La pastiera napoletana

09 aprile 2018 ore 03:09 segnala





A Pasqua,sulla mia tavola non poteva mancare la pastiera napoletana!Ho scelto una ricetta infallibile presenta nel 2012 da Benedetta Parodi,che in quell'occasione ha ospitando i fratelli Boccia,i celebri pasticceri napoletani.E'una frolla profumata e deliziosa,che racchiude uno scrigno di morbido ripieno a base di ricotta e canditi.







La leggenda narra...che sette tra le più belle fanciulle del golfo,situato tra Posillipo ed il Vesuvio,portarono dei doni a Partenope.La bella sirena dalla voce melodiosa,ogni primavera emergeva dalle acque e cantava con la sua voce melodiosa, per salutare la gente del golfo.Le fanciulle donarono alla sirena:la farina che rappresentava la ricchezza della campagna,la ricotta omaggio dei pastori,le uova che sono il simbolo della vita che si rinnova.Il grano bollito nel latte che sono i due regni della terra,l'acqua dei fiori di arancio che è il profumo della primavera. Spezie e i canditi che rappresentano i popoli lontani nel mondo,infine lo zucchero, in omaggio alla dolcezza del canto di Partenope.La sirena felice dei doni,li prese si inabissò.Depose le offerte preziose ai piedi degli Dei che,inebriati dal soavissimo canto della sirena,li mescolarono insieme creando un dolce soave come la bellissima Partenope.Nacque la pastiera napoletana,un dolce tipico di Napoli e di tutto il sud italia.Un dolce che è diventato un simbolo nel mondo.







Ingredienti per la pasta frolla:
200 gr di zucchero-200 gr di burro morbido-1 baccello di vaniglia-2 uova-sale-500 gr di farina-5 gr di lievito per dolci.


Ingredienti per il ripieno:
200 gr di grano cotto-200 gr di ricotta-200 gr di zucchero-2 uova-50 gr di arancia e cedro canditi-2-3 gocce di essenza di fiori d’arancio-1 baccello di vaniglia-zucchero a velo qb.


Preparo la frolla,mettendo in una ciotola il burro morbido con la polpa della vaniglia e lo zucchero.Comincio ad amalgamare aggiungendo le uova ed il sale e man,mano la farina con lievito setacciati insieme,lavoro poco la frolla per non surriscaldarla.Avvolgo il panetto nella pellicola e lo metto in frigo a riposare per almeno 8 ore,meglio per una notte intera.Preparo il ripieno:in una ciotola passo la ricotta sgocciolata al setaccio.Aggiungo lo zucchero,la polpa della vaniglia,il grano,l'essenza di fiori di arancio e i canditi,comincio a mescolare con un cucchiaio gli ingredienti,unisco infine le uova sbattute a a parte con una frusta.







Passato il tempo del riposo in frigo,riprendo la frolla e la tiro con il mattarello.Fodero uno stampo imburrato da pastiera da 25 cm di diametro con uno strato di circa 5 mm di pasta frolla.Buco il fondo con i rebbi di una forchetta.







Riempio la frolla con il composto di ricotta in modo uniforme.Ricavo con il mattarello dalla frolla avanzata delle strisce di circa 1,5 centimetri di larghezza e 3 mm di spessore e le stendo sul ripieno facendole aderire ai bordi,creando la classica greca inconfondibile della pastiera.







Cuocio a 170°C in forno statico per 1 ora circa,io ho misurato con un termometro da cucina la pastiera al cuore ed era 92°C e per me era cotta.A cottura ultimata la faccio raffreddare,la sformo su un piatto da portata spolverizzandola con zucchero a velo.

