La tua forza

08 febbraio 2018 ore 09:43 segnala












E' sempre la "forza" che è dentro

noi a darci l'imput per una nuova

rinascita .

Ricominciare è un po' come dire ,

Rinasco , tra le lotte della

vita , che porta spesse volte a

perdere il senso tra il reale e

virtuale . Spegnere per un po'

questo mondo , per dedicarsi

anima e soprattutto Cuore a ciò

che è sempre stata una priorità,

ed è il nostro vivere quotidiano.

Tra lotte ma anche gioie ,con le

quali abbiamo a che fare ognuno

nella grande palestra che fa parte

del vivere di ogni giorno.

E con pazienza lasciare che il

nostro Cuore venga assorbito ,

dagli eventi ,senza permettere

allo sconforto o alla tristezza

di prendere il sopravvento .



Per te che passi e leggi , dedico questi semplici pensieri .


Giulia :rosa










2e56f707-f9ad-4dfd-8620-a146fe29b326
« immagine » E' sempre la "forza" che è dentro noi a darci l'imput per una nuova rinascita . Ricominciare è un po' come dire , Rinasco , tra le lotte della vita , che porta spesse volte a perdere il senso tra il reale e virtuale . Spegnere per un po' questo mondo , per dedic...
Post
08/02/2018 09:43:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    7

Le mie rughe

07 gennaio 2018 ore 19:01 segnala
Ho le rughe...Mi sono guardata allo specchio e ho scoperto di avere
molte rughe, intorno agli occhi , alla bocca, sulla fronte. Ho le
rughe perche' ho avuto amici, e abbiamo riso ,abbiamo riso tanto,
fino alle lacrime . E ho conosciuto l'amore, che mi ha fatto
strizzare gli occhi di gioia. Ho le rughe perché ho avuto dei figli,
e mi sono preoccupata per loro fin dal concepimento, e ho sorriso
ad ogni loro nuova scoperta e ho passato notti a cullarli.
E poi ho pianto.

Ho pianto per le persone che ho amato e che sono andate via, per
poco tempo o per sempre oppure senza sapere il perché.
Ho vegliato,trascorso ore insonni per progetti andati bene, andati
male, mai partiti , per la febbre dei bambini ,per leggere un libro
o fare l'amore. Ho visto posti splendidi, nuovi,che mi hanno fatto
aprire la bocca stupita, e rivisto i posti vecchi , antichi, che
mi hanno fatto commuovere.
Dentro a ogni solco sul mio viso , sul mio corpo, si nasconde la mia
storia, le emozioni che ho vissuto, la mia bellezza più intima e se
cancellassi questo,cancellerei Me stessa.
Ogni ruga è un aneddoto della mia vita , un battito del mio cuore,
è l'album fotografico dei miei ricordi più importanti.

- Marinella Canu -






E come una splendida Anna Magnani citava :









E queste rughe , dei miei cinquant'anni ,

mostrano la bellezza che l'età ha impresso

sul volto , nelle pieghe degli occhi, per i

tanti sorrisi che negli anni hanno levigato

il loro contorno , rendendolo meritevole

e felice dell'aver vissuto . Sono belle le

mie rughe , fanno parte di me,e ci vuole

una vita se si è fortunati , come lo sono

stata io , a costruirle , senza dovermi

mai vergognare di far vedere che il tempo

passa . Ed ad ogni nuova età , coltiverò

con cura la bellezza del tempo che va .

Infondo ciò che conta davvero

è il poter ancora dire che la

vera bellezza sta nel lasciar

scorrere il tempo al meglio e

che la genuinità faccia il suo

corso , facendomi scoprire

più Donna nonostante l'età.





Shela :rosa







44b712e7-49da-4d2f-97db-ef6cde567810
Ho le rughe...Mi sono guardata allo specchio e ho scoperto di avere molte rughe, intorno agli occhi , alla bocca, sulla fronte. Ho le rughe perche' ho avuto amici, e abbiamo riso ,abbiamo riso tanto, fino alle lacrime . E ho conosciuto l'amore, che mi ha fatto strizzare gli occhi di gioia. Ho le...
Post
07/01/2018 19:01:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    13

Un anno che va ...uno che verrà

30 dicembre 2017 ore 21:21 segnala
Tic...Tac...Tic...Tac...


























I miei auguri saranno come un vorrei ... per il mio vissuto

e per chi in esso si potra’ identificare , che la parola “fine”

venga eliminata dal vocabolario.


Quale fine di questo Anno ? … Quale miglior principio di quello che verrà?


Non soltanto per la fine di anno ma per tantissime altre

situazioni di vita Vissute che hanno segnato con questa parola

il seguito .

"La fine" delle cose porta con se l’odio e la tristezza , e non

la perdono di certo ed ogni volta che ritorna appare sempre più’

perfida , sempre più Nera così nera da assomigliare alla “morte”.

Ho imparato così a guardarla di malocchio , anche quando si

appoggia al Trecentosessantacinquesimo giorno dell’anno. Forse

perche’ col tempo che passa ricordo molto bene le piccole o

grandi discussioni , con le persone conosciute sia nella mia

realta’ ma anche in questo mondo virtuale .

Nulla di grave , alla fine ho sempre trovato un accordo , un

tacito compromesso.

Lei si lascia percorrere e mi fa ritrovare cose smarrite,

persone apparentemente Dimenticate, Emozioni perdute.

E questa memoria ,che bussa con forza alla mente , come

un meraviglioso e privato universo di ricordi , zippati e

messi non si sa dove; in quale grande Cartella del cervello

sarà conservata la memoria?......

Ovunque lei sia e’ un patrimonio da difendere , ed è buffo

pensare che persino i file danneggiati sono incancellabili

e nostri per Sempre, come i brutti voti sulla pagella…No ,

mi spiace non posso farci nulla , e’ un incanto ogni volta

che finisce l’anno i Fuochi d’artificio o le fontanelle

pirotecniche della Mezzanotte , che meraviglia , mi piacciono

tanto e mi affaccio alla finestra che da nel parco sotto casa

a guardali come una bimba che vede per la prima volta qualcosa

di nuovo , quei bei colori che esplodono per aria come Stelle

del firmamento mi distraggono , mi dipingono la notte e mi

disegnano scie di sogni nuovi da seguire . Poi però si sentono

altri rumori fortissimi, e quelli no , sono i botti rumorosi e

pericolosi, che qualche incosciente ogni volta fa esplodere

nemmeno capendo il perche’ lo fa .

Io tengo un fiammifero nella tasca del Cuore,

la più nascosta… perché non si sa mai , a volte basta una

scintilla per riaccendere un nostro desiderio, quello piu’ puro

e vero , in fondo cosa vuoi che sia , una scintilla del destino…

è solo un attrito miracoloso nella sua corsa et voilà , ci

ritroviamo il prossimo Anno e mi raccomando fate quello che volete,

che nella confusione del contdown nessuno

s’accorge di nessuno … è soltanto il vento che muove il Tempo!



BUON 2018





Giulia :rosa







dbc1be2a-9390-4bc6-8de5-fa2a460cee09
Tic...Tac...Tic...Tac... « immagine » « video » Quale fine di questo Anno ? … Quale miglior principio di quello che verrà? I miei auguri saranno come un vorrei ... per il mio vissuto e per chi in esso si potra’ identificare , che la parola “fine” venga eliminata dal...
Post
30/12/2017 21:21:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    10

Anno che passa

10 dicembre 2017 ore 14:38 segnala
Nel breve numero di dodici mesi
l'anno passa, e brevi sono gli anni.
Pochi la vita dura.
Che son dodici o sessanta nella foresta
dei numeri, e quanto poco manca
al termine del futuro!
Due terzi ormai, sì rapido, del corso
che mi è imposto correre declinando, trascorro.
M'affretto, e subito finisco.
Abbandonato in declivio cedo, e riluttante affretto
il moribondo passo.
Non so di chi ricordo il mio passato
che altro fui quando fui, né mi conosco
come se colla mia anima sentissi
quell'anima che nel sentire ricordo.
Da un giorno all'altro ci lasciamo.
Nulla di vero a noi ci unisce -
siamo chi siamo, e chi siamo stati fu
cosa vista di dentro.
Quel che sentiamo, non quel che è sentito,
è quel che abbiamo. Quindi, l'inverno triste
accogliamolo come destino.
Ci sia inverno sulla terra, non nella mente.
E, amore ad amore, o libro a libro, amiamo
il nostro teschio breve.
Sì, so bene
che mai sarò qualcuno.
So d'avanzo
che mai avrò un'opera.
So, infine,
che mai saprò di me.
Sì, ma adesso,
finché dura quest'ora,
questa luna, questi rami,
questa pace in cui stiamo,
lascino che mi creda
quel che mai potrò essere.

Fernando Pessoa



















Ed in un baleno i giorni volano ,

ed anche questo anno sta giungendo

alla sua fine . Si cerca di

lasciarcelo alle spalle , "perché"

anche questo ha lasciato cose brutte,

e con grande speranza ci auguriamo

che il nuovo sia migliore .

