Perla rubino con gelée ai frutti di bosco

18 dicembre 2018 ore 02:19 segnala



E' proprio vero quando una torta ti prende il cuore,la fai e la rifai e non ti stanca mai.La perla rubino è cosi!Dolce,delicata,raffinata è una torta che si veste ogni volta di nuovi sapori e questo grazie alla possibilità di cambiare ogni volta le gelèe.Si può usare frutta o purea congelata,fu lo stesso Montersino,in una trasmissione a sostenere che non aveva nessun senso acquistare frutti freschi per le gelèe,dato che la frutta congelata dava lo stesso risultato e un grande risparmio per le nostre tasche.In questo caso abbiamo preso la palla al balzo,usando frutti di bosco congelati.Un grandissimo ringraziamento va a mia figlia,che mi ha dato una grossa mano per mettere insieme la sua torta di compleanno,senza di lei non ce l'avrei mai fatta.La torta è sublime e se avanza,si può conservare in freezer,noi la tagliamo a fette cosi è pronta da gustare in qualsiasi momento della giornata.

Questa è una ricetta del grande pasticcere Luca Montersino!





Per il pan di spagna di riso :
125gr tuorli – 156gr di farina riso – 187gr di albume – 150gr di zucchero semolato

Per la bavarese al cioccolato bianco:
250gr di latte intero – 50gr zucchero – 100gr tuorli – 10gr di gelatina in fogli – 250gr di cioccolato bianco – 500gr di panna – aroma di vaniglia

Per la gelée ai frutti rossi:
400gr di frutti di bosco congelati – 100gr di zucchero – 40gr di destrosio – 10gr di gelatina in fogli

Per la glassa:
300gr di panna – 500gr cioccolato bianco – 300gr di sciroppo di glucosio – 50gr di gelatina in fogli-la punta di un cucchiaino di colorante alimentare rosso in polvere

per la decorazione:
lamponi freschi-mirtilli freschi-granella di pistacchio.


Per prima cosa,verso in una terrina i frutti di bosco e li lascio scongelare a temperatura ambiente.

Iniziamo con il pan di spagna:
nella planetaria metto a montare gli albumi con lo zucchero.Faccio montare per circa 15/20 minuti.Al termine,sbatto i tuorli con una forchetta e li incorporo agli albumi montati con l'aiuto di una spatola dall'alto verso il basso senza smontare il composto.Setaccio la farina e la incorporo gradualmente con lo stesso movimento ( dal basso verso l'alto) avendo cura di incorporarla tutta.Imburro ed infarino uno stampo da 25 centimetri e metto in forno a 180° gradi per 15/20 minuti. Faccio sempre la prova stecchino. Una volta cotto, lascio riposare fino a raffreddamento.





Prepariamo la bavarese:
lavoro i tuorli con lo zucchero.Metto ad ammollare la gelatina in fogli in acqua fredda.In un pentolino porto a bollore il latte,tolgo dal fuoco e verso i tuorli nel latte.Mescolo con una frusta a mano e con il termometro,controllo che il composto non superi mai gli 81° gradi, per evitare che la crema inglese si stracci.Raggiunta la temperatura sposto dal fuoco ed aggiungo il cioccolato bianco a pezzettini,tutto in una volta e la gelatina ammollata e ben strizzata. Amalgamo bene e lascio raffreddare con della carta forno a contatto, per evitare che si formi la pellicola. Una volta fredda, la conservo in frigorifero.

prepariamo la gelée:
Metto ad ammollare la gelatina in fogli in acqua fredda.frullo i frutti di bosco,li passo al setaccio e ne scaldo una parte al microonde ( circa 10/15 secondi),ci aggiungo il destrosio e lo zucchero.Mescolo bene ed aggiungo la gelatina ben strizzata.Amalgamo bene ed infine aggiungo il resto della purea dei frutti di bosco,lascio riposare a temperatura ambiente fino al montaggio della torta.





Procediamo al montaggio della torta:
su di un foglio di acetato dispongo lo stampo che ho foderato con l'acetato. Io uso uno stampo da 22 cm.Taglio una base di pan di spagna di mezzo centimetro più piccola del mio stampo.Con le fruste elettriche monto la panna che mi servirà a completare la bavarese.Con un minipimmer frullo la bavarese che ho appena tirato fuori dal frigo,per evitare che faccia grumi.Incorporo alla panna montata dal basso verso l'alto,per evitare di smontare il composto.