Note:la pastiera si prepara qualche giorno prima di Pasqua e si conserva in un luogo fresco per molti giorni.Vietato conservarla in frigo,perchè diventa una schifezza.Sicuramente vi avanzerà della frolla,potete congelarla e usarla al momento opportuno,oppure fatene dei biscottini sono strepitosi!




f7ed23af-acd9-45d5-af82-89d8242a0d46
« immagine » A Pasqua,sulla mia tavola non poteva mancare la pastiera napoletana!Ho scelto una ricetta infallibile presenta nel 2012 da Benedetta Parodi,che in quell'occasione ha ospitando i fratelli Boccia,i celebri pasticceri napoletani.E'una frolla profumata e deliziosa,che racchiude uno sc...
Post
09/04/2018 03:09:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Crostata ai mirtilli

06 aprile 2018 ore 02:30 segnala





Mia figlia,dice sempre che quando la giornata mi è andata storta,lo capisce subito perchè mi chiudo in cucina e mi metto a cucinare.Non importa cosa,può essere un ragù,un arrosto oppure come in questo caso un dolce.Parlando di dolci,non dico che il risultato sia sempre eccezionale,non sono una pasticcera però questa crostata, anche se non è bellissima la voglio pubblicare lo stesso.Potrebbe essere un'idea,per quelle persone che ci mettono l'anima quando decorano una crostata,con il rischio che mentre cuoce la confettura bollente deborda rovinando tutte le decorazioni. Invece cuocendole a parte e montandole successivamente,il risultato finale è più preciso.







Note.io ho usato il miele di tarassaco per lucidare la crostata,ma potete usare anche semplice miele,confettura di pesche sciolta con poca acqua calda,oppure gelatina neutra.

Ingredienti:
320 gr di farina-100 gr di zucchero semolato-100 gr di burro morbido-2 uova-scorza di mezzo limone grattugiata-mezza bustina di lievito per dolci-confettura di mirtilli-miele di tarassaco per lucidare la crostata.







In una ciotola sbatto le uova con lo zucchero,la scorza del limone grattugiata e il burro.Aggiungo poco per volta la farina con il lievito impastando fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.Avvolgo il panetto nella pellicola e lo metto a riposare in frigorifero per un'ora.Dopo il riposo del frigo,riprendo il panetto e con un mattarello e una spolverata di farina stendo la frolla.Imburro leggermente una tortiera(nel mio caso rettangolare),la ricopro con la frolla e la bucherello con la forchetta per non farla gonfiare in cottura.Riempio la frolla con la confettura di mirtilli.







Con un po' di frolla,qualche formina e...tanta immaginazione,creo dei soggetti nel mio caso:fiori,rami farfalline e dischetti.Cuocio in forno caldo a 170°C per pochi minuti, sforno e lascio raffreddare.







Inforno la crostata in forno già caldo a 170°C per 30-40 minuti,dipende sempre dal forno e comunque fino a doratura del dolce.Sforno la crostata e la lascio raffreddare,solo successivamente sistemo sopra la confettura i rami,i fiori e le farfalline componendo il disegno,i pistilli dei fiori li ho fatti con la confettura di mirtilli.Lucido tutta la frolla della crostata con un pò di miele di tarassaco.






Buona merenda!
b0cf1474-4da5-4e45-97dc-86b55e7b472c
« immagine » Mia figlia,dice sempre che quando la giornata mi è andata storta,lo capisce subito perchè mi chiudo in cucina e mi metto a cucinare.Non importa cosa,può essere un ragù,un arrosto oppure come in questo caso un dolce.Parlando di dolci,non dico che il risultato sia sempre eccezionale...
Post
06/04/2018 02:30:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Torta tramezzino con uova e insalata russa

30 marzo 2018 ore 02:45 segnala




Un'idea fresca invitante per questa Pasqua è la torta tramezzino.Credo che sia la più indicata,forse perchè ci sono le uova che rappresentano la rinascita,la nuova vita.Perchè scegliere di preparare una torta/antipasto?Perchè sono belle,colorate, possono essere molto chic,oppure avere quel sapore campagnolo...dipende tutto dalla fantasia di chi la prepara.Per questo tipo di torte,non c'è nessuna regola da seguire,se non quella di usare il proprio istinto,il proprio gusto.Con questa ricetta,voglio augurare a tutti una Buona Pasqua.

