E ADESSO CHE TOCCA A ME

13 ottobre 2008 ore 13:46 segnala

E adesso che sono arrivato
Fin qui grazie ai miei sogni
Che cosa me ne faccio
Della REALTÀ

Adesso che non ho
Più le mie illusioni
Che cosa me ne frega
Della VERITÀ

Adesso che ho capito
Come va il mondo
Che cosa me ne faccio
Della SINCERITÀ
E adesso
E adesso

E adesso che non ho
Più il mio motorino
Che cosa me ne faccio
Di una macchina

Adesso che non c’è
Più Topo Gigio
Che cosa me ne frega
Della Svizzera

Adesso che non c‘è
Più brava gente
E tutti son più furbi
Più furbi di me

E ADESSO CHE TOCCA A ME
E ADESSO CHE TOCCA A ME
E ADESSO CHE TOCCA A ME
E ADESSO CHE TOCCA A ME

 

PER ME E' IMPORTANTE

11 ottobre 2008 ore 09:37 segnala

Le incomprensioni sono così strane
sarebbe meglio evitarle sempre
per non rischiare di aver ragione
ché la ragione non sempre serve.
Domani invece devo ripartire
mi aspetta un altro viaggio,
e sembrerà come senza fine
ma guarderò il paesaggio...

Sono lontano e mi torni in mente
t’immagino parlare con la gente...

Il mio pensiero vola verso te
per raggiungere le immagini
scolpite ormai nella coscienza
come indelebili emozioni
che non posso più scordare
e il pensiero andrà a cercare
tutte le volte che ti sentirò distante
tutte le volte che ti vorrei parlare
per dirti ancora
che sei solo tu la cosa
che per me è importante...

Mi piace raccontarti sempre
quello che mi succede,
le mie parole diventano nelle tue mani
forme nuove colorate,
note profonde mai ascoltate
di una musica sempre più dolce
o il suono di una sirena
perduta e lontana.

Mi sembrerà di viaggiare io e te
con la stessa valigia in due
dividendo tutto sempre.
Normalmente....

 

IL MIO PENSIERO

09 ottobre 2008 ore 00:58 segnala

Cosa c’entra questo cielo lucido
Che non è mai stato così blu
E chi se ne frega delle nuvole
Mentre qui manchi tu

Pomeriggio spompo di domenica
Come fanno gli altri a stare su
Non arriva neanche un po’ di musica
Quando qui manchi tu

E adesso che sei dovunque sei
Chissà se ti arriva il mio pensiero
Chissà se ne ridi o se ti fa piacere

Cosa c’entra quel tramonto inutile
Non ha l’aria di finire più
E ci tiene a dare il suo spettacolo
Mentre qui manchi tu

Così solo da provare panico
E c’è qualcun\'altra qui con me
Devo avere proprio un aria stupida
Sai come è manchi te

E adesso che sei dovunque sei
Chissà se ti arriva il mio pensiero
Chissà se ne ridi o se ti fa piacere

E adesso che sei dovunque sei
Ridammelo indietro il mio pensiero
Deve esserci un modo per lasciarmi andare

Cosa c’entra questa notte giovane
Non mi cambia niente la tv
E che tristezza che mi fa quel comico
Quando qui manchi tu

E adesso che sei dovunque sei
Chissà se ti arriva il mio pensiero
Chissà se ne ridi o se ti fa piacere

E adesso che sei dovunque sei
Ridammelo indietro il mio pensiero
Deve esserci un modo per lasciarmi andare

 

IL GIOCO DEGLI DEI

07 ottobre 2008 ore 00:00 segnala

Gli dei lanciano i dadi, ma non domandano se vogliamo partecipare al gioco. Non vogliono sapere se hai lasciato un uomo, una casa, un lavoro, una carriera, un sogno. Gli dei non badano al fatto che tu vuoi avere una vita in cui ogni cosa sia al proprio posto, in cui ogni desiderio si possa esaudire con il lavoro e la pertinacia. Gli dei non tengono conto dei nostri piani e delle nostre speranze. In qualche luogo dell'universo, loro lanciano i dadi e, casualmente, vieni scelto tu. Da quel momento in poi, vincere o perdere è solo questione di opportunità. Gli dei lanciano i dadi e liberano l'amore dalla sua gabbia. Questa forza può creare o distruggere, a seconda della direzione in cui soffia il vento nel momento in cui si è liberata dalla prigione. L'amore può condurci all'inferno o in paradiso, comunque ci porta sempre in qualche luogo. É necessario accettarlo, perchè esso è ciò che alimenta la nostra esistenza. Se non lo accettiamo, moriremo di fame pur vedendo i rami dell'albero della vita carichi di frutti: non avremo il coraggio di tendere la mano e di coglierli. É necessario ricercare l'amore la dove si trova, anche se ciò potrebbe significare ore, giorni, settimane di delusione e di tristezza. Perchè nel momento in cui partiamo in cerca dell'amore, anche l'amore muove per venirci incontro. E ci salva. E nell'amore non esistono regole. Possiamo tentare di seguire dei manuali, di controllare il cuore, di avere una strategia di comportamento. Ma sono tutte cose insignificanti. Decide il cuore. E quando decide è ciò che conta.

                                                                                                                                                 Paulo Coelho

LO SPECCHIO DEI PENSIERI...

04 ottobre 2008 ore 11:13 segnala
seduta sulla riva
di questa mia coscienza
la malinconia

far conto dei miei giorni
comprese le esperienze
della vita mia

somiglia ad un gabbiano
con le ali aperte lungo l'orizzonte
abbraccio il cielo che e' sopra di me

che affonda dentro lo scenario
di un tramonto

io che leggevo sempre
ali di farfalle dentro gli occhi tuoi

nutrivo la speranza
che la tua pelle fosse solamente mia

tu invece programmavi
un'avventura un'altra storia
senza me

e il tuo profumo non mi va piu' via
dalle lenzuola il mare aperto
di un ricordo

io senza di te
fotografia di chi va via

nello specchio dei pensieri miei
ti vedo ma non ti raggiungo mai

faccio a pezzi la mia rabbia
prendo a calci questa sabbia
se sapessi amare un'altra
ti cancellerei dal tempo no
senza di te
seguo una via
di periferia

il cielo sta piangendo su di noi
chissa' se sta bagnando gli occhi tuoi

io ti cerco come il fiato
che si perde contro un vetro

sulla tela di un pittore
che dipinge quello che non c'e'

l'amore ci abbandona
e il vortice del tempo
non ci avvolge piu'

sperduti in quella sfera
di un mondo capovolto
che ci spinge giu'

si perde la speranza
di ritrovarti ancora nella vita mia

forse eri solo la fotografia
abbandonata nell'armadio dei ricordi

io senza di te
fotografia di chi va via

il cielo sta piangendo su di noi
chissa' se sta bagnando gli occhi tuoi

io ti cerco come il fiato
che si perde contro un vetro

sulla tela di un pittore
che dipinge quello che non c'e'

no no no no no no
amore mio ti cerchero'

ti cerco e ti perdo
no no no no no no no

io...............
senza di te

Heaven Out of Hell

01 ottobre 2008 ore 22:42 segnala

Questa canzone ce l'ho nella testa da stamattina...buon ascolto....

SOGNAMI

27 settembre 2008 ore 08:53 segnala

CHE QUESTA MIA CANZONE …. ARRIVI A TE
TI PORTERà DOVE NIENTE E NESSUNO L’ASCOLTERà—
LA CANTERò CON POCA VOCE… SUSSURRANDOtela
e arriverà PRIMA CHE TU……TI ADDORMENTerai….

E se…… mi sognerai
Dal cielo cadrò-----
E se …..domanderai….
Da qui risponderò………
E SE…… TRISTEZZA e vuoto AVRAI
DA qui ………. cancellerò

Sognami se nevica
Sognami sono nuvola
Sono vento e nostalgia
Sono dove vai…..

E se mi sognerai
Quel viso riavrò…
mai più..mai più quel piangere per me
sorridi e riavrò……..

Sognami se nevica
Sognami sono nuvola
Sono il tempo che consola
Sono dove vai…..

Rèves de moi amour perdu
Rèves moi, s’il neigera
Je suis vent et nostalgie
Je suis où tu vas

Sognami mancato amore
La mia cASA è insieme a te
Sono l’ombra che farai
Sognami da li……….

Il mio cuore è li….

 

TI RINCONTRERO'

20 settembre 2008 ore 08:43 segnala

In ogni ora passata a macinare la vita,
come fosse una strada di volti e sensazioni
questa fame che è dentro di noi
non si è ancora placata,
abbiamo perso le ali,
siamo troppo lontani per ritrovare un contatto
senza pelle e mani,
ma se i tuoi occhi sono specchio dei miei
allora prova a pensare,
sai che un giorno io
ti rincontrerò
in un altro me in un'altra te
ti rincontrerò
in un tempo che senza tempo è
quando viene la notte,
io volo in alto sui tetti
per sentirmi più vero
alla luce della luna
che bella è questa vita,
e come sembra infinito
questo spazio che scopro fuori e dentro me,
volevo prendermi cura di te,
sarebbe bello toccarci sì,
ma con le parole se vuoi
lo senti anche tu
che siamo qualcosa di più
sai che un giorno io ti rincontrerò,
in un altro me in un'altra te,
ti rincontrerò,
sai che un giorno io
ti rincontrerò...
una danza che non finisce...
ti rincontrerò
e in un tempo che senza tempo è...
ti rincontrerò...