Riempio una sac à poche con la bavarese e creo il primo strato partendo dal bordo fino ad arrivare verso il centro e creare uno strato uniforme. Creo un altro anello spesso sul bordo.Verso la mia gelée nel mezzo, con attenzione, senza superare il limite dato dal mio cerchio di bavarese. Prendo delle fettine di pan di spagna e le adagio in corrispondenza della mia gelée, per creare uno strato “isolante”.





Finisco con la bavarese fino al bordo. Con l'aiuto di una spatola, raso la torta cercando di creare una superficie più liscia possibile. Ripongo in freezer per almeno 3-4 ore.

Prepariamo la glassa:
in un pentolino metto a bollire la panna e lo sciroppo di glucosio.Metto ad ammollare la gelatina in fogli in acqua fredda.Una volta che la panna avrà preso il bollore sui lati del pentolino, verso il mio cioccolato bianco a pezzettini,la gelatina ben strizzata ed amalgamo con una frusta a mano.Prelevo qualche cucchiaiata di glassa e la verso in una ciotolina e aggiungo il colorante rosso.Lascio riposare le glasse a temperatura ambiente.





Procediamo al glassaggio della torta:
sformo la mia torta(io mi aiuto con un piccolo cannello)tolgo l'acetato e la pongo su di una gratella con sotto una teglia per raccogliere la mia glassa. Se la glassa risulterà troppo dura,accendo il fuoco per farla intiepidire e la frullo con il minipimmer per renderla densa ed omogenea,ma non troppo calda.Verso la glassa bianca sulla torta ghiacciata in modo da glassarla tutta completamente.Immediatamente verso sopra la torta,la glassa rossa e tiro la superficie con una spatola per togliere l'eccesso di glassa.Stacco la torta della gratella e la ripongo in freezer fino al momento di decorarla.





Tolgo torta dal freezer qualche ora prima di consumarla.La decoro ancora gelata, disponendo mirtilli tagliati a metà,lamponi e la granella di pistacchi,che metto anche tutto intorno sul fondo della torta.
Non resta che assaggiare questa meraviglia!


de7332ac-9a0d-47b0-a016-9f9bf5bc1b47
« immagine » E' proprio vero quando una torta ti prende il cuore,la fai e la rifai e non ti stanca mai.La perla rubino è cosi!Dolce,delicata,raffinata è una torta che si veste ogni volta di nuovi sapori e questo grazie alla possibilità di cambiare ogni volta le gelèe.Si può usare frutta o purea ...
Post
18/12/2018 02:19:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Le girelle di mozzarella di Montersino

06 dicembre 2018 ore 21:48 segnala




Era tantissimo tempo che volevo provare a fare le girelle di MONTERSINO.L'occasione è arrivata con il compleanno di mia figlia e cosi,ho voluto provare queste girelle sostituendole alle solite pizzette.La prima cosa da dire è che sono di una semplicità estrema,poi perchè si possono congelare sia da crude,che da cotte.Un'idea meravigliosa per queste feste natalizie.Pensate che si possono preparare con largo anticipo,congelarle e tirarle fuori all'ultimo momento,pronte per il forno. Dimenticavo di dirvi che queste girelle si possono farcire anche con il pesto,con la salsa di olive o con ciò che desiderate,sono sempre ottime.





ingredienti:
500 gr di farina 00-200 gr di mozzarella-200 gr di latte intero-50 gr di burro-20 gr di lievito di birra-10 gr di sale-8 gr di zucchero-100 gr di concentrato di pomodoro origano-olio extravergine di oliva-sale e pepe.

Nella ciotola della planetaria verso la farina,lo zucchero e il lievito di birra sbriciolato.Inserisco il gancio e alla velocità 2 faccio lavorare la macchina.Verso a filo il latte e subito dopo la mozzarella strizzata e tagliata a pezzettini.Mentre la macchina continua ad impastare,aggiungo il burro a pezzetti e il sale.Continuo a lavorare fino a quando l'impasto è liscio e ben incordato.Se l'impasto dovesse risultare troppo asciutto,aggiungere poca acqua(a me non è mai successo).Togliere l'impasto dalla ciotola,avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare per 20 minuti a temperatura ambiente.