Ingredienti
6 fette di pane tramezzino senza crosta-200 gr di insalata russa-200 gr di ricotta-200 gr di philadelphia o altro formaggio spalmabile-1 vasetto di peperoni gialli e rossi in agrodolce-1 vasetto di olive-3 uova sode-pomodorini per decorare-insalata mista.







Posiziono un piatto sulle fette di pane come se fosse un coppapasta,le ritaglio ottenendo da ogni fetta un mezzo disco.Posiziono i mezzi dischi facendoli combaciare,in questo modo ottengo un cerchio perfetto.Distribuisco sul primo disco l'insalata russa.Posiziono un secondo disco sopra l'insalata russa e ci spalmo sopra la ricotta mescolata con qualche falda di peperone tritato.Posiziono il terzo disco sopra la ricotta.Spalmo tutta la superficie della torta con una parte del philadelphia,il resto lo metto in una sac à poche.Decoro la torta con le uova sode tagliate a quarti,le olive i pomodorini e i peperoni.Distribuisco l'insalata su tutti i bordi della torta e finisco di decorare qua e la con ciuffetti di philadelphia.

La torta si conserva ben chiusa in frigo per alcuni giorni

6c173b14-db85-4d2c-9731-3346161fd7de
« immagine » Un'idea fresca invitante per questa Pasqua è la torta tramezzino.Credo che sia la più indicata,forse perchè ci sono le uova che rappresentano la rinascita,la nuova vita.Perchè scegliere di preparare una torta/antipasto?Perchè sono belle,colorate, possono essere molto chic,oppure av...
Post
30/03/2018 02:45:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Dolce coniglietto con crema all'arancia

29 marzo 2018 ore 00:36 segnala





E' arrivato il coniglietto pasquale!!!
Un dolce semplice e facile da realizzare,che non ha molte pretese se non quello di portare gioia ed allegria in un giorno cosi festoso,è il giorno della rinascita della vita!Non mi resta che augurarvi una Buona Pasqua!

Ingredienti per il coniglietto:
100 gr di farina0-1 uovo-65gr di zucchero-125 ml di panna fresca-1/2 bustina di lievito per dolci-estratto di vaniglia.

Ingredienti per la crema pasticcera all'arancia:
250ml di latte intero-25 gr di maizena-estratto di vaniglia
1 uovo intero-70 gr di zucchero-1 scorza di un'arancia senza la parte bianca,se vi fa piacere potete grattugiarla.

Per la copertura:
250 gr di panna fresca-2 cucchiai di zucchero a velo-confettini di cioccolato stelline di zucchero colorate.







Inizio preparando la crema pasticcera che mi servirà in seguito.
In una terrina monto l'uovo con lo zucchero,aggiungo la vaniglia e la maizena.In un pentolino metto a scaldare il latte con la scorza del'arancia,appena il latte è caldo,ci verso dentro il composto sbattuto,mescolo energicamente con una frusta,fino ad ottenere una crema densa e vellutata,ci vorranno pochi minuti.Tolgo la crema dal fuoco,la verso in una ciotola tolgo la scorza del'arancia.Per un profumo più intenso,potete grattugiare altra buccia di arancia direttamente nella crema calda.Sigillo la crema con la carta da forno a contatto per evitare che si formi quell'odiosissima "pellicola",e la metto subito al fresco per farla raffreddare.

Proseguo preparando il coniglietto.
In una terrina monto le uova con lo zucchero fino a farle diventare gonfie e spumose
Incorporo poco alla volta la farina mescolata con il lievito,aggiungo a filo la panna fresca non montata.Verso il composto nella formina imburrata e infarinata.Inforno a 180°C statico per 30 minuti (dipende sempre dal forno)vale sempre la prova stecchino. Riempio una siringa con un beccuccio lungo di crema pasticcera(io ho usato la siringa dei biscotti ma se siete più comodi usate una sac à poche)sforno il dolce,lo lascio intiepidire e successivamente lo siringo con la crema pasticcera in più punti cercando di andare in profondità.Metto il dolce in frigo con tutto lo stampo per un paio di ore.







