Girelle di sfoglia con crema pasticcera

09 febbraio 2020 ore 23:12 segnala



Facili e davvero simpatiche queste girelle di sfoglia alla crema.Per essere sincera, le ho preparate per la prima volta l'hanno scorso in occasione per la festa del papà e sono state apprezzatissime;anche perchè per mio marito i dolci dovrebbero essere tutti di pasta sfoglia e di crema pasticcera.Visto che erano cosi buone,le ripropongo in versione carnevalesca.E' un dolcino semplice,semplice per festeggiare il carnevale che farà sicuramente felici grandi e piccini.


NOTE:se non avete voglia di preparare la crema pasticcera,potete sostituirla con panna montata e la ciliegia candita con le fragole


Ingredienti:
2 rotoli di pasta sfoglia quadrata-1 confezione di ciliegie candite-500ml di latte-50 gr di maizena-2 uova intere-135gr di zucchero-1 buccia di limone (solo la parte gialla) zucchero a velo.


La prima cosa da fare è la crema pasticcera.In un pentolino,porto a sfiorare il bollore il latte con la buccia di limone.In un'altra ciotola con le fruste elettriche monto le uova insieme allo zucchero,aggiungo sempre montando la vaniglia e la maizena.Verso le uova montate nel latte caldo mescolando continuamente fino a quando la crema si addensa, ci vorranno pochi minuti.Tolgo la buccia del limone e la crema dal fuoco;la trasferisco in una ciotola per farla raffreddare,chiudendola con la carta da forno o pellicola adatta a contatto per evitare che si formi quell'odiosa pellicina sulla crema.





Mentre la crema si raffredda,posso dedicarmi alle girelle.Srotolo la pasta sfoglia sul tavolo e con un righello formo dei quadrati della misura di 10x10cm,su ogni quadrato faccio quattro tagli ai lati come potete vedere dalla foto.





Prendo un lato del quadrato di pasta sfoglia e lo porto al centro premendo leggermente,proseguo nello stesso modo per gli altri lati.





Sistemo le girelle sulla placca foderata di carta forno





le spolvero con abbondante zucchero a velo e le porto in forno già caldo modalità ventilata a 180°C per 20 minuti circa,dipende sempre dal forno.





Appena le girelle sono gonfie e dorate le tolgo dal forno e le lascio raffreddare.





Inserisco la crema pasticcera fredda in una sac a poche con il beccuccio a stella.





Faccio uno spuntone di crema proprio in mezzo ad ogni girella





sopra la crema decoro con mezza ciliegia candita.




Buon carnevale a tutti!

Chiocciola di pane ai semi di papavero

26 gennaio 2020 ore 02:28 segnala




Quando ero piccola,ricordo che qualche volta di domenica si rimaneva senza pane. Succedeva tanto tempo fa...quando i negozi restavano chiusi e la domenica era veramente un giorno di festa e di riposo,da dedicare alla famiglia.E' successo anche a me qualche domenica fa.Non ho dimenticato di comprarlo e che non ho avuto tempo di preparare la mia scorta settimanale.Con un pò di farina ho realizzato una chiocciola con i semi di papavero.E' un pane semplice preparato con il lievito di birra,in poche ore si porta in tavola un pane morbido e profumato.





Io ho usato meno lievito,se volete una lievitazione più breve potete usare fino ad un cubetto di lievito.Logicamente potete impastare anche a mano,con questa dose vengono due chiocciole.

Ingredienti:
1kg di farina 0-600 gr di acqua a temperatura ambiente-15gr di lievito di birra-20 gr di sale fino-1 cucchiaino di zucchero-3 cucchiai di olio di oliva-semi di papavero-olio di oliva per pennellare.





Sciolgo nell'acqua il lievito di birra e lo zucchero,verso la farina setacciata nella ciotola della planetaria con il gancio.Inizio ad impastare versando poca acqua alla volta,dando il tempo alla farina di assorbirla.Se l'impasto è troppo duro aggiungo ancora poca acqua.A questo punto inserisco l'olio e per ultimo il sale; impasto ancora fino ad ottenere un panetto omogeneo.





Trasferisco il panetto in una ciotola oliata,lo copro con la pellicola e lo metto a lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio.Riprendo il panetto e lo ribalto su una spianatoia tagliandolo in tre parti uguali,formo tre filoni li allineo vicini e formando una treccia.