Nel frattempo in un'altra ciotolina verso il concentrato di pomodoro,l'olio extravergine,l'origano,il sale e il pepe,mescolo tutto per bene e tengo da parte. Trascorso il tempo del riposo,riprendo il panetto,lo divido in due parti





lo stendo con un mattarello formando due rettangoli di circa 3 mm di spessore.





Distribuisco la farcia sui due rettangoli





li arrotolo stretti,formando dei rotolini, che arrotolo nella pellicola chiudendoli bene alle estremità.Li metto nel congelatore per far compattare per circa 25 minuti.





Tolgo i rotolini dal congelatore e con un coltello a seghetto,taglio dei dischi di 1/2 cm di spessore.Dispongo i dischi su teglie foderate di carta forno e faccio lievitare per 2 ore.Pennello i dischi con olio extravergine di oliva.





Inforno a 180°C per 8-10 minuti circa,dipende sempre dal vostro forno.Sforno le girelle,le faccio intiepidire su una griglia prima di servirle.





Le girelle di mozzarella,possono essere congelate da cotte.All'occorrenza basterà tirarle fuori dal freezer e passarle per qualche minuto nel forno caldo.Oppure potete preparare i rotolini e congelarli da crudi cosi come sono avvolti nella pellicola.Al bisogno,basta tagliare i dischi da congelati,disporli sulle placche,farli lievitare e successivamente infornarli fino a doratura.
4c15a651-4efb-4d68-8cbe-b388716b26d1
« immagine » Era tantissimo tempo che volevo provare a fare le girelle di MONTERSINO.L'occasione è arrivata con il compleanno di mia figlia e cosi,ho voluto provare queste girelle sostituendole alle solite pizzette.La prima cosa da dire è che sono di una semplicità estrema,poi perchè si possono...
Post
06/12/2018 21:48:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Fette biscottate semplici e fragranti

02 dicembre 2018 ore 19:40 segnala



Sono sempre convinta che dagli sbagli nasca sempre un capolavoro.Conosciamo tutti la storia del panettiere milanese Toni,che aggiungendo uvetta,canditi e zucchero al semplice pane inventò il "pan de Toni" che oggi è il famosissimo panettone.Oppure lo champagne che è nato grazie ad un monaco francese che zuccherò nel vino troppo aspro insomma ci sarebbero tanti esempi da fare.Il mio piccolo sbaglio è stato quello di fare le mie fette biscottate...senza avere a disposizione tutti gli ingredienti necessari.Infatti questa in origine era la ricetta delle "fette biscottate integrali all'olio di oliva".Ho tolto completamente lo zucchero e il miele,ho sostituito gran parte della farina,aggiungendo quella di semola che rende le fette fragranti e ho diminuito l'olio.Il risultato è stato quello di avere delle fette biscottate fragranti leggere,non si rompono quando si affettano e si tostato alla perfezione.



Ingredienti per il lievitino:
180 gr di farina 0-200 gr di acqua-1 cubetto di lievito.

Ingredienti per l’impasto:
500 gr di farina di semola rimacinata-360 gr di farina tipo 1-60 gr di crusca-400 gr di acqua-100 gr di olio di oliva leggero-20 gr di sale fino.

Se desiderate,potete dimezzare il lievito e aumentare i tempi di lievitazione.Usate le farine che ho elencato nella ricetta e anche la crusca,che potete trovare in tutti i supermercati.Se avete a disposizione una planetaria usatela,le fette
verranno più friabili.E’ importante lasciare asciugare bene il pane almeno per 12 ore prima di affettarlo e tostarlo,se lo fate prima (io l’ho fatto) avrete delle fette dure e immangiabili.Asciugate le fette sulle griglie,perchè solo in questo modo l'aria circola e asciuga perfettamente la fetta.


Preparo il lievitino:
in una ciotola impasto velocemente 180 gr di farina con 200 gr di acqua ed il cubetto di lievito.Copro la ciotola con un piatto o con la pellicola e lo lascio riposare per almeno 2 ore.