Sforno il dolce,con un coltello livello bene il fondo in modo che stia bene in piedi e lo appoggio in un porta torta.Adesso monto con fruste elettriche la panna fredda da frigo con lo zucchero a velo.Prendo una sac à poche con il beccuccio a stella,la riempio con la panna montata ed inizio a decorare tutto il coniglietto partendo dal basso verso l'alto.Aggiungo due confettini al cioccolato al posto degli occhi e le stelline di zucchero sulla pancia del coniglietto.







Conservo il dolce in frigorifero,ricordandomi di tirarlo fuori almeno mezz'ora prima di servirlo.
Felice Pasqua a tutti.
e8e99455-09bd-46ca-9f40-464a986a9e5d
« immagine » E' arrivato il coniglietto pasquale!!! Un dolce semplice e facile da realizzare,che non ha molte pretese se non quello di portare gioia ed allegria in un giorno cosi festoso,è il giorno della rinascita della vita!Non mi resta che augurarvi una Buona Pasqua! Ingredienti per il con...
Post
29/03/2018 00:36:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Torta tramezzino con mousse di prosciutto e piselli

28 marzo 2018 ore 02:44 segnala





Questa torta è fatta con il pane per tramezzini,quello senza crosta che si trova in tutti i supermercati.
Viene farcita con delle mousse di formaggi e ingredienti vari.La parte più divertente è quella di decorarla e vedere la faccia stupita di chi la riceve,perchè crede che si tratti un dolce e invece è un antipasto.E' un'ottima alternativa per un aperitivo,servita al posto dei soliti,tristi triangolini di pancarrè con sopra una fettina di salame mezza secca.

ingredienti:
2 confezioni di pane per tramezzini-2 confezioni grandi di formaggio spalmabile tipo philadelphia-1 confezione di panna fresca da montare-3 fette di prosciutto cotto- 1 vasetto di insalatina mista sott'aceto-1 tazza di piselli cotti-1 manciata di olive verdi denocciolate-1 vasetto di maionese

per la decorazione:
1 vasetto di maionese-pomodori maturi e ben sodi q.b-qualche oliva verde-piccoli pomodorini q.b-carote-peperone giallo-rucola-porro-succo di limone-radicchio rosso.







Prepariamo la prima mousse:passare la mixer il prosciutto cotto con una confezione di formaggio spalmabile e due cucchiai di panna.
Prepariamo la seconda mousse:passare al mixer una confezione di formaggio spalmabile con 2 cucchiai di panna,le olive denocciolate e i piselli cotti e freddi.
Prepariamo la terza mousse::sgocciolare l'insalatina dall'aceto, risciacquarla sotto l'acqua e asciugarla.Tagliarla a pezzetti e mescolarla alla maionese (praticamente viene una capricciosa).
Adagiare il pane su un vassoio spalmare il primo strato con il ripieno di capricciosa.
Stendere il secondo strato di pane,farcire con la mousse di piselli e olive.Coprire con il terzo strato di pane,farcire con la mousse di prosciutto cotto;chiudere tutto con l'ultimo strato di pane,spalmare tutta la torta di maionese.
Con una spatola con i denti fare delle onde in alternativa si possono usare i rebbi di una forchetta.







Per decorare la torta io ho fatto cosi:i gambi dei fiori li ho fatto con il porro,le rose con la buccia dei pomodori,i fiori con le carote bagnate nel limone per non farle annerire.Ho intagliato le olive facendole diventare della corolle di fiori e dentro ci ho messo e piccolissimi pomodorini.Ho decorato con il peperone e la rucola.Su tutto il bordo della torta ho messo il radicchio rosso.
la torta nella foto è lunga 50 cm.






