Uova di Pasqua

16 aprile 2017 ore 00:06 segnala

Quest'anno mi sono cimentata nella creazione dell'uovo di pasqua! Tutto da sola!
La Forchettina mi ha supervisionato ricordandomi perentoria le temperature,e... voilà!
Sono felicissima di aver realizzato e decorato quest'uovo, che regalerò alla mia famiglia per pasqua. Non c'è nulla di meglio che fare a casa propria uno dei dolci più complessi e più ricercati. Beh, non mi resta che augurarvi buona pasqua.

Per l'uovo
500gr cioccolato extra fondente – stampi per uova di pasqua

Sciolgo a bagnomaria 300gr di cioccolato



e misurando con il termometro da zucchero, aspetto che arrivi a 50°. Sposto dal fuoco ed incorporo il resto del cioccolato ( 200gr) e mescolo, stemperando sino a quando il cioccolato non raggiunge i 31°.




Colo negli stampi per bene,




facendo roteare lo stampo in modo da coprire la superficie intera dell'uovo.




Capovolgo lo stampo e faccio gocciolare in una ciotola l'eccesso di cioccolato.




Terminata questa operazione, pulisco bene i bordi dello stampo, sennò l'uovo non si sformerà!




Passo in frigo a solidificare per 20 minuti circa. Lo sforno con delicatezza. Cercate di maneggiarlo il meno possibile per evitare le ditate.




Sciolgo un po di cioccolato e incollo le due metà, cercando di farlo combaciare al meglio. Lascio riposare per qualche minuto in modo che si incollino bene.



Ora siamo pronti a decorare!!
In una tazzina con poca acqua, aggiungo del colorante alimentare ed aggiungo lo zucchero a velo. Mescolo bene sino ad ottenere una consistenza non troppo liquida, ma abbastanza soda. Ne preparo un po di colori diversi con delle sac a poche usa e getta.
Io ho voluto fare dei fiori e scrivere, ma potete realizzare con i vostri bambini quello che più vi piace!
Buona pasqua a tutti!

fc1aa620-a7dc-4fa2-acdc-43838b6b8d63
« immagine » Quest'anno mi sono cimentata nella creazione dell'uovo di pasqua! Tutto da sola! La Forchettina mi ha supervisionato ricordandomi perentoria le temperature,e... voilà! Sono felicissima di aver realizzato e decorato quest'uovo, che regalerò alla mia famiglia per pasqua. Non c'è nulla d...
Post
16/04/2017 00:06:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Tortelli di barbabietola con salsiccia e spinacini.

13 aprile 2017 ore 02:02 segnala




Un'altra un'idea per queste feste pasquali,sono questi tortelli.Ho già preparato con successo questo piatto lo scorso Natale,li ho replicati in altre occasioni e sono sempre piaciuti.Belli perchè sono di un bel colore fucsia quasi un inno alla primavera,buoni e goduriosi perchè spinaci e salsiccia sono un'accoppiata vincente e poi...sono cosi semplici da fare.Buona pasqua a tutti.





vi lascio il link dove potete trovare la ricetta passo,passo, per realizzare questi meravigliosi tortelli QUI Ricordo che i tortelli si possono anche congelare (io l'ho fatto e sono ottimi).




Ingredienti per 4 persone:
500 gr di tortelli-250 gr di salsiccia a nastro-500 gr di spinacini freschi già puliti-1 scalogno di media grandezza-un goccio di vino bianco-olio di oliva-sale e pepe.


Metto una capiente pentola con l'acqua a bollire.Da parte sbuccio lo scalogno,lo trito finemente e lo faccio imbiondire in una padella con un filo di olio di oliva.Tolgo il budello alla salsiccia la taglio a pezzetti e la faccio rosolare insieme allo scalogno.Quando la salsiccia è ben rosolata,sfumo con il vino bianco che lascio evaporare.A questo punto aggiungo gli spinacini freschi,metto il coperchio alla padella abbasso il gas e lascio cuocere qualche minuto,se serve regolo di sale.Gli spinacini sono cosi teneri che ci vorrà davvero poco per cuocerli.





Tuffo i tortelli in abbondante acqua salata e li porto a cottura.Con una schiumarola scolo i tortelli e li passo nella padella facendoli amalgamare per bene con il condimento.Prima di servire i tortelli aggiungo una macinata di pepe e porto in tavola.




Buon appetito!

Agnellino dolce al limoncello

12 aprile 2017 ore 03:29 segnala



Ogni anno è la solita storia...arriva Pasqua e spuntano eserciti di persone che vogliono salvare almeno un agnello.Spuntano altri eserciti che protestano dichiarando che è una tradizione santa avere l'abbacchio sulla tavola il giorno di Pasqua.Tutto questo è lodevole,ma mi fa davvero tanto incazzare perchè gli stessi eserciti per la "salvezza dell'agnello", spariscono appena le feste son passate.Come se,negli altri giorni,mesi e anni i macellai e i supermercati smettessero di venderli.Tanto in casa mia il povero agnellino non si mangia ne prima ne dopo!Detto questo,insieme a mia figlia ho realizzato questo simpaticissimo agnellino da portare in tavola il giorno della Santa Pasqua.Lo stampo l'abbiamo acquistato alla Lidl per pochi euro,diciamo che ne è valsa davvero la pena.Divertitevi a realizzarlo insieme a noi.

NOTA:questi stampi contengono poco impasto e ho dovuto dimezzare la dose della torta.



Ingredienti per l'agnello:
100 gr di farina0-1 uovo-65gr di zucchero-125 ml di panna fresca-1/2 bustina di lievito per dolci-estratto di vaniglia.

Ingredienti per la crema pasticcera al limoncello:
250ml di latte intero-25 gr di maizena-aroma di vaniglia
1 uovo intero-70 gr di zucchero-1 scorza di limone senza la parte bianca-1 bicchierino di limoncello.

Per la copertura:
250 gr di panna fresca-2 cucchiai di zucchero a velo-2 confettini di cioccolato.



Inizio preparando la crema pasticcera che mi servirà in seguito.
In una terrina con uno sbattitore elettrico monto l'uovo con lo zucchero, sempre montando aggiungo la vaniglia e la maizena.In un pentolino metto a scaldare il latte con la scorza del limone,appena il latte è caldo,ci verso dentro il composto sbattuto,con una frusta mescolo energicamente fino ad ottenere una crema densa e vellutata,ci vorranno pochi minuti.Tolgo la crema dal fuoco,la verso in una ciotola tolgo la scorza del limone aggiungo il limoncello,mescolo bene per incorporare il liquore.Sigillo la crema con la carta da forno a contatto per evitare che si formi quell'odiosissima "pellicola" e metto in fresco.

Proseguo preparando il nostro dolce.
In una terrina,con le fruste elettriche monto l'uovo con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso.Incorporo poco alla volta la farina setacciata con il lievito e sempre montando aggiungo a filo la panna fresca non montata.Verso il composto nella formina imburrata e infarinata.





Inforno a 180°C statico per 30 minuti(dipende sempre dal forno)vale sempre la prova stecchino.Prendo una siringa con un beccuccio lungo,la riempio di crema pasticcera(io ho usato quella dei biscotti ma se siete più comodi usate una sac a poche)sforno il dolce,lo lascio intiepidire e lo siringo con la crema pasticcera in più punti cercando di andare in profondità.





Metto il dolce in frigo con tutto lo stampo per un paio di ore.Sforno il dolce,con un coltello livello bene il fondo in modo che stia bene in piedi e lo appoggio in un porta torta.






Adesso monto con fruste elettriche la panna fredda da frigo con lo zucchero a velo. Prendo una sac a poche con il beccuccio a stella e la riempio con la panna montata.Inizio a decorare tutto l'agnello partendo dal basso ed andando verso l'alto




infine aggiungo due confettini di cioccolato al posto degli occhi.Conservo il dolce in frigorifero,ricordandomi di tirarlo fuori almeno mezz'ora prima di servirlo.



Buona Pasqua a tutti!
e4adab21-2856-4513-9a58-03adcb570f3b
« immagine » Ogni anno è la solita storia...arriva Pasqua e spuntano eserciti di persone che vogliono salvare almeno un agnello.Spuntano altri eserciti che protestano dichiarando che è una tradizione santa avere l'abbacchio sulla tavola il giorno di Pasqua.Tutto questo è lodevole,ma mi fa davver...
Post
12/04/2017 03:29:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Ciambella rustica

08 aprile 2017 ore 03:16 segnala




Siete pronti a scaldare i forni per queste feste di Pasqua?Credo di si,considerando ogni ben di dio che vedo pubblicato su fb.Ogni volta che apro un link solo a guardare ingrasso di qualche chilo.Anche io nel mio piccolo voglio proporvi qualcosa,per esempio questa ciambella che si realizza in pochi minuti e che non ha bisogno di nessuna bilancia per pesare gli ingredienti,ma di un comunissimo vasetto dello yogurt. Una ciambella che è ancora più buona il giorno dopo,ideale per il giorno di pasquetta, da portare in un picnic e tagliare a fette per accompagnare formaggi ed affettati.





Dose per uno stampo da 24 cm.
Come unità di misura usate il vasetto dello yogurt.Io ho usato speck e olive perchè in quel momento avevo questo a disposizione,ma potete usare tutti i salumi e i formaggi che desiderate anche i pomodorini secchi ci stanno molto bene.Non usate sale nell' impasto,perchè questa ciambella è molto ricca di salumi e formaggi che cuocendo cederanno all'impasto la giusta salinità.

Ingredienti:
1 vasetto di yogurt bianco-1 vasetto di parmigiano-3 vasetti di farina tipo1-1 bustina di lievito per torte salate-3 uova-½ vasetto di olio leggero tipo soia o altro-150 gr di speck a fette-50 olive nere senza nocciolo-olio e pangrattato.


In una terrina,mescolo le uova con lo yogurt,aggiungo il parmigiano,l'olio e la farina con il lievito.Taglio a striscioline lo speck, a metà le olive denocciolate ed aggiungo tutto all'impasto.Passo con olio e pangrattato una tortiera a forma di ciambella





verso dentro l'impasto livellandolo bene e cuocio in forno già caldo a 180°C per 30-40 minuti o fino a doratura(dipende sempre dal vostro forno e dalla prova stecchino).Servire la ciambella,dopo averla fatta raffreddare su una gratella.




Buona pasquetta a tutti!
739b83ae-95c9-435f-97e3-5fbde004c8cd
« immagine » Siete pronti a scaldare i forni per queste feste di Pasqua?Credo di si,considerando ogni ben di dio che vedo pubblicato su fb.Ogni volta che apro un link solo a guardare ingrasso di qualche chilo.Anche io nel mio piccolo voglio proporvi qualcosa,per esempio questa ciambella che si ...
Post
08/04/2017 03:16:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Marmellata di rane ops...di kiwi

05 aprile 2017 ore 02:35 segnala




Tutto è nato per caso.Per carnevale,volevo fare una crostata "arlecchino" con tutta una bella scacchiera di confetture coloratissime proprio per simulare il vestito di arlecchino.Io di confetture ne ho perchè le faccio e ne consumo parecchie,ma mi mancava quella di kiwi.Mia figlia gentilmente si presta e fa un giro nei vari centri commerciali e negozi,ma nulla la confettura di kiwi non si trova.Senza pensarci su due volte,metto su la pentola e in meno di un'ora avevo la confettura nei vasetti,ma la cosa che mi ha fatto sorridere è stata mia figlia che quando l'ha vista ha esclamato:Oh mamma sembra marmellata di rane!!!





Effettivamente il colore lascia un pò a desiderare,sembra davvero una marmellata di rane.Il colore non sarà bello ma il sapore di questa confettura è sublime!Io non ho aggiunto ne succo,ne buccia del limone.So che molti lo fanno, ma io la prima volta che preparo una confettura nuova per me,voglio assaggiarla in "purezza" la prossima volta secondo ai miei gusti,posso aggiungere qualcosa.Questa confettura a parer mio è perfetta cosi com'è perchè ha un sapore dolce e asprino (delizioso)è diventata di diritto una delle poche confetture preferite da mia figlia.





Ingredienti:
1 kg di kiwi già sbucciati-mezza mela senza buccia-400gr di zucchero-estratto di vaniglia


In una pentola con doppio fondo metto a bollire i kiwi già pelati e tagliati a tocchetti insieme alla mezza mela per 5 minuti.Aggiungo lo zucchero, l'estratto di vaniglia,abbasso il gas e faccio bollire dolcemente per altri 40 minuti.





La confettura è pronta quando si addensa e diventa lucida.Certo che per essere sicuri, basta prendere con un cucchiaino un pò di confettura e metterla in un piattino freddo. Se inclinando il piattino la confettura scivola via come se fosse acqua,allora dovete cuocerla ancora un pò,se invece è bella densa e fatica a scendere allora la confettura è pronta.A questo punto,se volete potete frullare tutto con un frullatore ad immersione,se invece siete come me ed adorate i pezzettoni di frutta,allora lasciatela cosi com'è.





Spengo il gas e invaso la confettura in un vasetti ben puliti e sterilizzati,avvito bene con il coperchio e lascio raffreddare i vasetti a testa in giù.Quando i vasetti si saranno raffreddati,li etichetto e li ripongo nella dispensa.Questa confettura dura un anno,il vasetto aperto e non consumato,va conservato in frigo e consumato entro pochi giorni.



Buona merenda!
0324cb84-2276-43ee-b819-b4ed504713d4
« immagine » Tutto è nato per caso.Per carnevale,volevo fare una crostata "arlecchino" con tutta una bella scacchiera di confetture coloratissime proprio per simulare il vestito di arlecchino.Io di confetture ne ho perchè le faccio e ne consumo parecchie,ma mi mancava quella di kiwi.Mia figlia ...
Post
05/04/2017 02:35:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Ciambella soffice al caffè

05 aprile 2017 ore 01:03 segnala



Cosa posso dire...sono stata contagiata da Ernesto e non ho potuto fare a meno di provare questo nuovo stampo in silicone.Sinceramente avevo visto gli stampi della Nordic ed uno è già prenotato,sarà il mio regalo per la festa della mamma.Nel frattempo,ho trovato questo alla Lidl e devo dire che è davvero diverso dal solito silicone.Non puzza in cottura e non rilascia cattivi sapori sui cibi cotti...una meraviglia ed allora ho provato a fare questa ciambella al caffè,ottima per una prima colazione piena di sprint!
Naturalmente ricetta fables.





(Dose per uno stampo a ciambella da 25 cm)

Ingredienti:
230 gr di farina 0-165 gr di zucchero-2 uova intere-85 gr di olio di soia o altro olio leggero-85 gr di acqua-1 bustina di lievito per dolci-65 gr di caffè espresso-10 gr di caffè liofilizzato

Per la glassa:
125 gr di zucchero a velo-30 gr di caffè espresso freddo-chicchi di caffè per decorare (io non li ho messi).





Prima cosa,in una tazzina preparo il caffè,aggiungo la polvere di caffè liofilizzato, mescolo bene e metto da parte in modo che si freddi completamente.Usando un frullino elettrico,in una ciotola sbatto le uova con lo zucchero fino a farle diventare spumose.Continuando a montare,incorporo a filo l’acqua e l’olio di semi.Aggiungo poco per volta la farina setacciata con il lievito,mescolando con una spatola dal basso verso l’alto,senza smontare il composto,ed infine aggiungo a filo il caffè.





Usate uno stampo da ciambella o se preferite da plum cake, sempre imburrati e infarinati...oppure fate come me che ho usato questo nuovo stampo in silicone e in questo caso non va ne imburrato ne infarinato.Se desiderate un ciambellone,potete raddoppiare la dose degli ingredienti,oppure farne una dose e mezza.





Verso l’impasto nello stampo e metto in forno già caldo, a 180°C in modalità statica per circa 35/40 minuti,vale sempre la prova stecchino.Appena cotta, apro lo sportello del forno e aspetto 5 minuti sforno la ciambella.Quando diventa tiepida la sformo dallo stampo facendola raffreddare su una gratella.
Il secondo passaggio è quello di fare la glassa,amalgamando in una ciotolina lo zucchero a velo e il caffè espresso.Inizio mescolando lo zucchero a velo con 10gr di caffè e solo se necessario ne aggiungo ancora poco per volta,perchè la glassa deve essere abbastanza consistente per non “scappare” via.Verso la glassa in una sac a poche e decoro la ciambella.Se non amate la glassa,potete spolverare la ciambella con semplice zucchero a velo.




Buona colazione!

Paccheri in piedi al ragù

29 marzo 2017 ore 03:03 segnala





I paccheri in piedi, un primo molto scenografico da preparare per il giorno di Pasqua. I paccheri,sono un formato di pasta molto usato nel meridione e possono essere conditi con i più svariati sughi di pesce o di carne. Si farciscono a mò di cannelloni con ricotta e verdure,insomma come li fai,fai, son sempre ottimi.Io,in questo caso,ho voluto prepararli "in piedi" semplicemente condendoli con ragù e besciamella.Appena li ho portati a tavola hanno suscitato stupore....un attimo dopo sono stati spazzolati da tutti e la teglia è rimasta...vuota!





Ingredienti:
1 kg di paccheri-3 mozzarelle-500gr di carne mista macinata maiale/manzo-1 cipolla
1 carota-1 costa di sedano-1 foglia di alloro-3 chiodi di garofano legati insieme con il filo per non perderli nel ragù- 200gr di triplo concentrato di pomodoro-mezzo bicchiere di vino rosso o bianco-acqua q.b-olio di oliva-sale-pepe.

Ingredienti per la besciamella:
mezzo litro di latte-50 gr di burro-50 gr di farina-sale-noce moscata.pepe.







Preparo un trito con sedano,carota e cipolla.Faccio rosolare il trito di verdure in una pentola di coccio con l'olio.Aggiungo la carne,il pepe, l'alloro,i chiodi di garofano e senza fretta,lascio che rosoli piano.Sfumo con il vino e lascio evaporare. Aggiungo il triplo concentrato di pomodoro,l'acqua,il sale e cuocio a fuoco basso mescolando spesso.Dopo due ore tolgo gli odori(alloro e chiodi di garofano)e continuo la cottura del ragù per altre 2 ore aggiungendo ancora dell'acqua se è necessario.Il ragù deve diventare spesso,corposo,non deve colare.Preparo la besciamella.In una pentola con doppio fondo,faccio sciogliere il burro.Aggiungo in un sol colpo la farina mescolando bene con una frusta per non formare grumi.Aggiungo il latte e porto ad ebollizione mescolando continuamente fino a quando la salsa si addensa.Aggiungo il sale,il pepe e la noce moscata.Trasferisco la besciamella in una terrina e la tengo da parte.





Nel frattempo faccio lessare i paccheri per pochissimi minuti in abbondante acqua salata e li scolo.Imburro e passo con il pangrattato una teglia con la cerniera,(io ho usato la teglia della torta).Inserisco tutti i paccheri in piedi uno vicino all'altro fino a riempire tutta la teglia.





Inserisco in ogni pacchero alternandoli ragù,besciamella e mozzarella.






Spolvero tutta la superficie con abbondante grana grattugiato.





Cuocio in forno preriscaldato ventilato a 200° per circa 15-20 minuti. Libero la tortiera dalla cerniera e servo i paccheri in piedi!






NOTE:Io ho usato una tortiera del diametro di 26 cm che uso di solito per le torte non l'ho foderata di carta forno..e ho fatto male.Vi consiglio di usare la carta forno,per non avere la spiacevole sorpresa di vedere il sugo che cola in forno durante la cottura.

Buon appetito!
1d74b8d7-a0c1-4156-9396-e6b8330b1d0d
« immagine » I paccheri in piedi, un primo molto scenografico da preparare per il giorno di Pasqua. I paccheri,sono un formato di pasta molto usato nel meridione e possono essere conditi con i più svariati sughi di pesce o di carne. Si farciscono a mò di cannelloni con ricotta e verdure,insomm...
Post
29/03/2017 03:03:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Lasagne di sedano rapa

26 marzo 2017 ore 01:59 segnala



Il sedano rapa...questo sconosciuto!
Sconosciuto per me che sono del sud,perchè a quanto pare il sedano rapa è un ortaggio molto coltivato al nord,precisamente nella zona di Verona dove prende anche il suo nome di "sedano di Verona".Ecco,come dicevo so molto di altro,ma di questo ortaggio o meglio definirlo tubero,che ho sempre visto dall'ortolano sotto casa,tenuto in una cassettina un pò nascosta non ne sapevo nulla.Invece ho scoperto che è buonissimo con il suo sapore delicato di sedano(infatti si chiama sedano rapa)che ha un sacco di vitamine importanti per il nostro organismo e ha pochissimi grassi.Indicatissimo per chi è a dieta o deve perdere peso.Si può utilizzare in svariate preparazioni.Nelle zuppe,fritto,crudo in insalata,appena lessato e condito con un filo di olio.Io,ho pensato di utilizzarlo a fettine per farne delle lasagne.Davvero un piatto da leccarsi i baffi è piaciuto anche a mia figlia che non ama particolarmente il sedano.





Ingredienti per 4 persone:
2 tuberi di sedano rapa di media grandezza-200 gr di prosciutto cotto-500 gr di besciamella-100 gr di grana grattugiato.

Ingredienti per la besciamella:
mezzo litro di latte-50 gr di burro-50 gr di farina-sale-noce moscata.pepe.





Preparo la besciamella:in una pentola con doppio fondo,faccio sciogliere il burro. Aggiungo in un sol colpo la farina mescolando bene con una frusta per non formare grumi.Aggiungo il latte e porto ad ebollizione mescolando continuamente fino a quando la salsa si è addensata.Aggiungo il sale,il pepe e la noce moscata.Trasferisco la besciamella in una terrina e la tengo da parte.Nel frattempo con un coltello sbuccio il sedano rapa.





lo risciacquo sotto l'acqua corrente,lo taglio a fettine sottili e lo sbollento per qualche minuto in acqua leggermente salata.





Scolo le fettine e le metto ad asciugare su un canovaccio pulito.In una pirofila stendo un leggero strato di besciamella,faccio uno strato di fettine di sedano,uno di prosciutto cotto,una spolverata di grana.






Continuo cosi fino a terminare tutti gli ingredienti.L'ultimo strato lo faccio con la besciamella e una spolverata di grana.Trasferisco la pirofila in forno caldo a 180°C per una mezz'oretta e comunque fino a quando sarà ben gratinato





Buon appetito!
7e693684-7662-4a01-9a3d-4df9c9d03373
« immagine » Il sedano rapa...questo sconosciuto! Sconosciuto per me che sono del sud,perchè a quanto pare il sedano rapa è un ortaggio molto coltivato al nord,precisamente nella zona di Verona dove prende anche il suo nome di "sedano di Verona".Ecco,come dicevo so molto di altro,ma di questo or...
Post
26/03/2017 01:59:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Pennette alla vodka

24 marzo 2017 ore 03:17 segnala



Alzi la mano,chi negli anni 80' non ha mai mangiato le pennette alla vodka?
Credo nessuno!E si,perchè questo era un MUST paragonabile alla zuppa inglese che veniva preparata per ogni ricorrenza.In quel periodo della mia adolescenza,ho mangiato i più svariati esperimenti culinari..e non tutti erano commestibili! Uno di questi "esperimenti",sono queste golosissime pennette alla vodka.Un piatto velocissimo e proprio per questo motivo veniva inserito in qualsiasi menu,mi ricordo che capitava di ordinarli anche al ristorante.Oggi vi presento questo piatto come lo facevamo noi,molto gustoso e piccante al punto giusto,una vera squisitezza!





Ingredienti per 4 persone:
350 gr di pennette-1 cipolla-1/2 bicchiere di vodka secca-200 gr di pancetta dolce-300 gr di passata di pomodoro-200 gr di panna fresca-olio di oliva-parmigiano-peperoncino-sale.

Mondo e trito finemente la cipolla.In una padella scaldo l'olio,aggiungo la cipolla facendola rosolare bene,aggiungo la pancetta tagliata a dadini e il peperoncino.Quando la pancetta avrà preso un colore,sfumo con la vodka a fiamma alta e lascio evaporare.





Aggiungo la passata di pomodoro e lascio restringere a fiamma bassa,aggiungo la panna facendo legare il sugo,aggiusto di sale e spengo la fiamma.





Nel frattempo,faccio cuocere le pennette in abbondante acqua salata,le scolo al dente e le faccio saltare in padella con il sugo,una spolverata di parmigiano e porto subito in tavola.




Buon appetito!

Flan parisien

16 marzo 2017 ore 03:14 segnala




Ho conosciuto questo dolce grazie ad Anna De Pascalis che l'ha postato su fb.Il flan parisien è una specialità francese davvero golosa.Ha una base di pasta sfoglia,ma si può usare tranquillamente anche la pasta brièe,ripieno di goduriosa crema pasticcera alla vaniglia aromatizzata al limone.E' un dolce da leccarsi i baffi è non è un modo di dire.Io la prima volta che l'ho preparato,andavo avanti e indietro dal frigo giurandomi che quella era l'ultima fetta..e senza rendermene conto,da sola ho fatto fuori mezza torta..è una BOMBA!!!


Se desiderate usare la pasta brisèe fatta da voi usate questi ingredienti:
100 gr di burro freddo tagliato a pezzetti piccolissimi-200 gr di farina-2 cucchiai di acqua ghiacciata-un pizzico di sale

Impastate velocemente tutti gli ingredienti,formate una palla,copritela con la pellicola e mettetela in frigo almeno per 1 ora prima di utilizzarla.






NOTE:il Flan parisien si conserva ben coperto in frigo per 3-4 giorni,si può congelare porzionato e poi farlo scongelare in frigorifero al momento del bisogno.Se desiderate o siete intolleranti,evitate di usare la farina,potete sostituire il suo peso con la maizena o con la fecola di patate.Il flan si può aromatizzare anche con l'arancia,con il rum,oppure la mandorla, aggiungere gocce di cioccolato o altro ancora...ma se proprio amate la semplicità usate solo la vaniglia.



Ingredienti:
1 rotolo di pasta brisèe-1 litro di latte intero a temperatura ambiente-4 tuorli-1 bacca di vaniglia-250 ml di panna fresca-50 gr di farina00-50 gr di maizena-200 gr di zucchero semolato-la scorza del limone.

In una pentola dai bordi alti,sbattete i tuorli con lo zucchero.Continuando a mescolare aggiungete la farina con la maizena setacciate insieme e i semini della bacca di vaniglia.Unite il latte e la panna,la scorza del limone e mettete sul fuoco basso senza mai smettere di mescolare,ci vorranno pochi minuti affinchè la crema si addensi,se avete deciso di sostituire la farina con la fecola,fate cuocere la crema qualche minuto in più,in modo che si addensi bene.Quando la crema avrà raggiunto la giusta consistenza (non troppo dura),lasciatela intiepidire.
Con la pasta brisèe foderare uno stampo da 24 cm.





Bucherellare con una forchetta il fondo della brisèe per non farla gonfiare in cottura e versare nello stampo la crema.





Mettere il flan in forno statico,preriscaldato a 170°C per circa 40 minuti.Sarà cotto quando in superficie si sarà formata una crosticina dorata.





Sfornate il flan e lasciatelo raffreddare completamente a temperatura ambiente.Trasferite il flan con tutto il suo stampo in frigorifero per qualche ora.Togliete lo stampo al flan servitelo con una generosa spolverata di zucchero a velo





ATTENZIONE QUESTO DOLCE PUO' PROVOCARE DIPENDENZA! :-)
d6963364-bb1c-41d2-9926-9d0c587c32eb
« immagine » Ho conosciuto questo dolce grazie ad Anna De Pascalis che l'ha postato su fb.Il flan parisien è una specialità francese davvero golosa.Ha una base di pasta sfoglia,ma si può usare tranquillamente anche la pasta brièe,ripieno di goduriosa crema pasticcera alla vaniglia aromatizzata ...
Post
16/03/2017 03:14:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment