fumare fa male

07 febbraio 2018 ore 16:00 segnala


Mi sveglio di soprassalto, e in quel primo lungo momento dopo il buio ho la testa completamente vuota. Non mi ricordo di essermi addormentata. Non mi ricordo nulla anzi, non so nulla. Sono sudata, sporca e nuda. E felice. Ora mi ricordo. Ho fatto sesso con uno sconosciuto, in vacanza, nella mia camera d'albergo. Lui è ancora qui, lo sento respirare piano accanto a me.
Non so cosa fare, sono ancora confusa, nervosa, mi alzo, e il mio corpo è fatto tutto di molle. Ogni passo manda sensazioni dalla punta delle dita dei piedi fino alla radice dei capelli. La moquette è morbida, e ne percepisco ogni dettaglio. Il pavimento del bagno è gelido, e mi fa sentire viva.

Mi guardo allo specchio e quasi non mi riconosco. I capelli spettinati ed elettrici, tutti in piedi sulla mia testa. Il trucco colato, l'aria stanca ma soddisfatta.
Mi sembro bellissima, e mi faccio anche schifo.
Ho chiazze rossastre e segni ovunque sulla pelle: sul collo, sul seno, sul fianco. Ho un livido dietro al ginocchio, non ho idea di come sia finito lì. Sono una donna svuotata di tutto, ma vera.
Ho bisogno di una sigaretta.

La fumo così, nuda, in piedi, spostando un poco la tenda e aprendo di un paio di dita la finestra.

La luce e i rumori, improvvisi, fanno svegliare anche lui. Ci mette un po' ad aprire gli occhi, forse ha avuto un momento di amnesia come me. Mi volto per dargli le spalle, ma sento lo stesso il suo sguardo su di me.

"Fumer est mauvais pour la santé" dice, con una voce profonda e roca di chi ha la bocca ancora completamente impastata dal sonno. Chiaro che con un fisico così fosse un salutista sfegatato, magari anche vegano, ma non me ne importa molto.

Non rispondo, e continuo a fumare, ma sento che si sta alzando, il rumore delle lenzuola che si spostano è un trigger spietato per la mia memoria a breve termine, e non posso fare a meno di voltarmi a guardarlo.

Sorride, perché lo sa, e il suo sorriso da stronzo è un lampo nella penombra della camera. Le sue gambe, i suoi muscoli, il suo sesso molle che penzola tra le cosce mandano una serie di scariche elettriche al mio cervello. La sigaretta mi pare buonissima.

Improvvisamente è alle mie spalle, e sento le sue labbra salate e umide sul mio collo, le sue mani, ancora calde, sulla schiena.

Mi sussurra parole dolci e sconce che neanche capisco.
Ho la pelle d'oca.
E quando lo sento crescere contro di di me, diventare duro, grande, enorme, allora capisco che mi prenderà così, in piedi alla finestra, con la foga di chi non ha tempo, e io non vorrei sentirmi così impotente, ma non ce la faccio e mi abbandono a questo abisso.
a85e11aa-44c8-429b-9a0d-8dcd52770d6c
« immagine » Mi sveglio di soprassalto, e in quel primo lungo momento dopo il buio ho la testa completamente vuota. Non mi ricordo di essermi addormentata. Non mi ricordo nulla anzi, non so nulla. Sono sudata, sporca e nuda. E felice. Ora mi ricordo. Ho fatto sesso con uno sconosciuto, in vacanza...
Post
07/02/2018 16:00:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12

Commenti

  1. mister018 07 febbraio 2018 ore 19:59
    gran bel post
  2. leonardo2018 08 febbraio 2018 ore 21:29
    Sono immerso in un sonno profondo, durante il quale sogno di fare l’amore. Una luce e dei rumori mi svegliano. Vorrei riaddormentarmi e riprendere quel sogno. Apro gli occhi a fatica per capire da dove arriva la luce e la vedo. E’ lei, la donna del sogno. Adesso ricordo. Ci siamo incontrati nella hall dell’albergo. L'ho approcciata e mi ha sorriso. Abbiamo chiacchierato, bevuto un po’, poi siamo saliti sulla sua camera. Ho chiuso la porta l’ho stretta subito tra le braccia baciandola.

    Ricordo tutto. E’ stato fantastico. Adesso è lì, davanti la finestra, nuda. Mi guarda e aspira una boccata dalla sigaretta facendo brillare la brace che le illumina il viso seducente per un attimo. Non è una di quelle che scrollano ossessivamente la cenere, che si spostano la sigaretta da un dito all’altro. Lei la lascia ferma, inattiva, tra le sue dita. La muove soltanto quando l’avvicina alla bocca e con molta calma, vi avvolge le sue labbra morbide e aspira.

    La trovo terribilmente sexy. So che il fumo fa male e glielo dico: "Fumer est mauvais pour la santé" ma adoro vederla con la sigaretta tra le sue dita. Lei non si scompone, continua a fumare. Guarda verso la finestra. Il cervello mi manda una serie di scariche elettriche su tutto il corpo. Mi alzo e appoggio le mie labbra sul suo collo e accarezzo la sua schiena sinuosa come un serpente. Le sussurro qualcosa, mi stringo a lei, ho voglia di averla, di nuovo, adesso…
  3. noipergioco 09 febbraio 2018 ore 12:26
    L'erotismo scritto da una donna io non lo eguaglierò mai.
  4. voluttuoso75 19 febbraio 2018 ore 11:53
    Il sesso contiene tutto, corpi, anime, significati, prove, purezze, squisitezze, risultati, pronunciamenti, tutte le speranze, beneficenze, conferimenti, tutte le passioni, amori, bellezze, piaceri della terra, tutti i governi, i giudici, gli dei.
  5. Contemax66 10 marzo 2018 ore 14:13
    Perfettamente d'accordo,:"L'erotismo scritto da una donna non ha eguali!"
  6. twin.soul 10 aprile 2018 ore 13:28
    Bello! Mi sembra di vederti mentre ti agiri in quella camera, nella penombra. Hai una fantasia notevole.... o è tutto autobiografico?

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.