Buon appetito
93e0a8d1-8b43-49a8-b19d-e22133402361
« immagine » Questa torta è fatta con il pane per tramezzini,quello senza crosta che si trova in tutti i supermercati. Viene farcita con delle mousse di formaggi e ingredienti vari.La parte più divertente è quella di decorarla e vedere la faccia stupita di chi la riceve,perchè crede che si tra...
Post
28/03/2018 02:44:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Crostata Arlecchino

21 marzo 2018 ore 01:51 segnala




Sono leggermente in ritardo per la pubblicazione di questa crostata arlecchino.Se devo essere sincera,ho preso la base di una frolla che avevo copiato tempo fa.Forse ho scelto questo tipo di impasto,perchè al posto del burro c'è l'olio e si sa,che le frolle all'olio,al contrario di quelle preparate con il burro,non hanno bisogno del riposo in frigo;si stendono in teglia e vanno subito in forno.Trovo che questa frolla sia molto buona...sapete mi ricorda tanto il sapore e la consistenza,delle crostate che le mamme portavano all'oratorio e che poi vendevano a fette.





Note:la ricetta della frolla è di:"fatto in casa da benedetta" ma io ho apportato delle leggere modifiche.Con la stessa frolla,potete realizzare anche i biscotti.
Questa dose va bene per uno stampo da 26-28 cm.
Naturalmente le confetture sono tutte homemade

Ingredienti:
320 gr di farina (per me 370 gr di farina tipo 1)
100 gr di zucchero semolato (per me zucchero a velo)
80 gr di olio di girasole (per me di soia)
2 uova-scorza di mezzo limone grattugiata-mezza bustina di lievito per dolci.

Confetture di:pesche-albicocche-ciliegie-frutti di bosco-fragole-rosa canina-kiwi.
Per lucidare:miele di tarassaco


In una ciotola sbatto le uova con lo zucchero,la scorza del limone grattugiata e l'olio. Aggiungo poco per volta la farina con il lievito e impasto bene fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.







Se l'impasto è ancora appiccicoso,aggiungo un cucchiaio di farina.Stendo subito la frolla in una teglia foderata con carta forno livellandola bene e sopra la frolla,adagio le griglie,dandogli un effetto ondulato.





Adesso arriva la parte divertente,che è quella di riempire tutti gli spazi vuoti, con le diverse confetture.Con l'ultimo pezzetto di frolla faccio tutta la "cornicetta" intorno alla crostata per dare una migliore rifinitura al dolce.







Inforno la crostata a 160°C per 30-40 minuti,la sforno e la lascio raffreddare.Quando è completamente fredda,la lucido con il miele di tarassaco.In alternativa potete usare semplice miele,oppure gelatina o marmellata di pesche sciolta con qualche goccia di acqua calda.





Godetevela!
f826b3ba-d533-4881-8b3c-c65f079f778a
« immagine » Sono leggermente in ritardo per la pubblicazione di questa crostata arlecchino.Se devo essere sincera,ho preso la base di una frolla che avevo copiato tempo fa.Forse ho scelto questo tipo di impasto,perchè al posto del burro c'è l'olio e si sa,che le frolle all'olio,al contrario di...
Post
21/03/2018 01:51:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Pane fascio di spighe

16 marzo 2018 ore 02:08 segnala




Mi sono fatta prendere dall'euforia e ho voluto provare a fare un fascio di spighe.A casa mia,quando uno di noi sperimenta qualcosa di nuovo,il resto della famiglia gli gravita intorno.Tutti a dare consigli,a metterci le mani e cosi finisce che si pasticcia tutti insieme.E' successo cosi anche questa volta e come al solito ognuno ci ha messo del suo,riuscendo a creare qualcosa di carino che poi è finito in un baleno.Il tempo di fare quattro foto e il fascio...è stato sfasciato!