Preparo l'impasto:
dopo due ore inserisco nel boccale della planetaria il lievitino,la semola,la farina di tipo 1,la crusca,l'acqua e aziono la macchina.Aggiungo l'olio di oliva e per ultimo il sale.Lascio lavorare l’impasto per almeno un quarto d’ora,fino a quando l’olio verrà assorbito completamente dalla farina,ottenendo un impasto liscio e compatto.





Trasferisco l'impasto in una ciotola coperta da pellicola e lo lascio lievitare fino al raddoppio.





Riprendo l’impasto lo verso su una spianatoia infarinata,lo peso e lo divido in 4 parti uguali formando 4 panetti.Con un mattarello,stendo un panetto alla volta formando un rettangolo che infine arrotolo su se stesso formando un filoncino.Metto il filoncino in uno stampo da plumcake unto con poco olio.Procedo cosi con gli altri tre panetti.Rimetto a lievitare fino al raddoppio coprendoli con un canovaccio pulito.Cuocio in forno caldo a 180°C modalità statica per 40 minuti circa dipende sempre dal forno.Tiro fuori gli stampi e li lascio raffreddare.Successivamente sformo il pane,lo metto ad asciugare su una gratella per almeno 12 ore coperti con un canovaccio pulito,se potete anche un giorno.




Nella foto,si vedono le fette disposte in una placca da forno,non è uno sbaglio ho usato la placca per fare la foto,perchè le griglie erano in forno con le fette ad asciugare.

Affetto il pane con un coltello seghettato,dispongo le fette sulle griglie e inforno a 160°C modalità ventilata sopra e sotto fino a doratura della fetta.Man mano che le fette sono dorate da entrambi i lati e al tatto sono belle secche,le dispongo su una gratella a raffreddare e successivamente le ripongo in una scatola ermetica.Queste fette se sono tostate bene,durano anche un mese .E se proprio non vi va di tostarlo…questo pane è buono e morbido anche cosi!

8eda8803-8b10-4fca-bc03-30fc8f2f6f28
« immagine » Sono sempre convinta che dagli sbagli nasca sempre un capolavoro.Conosciamo tutti la storia del panettiere milanese Toni,che aggiungendo uvetta,canditi e zucchero al semplice pane inventò il "pan de Toni" che oggi è il famosissimo panettone.Oppure lo champagne che è nato grazie ad u...
Post
02/12/2018 19:40:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Torta ripiena di pollo

28 novembre 2018 ore 00:10 segnala



Stasera vi voglio raccontare di una torta diversa dal solito,una torta di pollo. Ognuno di noi è destinato ad affrontare gli avanzi della domenica,cercando di trasformarli in qualcosa di appetibile.Premetto che questa ricetta l'ho scritta man,mano che inserivo e assaggiavo i vari ingredienti.Per essere stata la mia prima torta di pollo,sono davvero soddisfatta.Gustosa e saporita è piaciuta tantissimo anche a mio marito che di solito, non ama particolarmente le torte salate.Ve la consiglio vivamente,va mangiata tiepida e se ve ne avanza un pezzettino,conservatela in frigo,riscaldata sarà ancora più buona.





Per questa torta ho usato pollo cotto precedentemente allo spiedo e una teglia da 27 cm.Se non avete il pollo già cotto,potete usare del pollo crudo.Tagliatelo a dadini e cuocetelo in padella con poco olio e aromi a vostro piacere.Fatelo raffreddare e proseguire con la ricetta.

Ingredienti:
2 dischi di pasta brisèe-600 gr di pollo cotto-2 patate-3 mozzarelle-3 cucchiai di parmigiano-3 uova-2 cipolle di tropea-tuorlo e latte per pennellare-olio di oliva-timo fresco-sale e pepe

Pelo e taglio a fettine sottili le cipolle e le rosolo in una padella con un filo di olio di oliva.





In un'altra casseruola metto a lessare in acqua fredda le due patate.Sminuzzo il pollo eliminando la pelle e tutte le ossa e lo raccolgo in una ciotola.Aggiungo le patate lesse schiacciate con una forchetta,le cipolle fredde,la mozzarella a pezzetti,le uova,il grana,il timo fresco e aggiusto di sale e di pepe.





