Amanti

24 marzo 2017 ore 19:55 segnala
Te lo concedo, sin da subito, sin da questa prima riga, guarda: l’uomo che si fa un’amante è un maledetto egoista. Che immagine può evocare, tanto per essere iconici? Quella di uno stronzo che prende un cane e lo tiene una vita legato a una catena, non importa quanto lunga, in giardino. E il mondo è pieno di stronzi simili.
Da qui in poi, però la colpa di dove ti trovi ora è solo tua. Sì, perché lo stronzo che vuole l’amante di solito è scaltro, e si mette subito con le spalle al muro: “Sei speciale, per me, e io provo dei veri sentimenti, come non ne sentivo da anni, come avevo il bisogno di provare di nuovo: non è solo per fare qualche scopata. Sai, ne avrei di numeri da chiamare, qui dentro (agita il cellulare, ma ecco, lì non dovete credergli, nove su dieci di quelle che potrebbe chiamare lo manderebbero a spigolare), è che tu sei la donna che vorrei. Ma non posso. Non posso lasciare mia moglie, anche se non mi capisce e con lei non sono felice.”
Onesto, lui, onestissimo.
Sei tu la cretina che ha pensato: “Vedremo, mai dire mai nella vita. Tutto può succedere, l’importante è vivere l’incanto della vita. Saprò come farti cambiare idea. Sono una che, quando vuole qualcosa, se la prende. In amore, mai porre limiti,” e altre idiozie simili.
E siccome non l’hai davvero ascoltato quando lui è stato onesto, ora ti ritrovi a fare sì parte della sua vita, ma in coda a essa. All’ultimo posto: dopo la moglie, che lo controlla al telefono e accidenti a chi ha inventato i cellulari; dopo i figli, “Perché sai, di mia moglie m’importa ormai poco, siamo quasi fratello e sorella, tipo, ma i figli sono in realtà tutto quello che ho”; dopo gli impegni sociali “Ci sono ambienti dove, capirai bene anche tu, io non posso portarti, non posso introdurti: ci sono troppe persone che conoscono bene me e mia moglie, da anni.”
Dal canto tuo, sebbene tu sappia che stai buttando mesi e anni preziosi della tua vita – tutto un tempo che non tornerà – da lì dove ti trovi non sei capace di guardarti veramente intorno. Anche se ti ritieni comunque una donna libera. Ci sono uomini che cercano di conoscerti, di attirare la tua attenzione, ma in realtà non presti loro l’attenzione che concederesti se tu fossi davvero single: ti sfiorano, non fanno presa, svaniscono nell’etereo ricordo di un bel gesto, una frase gentile, un invito cortese speso invano.
Perché, anche se non vuoi ammetterlo, tu sei in competizione con la moglie, ed è tutto ciò che conta. Vorresti portarglielo via, lo vorresti tuo: esulti quando lui riesce, a strappare un paio di giorni con te in un’altra città, con la scusa del viaggio di lavoro o del convegno; ma ti irriti quando squilla il telefono, a colazione e Lei fa il suo primo check della giornata. Perché sì, Lei lo controlla, lo conosce.
Rientri a casa con dei bellissimi ricordi e la sensazione di essere davvero speciale, per quest’uomo, ma poi, il fine settimana si abbatte sul tuo buonumore come una scure. Perché tu sei da sola, e mentre lui si gode il week-end con la famiglia (non senza darti il contentino, in sms, che in realtà per lui è una prigionia e vorrebbe passarlo con te), tu resti con le tue amiche a pensare che la verità è un’altra: quest’uomo non è tuo, e come ti ha detto, non lo sarà mai.
Una donna può essere un’amante solo se non prova sentimenti. Solo se si gode il buon sesso con lui (ma deve proprio valerne la pena, e di solito non è così), ma ancora di più se lui la riempie di lussi e di costosi regali, come una figlia viziata. Ce ne sono, di donne simili, là fuori. Più di quante credi: fredde, distaccate, materialiste, concentrate più sul farsi amare che sull’amare davvero.
Ma siccome tu non sei così, porterai il peso della tua insoddisfazione fino al giorno in cui ammetterai a te stessa che questo ruolo ti costa più di ciò che ti dà.
Perché amanti, in qualche modo, si nasce, non ci s’improvvisa.
c5de9d7b-6dc5-4f9a-9847-96f3c094ab22
Te lo concedo, sin da subito, sin da questa prima riga, guarda: l’uomo che si fa un’amante è un maledetto egoista. Che immagine può evocare, tanto per essere iconici? Quella di uno stronzo che prende un cane e lo tiene una vita legato a una catena, non importa quanto lunga, in giardino. E il mondo...
Post
24/03/2017 19:55:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. lanottenera 24 marzo 2017 ore 22:52
    Bellissimo post. Tutto vero..
  2. tecerco 12 maggio 2017 ore 00:12
    E' l'eterno problema della donna a cui capita di invaghirsi di un uomo sposato. Ma capita anche il contrario: il single che si invaghisce di una donna sposata. Non credo ci sia riparo a tutto ciò. Il meglio sarebbe relazionarsi tra simili...parlo di stato civile...Ma la vita a volte ti presenta una persona che ti affascina al punto da rinunciare alla razionalità. Poi, fatta la scelta, è inutile lamentarsi. Se non si sopporta piu', è auspicabile che anche il sentimento sia andato scemando. E si molla tutto, e ci si rivolge ad un altro amore piu' consono alle nostre esigenze del momento...e si rivive, finalmente appagati! Auguroni per tutto ciò che ti riguarda e, se ti va, vieni anche tu a leggermi. Ti lascio il link. Buona serata! :rosa

    http://blog.chatta.it/tecerco/default.aspx

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.