NOTE:ho usato lo safran che viene anche chiamato lo zafferano dei poveri.E' una spezia simile allo zafferano,ma molto meno aromatica e per questo se ne deve usare parecchia.Mi piaceva dare un bel colore dorato a queste spighe e il risultato è stato buono anche se le foto non rendono giustizia,ma si sa dal vivo è tutta un'altra cosa.Se volete potete usare lo zafferano ne basteranno due bustine.Io ho impastato 1 kg di farina,con quel che è restato dell'impasto, ho fatto dei panini,ma se per voi è troppo dimezzare la dose.

Ingredienti:
1 kg di semola di grano duro-650 gr di acqua-2 cucchiai di safran-8 gr di lievito di birra-20 gr di sale (2 cucchiaini)-2 cucchiai di olio di oliva.

Un'oretta prima di impastare,metto lo safran in una caraffa con l'acqua calda,copro con un piattino e la lascio raffreddare.Quando l'acqua si è raffreddata,la filtro per eliminare i pistilli del safran.





Verso nel boccale della planetaria la farina,l'acqua filtrata dove ho sciolto il lievito di birra e avvio la macchina.Dopo 5 minuti aggiungo il sale e l'olio e continuo ad impastare per altri 10 minuti,fino ad ottenere un panetto liscio e compatto.Metto il panetto in una ciotola unta con l'olio di oliva,la copro con la pellicola e la faccio lievitare,in un luogo riparato fino al raddoppio del suo volume.





Riprendo il panetto lievitato e lo ribalto sulla spianatoia infarinata con la semola. Divido l'impasto formando tanti cordoncini lunghi 30-40 cm e li allineo uno vicino all'altro,su una teglia coperta di carta forno.





Appiattisco leggermente le punte dei cordoncini e con la forbice pizzico le punte cercando di dare la forma delle spighe.Con tre cordoncini formo una treccia e l'attacco a metà del fascio di spighe.





Quando mi ritengo soddisfatta del fascio,lo spolvero con la semola di grano duro e lo rimetto a lievitare per una mezz'oretta.





Inforno in forno preriscaldato a 200°C modalità statica per 40 minuti circa dipende sempre dal forno,dev'essere bello dorato.Sformo il mio fascio di spighe e lo metto a raffreddare in piedi prima di consumarlo.





Ottimo regalo da fare ad un'amica!
409ce9d3-5e0b-4fe5-9e43-c5fb2f70b57a
« immagine » Mi sono fatta prendere dall'euforia e ho voluto provare a fare un fascio di spighe.A casa mia,quando uno di noi sperimenta qualcosa di nuovo,il resto della famiglia gli gravita intorno.Tutti a dare consigli,a metterci le mani e cosi finisce che si pasticcia tutti insieme.E' successo...
Post
16/03/2018 02:08:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

I biscotti della nonna

13 marzo 2018 ore 02:06 segnala





Ho trovato questa ricetta molto tempo fa,postata da una signora.Ricordo che in quella circostanza,ho preso nota degli ingredienti su uno scontrino della spesa e poi l'ho conservato insieme alle centinaia di ricette che trascrivo e credo proprio, che non mi basterà una vita per farle tutte.Avevo voglia di fare dei biscotti semplici,come li facevano le nostre nonne,che non avevano nemmeno la bilancia per pesare gli ingredienti e facevano tutto ad occhio.Ecco la ricetta giusta, semplicissima. La frolla non ha nemmeno bisogno del riposo in frigo,basta impastare tutto insieme,dare la forma e subito a cuocere.Sentirete il profumo e il sapore di buono,delle cose fatte in casa.


Non so di chi sia la ricetta di questi biscotti,se qualche signora la riconosce,non avrò nessun problema a menzionarla.Colgo l'occasione e la ringrazio per averla condivisa.





Ingredienti:
500 gr di farina 0-2 uova-150 gr di zucchero + altro zucchero per spolverare i biscotti-80 ml di latte intero-100 ml di olio leggero tipo arachide o mais o altro-la buccia di un limone grattugiata-estratto di vaniglia-1/2 bustina di lievito per dolci oppure 10 gr di ammoniaca per dolci.





