Riflessione ...

15 maggio 2016 ore 02:41 segnala
Mi piace molto chiudere gli occhi e fantasticare.
Molte volte vedo un colore tenue che mi accompagna non so dove,
ma che sicuramente mi fa star bene dentro di me ...
Una visione diversa di questo mondo che ho vissuto fino a poco prima,
fatto di felicità, di rabbia, di odio, di amore, di sofferenza come di gioia.

Come mi sentirei bene sicuramente a non riaprire più gli occhi su questo mondo,
dove l'indifferenza e l'egoismo della gente ti chiude la vita,
la prende come se sia un suo diritto e la getta nel più profondo mare, senza possibilità di ritorno.

Sicuramente mi immagino nel percorrere quel viale alberato dove il solo silenzio mi abbraccia in un'avvolgente senso di pace.

Ed invece scopro che non riesco a chiudere gli occhi con facilità per non riaprirli più, forse perchè credo sempre che quanto ho dato e fatto in questa vita terrena,
possa essere servito a qualcuno per diventare più forte dentro, anche se ha tolto una parte di me.

Vorrei ancora vivere perchè qualcuno mi ha insegnato a farlo, dando amore a chi da me ha avuto forse poco o forse tanto, ma sempre con onestà e rispetto.

E tornerò a camminare ancora sulla mia strada, incontrando ancora quelle mani che stringeranno le mie, come un'unico stringersi per essere più vicini con il cuore.

E se questo mio cuore un giorno si sentirà felice di battere, vorrà dire che qualcuno ha saputo rendergli ciò che era giusto meritasse di riavere.

Al momento tengo chiusi gli occhi non per non riaprirli più, ma per immaginare quel dono che la vita mi ha dato quando aprii gli occhi per la prima volta.

Quel dono che ancora oggi si chiama Amore ...


Vietato calpestare i sogni ©ELisa
9de8aee3-7322-4e33-9b84-e80fcfe19bdd
Mi piace molto chiudere gli occhi e fantasticare. Molte volte vedo un colore tenue che mi accompagna non so dove, ma che sicuramente mi fa star bene dentro di me ... Una visione diversa di questo mondo che ho vissuto fino a poco prima, fatto di felicità, di rabbia, di odio, di amore, di sofferenza...
Post
15/05/2016 02:41:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Non Serve

29 luglio 2015 ore 02:37 segnala
Non Serve

Cercare il paradiso
con tutta la rabbia
che ho addosso,
cercare di arrivare
dove tuttora so
che non posso
non è un insolito paradosso.
Il cercare talvolta
mi ha tagliato le gambe
le ha fatte cedere di colpo entrambe
in mezzo ad una strada
piena di piccoli sassi
che erano tanti piccoli guai
che nascondevano pene
che non mi sarei aspettata mai.
Ho voltato l’angolo
sì, procedo a rilento
ma a volte vi giuro
che corro come il vento
che strana pazzia
l’inconcludente vita mia
se tornare in dietro servisse a qualcosa
ma non si può
e sulle rive di un fiume di passione
stanotte dormirò
guarderò la corrente
spazzare la mia mente
e tornerò davanti a me stessa
come una persona coerente
tanto fuggire ormai …

non serve più a niente.


Poesie©ELisa
921c1470-3527-4824-9f67-c7f02eea299c
Non Serve Cercare il paradiso con tutta la rabbia che ho addosso, cercare di arrivare dove tuttora so che non posso non è un insolito paradosso. Il cercare talvolta mi ha tagliato le gambe le ha fatte cedere di colpo entrambe in mezzo ad una strada piena di piccoli sassi che erano tanti piccoli...
Post
29/07/2015 02:37:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

HO CONTATO I MIEI ANNI

01 luglio 2015 ore 20:55 segnala
HO CONTATO I MIEI ANNI

“Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da ora in avanti, rispetto a quanto ho vissuto finora …

Mi sento come quel bimbo cui regalano un sacchetto di caramelle: le prime le mangia felice e in fretta, ma, quando si accorge che gliene rimangono poche, comincia a gustarle profondamente.
Non ho tempo per riunioni interminabili, in cui si discutono statuti, leggi, procedimenti e regolamenti interni, sapendo che alla fine non si concluderà nulla.
Non ho tempo per sopportare persone assurde che, oltre che per l’età anagrafica, non sono cresciute per nessun altro aspetto.
Non ho tempo, da perdere per sciocchezze.
Non voglio partecipare a riunioni in cui sfilano solo “EGO” gonfiati.

Ora non sopporto i manipolatori, gli arrivisti, né gli approfittatori.
Mi disturbano gli invidiosi, che cercano di discreditare i più capaci, per appropriarsi del loro talento e dei loro risultati.
Detesto, se ne sono testimone, gli effetti che genera la lotta per un incarico importante.

Le persone non discutono sui contenuti, ma solo sui titoli …

Ho poco tempo per discutere di beni materiali o posizioni sociali.
Amo l’essenziale, perché la mia anima ora ha fretta …

E con così poche caramelle nel sacchetto …

Adesso, così solo, voglio vivere tra gli esseri umani, molto sensibili.
Gente che sappia amare e non burlarsi dell’ingenuo e dei suoi errori.
Gente molto sicura di se stessa , che non si vanti dei suoi lussi e delle sue ricchezze.
Gente che non si consideri eletta anzitempo.
Gente che non sfugga alle sue responsabilità.
Gente molto sincera che difenda la dignità umana.
Con gente che desideri solo vivere con onestà e rettitudine.
Perché solo l’essenziale è ciò che fa sì che la vita valga la pena viverla.


Voglio circondarmi di gente che sappia arrivare al cuore delle altre persone …
Gente cui i duri colpi della vita, abbiano insegnato a crescere con dolci carezze nell'anima.

Sì… ho fretta… per vivere con l’intensità che niente più che la maturità ci può dare.

Non intendo sprecare neanche una sola caramella di quelle che ora mi restano nel sacchetto.

Sono sicuro che queste caramelle saranno più squisite di quelle che ho mangiato finora.
Il mio obiettivo, alla fine, è andar via soddisfatto e in pace con i miei cari e con la mia coscienza.

Ti auguro che anche il tuo obiettivo sia lo stesso, perché, in qualche modo, anche tu te ne andrai…”

(Mario de Andrade - poeta, novellista e saggista brasiliano)

* Michael Buble *
" The Way You Look Tonight "

6488d78a-3b7c-4904-a796-eea52a09a621
HO CONTATO I MIEI ANNI “Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da ora in avanti, rispetto a quanto ho vissuto finora … Mi sento come quel bimbo cui regalano un sacchetto di caramelle: le prime le mangia felice e in fretta, ma, quando si accorge che gliene rimangono...
Post
01/07/2015 20:55:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

N o s t a l g i a

13 gennaio 2015 ore 05:12 segnala
ALLA VOLTA RITORNO ...

La scrittura è liberatoria, come una terapia.
Svuota vecchi tormenti e riempie di nuove visioni.

Su quel foglio bianco, candido, luminoso scriviamo ciò che formava ieri in un nuovo oggi, lasciando spazio in quei puntini di sospensione a quello che sarà domani.

Scrivere è bello, calma e infervora pensieri tenuti timidamente nascosti.

Scrivere è dolore e condivisione.
Scrivere è gioia e appartenenza.

Non ha importanza come si scrive, se si è poeti di strofe o rime, se si è scrittori di romanzi o fiabe, non è come si scrive, ma quello che si scrive.

Scrivere è fantasia che stuzzica desideri ed emozioni ci libera in un volo senza ali.

Scrivere per trasmettere e non ha importanza la forma o lo stile ma la capacità di penetrare nelle emozioni di chi legge, quella sensibilità che sfiora le persone e le riconosce come simili.

Se dovessimo guardare alla forma allo stile alla rima quanti fogli bianchi rimarrebbero orfani.

Scrivere su quel foglio bianco per dare un nuovo inizio, un significato alla nostra storia violando il candore del colore bianco con la poliedricità dei colori dell'anima.


ascolto:
770384df-6816-4dbd-882a-0e2d225eff68
ALLA VOLTA RITORNO ... La scrittura è liberatoria, come una terapia. Svuota vecchi tormenti e riempie di nuove visioni. Su quel foglio bianco, candido, luminoso scriviamo ciò che formava ieri in un nuovo oggi, lasciando spazio in quei puntini di sospensione a quello che sarà domani. Scrivere...
Post
13/01/2015 05:12:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    4

... Fine estate ...

30 agosto 2011 ore 04:26 segnala
... Fine estate
Ogni anno puntualmente si ripresenta
con i suoi intensi colori, profumi, luci nuove.
Verdi sono i prati, come le foglie sui rami degli alberi.
Traboccanti aiuole di variopinti colori.
Sulle nostre tavole funghi freschi, mele rosse e grappoli d'uva.
L'aria fresca, il cielo limpido, stellato durante la notte.
Ricordi, pensieri, sogni si accavallano nella nostra mente...
58c2d33f-170d-4946-a6fb-166a9813f7c5
... Fine estate Ogni anno puntualmente si ripresenta con i suoi intensi colori, profumi, luci nuove. Verdi sono i prati, come le foglie sui rami degli alberi. Traboccanti aiuole di variopinti colori. Sulle nostre tavole funghi freschi, mele rosse e grappoli d'uva. L'aria fresca, il cielo limpido,...
Post
30/08/2011 04:26:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Le simpatie, le avventure, l'amore....

23 agosto 2011 ore 03:05 segnala
Se un' anima avverte un'altra anima, è segno che prova la curiosità di conoscerla. Ma se ne incontra una che sembra attenderla ad un dato incrocio, certo devono compiere un tratto di strada insieme.

Le simpatie sono misteriosi preludi di armonie inespresse che vagano nell'infinito: ricordi sospinti dall' irreale che forse non fu, anticipazione di un sogno che forse non sarà.
Tutte le cose fatte per noi ci giungono al momento necessario. E può darsi che la nostra affinità sia la luminosa corrente di attrazione per le anime desiderose di meglio conoscersi.
Se due destini si urtano, un'ora sarà bruciata, e il vento ne disperderà le ceneri senza traccia nè in noi, nè fuori di noi.
Se due desideri s'incontrano, nasce l'avventura, e la fiamma può ardere per giorni, mesi e anni: divampate di passione, morire del capriccio, rimanere accesa come il lucignolo dell'abitudine....
Ma solo l'amore può costituire il vero destino.
Le avventure si perdono nei labirinti in cerca del piacere. L'amore non si rende mai schiavo del piacere. Le avventure hanno bisogno della testimonianza di tutto un mondo. L'amore ha il suo mondo dentro di sè. Le avventure chiedono protezione a mille piccole futili cose. L' amore si protegge da solo. Le avventure esigono che quanto le circonda dia loro una perenne gioia. L' amore invece dà gioia a tutte le cose. Le avventure condannano spesso e l'amore assolve sempre. Le avventure si allontano imprecando. L' amore sa soffrire in silenzio.
Analizzare quando un incontro rimane avventura, catalogare capricci e passioni, discernere quello che un'anima dona e un' altra riceve, è frutto ancora dell' amore. L' uomo farà bene a non giurare sull' assioma della sua superiorità e la donna sulla pregiudiziale della sua debolezza. Ma appena, per un misterioso richiamo degli spazi, ad un dato incrocio due anime s' incontrano, si riconoscono e si avviano inseme verso l'avvenire, salutiamo il divino preludio dell' amore. Allora non diventi un gioco, ma un giuramento: non un ubbidienza servile, ma una collaborazione coscente. Il patto spesso è sigillato senza una parola: il silenzio è il miglior cancelliere dell'amore.
5d07085b-9a14-4c44-bc10-6de843701daf
Se un' anima avverte un'altra anima, è segno che prova la curiosità di conoscerla. Ma se ne incontra una che sembra attenderla ad un dato incrocio, certo devono compiere un tratto di strada insieme....
Post
23/08/2011 03:05:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Ogni tanto, si torno ^^

18 luglio 2011 ore 03:21 segnala
"Se sei triste sorridi, piangere è troppo facile".

" Lei non era felice, aveva donato la sua vita agli altri, aveva rimandato la sua felicità a domani e per quanto corresse, quel suo treno domani era sempre distante almeno 24 ore.
Cos’era la felicità, un bacio? La foto di quella vacanza o l’idea di allargare le gambe per far entrare aria nuova nei suoi sensi ingannati? Forse un bimbo con il lecca lecca? Un clown che sorride? Un marito che ti dice “va bene amore?” O ancora un caffè buono e un finestrino del treno che si getta alle spalle foto belle, troppe per poterle rimpiangere?
Lei chiedeva poco, chiedeva solo di vivere per vivere senza calpestare le idee di chi viaggiava al suo fianco, chiedeva nulla. Percorreva invece un film ritagliato, fatto di spezzoni ripetuti, invocati, e evocati e sacrificati alla fine, nell’attesa inevitabile di un’altra eternità, non così ripetitiva e monotona.
Forse abbandonarsi tra le braccia del tempo era la risposta alle sue inquietudini, ma risuonavano passi e voci lungo l’androne consunto nel buio del momento, dove le attese non hanno più consistenza, consapevole che tutto è trascorso, irrimediabilmente… !
byLisa
c1735b15-0e9c-43ed-8271-d0680f0a6543
"Se sei triste sorridi, piangere è troppo facile". " Lei non era felice, aveva donato la sua vita agli altri, aveva rimandato la sua felicità a domani e per quanto corresse, quel suo treno domani era sempre distante almeno 24 ore. Cos’era la felicità, un bacio? La foto di quella vacanza o l’idea...
Post
18/07/2011 03:21:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Per il bene dell'anima...

03 agosto 2009 ore 21:06 segnala
“…Per il bene dell’anima, del corpo e del cosmo, che ci tiene uniti tutti in un pugno, almeno una volta bisogna provare



tristezza

sofferenza

stanchezza

fame

rabbia

dolore

sopportazione

ansia

delusione



tutto ciò che non si vuole ...

Sì, è proprio così: almeno una volta bisogna esser stati trafitti da un raggio di luce, da un raggio di odio, da un raggio di caducità

Perché?

Perché, Se non ci fosse il buio, come potrebbe venire il giorno luminoso per farci vedere, capire, felicitare? Se non si cadesse e non ci si facesse mai male, come ci si rialzerebbe per provare il benessere perduto, per capire il suo valore?

Orsù, voi tutti, me compreso, per il bene della vostra anima siate soddisfatti di essere maltrattati dalla vita, perché quando essa ci accarezzerà potremo gioire veramente…!

La vita è un dottore che tramite il male ci fa del bene.”

Cosa ne pensate voi?



Vi auguro una serenissima buona notte... Lisa
11025565
“…Per il bene dell’anima, del corpo e del cosmo, che ci tiene uniti tutti in un pugno, almeno una volta bisogna provare tristezza sofferenza stanchezza fame rabbia dolore sopportazione ansia delusione tutto ciò che non si vuole ... Sì, è proprio così: almeno una volta...
Post
03/08/2009 21:06:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    8

PER TUTTI VOI...

01 agosto 2009 ore 12:37 segnala


PUOI AFFERRARE UN SOGNO

ANCHE CON UNA SOLA MANO

PERCHE '

RINUNCIARE AD UN SOGNO QUANDO E' COSI' FACILE SOGNARLO?

A VOLTE LA REALTA' E' BEN DIFFERENTE

MA E' ANCHE VERO CHE X REALIZZARE NUOVI PROGETTI

BISOGNA SOGNARLI

VISUALIZZARLI  ED IMMAGINARLI

:-)

01 agosto 2009 ore 12:35 segnala

VOGLIO ARRIVARE,QUANTO POSSO LONTANO

ATTINGERE LA GIOIA CHE HO NELL’ANIMA

E CAMBIARE I LIMITI CHE CONOSCO

SENTIRMI CRESCERE NELLO SPIRITO

VOGLIO VIVERE,’’ESSERE’’

E UDIRE LE VERITA’ CHE SONO DENTRO DI ME ...