Mescolo bene tutti gli ingredienti.Fodero la tortiera con un disco di pasta brisèe, la bucherello sul fondo con una forchetta per non farla gonfiare in cottura.





Verso nella tortiera tutto il ripieno, distribuendolo e livellandolo bene.Copro con il secondo disco di pasta brisèe pizzicando i due dischi insieme cercando di saldarli e facendo un cordoncino tutto intorno.Con una forchetta faccio dei buchini su tutta la superficie.Pennello tutta la torta con il tuorlo diluito con qualche cucchiaio di latte.Inforno la torta a 170°C per circa 30-40 minuti o fino a doratura.Sforno la torta lasciandola intiepidire prima di servirla.




Buon appetito!
713fa656-f3b3-4417-9685-03d203a76797
« immagine » Stasera vi voglio raccontare di una torta diversa dal solito,una torta di pollo. Ognuno di noi è destinato ad affrontare gli avanzi della domenica,cercando di trasformarli in qualcosa di appetibile.Premetto che questa ricetta l'ho scritta man,mano che inserivo e assaggiavo i vari in...
Post
28/11/2018 00:10:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Filoncini di grano duro con olive e pomodori secchi

19 novembre 2018 ore 01:47 segnala




Quando ho un giorno di riposo dal lavoro,mi piace preparare il pane.A chi non piace il pane fresco?Profumato e fragrante basta condirlo con un filo di olio,Io da sola ne mangerei un kilo.Ho provato a fare questi filoncini di semola,mettendo nell' impasto olive e pomodori secchi sott'olio.Sfiziosi da morire,li abbiamo divorati!Pane,olio e buon vino credo non ci sia niente di più buono,per passare una serata insieme alle persone che ami.





Ingredienti:
1 kg di semola di grano duro-700 gr di acqua-12 gr di lievito di birra-1 cucchiaino di miele-300 gr di olive tritate grossolanamente-150 gr pomodori secchi sott'olio-15 gr di sale fino.


Inserisco nel boccale della planetaria la farina setacciata,aziono la macchina con il gancio miscelando la farina per qualche secondo.Aggiungo l'acqua dove ho sciolto il lievito e il miele,dopo cinque minuti inserisco il sale e continuo ad impastare fino ad ottenere un composto bello liscio.Spengo la planetaria lasciando l'impasto nel boccale a riposo per 30 minuti.Nel frattempo denocciolo le olive e le trito grossolanamente,taglio a pezzetti anche i pomodori sott'olio.Aggiungo olive e pomodori all'impasto e aziono la planetaria per qualche minuto,il tempo necessario per far incorporare tutti gli ingredienti.





Tolgo l'impasto dal boccale,ne faccio un panetto e lo metto a lievitare in una ciotola spolverata di farina.Copro con la pellicola e metto al calduccio fino al raddoppio.Trascorso il tempo della lievitazione,riprendo l'impasto e lo ribalto su una spianatoia infarinata,dividendolo in palline da 100 gr l'una.Stendo ogni pallina con il mattarello formando un piccolo disco che arrotolo su se stesso,formando dei filoncini.Man mano che formo i filoncini,li appoggio su teglie foderate di carta forno e li copro con una pellicola per farli lievitare fino al raddoppio.Quando i filoncini sono ben lievitati,li spolvero con la farina,faccio dei tagli e li inforno.





Forno caldo a 180°C con pentolino d'acqua su fondo (altrimenti i filoni diventano dei sassi) per 20-30 minuti fino a doratura,il tempo varia sempre dal tipo di forno.





Sforno i filoncini su una gratella per farli raffreddare.Sono buonissimi anche con un filo di olio extravergine di oliva.





Che ve ne pare?

Crostata Integrale albicocche miele e frutta secca

14 novembre 2018 ore 00:41 segnala




Ho sempre desiderato realizzare una crostata con la frutta secca.Ho visto in tv Benedetta Parodi che presentava una torta ripiena di frutta secca e miele e mi è venuta l'idea di questa crostata.Una frolla semi integrale con un ripieno di confettura all'albicocca,naturalmente homemade.Tanta frutta secca e dolcissimo miele che ci sta proprio bene.Certo,non è un dolce da tutti i giorni ed è per questo,che io preferisco che sia una crostata destinata per le colazioni dei giorni di festa, quando decidiamo di premiarci con una coccola.