Verso in una ciotola la farina,le uova,il latte,lo zucchero,la scorza del limone, l'olio,la vaniglia e il lievito.Impasto insieme tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo.l'impasto risulterà un pò appiccicoso ma deve essere cosi.Con le mani infarinate stacco pezzetti d'impasto,formo dei bastoncini che appiattisco leggermente e li sistemo su una teglia ricoperta con carta forno.Con i rebbi di una forchetta,schiaccio i bastoncini rigandoli in superficie.







Spolvero la superficie dei biscotti con lo zucchero semolato,(potete anche non metterlo).Inforno i biscotti in forno caldo a 180°C modalità statica per 20-25 minuti circa,fino a doratura dei biscotti.







Sforno i biscotti e li lascio raffreddare completamente prima di conservarli in una bella scatola di latta.I biscotti della nonna si conservano per parecchi giorni.




Buona colazione!
38c2d367-a3c7-4cc1-aa01-ea2217ca7cb6
« immagine » Ho trovato questa ricetta molto tempo fa,postata da una signora.Ricordo che in quella circostanza,ho preso nota degli ingredienti su uno scontrino della spesa e poi l'ho conservato insieme alle centinaia di ricette che trascrivo e credo proprio, che non mi basterà una vita per far...
Post
13/03/2018 02:06:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Berries Cheesecake

10 marzo 2018 ore 20:27 segnala



E’ appena passata ma la festa delle donne dovrebbe essere ogni giorno. Io e la Forchettina abbiamo deciso di proporvi questa Cheesecake dai toni pastello che è una vera delizia.L'ide l'abbiamo presa dal web ma mettendoci sempre del nostro! Fresca e fruttata oltre che stupirvi è un ottima idea per un dolce che richiede ben poco tempo ma che ha una resa fantastica. Va bene per qualsiasi occasione, sia come fine pasto sia come dessert da portare da amici. Provatela, vi stupirà.



Ingredienti
Per la base
200gr di biscotti secchi – 150gr di burro fuso e freddo

Per la farcia
300gr di formaggio spalmabile – 250gr di mascarpone – 250gr di panna fresca -5 cucchiai di zucchero a velo – vaniglia – 250gr di frutti di bosco congelati – 4 cucchiai di zucchero semolato – 12 gr di gelatina in fogli ammollata nell’acqua fredda


Per prima cosa preparo i miei frutti di bosco e li metto in una ciotola con lo zucchero semolato e amalgamo bene. Li metto a cuocere in microonde per 3-4 minuti ( se non avete il microonde potete scaldarli in un pentolino a fuoco lento). Una volta ben sciolti aggiungo metà della mia gelatina in fogli precedentemente ammollata in acqua. Mescolo bene. Filtro il composto con un colino e divido il succo dalla polpa dei frutti. Frullo la polpa con un frullatore ad immersione e lascio da parte. Creo la base della torta. Con il mixer frullo i miei biscotti secchi a cui aggiungo il burro fuso freddo. Mescolo bene e creo la mia base della torta ( massimo mezzo centimetro).



Metto a riposare la mia base in frigo per almeno 20 minuti.A parte monto la panna in una ciotola, aggiungo lo zucchero a velo, la vaniglia, il formaggio spalmabile ed il mascarpone. In una tazzina faccio scaldare l’acqua ( massimo due cucchiaini) e ci sciolto la restante gelatina. Verso la gelatina sciolta nella crema e mescolo bene, dal basso verso l’alto facendo attenzione a non smontarla. La divido in parti uguali in tre ciotole che ci serviranno per creare gli strati colorati. In uno aggiungo la polpa dei miei frutti, nel secondo 4 cucchiai colmi di succo dei frutto ed il terzo strato rimarrà bianco.



Tengo da parte il liquido dei frutti che mi servirà come decorazione. Inizio con il primo strato, quello più scuro procedendo poi con quello più chiaro fino a quello bianco.



Tra uno strato e l’altro lascio riposare in frigo per almeno 30 minuti in modo che il composto si solidifichi. Procedo con tutti gli strati e terminato anche l’ultimo strato inizio a decorare. Con un cucchiaino lascio colare dei punti sulla torta, cercate di essere più precisi possibili nel creare un cerchio. Terminato il cerchio unisco i miei “punti” con uno stuzzicadenti creando così dei cuori.



Termino la mia decorazione con menta e frutti di bosco.



La fetta




Auguri a tutte le DONNE!
a474ef7c-8895-4595-99cb-38f6576d5ba6
« immagine » E’ appena passata ma la festa delle donne dovrebbe essere ogni giorno. Io e la Forchettina abbiamo deciso di proporvi questa Cheesecake dai toni pastello che è una vera delizia.L'ide l'abbiamo presa dal web ma mettendoci sempre del nostro! Fresca e fruttata oltre che stupirvi è un o...
Post
10/03/2018 20:27:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Pita chjna ai fiori di sambuco.

03 marzo 2018 ore 03:43 segnala




La pita chjna (pita piena) è un pane a forma di ciambella ripiena di ogni ben di dio.E' tipica calabrese e si consuma nei giorni di festa oppure nel periodo della pasquetta.Primo perchè è facile trasportarla quando si va a fare un picnic,secondo perchè è un pane che non si deteriora,terzo perchè è groppo buona!Questa volta,ho farcito la mia pita con peperoncini ripieni di tonno,timo e basilico,non ho voluto aggiungere altro perchè i fiori di sambuco che ho messo nell'impasto donano a questo semplice pane un profumo e un sapore meraviglioso.Ho usato questa pita come pane da tutto pasto ma voi,potete aggiungere formaggio e salumi a volontà.





ingredienti:
1 kg di farina di semola di grano duro-650 gr di acqua a temperatura ambiente-2 cucchiai di fiori di sambuco secchi-12 gr di lievito di birra-20 gr di sale(due cucchiaini)-1 cucchiaino di miele.

Per il ripieno:
20 peperoncini ripieni di tonno- timo e basilico fresco-olio extravergine di oliva.




Impasto insieme la farina di semola con l'acqua,dove precedentemente ho sciolto il lievito di birra e il miele.Dopo cinque minuti circa,aggiungo il sale,i fiori di sambuco e continuo ad impastare fino a quando ho un panetto liscio ed omogeneo.Metto il panetto in una ciotola oliata,lo copro e lo metto al calduccio fino al raddoppio del suo volume.Riprendo il panetto raddoppiato lo stendo con un mattarello formando un rettangolo non troppo sottile.





Divido i peperoncini in quattro parti e li distribuisco sul rettangolo.Aggiungo il basilico a pezzetti,il timo sfogliato e l'olio extravergine.





Prendo l'impasto da una parte e piano piano lo arrotolo su se stesso





formando un rotolo stretto,stretto e successivamente chiudo creando una grossa Pita





Trasferisco la pita su una teglia con carta forno,la pennello con l'olio extravergine e la lascio lievitare nuovamente per mezz'ora.





Quando la pita avrà ripreso volume la inforno per 10 minuti a 200°C in modo da dargli la "spinta" dopo abbasso 180°C in modalità statica per almeno 40 minuti,dipende sempre dal vostro forno.La pita è cotta quando al cuore misura 94°C la sforno e la metto a raffreddare su una gratella.Va consumata fredda.





Buona Pasquetta!
5d2ae009-f998-45be-8e77-b81e608b1d94
« immagine » La pita chjna (pita piena) è un pane a forma di ciambella ripiena di ogni ben di dio.E' tipica calabrese e si consuma nei giorni di festa oppure nel periodo della pasquetta.Primo perchè è facile trasportarla quando si va a fare un picnic,secondo perchè è un pane che non si deterior...
Post
03/03/2018 03:43:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment