"Elevarsi nell'amore" non "perdersi nell'amore".

28 gennaio 2011 ore 22:54 segnala
Non puoi perderti nell'amore, se sei consapevole;
e il perdersi nell'amore sarà un peccato.
Puoi amare, ma non significherà perdersi, bensì esserci,
essere presenti e consapevoli.
Perché usiamo l'espressione "cadere tra le braccia dell'amore"?
Oppure "amare perdutamente"?

In effetti è proprio un perdersi, è una caduta:
ti perdi, non ci sei; cadi, non ti elevi.
Quando sei consapevole, non ti è possibile perderti, neppure nell'amore.
Non è possibile, è semplicemente impossibile!
Con la consapevolezza, è impossibile: in questo caso ti elevi nell'amore.
Ed "elevarsi nell'amore" è un fenomeno totalmente diverso dal "perdersi nell'amore".
Perdersi nell'amore significa entrare in uno stato di sogno, onirico.

Ecco perché le persone innamorate si possono riconoscere dagli occhi:
è come se fossero intossicate, sognanti, più addormentate degli altri.
Puoi riconoscerle dallo sguardo perché hanno gli occhi intorpiditi dal sonno.
Le persone che sono "in amore" sono totalmente diverse:
puoi vedere che non vivono in un sogno,
stanno guardando la realtà e crescono attraverso di essa.
Perdendoti nell'amore, rimani bambino;
quando ti elevi in amore, diventi più maturo.
E a poco a poco l'amore diviene non un rapporto ma uno stato del tuo essere.
Allora non ti accade più di amare questo e di non amare quello;
in quel caso sei semplicemente in amore.
Sei pronto a condividere il tuo amore con chiunque ti venga vicino.
Qualsiasi cosa accada, regali il tuo amore.
Tocchi una roccia ed è come se stessi toccando il corpo del tuo amato.
Guardi un albero ed è come se stessi toccando il corpo del tuo amante.
Diventa uno stato dell'essere: non sei più innamorato, adesso sei in amore.
Questo è elevarsi, non perdersi!
L'amore è bellissimo quando grazie a lui ti elevi,
ma l'amore diventa abnorme e orribile quando attraverso di lui ti perdi;
e prima o poi ti renderai conto che è diventato un veleno, un legame.
Ti sei fatto intrappolare, la tua libertà è stata schiacciata,
le tue ali sono state tagliate, ora non sei più libero.
Perdendoti nell'amore, diventi un oggetto di possesso;
possiedi e permetti che qualcuno possieda te.
Diventi una cosa, e cerchi di trasformare la persona di cui ti sei innamorato in una cosa.
Osserva un marito e una moglie: sono entrambi diventati simili a cose, non sono più persone.
Entrambi cercano di possedere l'altro, ma solo le cose possono essere possedute,
le persone mai!
Come puoi possedere una persona?
Come puoi dominare una persona?
Come puoi trasformarla in un oggetto da possedere?
E' impossibile!
Ma il marito cerca di possedere la moglie e la moglie cerca di fare lo stesso con il marito.
In questo caso c'è scontro, i due diventano fondamentalmente nemici
e cominciano a distruggersi a vicenda.

Possedere... tutti si sforzano in continuazione di possedere: l'innamorato, l'amante.
Questo non è più amore.
In effetti, quando possiedi una persona, la odii, la distruggi, la uccidi, diventi un assassino.
L'amore dovrebbe dare libertà; l'amore è libertà.
L'amore deve rendere l'amato sempre più libero,
l'amore deve spingerti a volare, ti aprirà cieli sconfinati;
non può diventare una prigione, una chiusura.

Ma quell'amore tu non lo conosci, perché accade solo quando sei consapevole;
quella qualità d'amore giunge solo quando c'è consapevolezza.
Tu conosci l'amore che è peccato, perché scaturisce dal sonno.

E questo vale per ogni cosa che fai.
Anche quando cerchi di fare qualcosa di buono, fai del male.

___
Consapevolezza di Osho pagine 42-45
11895483
Non puoi perderti nell'amore, se sei consapevole; e il perdersi nell'amore sarà un peccato. Puoi amare, ma non significherà perdersi, bensì esserci, essere presenti e consapevoli. Perché usiamo l'espressione "cadere tra le braccia dell'amore"? Oppure "amare perdutamente"? In effetti è proprio un... (continua)
Post
28/01/2011 22:54:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Essenza

09 maggio 2009 ore 01:23 segnala
Cogliere l'essenza

di qualcuno

è come rubare un fiore

da un giardino;

rubare l'anima a una modella per un istante

come fa un fotografo.

Con gli occhi penetrare

affondo nel più intimo

e far sentire 'nudo' chi ti sta davanti.

Poche persone riescono veramente a farlo

perché l'apparenza, l'esteriorità

sembrano offuscare il giudizio;

scavare è più complesso.

Accontentarsi di quello che si ha,

vivere superficialmente.

Ma prima o poi si fanno i conti

con la verità.

E allora per cosa hai vissuto veramente?

Ahah ci puoi girare intorno quanto cazzo ti pare,

tirare in ballo stupide scuse,

ma tutto alla fine si rivela per quel che è.

Alla fine anche quello che voglio io è solo una stupida illusione;

è come guardare la tv in bianco e nero

quando tutti gli altri la vedono a colori,

si quello che vedi è sempre lo stesso

ma i colori fanno la differenza.

Ora la mia anima è vuota

come se niente l'avesse mai segnata.

