi gli odori, guardi lo stesso cielo che tutti guardano.. Ma per te quella città avrà sempre un sapore diverso..tu lì sei un turista, tu quella città non la stai semplicemente vivendo, tu la stai assorbendo nella pelle, nel cuore nel naso negli occhi... E così penso a Stoccolma mentre guardo Venezia, perchè entrambi hanno lo stesso odore...di acqua...il sapore di case colorate e pesce fritto dai balconi.. sembra quasi un' interminabile estate.. Vojo annà ar mareeeee ;-(

Se me parte la ciavatta....

06 gennaio 2008 ore 18:54 segnala

....faccio na strageeee!!!:-)))

 

Adoro le rane..che animali affascinanti non trovate?!

Gli anfibi...il loro nome deriva dal greco ed esattamente significa "doppia vita"...perchè le rane sanno vivere sia fuori che dentro l'acqua, e passano parte della loro esistenza in acqua e parte sulla terraferma...

 

Come mi stuzzica questa idea...vorrei possedere uno spirito di adattamento così forte anche io..e invece me sento sempre fuori posto!Ma com'è sta cosa?! 

L'amore ad ogni costo...

06 gennaio 2008 ore 18:25 segnala
...ovvero come la romanticheria moderna ci allontani sempre più da una vita felice e serena .;-) Adoro questa poesia..ed è una delle poche che, secondo me, spiega il vero significato dell'amore..e della passione. Buona lettura Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte Il primo per vederti tutto il viso Il secondo per vederti gli occhi L'ultimo per vedere la tua bocca E tutto il buio per ricordarmi queste cose Mentre ti stringo fra le braccia. J. Prevert

Bloggare o non bloggare??!! this is the question..

06 gennaio 2008 ore 18:12 segnala
Ed eccomi qua! finalmente ci sono anche io..in effetti mi chiedevo quale fosse l'utilità di un blog. O meglio, cosa diavolo può importare alla gente di leggere idiozie scritte da una pazza?! E la verità è che non ho trovato risposta...:-)) Probabilmente alla gente non importa nulla delle mie minkiate, ma a me va di raccontarmi e quindi mi sperimento anche in questo.. In fondo Andy Warhol diceva " nel futuro, ognuno di noi sarà famoso per 15 minuti"...e il suo pronostico non è molto lontano dalla frenesia di notorietà che abbiamo tutti oggi.. O forse questo è un modo come un altro per sentirsi meno soli.. Chissà magari funziona! E divento meno pessima :ok Se così non fosse questo blog resterà comunque un esperimento che ho fatto, e fanculo il mondo :-))) :dito