Prendo un'estremità della treccia e partendo dal centro l'arrotolo stretta su se stessa





mettendo l'ultimo lembo di treccia sotto per non farla srotolare in cottura,in questo modo creo una chiocciola.Trasferisco la chiocciola in una teglia ricoperta di carta forno,la pennello con olio di oliva e la spolvero con i semi di papavero.





Lascio lievitare la chiocciola ancora venti minuti,poi la porto in forno già caldo a 200°C modalità statica per 30-40 minuti circa,fino a doratura dipende sempre dal vostro forno.





Sforno la chiocciola,la faccio raffreddare su una gratella prima di tagliarla.





Buon appetito!

Gnocchi di ricotta in salsa di taleggio

15 gennaio 2020 ore 02:06 segnala



Facilissimi e velocissimi da preparare questi gnocchi di ricotta.Se come me, impazzite ogni volta che dovete preparare i classici gnocchi di patate.Se non avete la minima idea della qualità delle patate che serve,se non avete ancora capito,se si devono impastare calde oppure fredde insieme alla farina...ma poi,vogliamo mettere che per mangiare due gnocchi,non devi aspettare di cuocere le patate?







In questo caso ci vogliono pochi minuti,si possono condire con ogni tipo di sugo e tengono benissimo anche la cottura in forno.





Ingredienti per 2 persone:
200 gr ricotta sgocciolata-150 gr farina-50 gr parmigiano-1 uovo-un pizzico di sale.
Per la salsa:
200 gr di taleggio-1 cucchiaio colmo di parmigiano-100 gr di latte-noce moscata

Verso in una ciotola la ricotta sgocciolata con la farina,l'uovo,il parmigiano,il sale e con una forchetta mescolo tutti gli ingredienti.Quando si sono ben amalgamati,ribalto tutto su una spianatoia leggermente infarinata impastando quel tanto che basta per avere un panetto omogeneo,se serve aggiungo ancora un pò di farina.





Ricavo dei cordoncini e li taglio a pezzi di circa 2 centimetri.Con una grattugia faccio la classica rigatura agli gnocchi.





A parte,in una padella capiente a fuoco dolce sciolgo il taleggio con il latte privato dalla crosta e tagliato a dadini.





Porto sul fuoco una pentola d’acqua salata,appena bolle ci tuffo dentro gli gnocchi. Man mano che vengono a galla li scolo con una ramina e li verso nella padella con il taleggio mescolando delicatamente per non romperli.Impiatto gli gnocchi in piatti caldi,spolvero con abbondante noce moscata e porto subito in tavola.





E'un piatto che va servito subito e consumato caldo,altrimenti il taleggio si rapprende e perde della sua bontà.




Buon appetito!
e6435452-b1b3-4b0c-836d-271bb0a6352f
« immagine » Facilissimi e velocissimi da preparare questi gnocchi di ricotta.Se come me, impazzite ogni volta che dovete preparare i classici gnocchi di patate.Se non avete la minima idea della qualità delle patate che serve,se non avete ancora capito,se si devono impastare calde oppure fredde ...
Post
15/01/2020 02:06:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Calza della befana

05 gennaio 2020 ore 22:49 segnala




La befana vien di notte con le scarpe tutte rotte...nel mio caso viene con uno stivale!
Tutti pronti per festeggiare la vecchina che arriverà questa notte carica di dolciumi, per tutti i bambini e un pò di carbone per quelli più monelli.Io alla befana ci credevo,forse più a lei che a babbo natale e la notte l'aspettavo con gli occhi spalancati e le orecchie tese per percepire ogni piccolo rumore.Non so chi mi raccontò che la vecchina riuscisse a passare sotto le porte oppure attraverso il buco della serratura ed io stavo immobile nel mio letto e aspettavo.Qualche volta sono convinta di averla vista per davvero;è stato per un attimo, si è girata verso di me e mi ha sorriso.Veramente non aspettavo la calza che tanto sapevo essere scarna,ma ero eccitata nel sapere che in quella notte sarebbe accaduto qualcosa di magico.





Quando mia figlia era piccola,al suo risveglio trovava sempre la calza bella piena di dolci e qualche giocattolo ma adesso, che cresciuta, preferisce che io le prepari un dolcetto fatto in casa.L'idea è nata con questa calza realizzata con la pasta sfoglia già pronta un pò di cioccolata,granella di nocciole,qualche confettino colorato e il gioco è fatto.





Ingredienti:
2 rotoli di pasta sfoglia già pronta meglio rettangolare-1 vasetto di crema nocciola spalmabile io ho usato la Novi-150 gr di granella di nocciole-latte-poca marmellata di pesche oppure miele-confettini di cioccolato-codette e zuccherini quanto basta-formine per biscotti.

Ho disegnato e ritagliato a mano libera la forma di una calza su un foglio di carta.





Appoggio il foglio dove ho ritagliato la calza sulla pasta sfoglia





con un coltello a punta ritaglio due sagome uguali






Appoggio la prima sagoma su una teglia rivestita di carta forno,la bucherello con una forchetta e la ricopro con la crema spalmabile,lasciando liberi i bordi di un centimetro per non fare uscire il ripieno.Distribuisco sopra la crema e la granella di nocciole.





Appoggio sopra la prima,la seconda sagoma facendo combaciare bene i bordi bucherello la calza per non farla scoppiare in cottura.





Adesso con le formine e la pasta sfoglia avanzata realizzo cuori, stelle,fiori e farfalline.





Pennello la calza e le formine con il latte,inforno tutto a 180°C modalità ventilata per 20-30 minuti dipende sempre dal forno.





A doratura sforno la calza e la lascio raffreddare senza toccarla dalla teglia perchè quando è calda è fragile e potrebbe rompersi,successivamente la sposto sopra un vassoio.





Adesso con un pò di pazienza spalmo i cuori,le farfalline e le stelle con marmellata
cioccolata oppure miele;decoro con gli zuccherini e le posiziono sulla calza.Il miele o la marmellata fungono da "collante" per non far scivolare via le decorazioni.





Finisco di decorare la calza con i confettini di cioccolato e di zucchero,sporco i rebbi di una forchetta con la crema spalmabile e decoro tutti i bordi della calza simulando le cuciture.






La calza della befana è pronta.Si possono realizzare calzette più piccole da regalare ad ogni bambino,sarà sempre un pensiero gradito.





Buona befana a tutti.
d5179b5f-dbb5-4fbe-949c-b6d2c271dbac
« immagine » La befana vien di notte con le scarpe tutte rotte...nel mio caso viene con uno stivale! Tutti pronti per festeggiare la vecchina che arriverà questa notte carica di dolciumi, per tutti i bambini e un pò di carbone per quelli più monelli.Io alla befana ci credevo,forse più a lei che...
Post
05/01/2020 22:49:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Tartine con crema pasticcera salata

17 dicembre 2019 ore 00:49 segnala




Abbiamo proposto queste bellissime e buonissime tartine salate per il compleanno di
mio marito.Bellissime perchè sono perfette nella loro forma e decorazione.Buonissime
perchè quella che vedete sotto alle verdure,non è della semplice maionese ma una
meravigliosa crema pasticcera salata.E' una crema adattissima per farcire tartine, croissants,bignè e tanto altro ancora,indicatissima per queste feste natalizie.Sia la crema,che le verdure si possono preparare in anticipo e poi assemblarle all'ultimo momento;una cosa è certa stupiscono.





Ingredienti:
1 rotolo di pasta brisè o se preferite potete fare la brisè in casa-1 zucchina
piccola-1 peperone rosso-2 carote-1 tazza di piselli-olio d'oliva-sale.

Ingredienti per la crema pasticcera salata:
250gr di latte parzialmente scremato-20 gr di maizena-50 gr di grana grattugiato-2
tuorli grandi-noce moscata q.b-un pizzico di sale.

In un pentolino faccio scaldare il latte, e quando è sul punto di prendere il bollore aggiungo: sale,noce moscata, grana e la maizena. Mescolo per bene in modo che non si formino dei grumi ( consiglio di usare la frusta).Rimetto sul fuoco e continuo a mescolare in modo che la crema si addensi. Quando si sarà quasi addensata,tolgo nuovamente dal fuoco ed aggiungo uno alla volta i tuorli. Mescolo rimettendo sul fuoco facendo in modo che l'uovo si amalgami bene. Appena la crema prenderà una consistenza densa e simile in tutto e per tutto alla crema pasticcera, la tolgo dal fuoco e trasferisco in un recipiente coprendola con la carta forno a contatto in modo che non crei la pellicina.Lascio raffreddare.Lavo asciugo e taglio il peperone a quadrettini tutti uguali,le carote a bastoncini sottili e la zucchina a rondelle sottili.Cuocio il peperone per pochissimi minuti in poco olio e sale,di seguito faccio lo stesso con le carote,con le zucchine a rondelle.I piselli invece vanno cotti in acqua salata.Le cotture di queste verdure,devono avvenire tutte separate e devono rimanere croccanti.





Con un taglia biscotti a forma di fiore,ritaglio tanti fiori dalla mia pasta brisè. Per dargli la forma appoggio il fiore di pasta su di un pirottino





capovolto.Butto in forno già caldo a 170° ventilato,fino a quando vedo che i fiorellini diventano dorati.Li sforno e li lascio raffreddare completamente prima di staccarli dalla carta forno.Adesso che ho tutto pronto posso montare i fiorellini.





Riempio una sac à poche con la crema pasticcera salata,riempio i fiorellini di crema
e sopra ogni fiore ci dispongo le verdure oramai fredde.Scelgo un bel vassoio dove li dispongo tenendoli al fresco fino al momento di servirle.



Buon appetito.

Ciambelline soffici al limone

04 dicembre 2019 ore 01:22 segnala



Se vi piacciono i dolci al limone questo fa al caso vostro.La ricetta l'ho trovata sul sito di "Fables De Sucre" in realtà si tratta di un plumcake al limone ma io avevo appena acquistato delle formine e morivo dalla voglia di provarle.In poche mosse ho trasformato un sofficissimo plumcake in dolcissime ciambelline.





La ricetta che pubblico è per un plumcake,ma come potete vedere sono venute benissimo anche le ciambelline.Se il limone che è scritto nella ricetta vi sembra troppo,potete diminuirne la dose e a parer mio,verrebbe bene anche con l'arancia.





(Dose per stampo da plumcake di circa 29x10x6 cm)
Ingredienti:
2 uova-165 gr di zucchero-85 gr di olio di semi-85 gr di acqua-230 gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci-65 gr di succo di limoni-la buccia grattugiata di 1 limone bio.

in una terrina sbatto con un frullino elettrico le uova con lo zucchero fino a farle diventare spumose,aggiungo l'acqua e successivamente l'olio.Adesso con una spatola larga mescolando dal basso verso l’alto,senza smontare il composto,incorporo poco per volta la farina setacciata insieme al lievito.Aggiungo a filo il succo di limone e la buccia grattugiata.Il composto risulterà liquido,ma è cosi che deve essere. Adesso potete versare l'impasto in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato, oppure potete usare delle piccole formine come ho fatto io.





Infornare in forno caldo a 180°C per 35-40 minuti se infornate il plumcake,
altrimenti diminuite il tempo di cottura,in base alla grandezza degli stampini che usate.Sforno quando il dolce è bello dorato in superficie e infilandoci uno stecchino esce bello asciutto,se è bagnato proseguo la cottura ancora per qualche minuto.





Una volta cotto, sforno e faccio raffreddare su una gratella.Spolvero con zucchero a velo e servo.




Grazie Fables.
e7ae4902-437e-4cff-8a63-8a991d63421b
« immagine » Se vi piacciono i dolci al limone questo fa al caso vostro.La ricetta l'ho trovata sul sito di "Fables De Sucre" in realtà si tratta di un plumcake al limone ma io avevo appena acquistato delle formine e morivo dalla voglia di provarle.In poche mosse ho trasformato un sofficissimo p...
Post
04/12/2019 01:22:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Tronchetto di Natale al salmone affumicato

20 novembre 2019 ore 02:43 segnala



Ieri ero al mare e tra poco più di un mese è già Natale!Il tempo corre tic,tac ed io mi sento come bianconiglio in alice nel paese delle meraviglie...il tempo mi sta sfuggendo di mano.Mi sono accorta che su fb,in molti stanno già postando ricette natalizie.Mi sono ricordata che l'anno scorso,un pò per gioco insieme alla mia family ho realizzato questo delizioso tronchetto al salmone.





Ho utilizzato quello che avevo in casa perchè nelle feste una busta di salmone in frigo non manca mai,sempre in previsione di un aperitivo o di due tagliolini dell'ultimo minuto.La ricetta è di una semplicità disarmante,non si sporcano i fornelli e in pochi minuti porterete a tavola un aperitivo che stupirà i vostri ospiti e vi farà fare un'ottima figura.





Ingredienti:
3 fette di pane tramezzino senza crosta-6 fette di salmone affumicato-300 gr di formaggio spalmabile(io ho usato la robiola)200 gr di maionese(un vasetto circa)-1 sacchetto di rucola-olio di oliva leggero-uova di lompo rosse-sale e pepe rosa.


Sistemo le fette di pane tramezzino sopra un tagliere e le appiattisco leggermente con il mattarello.Spalmo sopra ogni fetta il formaggio.Io in casa avevo la robiola,ma va bene qualsiasi tipo di formaggio spalmabile per esempio il quark,il philadelphia o anche il burro.





Distribuisco sopra il formaggio la rucola condendola con olio,poco sale e pepe. Infine sistemo le fette di salmone sopra la rucola cercando di coprire tutti gli spazi vuoti.





Arrotolo strette,strette le fette di pane formando tre rotoli.Adesso procedo per formare il tronchetto.Direttamente sul vassoio da portata,appoggio due rotoli uno davanti all'altro per formare il tronco più lungo,il terzo rotolo lo taglio in diagonale e lo appoggio vicino agli altri due in modo da simulare un tronco più piccolo.





Spalmo tutto il tronco con la maionese e con una spatola dentata,formo tante righe simulando le venature del legno.Se non avete una spatola dentata,potete usare una forchetta.





Come tocco finale distribuisco sul tronco qua e la,le uova di lompo..non sono obbligatorie ma sono sceniche e fanno tanto natale.





Aggiungo qualche foglia di pungitopo e il tronchetto al salmone è pronto.Si conserva in frigo e va consumato entro uno al massimo due giorni.

Pane fritto

12 novembre 2019 ore 00:14 segnala



Questa sera,voglio mettervi a conoscenza di una facilissima ricetta per recuperare
il pane avanzato.Il pane fritto,si preparava tanto tempo fa,non tutti conoscono questa preparazione facile e gustosa che consente di mettere in tavola,un secondo piatto facile e sfizioso magari accompagnandolo con delle verdure.Sicuramente un momento di festa per i più piccini e non solo per loro.Una fetta di pane fritto croccante e dorato,con un bel bicchiere di vino mette d'accordo tutti.


NOTE:io ho usato i classici panini vecchi di due giorni prima.Potete usare tutto il pane che desiderate ma se usate pane duro,prima di passarlo nell'uovo potete bagnarlo con poco latte.Non esagerate altrimenti il pane si ammolla e perdere di croccantezza.


Ingredienti:
7 panini-4 uova grandi-2 cucchiai di grana grattugiato-sale-pepe-olio per friggere.


In una terrina rompo le uova,aggiungo il sale e macino il pepe.Con una forchetta
sbatto le uova e le tengo da parte.





In una larga padella,porto a temperatura l'olio taglio i panini a metà





li passo nell'uovo sbattuto (solo da una parte).





Friggo nell'olio bollente il pane prima dalla parte dove l'ho passato nell'uovo





girandolo quando diventa dorato dall'altra parte,fino a doratura.







Il pane fritto è pronto,consiglio di mangiarlo quando è ancora caldo e croccante.




Buon appetito!
bdc489c7-7d20-4486-b1c4-21fd71667aab
« immagine » Questa sera,voglio mettervi a conoscenza di una facilissima ricetta per recuperare il pane avanzato.Il pane fritto,si preparava tanto tempo fa,non tutti conoscono questa preparazione facile e gustosa che consente di mettere in tavola,un secondo piatto facile e sfizioso magari accomp...
Post
12/11/2019 00:14:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Banana split

05 novembre 2019 ore 02:28 segnala




La banana split andava molto di moda negli anni ottanta.Ho letto da qualche parte, che fu inventata negli stati uniti nel 1904 dal figlio di un gelataio.Dopo tutti questi anni è sempre un evergreen.Infatti,oggi non esiste una gelateria che non sappia fare una banana split. Quando la domenica,con il mio fidanzato (oggi mio marito)ci fermavamo in qualche bar la banana split era uno dei nostri dessert preferiti.Sicuramente non è un dolce leggero,ma nelle giornate tristi e uggiose è quel "tiramisù" che appaga corpo e mente.Prepararlo in casa è un attimo e anche se non si hanno a disposizione tutti gli ingredienti...si possono sostituire.La banana split resterà sempre un dessert godurioso.


Ingredienti per 1 persona:
1 banana-3 palline di gelato alla panna-3 cucchiai di panna fresca montata già zuccherata-qualche quadratino di cioccolato fondente-granella di nocciole q.b -biscotti al cioccolato.


La ricetta è semplicissima da realizzare.In un piatto dove poi verrà servito il dessert,taglio la banana nel senso della lunghezza e subito dopo a fettine e la sistemo nel piatto.Sopra la banana,metto le palline di gelato e sopra la panna montata.





Sciolgo il cioccolato nel microonde alla massima potenza,oppure a bagnomaria e con un cucchiaino lo verso sulla panna.Se non avete il cioccolato,potete usare un topping al cioccolato già pronto.





Finisco di decorare la banana split con la granella di nocciole e i biscotti al cioccolato.Il dessert è pronto è da consumare subito.




Buon dessert!
10b414b3-9598-47a7-9747-cdb9de1245ac
« immagine » La banana split andava molto di moda negli anni ottanta.Ho letto da qualche parte, che fu inventata negli stati uniti nel 1904 dal figlio di un gelataio.Dopo tutti questi anni è sempre un evergreen.Infatti,oggi non esiste una gelateria che non sappia fare una banana split. Quando l...
Post
05/11/2019 02:28:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Composta di mele uvetta e pinoli

14 ottobre 2019 ore 00:43 segnala



Ho preparato per gioco questa composta di mele,usando una busta di fruttapec che avevo in casa,era un acquisto che avevo fatto per preparare la gelatina di fiori di sambuco. Premetto che le confetture preferisco prepararle nel modo tradizionale,ma ci sono delle preparazioni dove la fruttapec è necessaria.Cercando su internet ho trovato la ricetta della composta di mele e ho provato a farla.Prepararla è di una facilità estrema,in cinque minuti è pronta.Ci vuole più tempo a sbucciare le mele che a cuocerle,il sapore di questa composta è squisito.Avete presente le mele che mangiate dentro lo strudel?davvero deliziose.Una composta che si può spalmare sul pane tostato,per farcire delle torte,accompagnare dei biscotti,oppure delle tartellette.Sempre pronta,sempre a disposizione...non vi stancherete mai di questa bontà





NOTE:la seconda volta ho fatto questa composta senza usare fruttapec,purtroppo il risultato è stato deludente.Il motivo è che ho dovuto per forza cuocere per più tempo le mele e alla fine è venuta fuori una marmellata con un sapore più marcato che non è piaciuto a nessuno.





Ingredienti:
900 gr di mele golden-il succo di 1 limone-500gr di zucchero-100 gr di uvetta-50 gr di pinoli-1 cucchiaino di cannella macinata-1 busta di fruttapec 2:1


Lavo e sbuccio le mele,le taglio a pezzetti fini e le metto in una pentola dai bordi alti con il succo del limone,l'uvetta lavata e asciugata ed i pinoli (io li ho tritati).





Mescolo la busta di fruttapec 2:1 con lo zucchero e l'aggiungo a freddo alle mele.





Metto la pentola sul fuoco e porto ad ebollizione.Faccio bollire per 3-5 minuti a fuoco vivace,senza smettere di mescolare e aggiungo la cannella.





Tolgo la pentola dal fuoco,verso la composta ancora bollente in vasetti sterilizzati e li chiudo ermeticamente con il loro coperchio.Capovolgo i vasetti per creare il sottovuoto.Quando i vasetti sono diventati freddi,li rigiro,li etichetto e li ripongo al fresco e al buio in dispensa.La composta di mele dura un anno,una volta aperto il vasetto e non consumato tutto,va conservato in frigo e consumato entro pochi giorni.




Buona merenda!
6e4b664c-58ee-44fc-97bb-ae0c88ee5e64
« immagine » Ho preparato per gioco questa composta di mele,usando una busta di fruttapec che avevo in casa,era un acquisto che avevo fatto per preparare la gelatina di fiori di sambuco. Premetto che le confetture preferisco prepararle nel modo tradizionale,ma ci sono delle preparazioni dove la ...
Post
14/10/2019 00:43:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment