Frittelle di fiori di acacia

03 maggio 2016 ore 02:38 segnala




La robinia è un albero infestante,originario dell'America del Nord.Nello specifico, proviene dalla zona degli Appalachi,dove ne esistono interi boschi.Fu importata in Europa nel 1601 da Jean Robin, botanico del re di Francia,Enrico IV che,senza neanche a dirlo,con questo arbusto infestò gran parte dell'Europa fino,e più giù della Turchia.E' un albero dal legno molto duro e resistente,usato nell'edilizia e perfetto da ardere.Raggiunge fino a 25 metri di altezza,aprile e maggio è il periodo della sua fioritura.I suoi fiori sono formati da lunghi grappoli bianchi,profumatissimi che tutti conosciamo con il nome di "fiori di acacia".





Le api con il nettare dei fiori,producono un miele delicatissimo e cristallino.I fiori di acacia sono perfetti in cucina.Il loro utilizzo spazia dalle insalate,alle frittate e persino nella pasticceria.Quello che vi presento oggi.è forse la ricetta più semplice e conosciuta:le frittelle di acacia. Approfittate di questo periodo per prepararle,piaceranno tanto anche ai vostri bimbi.





Con questa dose,si friggono 25-30 grappolini di fiori di acacia. La pastella deve essere molto liquida,perchè deve solo "velare" i fiori che in frittura manterranno tutta la loro forma.Mi raccomando NON LAVATE I FIORI, perchè l'acqua restando all'interno dei fiori,scoppietta mentre li friggete nell'olio bollente,e può diventare pericoloso.Aggiungendo il sale a queste frittelle,diventano un delizioso antipasto, viceversa aggiungendo lo zucchero a velo,diventano delle golosissime frittelle dolci.

Ingredienti:
3 cucchiai colmi di farina00-3 cucchiai colmi di farina di riso- acqua frizzante ghiacciata q.b.-fiori di acacia-sale o zucchero a velo-estratto di vaniglia (facoltativo) olio per friggere.

In una terrina, con una frusta mescolo bene le farine con l'acqua frizzante, ghiacciata.Devo ottenere un composto liquido quasi come il latte. Se è troppo denso,verranno delle frittelle troppo grosse e panose.





Intingo i grappolini dei fiori nella pastella e li friggo in abbondate olio bollente.





Appena le frittelline sono dorate,le scolo su carta assorbente,a mio piacere le spolvero con il sale,oppure con lo zucchero e le porto subito a tavola.





Buon appetito!
66c331e0-ebd0-4310-b361-542697505261
« immagine » La robinia è un albero infestante,originario dell'America del Nord.Nello specifico, proviene dalla zona degli Appalachi,dove ne esistono interi boschi.Fu importata in Europa nel 1601 da Jean Robin, botanico del re di Francia,Enrico IV che,senza neanche a dirlo,con questo arbusto in...
Post
03/05/2016 02:38:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.