Riesco a percepire

quello che non sono mai riuscito a percepire:

la mia essenza.
10812979
Cogliere l'essenza di qualcuno è come rubare un fiore da un giardino; rubare l'anima a una modella per un istante come fa un fotografo. Con gli occhi penetrare affondo nel più intimo e far sentire 'nudo' chi ti sta davanti. Poche persone riescono veramente a farlo perché l'apparenza, l'esteriorità... (continua)
Post
09/05/2009 01:23:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Arte(nn rompete x favore)

16 luglio 2008 ore 23:51 segnala
a prescindere dal fatto ke secondo me l'arte sia un fatto soggettivo
e ke anke solo una linea può essere considerata "Arte"
sn stufo delle persone ke s credono superiori a me nel disegno o ke m danno consigli su cm disegnare, ecc..
io nn m credo un Dio del disegno nè d niente, nè tnt meno ho mai pensato d esserlo.
a ki nn piace la mia arte passi avanti .. nn deve per forza piacere e sinceramente nn me ne frega niente se nn piace;
ma nn tollero ki dice ke la mia nn sia arte..
tt i disegni o lavori ke ho pubblicato fanno parte della mia crescita artistica, intellettuale, spirituale, emotiva, ecc. e siccome sn permaloso su qst cs potrei anke reagire male..
io rispetto l'arte degli altri.. se qlks nn m piace passo avanti ma nn critico.. nn m piace farlo xké io sn fatto così.. chi s crede superiore solo xké fa un'istituto d'Arte faccia a meno d passare dalle mie parti xkè nn sopporto qst genere d persone!
nn voglio nè consigli nè nient'altro.. se volessi consigli saprei già da ki andare!
Buona Arte a tutti!

Cold

20 ottobre 2007 ore 01:50 segnala
attorno
tt attorno a me
vedo, sento, tocco, percepisco
una grigia foschia
nebbia
quasi minacciosa
negativa
aria velenosa
m colpisce cn indifferenza
cm se nn fossi neanke un suo bersaglio
ma nn c'è scampo
lentamente ne sn ricoperto
la sento dentro
ho freddo
ho paura
ma lei avanza inesorabile
quasi senza pietà
m sconvolge
m deturpa
m cambia
il mio cuore è avvolto nella sua morsa
ma nn è ke un attimo
lei se ne va
e io nn sn + lo stesso
è forse un virus? una malattia strana?
è solo freddo ke ha preso forma
il mio cuore d ghiaccio
i miei occhi nn vedono altro ke buio

La Natura Del Male

11 luglio 2007 ore 00:07 segnala
QCK: Maestro?
    M: Perché sei qui?
QCK: Ho guardato dentro di me e ho visto qualcosa che mi spaventa.
    M: Che cosa hai visto cavalletta?
QCK: Ho visto ombre scure e paurose, passioni; ombre che oscurano la luce.
    M: Hai dato un nome a queste ombre?
QCK: Le ho chiamate "Il Male".
    M: E qual è la natura del male?
QCK: Io non lo so.
    M: Tu provi a volte amore, cavalletta, e gioia e a volte fierezza x quello che hai   compiuto?
QCK: Spesso maestro.
     M: E a volte t senti buono?
QCK: M sforzo.
    M: Ma le forze che fanno la natura umana hanno due aspetti. Non c’è capacità d provar orgoglio senza uguale capacità d provare vergogna. Non s può sentire la gioia senza poter provare la disperazione. Non abbiamo predisposizione al bene senza uguale predisposizione al male.
QCK: Ma non devo temere il male?
     M: Dobbiamo temere la nostra natura umana.
QCK: Non si combatte il male?
    M: Chi sconfiggerà mai se stesso? Disprezziamo il male ma ognuno in sé cerca d esaudire un suo bisogno segreto. È necessario saperlo affrontare e saper scegliere.   M = Maestro
QCK = Qwai Chang Caine(allievo)

boh

16 settembre 2006 ore 00:29 segnala
nn capisco nn riesco a capire avrò xso qlk passaggio o boh forse sn d troppo o sgradevole, fastidioso, magari importuno probabilmente c sarà qlks ke nn va in me o è proprio il Destino ke s acanisce contro d me o è xké faccio skifo fatto sta ke ora m sento d troppo m sento estraneo a qlo ke m circonda indifferente freddo nn capisco proprio a che cazzo servo io a niente già lo so ma me lo kiedo e rikiedo lo stesso eppur nn m pare d essere uno stronzo nn gioco con i sentimenti delle persone nn m piace mentire e allora xké ? sn stanco del tt ora e nn c'è + bisogno d me ora

baH

08 settembre 2006 ore 17:31 segnala
una settimana d ban x un'email qua nel blog ke ciarlatani sti moderatori sai qnt ce ne sn d xsne ke mettono la proprio email daxxtt e nn vengono bannate :testata :nono

Bu

01 settembre 2006 ore 00:44 segnala
Bu Buu Boom :bataparty e sò 26 ke bellooo si ke bello skifoo vivere :vomitino un altro anno se ne è andato e io son ancora qui a sxare in qlks d nuovo d bello ma ho capito ke i sogni e desideri oramai van bn solo x i bambini son stanco anke d venir qui tnt nn serve a nulla la gente è cazzara e falsa nn c'è + ness1 ke meriti la mia attenzione quindi caro blog te saluto è stato bello per qst tempo star in tua compagnia :-) ciau :rosa

MINKIA

31 agosto 2006 ore 20:09 segnala
è piena di rincoglioniti sta chat :vomitino :many abbondano proprio cm le moske sullo sterco :caccavallo

:p

31 agosto 2006 ore 02:57 segnala
NIckelback_4_ever :batalove