La mia prima cotognata

29 gennaio 2018 ore 00:20 segnala




Facebook è un meraviglioso mondo virtuale,che ti fa conoscere un sacco di persone.
Con molte di queste persone,non condividerai mai nulla,saranno solo un numero.Poi, ci sono le "altre" persone,quelle con cui scambi il buongiorno e la buonanotte,a cui chiedi un consiglio.Cosi diventa semplice chiacchierare del più e del meno e anche se c'è una grande distanza che ci divide,ci sentiamo tanto unite.Una di queste persone è la mia amica Maria Elena Caggia,Venezuelana ma residente nella meravigliosa Sicilia.Una tipicità siciliana è questa cotognata che raffreddandosi diventa come una caramella gelee è un dolce,che si prepara per le festività natalizie.Chi meglio di Maria poteva aiutarmi a realizzare la mia prima cotognata?Premetto che tutto è nato quando mio marito è tornato a casa con delle mele cotogne raccolte nell'orto di un amico...quindi assolutamente bio!Sono partita in quarta,
senza i tipici stampi,ho usato quello che avevo in casa,ho chiesto aiuto a Maria che mi ha dato la ricetta che fa lei e mi ha supportata,rispondendo ad ogni mio piccolo dubbio.Devo dire che non avevo mai avuto un risultato cosi eccellente.Non vedo l'ora che arrivi il prossimo natale per rifarla,ma questa volta mi attrezzo con le formine!





ingredienti:
1 kg di mele cotogne già bollite e sbucciate-900 gr di zucchero semolato-2 limoni-estratto di vaniglia.

La prima cosa da fare è quello di lavare bene le mele cotogne e metterle a bollire con tutta la buccia come si fa con le patate,aggiungendo un limone tagliato a metà. Le mele cotogne saranno pronte,quando conficcandole con una forchetta,saranno diventate morbide.Scolatele e lasciatele intiepidire.





Sbucciare le mele cotogne,togliere tutte le impurità se ci sono e il torsolo, raccogliere la polpa in una terrina e pesatela.Per ogni kg di polpa pulita aggiungere 900 gr di zucchero.Una quantità cosi elevata di zucchero serve per conservare la cotognata per parecchi mesi.In una pentola adatta a cuocere le confetture,trasferire la polpa della cotogne,lo zucchero,il succo di 1 limone e l'estratto della vaniglia.Cuocere la cotognata a fuoco basso per 40 minuti o fino a quando non si stacca più dal cucchiaio,deve diventare davvero molto densa.





Inumidire delle formine con dell'acqua,oppure come ho fatto io usando una pirofila in ceramica o di vetro.Stendere bene la cotognata livellandola bene,lasciarla raffreddare per un giorno intero a temperatura ambiente.Ribaltare la cotognata oramai indurita sopra un tagliere e con dei piccoli taglia biscotti,ricavare tanti cuoricini,fiorellini, stelline,ecc..lasciare asciugare la cotognata all'aria per almeno 1 settimana io per non rischiare muffe ho preferito 10 giorni.





Conservare la cotognata in una scatola di latta,io per profumare,ho aggiunto un piccolo pezzetto di bacca di vaniglia.





Questa deliziosa cotognata va conservata al fresco ma a temperatura ambiente e dura tanti e tanti mesi,da Natale fino alla primavera... se non la finite prima.
90053c4a-e7fa-4f69-a3b4-cb1788bf36d5
« immagine » Facebook è un meraviglioso mondo virtuale,che ti fa conoscere un sacco di persone. Con molte di queste persone,non condividerai mai nulla,saranno solo un numero.Poi, ci sono le "altre" persone,quelle con cui scambi il buongiorno e la buonanotte,a cui chiedi un consiglio.Cosi divent...
Post
29/01/2018 00:20:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.