Elementi

18 maggio 2018 ore 01:45 segnala



Un tempo ero aria viziata, che tutto prendeva e niente restituiva.
Come aria pesante, niente bastava per sentirmi viva.

Un tempo ero aria forzata, obbedivo con accondiscendenza.
Come aria condizionata, libera non ero di esprimere la mia essenza.

Ora che sono alito di vento,
lingue di fuoco col mio soffio alimento.


1c3cb157-7548-4120-9154-6021d23caf1f
« immagine » Un tempo ero aria viziata, che tutto prendeva e niente restituiva. Come aria pesante, niente bastava per sentirmi viva. Un tempo ero aria forzata, obbedivo con accondiscendenza. Come aria condizionata, libera non ero di esprimere la mia essenza. Ora che sono alito di vento, ling...
Post
18/05/2018 01:45:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Murmur79 18 maggio 2018 ore 01:55
    Questa mi è piaciuta molto, un po' stile ermetico. E la foto è perfetta.
  2. R.ocknRolla 18 maggio 2018 ore 01:58
    Io sn rmtc! :-)))
  3. leggendolamano 18 maggio 2018 ore 10:31
    Tornando alla filosofia presocratica nella quale il mondo era composto da elementi aria terra aria e fuoco, tornando ad Eraclito secondo il quale tutto muta "panta rei", arrivando all'oggi dove un elemento influenza e completa l'altro in modo complementare alternativo o oppositivo.
    Un alito di vento spegne una candela ma alimenta un fuoco vivo.
    La differenza quindi la fa la forza del fuoco e non l'intensità dell'aria
  4. R.ocknRolla 18 maggio 2018 ore 18:01
    Giusta considerazione... ad una prima lettura, l'aria sembra essere il fulcro della composizione, mentre al contrario è il fuoco il protagonista. Nella danza dei quattro elementi, la funzione dell'aria è appunto quella di nutrire il fuoco.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.