Era di un'alba.

21 agosto 2018 ore 23:47 segnala



Del cristallinio di una lama di luce
che anima glabra e arida bisognava,
d'un sussultar per l'alitar d'un profumo che scivola sulle spalle,
per il tuo sguardo che disarma il mio sapere.
Che cosa c'è?
C'è che mi sono innamorato di te,
e tutto che di vitale restava nel cuore,
come stagione propizia risorge, rivive.
E non andar per mari un motivo a cercar,
a che serve saper perché il sole sorge?
Scivola su questa risacca senza nulla opporre
che non sia una fatalità, un destinare,
nulla potrà cambiar colore al tuo cielo.




ce5f721e-3f7d-4cd8-ad3e-1a9dbac9eb7a
« immagine » del cristallinio di una lama di luce che anima glabra e arida bisognava, d'un sussultar per l'alitar d'un profumo che scivola sulle spalle, per il tuo sguardo che disarma il mio sapere. Che cosa c'è? C'è che mi sono innamorato di te, e tutto che di vitale restava nel cuore, come sta...
Post
21/08/2018 23:47:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.