Ed è sempre un rinnovo che si

ripete .

Con questi miei pensieri , lascio a

chi passerà a leggere il mio

Augurio di Cuore per Serene Feste,

che verranno , dove il rispetto ,

la semplicità e l'amore siano parte

del mio e vostro inizio.

Ci ritroveremo nel nuovo Anno (forse).

Giulia :rosa :cuore :babbo








2366244d-7fe8-42d6-a07c-a38cb7844ed9
Nel breve numero di dodici mesi l'anno passa, e brevi sono gli anni. Pochi la vita dura. Che son dodici o sessanta nella foresta dei numeri, e quanto poco manca al termine del futuro! Due terzi ormai, sì rapido, del corso che mi è imposto correre declinando, trascorro. M'affretto, e subito...
Post
10/12/2017 14:38:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13
  • commenti
    comment
    Comment
    8

Solitudini

27 novembre 2017 ore 16:19 segnala
Ovunque si vada ,

ovunque si resti ,

ovunque si cerchi,

ovunque si parli,

ovunque si viva,

ovunque si ascolti...

Siamo infinite

solitudini ,racchiuse

dentro un involucro

che protegge con

forza ed in continuo

vivere la nostra

Anima "sola".















Un blues in questo video,

che cattura internamente

la parte più' emotiva e

vera che vive dentro noi,

quella per cui vale la

pena non reprimere ma

esprimere come forma di

libertà insita dentro

caratterialmente, e

troppe volte non espressa .

A volte bisogna saperSi

Ascoltare .






Shela :rosa






eb361bf6-ad53-44f5-ae5f-ad129e7e7db1
Ovunque si vada , ovunque si resti , ovunque si cerchi, ovunque si parli, ovunque si viva, ovunque si ascolti... Siamo infinite solitudini ,racchiuse dentro un involucro che protegge con forza ed in continuo vivere la nostra Anima "sola". « video » Un blues in questo...
Post
27/11/2017 16:19:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12
  • commenti
    comment
    Comment
    13

Io dico : vicino ad una grande Donna

04 novembre 2017 ore 18:49 segnala













Dietro ad una grande Donna c'e' un'adolescenza di merda.

Dietro ad una grande Donna c'e' un'ombra di passato.

A mezzogiorno quando il sole è più alto scompare .

C'e' l'adolescenza con tutto il repertorio di inadeguatezza,

di pieni e di vuoti.

L'adolescenza da grande te la ricordi come un Luna Park

chiassoso, ma quando ci passi attraverso vedi solo gli

specchi deformanti: troppo grassa, troppo corta , troppo

lunga ,troppo piatta, troppo spessa.

C'è pure il calcinculo che ti prende e ti lancia , ti fa volare,

ma è un circolo vizioso.

E la casa degli orrori , così simile a casa , così familiare.

Il cibo non nutre e anche il divertimento fa paura.

Dietro a una grande Donna ci sono gli ex, ex fidanzati,

gli ex amici, gli ex lavori, " Ex a quella X che sembra una croce

dove una volta c'era un tesoro. Ma "Ex" in latino vuol dire

anche " da" come "uscire da", "venire da" e a pensarci bene,

gli Ex sono anche radici , da lì si viene, da lì si riparte.

Dietro ad una grande Donna ci sono inverni infiniti.

Gli anni si contano in primavere, ma la maturità si misura in

inverni . E si impara dagli alberi , che sono matti gli alberi a

spogliarsi quando fa freddo , e invece no abbandonano il

superfluo , si fanno oggetti e aspettano.

E si impara dai ricci che si chiudono e le spine vanno fuori,

non dentro. Si impara che la Letargia non è l'Allergia all'inverno,

si impara il letargo, come pausa piena di vita e di malinconia.

Dietro ad una grande Donna ce n'e' una uguale e più piccola,

maligna , parla e pugnala, là dove fa male.Se la ignori scompare.

Dietro ad una grande Donna ce n'e' un'altra uguale e arrabbiata

che abbaia, morde e se la fai incazzare, ti piscia pure sul tappeto.

Se la accarezzi smette.

Dietro ad una grande Donna non c'è lato B o fattore C . Una

grande Donna di solito sa dire culo senza problemi e soprattutto

sa riconoscere quando l'ha avuto e quando se l'è fatto.

Dietro ad una grande Donna non ci sono briciole per ritrovare la

strada. La questione non è come tornare , ma se sia il caso di

tornare.Dietro ad una grande Donna c'è un futuro che non fa

paura e "domani è un altro giorno"non è una minaccia.

Intorno ad una grande Donna c'è un girotondo di persone ,

di progetti e tutto si tiene alla faccia delle leggi della fisica e

della ragione.

A fianco di una grande Donna , qualche volta c'è un Uomo.

Lei lo guarda : "Che bello averti conosciuto", lui sorride :

"bello aver voglia di conoscerti ogni giorno un po' di più."

Dietro ad una grande Donna ci sono le incomprensioni , i

tradimenti, i colpi dati , quelli ricevuti, quelli schivati.

Ci sono i "mai più" e i "mai dire mai", c'è la voglia di dare

un senso all'insensato e di capire anche quando non c'è

niente da capire .

Dietro ad una grande Donna c'è una Donna che accetta

di diventare "Grande" con tutto il carico di dolore, di

sofferenza, e di bellezza sulla spalle.



Enrica Tesio








Buona lettura di questo splendido scrivere di una delle più intense

scrittrici , anche se non molto conosciuta .
e211657d-752e-4559-b962-3b6566d8a653
« immagine » Dietro ad una grande Donna c'e' un'adolescenza di merda. Dietro ad una grande Donna c'e' un'ombra di passato. A mezzogiorno quando il sole è più alto scompare . C'e' l'adolescenza con tutto il repertorio di inadeguatezza, di pieni e di vuoti. L'adolescenza da grande t...
Post
04/11/2017 18:49:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    18
  • commenti
    comment
    Comment
    22

Contro l'abuso minorile

29 ottobre 2017 ore 09:13 segnala
Gli abusi sui minori si consumano in famiglia, molto in famiglia, troppo in famiglia. La famiglia è il luogo fisico e ideale nel quale dovremmo trovare sempre rifugio e protezione e invece diventa troppo spesso il teatro di mostruosità»: così Carmen Consoli, autrice di «Mio zio», un brano sulla violenza domestica, ha ringraziato Amnesty Italia Il brano «Mio Zio», racconta la sofferenza, l’impotenza e la vergogna di una bambina violata da una persona "perbene".

Carmen Consoli




















Una triste storia mirabilmente rappresentata dalla splendida
cantautrice Carmen Consoli,in questa canzone . Questo un
argomento spinoso , dolorosissimo , in quanto sempre purtroppo
di grande attualità nelle famiglie disagiate , ma succede
anche nelle famiglie per così dire perbene. Dove bambini ,
adolescenti vengono abusati dai genitori o dai parenti .
L'abuso domestico è la peggior piaga dell'umanità "Tutta" ,
in ogni parola di questa toccante canzone si sente la rabbia
esplosiva di una bambina divenuta ora Donna che ricorda quei
momenti vissuti , urlando al Mondo intero contro l'ipocrisia
borghese di chi conosce i fatti e per omertà sceglie di
guardare da un'altra parte e non denunciare se vede.
Il per così dire lavare i panni sporchi in famiglia sono
tutt'ora purtroppo regole rigide e assurde inculcate a parole
nelle menti di bambini , impaurendoli su quanto gli accadrà,
se parlassero e raccontassero a qualcuno la loro esperienza .
In ogni strofa della canzone si ode come un battito continuo
del cuore che pulsa affannato.
Che ogni bambino in pericolo abbia la forza , di farsi capire
in qualche modo , anche con un disegno , sperando che nelle
scuole le insegnanti riescano a capire le loro reali difficoltà
e possano costruire un dialogo con i bambini , in modo da
poterli aiutare a non lasciarli in questo buio e terrore che
hanno costruito nelle loro delicate ed innocenti menti .

Con la speranza sempre di Creare un Mondo migliore a misura di bambino .




Shela :rosa






ea342970-bb9a-4093-ab07-b45a35277712
Gli abusi sui minori si consumano in famiglia, molto in famiglia, troppo in famiglia. La famiglia è il luogo fisico e ideale nel quale dovremmo trovare sempre rifugio e protezione e invece diventa troppo spesso il teatro di mostruosità»: così Carmen Consoli, autrice di «Mio zio», un brano sulla...
Post
29/10/2017 09:13:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    14

Cerco occhi che amano come i miei

23 ottobre 2017 ore 19:58 segnala
“«Il rumore delle onde.

Il vento tra i capelli.

Le poesie di Leopardi lette sulla spiaggia.

Vasco e Cremonini nelle orecchie.

Le ballerine rovinate, le pagine ingiallite,

i libri d'amore, le lacrime.

I fiori che volano.

I palloncini e le nuvole che sembrano di

zucchero filato.

Il rumore della pioggia, gli occhi scuri rivolti

verso il cielo e il mare, i capelli in disordine i

vestiti troppo larghi e le ginocchia che

tremano e le guance rosse con gli sguardi della gente.»”

- Erika De Car -

















E poi mi accorgo che più passano gli anni

e non cerco più niente , di così importante

da farmi dire : Sono Felice!

Mi accontento di attimi vissuti intensamente,

indifferente se reale o virtuale , essi devono

farmi sentire come se non esistesse il peso

degli anni, che il tempo si può anche fermare in un

secondo purché vissuto con intensità e

leggerezza nella libertà reciproca . Ecco che

posso immaginare una spiaggia dove il

dolce ondeggiare delle onde ,mi fanno vivere

come dentro la bellissima Poesia di Erika DeCar.


Shela :rosa










"Dedicata a tutti quegli angoli
d'animo bui e nascosti.... che
spesso nessuno vede dentro se "
fde958db-1df2-4846-a99d-ce34830054d4
“«Il rumore delle onde. Il vento tra i capelli. Le poesie di Leopardi lette sulla spiaggia. Vasco e Cremonini nelle orecchie. Le ballerine rovinate, le pagine ingiallite, i libri d'amore, le lacrime. I fiori che volano. I palloncini e le nuvole che sembrano di zucchero filato. Il rumore...
Post
23/10/2017 19:58:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    10

A chi ...

15 ottobre 2017 ore 11:35 segnala
A Chi …
abita le mie stagioni
E ruga dopo ruga mi tiene per mano

A Chi…
Abita il mio cuore
A chi lo ha abitato per un po’

A Chi …
Con il suo ESSERE
ha appoggiato la sua anima nel mio cuore

A Chi …
È sorriso o lacrima
Di un battito improvviso

A Chi..
È rimasto
A chi se ne andato

A Chi …
“ Vedendomi” ad anima nuda
non ha sbattuto la porta

A Chi…
Scrivendo sa creare stelle cadenti
Nel mio cielo

A Chi …
Con le parole “dipinge”
Toccando il cuore.

A Chi …
Per me è Tutto
Senza essere Niente e non lo sa

A Te …
Che sai tirar fuori
La parte più scema di me.

A Tutti Un Sorriso

Silvana Stremiz




















A chi ancora penserò

A chi nei miei sogni resterà

A chi regalerò i miei sorrisi

A chi continuerò a volere bene

A chi ascolterò nel silenzio del mio cuore

A chi nell'anima vivrà e mi basterà, senza far rumore

A chi mai e poi mai dimenticherò perché fa parte di me

A chi ha saputo sussurrare all'anima mia , dolcezza e gentilezza.


Giulia :cuore








c6b939f2-fa62-44f2-9d93-340316b35c8e
A Chi … abita le mie stagioni E ruga dopo ruga mi tiene per mano A Chi… Abita il mio cuore A chi lo ha abitato per un po’ A Chi … Con il suo ESSERE ha appoggiato la sua anima nel mio cuore A Chi … È sorriso o lacrima Di un battito improvviso A Chi.. È rimasto A chi se ne andato A Chi … “...
Post
15/10/2017 11:35:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    16

If you

04 ottobre 2017 ore 14:10 segnala









Se tu riuscirai ad attraversare il

filo sottile che divide la fantasia

dalla ragione, mi troverai al confine

di quel nostro Sogno che vive grazie

al nostro essere Unici , al vedere

oltre le apparenze , oltre la bellezza,

oltre ogni più sciocco eufemismo .

Trasparenze di Anime che si toccano

e si sentono vicine seppur la loro

distanza è un abisso in questo

vivere , sempre considerando schemi

già predefiniti sin dall'infanzia,

inculcati nella mente da genitori

o educatori che a loro dire dovevano

portarCi sulla retta via .

Dove anche un semplice pensiero di

sesso era definito come un peccato .



Il peggiore è quello di non esaudire ciò che

da altri ci è stato tramandato come loro

modo di vedere .





:rosa Shela


















Lei aveva paura. Era troppo grande quell’amore per
lei,era troppo bello. Sapeva che non avrebbe dovuto
incrociare quegli occhi. Ma alzò lo sguardo e capì
che sarebbe stata sua.
Solo sua. Per sempre.

(Barbara De Sanctis)
4de67639-8f85-47ca-a88b-8e473ff9e307
« video » Se tu riuscirai ad attraversare il filo sottile che divide la fantasia dalla ragione, mi troverai al confine di quel nostro Sogno che vive grazie al nostro essere Unici , al vedere oltre le apparenze , oltre la bellezza, oltre ogni più sciocco eufemismo . Trasparenze ...
Post
04/10/2017 14:10:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11
  • commenti
    comment
    Comment
    6