Per la frolla:
225 gr di farina 0-225 gr di farina integrale-150 gr di zucchero-3 uova-estratto di vaniglia-la scorza di mezzo limone bio grattugiata-150 gr di olio di semi-1 bustina di lievito per dolci-un pizzico di sale.

Per il ripieno:
300 gr di noci-500 gr di mandorle con la buccia-200 gr di nocciole non tostate-100 gr di granella di nocciole-200 gr di confettura di albicocche-miele q.b


Mescolo le due farine con zucchero,la scorza del limone grattugiata,il lievito, l'olio,il sale e frullo tutto nel boccale del mixer.Aggiungo le uova e aziono nuovamente il mixer.Prendo l'impasto,lo stendo in una tortiera e lo bucherello con una forchetta





prima di infornare a 180°C per 15-20 minuti fino a doratura della frolla.Tolgo la frolla dal forno e la lascio intiepidire qualche minuto.





Successivamente distribuisco su tutta la superficie la confettura di albicocche.





Decoro la crostata con la frutta secca a parte scaldo leggermente qualche cucchiaio di miele e con un pennello lo distribuisco su tutta la frutta secca.Inforno nuovamente la crostata per altri 10 minuti,attenti a non bruciare la frutta secca. Sforno e prima che si raffreddi pennello nuovamente la superficie con ancora un po' di miele.





Io ho usato questa frutta secca,ma ognuno può scegliere la frutta che preferisce. Questa crostata si conserva per qualche giorno a temperatura ambiente,ma regge bene anche in frigorifero.
729d6832-1576-4c5b-b3b3-0a77eddc59e2
« immagine » Ho sempre desiderato realizzare una crostata con la frutta secca.Ho visto in tv Benedetta Parodi che presentava una torta ripiena di frutta secca e miele e mi è venuta l'idea di questa crostata.Una frolla semi integrale con un ripieno di confettura all'albicocca,naturalmente homema...
Post
14/11/2018 00:41:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Liquore Giuggiolino

05 novembre 2018 ore 02:29 segnala




Apro una parentesi dicendo che non mi piacciono le giuggiole.Tutte le volte che qualcuno che me ha offerte,asserendo di quanto fossero buone,io le ho trovate solo dolci e stucchevoli.Visto che non mi piacciono,mio marito ha pensato bene di tornare a casa con un cesto di giuggiole,raccolte dall'albero dei suoi genitori.Non sapendo che farne,ho pensato di utilizzarle per fare il liquore.Con mia grande sorpresa è venuto fuori un liquorino meraviglioso che ricorda il sapore del passito e del marsala (ma quello buono eh!).Se volte qualcosa di veramente raffinato da bere nelle prossime feste natalizie,oppure da regalare,questo giuggiolino è il liquore giusto per voi.





Ingredienti:
250 gr di giuggiole-450 gr di alcol-la buccia di 1 limone-5 bacche di cardamomo-1 cucchiaino di concentrato oppure mezza bacca di vaniglia-400 gr di zucchero-700 gr di acqua.


Lavo e asciugo bene le giuggiole,le taglio a metà e gli tolgo il nocciolo.





Inserisco le giuggiole in un vaso insieme all'alcol,aggiungo le bacche di cardamomo,
la buccia del limone e la vaniglia.Chiudo ermeticamente il vaso e lo conservo al buio per 15 giorni,agitandolo almeno una volta al giorno.





Preparo lo sciroppo mettendo a bollire per 5 minuti l’acqua e lo zucchero,spengo e lascio raffreddare completamente lo sciroppo.Potete preparare lo sciroppo molte ore prima,anche la sera precedente.Ecco come si presenta l'alcol con le giuggiole trascorsi i 15 giorni.





Fodero un colino con un pezzo di mussolina,oppure un colino di stoffa o di cotone. Filtro tutto l’alcol con le giuggiole,strizzo bene la stoffa per raccogliere tutto il succo.Mescolo bene l’alcol con lo sciroppo a questo punto non resta che imbottigliare il liquore,mi raccomando sempre in bottiglie pulite.Riempio le bottiglie con il liquore,le tappo con tappi ermetici e le etichetto segnando la data di produzione.





Personalmente copro sempre le bottiglie con fogli di alluminio,in questo modo il liquore non è esposto alla luce e non scolora.Il giuggiolino è pronto da bere dopo qualche settimana,si conserva a temperatura ambiente.
8537726b-7147-48d7-b621-38840dba22cf
« immagine » Apro una parentesi dicendo che non mi piacciono le giuggiole.Tutte le volte che qualcuno che me ha offerte,asserendo di quando fossero buone,io le ho trovate solo dolci e stucchevoli.Visto che non mi piacciono,mio marito ha pensato bene di tornare a casa con un cesto di giuggiole,r...
Post
05/11/2018 02:29:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Cupcakes Mostruosi

31 ottobre 2018 ore 00:23 segnala


Un altro Halloween è arrivato! Quest’anno mi sono cimentata in un una tribù di spiritelli sotto forma di cupcake davvero spaventosi. Lo ammetto, la Forchettina non si è spaventata come volevo ma… i dolcetti sono piaciuti! Ho deciso di sfogare creatività e gusto per questi facilissimi dolcetti a base di zucca con una crema che vi conquisterà. Decorateli con i vostri bambini, con gli amici.. insomma divertiti a pasticciare come ho fatto io e soprattutto non mancate di assaggiarli.. Perchè sono buonissimi!


Ingredienti
250gr farina 0- 100gr farina di mandorle – 140gr fruttosio– 150gr zucca cotta – 2 uova medie – 80gr di olio di soia – 100ml panna fresca – 1 bustina di lievito per dolci – vaniglia – 1 bicchierino di liquore all’amaretto

decorazione
250gr di mascarpone – estratto di vaniglia – 100ml di panna fresca- 100gr ricotta– 3 cucchiai di zucchero a velo – colorante in polvere giallo – colorante in polvere arancione – cioccolato fondente


NB se non avete il fruttosio potete usare lo zucchero bianco o di canna ( 180gr)

Per prima cosa lesso la zucca. Cruda peserà circa 300 grammi. Quando è ancora calda la riduco in poltiglia con l'aiuto di un cucchiaio e la lascio raffreddare. In una ciotola con le fruste elettriche, monto le uova con il fruttosio a cui aggiungo la vaniglia e la zucca ormai fredda. Incorporo poi la farina di mandorle, la farina 0, il liquore e la bustina di lievito. Amalgamo bene con le fruste e sempre sbattendo, aggiungo il latte ed in ultimo l'olio. Verso il composto negli stampi da cupcake riempiendoli per 2/3



e cuocio a 170° per 20 minuti circa ( vale sempre la prova stecchino). Forno e lascio raffreddare.




Quando sarà ora di servirli procedo con la decorazione.
In una ciotola lavoro con le fruste elettriche il mascarpone con la panna, la vaniglia, la ricotta e lo zucchero a velo. Divido il composto a metà. Una parte la lascio bianca e l’altra la coloro di arancione con il colorante rosso e giallo. Metto il composto in una sac à poche e procedo con la decorazione creando degli spumoni.



Sciolgo a bagnomaria del cioccolato fondente e con l’aiuto di un conetto di carta decoro i miei cupcake in modo spaventoso..



Fatevi aiutare dai vostri bambini o divertitevi come ho fatto io dando sfogo alla vostra creatività nel creare facce mostruose.





ecco l'interno





Buon Halloween a tutti!
be21042d-7c81-465d-82a2-71076709d56d
« immagine » Un altro Halloween è arrivato! Quest’anno mi sono cimentata in un una tribù di spiritelli sotto forma di cupcake davvero spaventosi. Lo ammetto, la Forchettina non si è spaventata come volevo ma… i dolcetti sono piaciuti! Ho deciso di sfogare creatività e gusto per questi facilissimi...
Post
31/10/2018 00:23:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Tiramisù bon bon

23 ottobre 2018 ore 02:05 segnala




Ecco un'idea carina per chi ama il tiramisù.E' un modo simpatico per servire questo dolce che del mondo è diventato importante come la pizza.Se avete preparato le innumerevoli versioni:senza uova,con pavesini al posto dei savoiardi,con la frutta o la ricotta.Ecco,dicevo se avete preparato tutte le versioni,non potete farvi mancare questi semplicissimi bon bon. Si preparano in pochi minuti e sono di grande effetto. Serviti con un liquorino fanno la loro bella figura.





Ingredienti:
350 gr di biscotti savoiardi-250 gr di mascarpone-20 gr di zucchero a velo-3 tazzine di caffè espresso-3 cucchiai di marsala secco-cacao amaro quanto basta.

La prima cosa da fare è il caffè e lasciarlo raffreddare.Nel frattempo in un mixer tritare i savoiardi





Dopo averli tritati finemente versarli in una ciotola.





Aggiungere il mascarpone,lo zucchero a velo,il marsala secco e il caffè freddo.





Impastare insieme tutti gli ingredienti,verrà un impasto compatto.





Prelevare dei piccoli pezzi dall'impasto e con le mani creare delle palline che devono essere più piccole di una noce,non fatele più grosse perchè diventano stucchevoli.





Passare le palline nel cacao amaro.





disporle in un piatto e tenerle in frigo fino al momento di servirle.





Si conservano in frigo per qualche giorno e sono davvero molto buoni.
eaf6df9a-e279-4d7a-81f5-229d23844f14
« immagine » Ecco un'idea carina per chi ama il tiramisù.E' un modo simpatico per servire questo dolce che del mondo è diventato importante come la pizza.Se avete preparato le innumerevoli versioni:senza uova,con pavesini al posto dei savoiardi,con la frutta o la ricotta.Ecco,dicevo se avete pr...
Post
23/10/2018 02:05:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Crostata di fichi ricotta e cioccolato

16 ottobre 2018 ore 00:50 segnala




Finalmente riesco a postare la ricetta di questa golosa crostata di fichi ricotta e cioccolato.Purtroppo il lavoro,la casa e le mille faccende,mi stancano tanto e cosi finisce che dopo cena crollo sul divano.Ma questa sera,anche se ho un braccio indolenzito ho deciso di postarla.I fichi sono proprio gli ultimi di fine settembre praticamente quelli che sono rimasti attaccati sulla pianta,un pò secchi ma dolcissimi come il miele.Se vi capita di trovare ancora dei fichi,questa è la ricetta giusta per voi.


Note:questa frolla non ha bisogno del riposo,si impasta e si stende subito in teglia pronta da cuocere.In questa ricetta,come ingrediente c'è mezzo uovo.Per avere un dosaggio perfetto,rompete l'uovo in una terrina,battetelo leggermente con una forchetta, poi con un cucchiaino prelevatene la metà che vi servirà per questa crostata.





Ingredienti per la frolla:
150 gr di farina 00-65 gr di zucchero-mezzo uovo-35 gr di burro morbido-35 gr di yogurt bianco-1 cucchiaino di lievito per dolci-un pizzico di sale-estratto di vaniglia.

Ingredienti per la farcia:
250 gr di ricotta vaccina-30-35 fichi-2 cucchiai di zucchero a velo-3 cucchiai di gocce di cioccolato-la scorza di mezzo limone grattugiata-miele per spennellare.

In una terrina mescolo lo zucchero con l’uovo,aggiungo il burro morbido,lo yogurt,la farina,l'estratto di vaniglia,il lievito e per ultimo il sale.Impasto fino ad ottenere un panetto omogeneo.Tiro l'impasto con il mattarello e lo stendo in una tortiera rettangolare.Faccio qualche buco con una forchetta sulla frolla per non farla gonfiare in cottura.





A parte mescolo la ricotta con lo zucchero a velo e la scorza del limone grattugiata.Stendo la ricotta sulla base della frolla e sopra la ricotta le gocce di cioccolato.





Lavo ed asciugo bene i fichi li taglio a metà lasciandogli la buccia.Sistemo i fichi con la parte tagliata verso l'alto sulla ricotta partendo dall'esterno della teglia.





Inforno la crostata in forno caldo a 170°C per 25-30 minuti dipende sempre dal forno.Tiro fuori la crostata,pennello tutta la superficie con il miele appena tiepido.Rimetto la crostata in forno funzione grill per qualche minuto, giusto il tempo di far caramellare i fichi,la tolgo dal forno e la lascio raffreddare prima di servirla.




La crostata si conserva in frigorifero coperta con una pellicola per 1 o 2 giorni non di più.