La notte seguente

06 gennaio 2019 ore 14:42 segnala
Non era andata affatto a questo modo con Armand, Margherite non voleva ammettere che il suo vinaio si era comportato da gentiluomo esperto e tutt’altro che egoista. Soprattutto non voleva ammettere che dividere il letto con Armand aveva i suoi lati piacevoli; ma si compiaceva di comportarsi come una nobile pura fanciulla, oltraggiata dal rozzo plebeo che la famiglia le aveva imposto. Il rifiuto di mostrare ad Armand il suo sedere era vergogna, ma anche compiacimento teatrale per far intendere che lei non si sarebbe sottomessa. Le contesse sono fatte a questo modo, che ci possiamo fare?
Le cose non andavano poi tanto male tra i due. Una notte a letto lei lo aveva sentito cantare ’tenera puledra bionda sei la mia lieve onda’. Presa da gelosia si era girata di spalle furiosa; ma aveva sentito la camicia sollevarsi e la mano dolce sul suo sedere. Si era assopita e lui l’aveva sentita sospirare ‘mio marinaio, sei il vento che mi porta sul mare’.
La notte seguente lei aveva provato piacere. Ne era rimasta atterrita. Il diavolo le era entrato dentro. Forse Armand era il diavolo. Mentre lui dormiva profondo, lei aveva cercato la sua coda con mano vergognosa e rigida. Per tutta la notte, senza un respiro ma forse qualche sospiro, aveva cercato di percepire un segno della presenza diabolica. Infine, poco dopo l’alba, velata di nero era andata alla chiesa.
43379509-6d7c-47c2-a166-1c075165302a
Non era andata affatto a questo modo con Armand, Margherite non voleva ammettere che il suo vinaio si era comportato da gentiluomo esperto e tutt’altro che egoista. Soprattutto non voleva ammettere che dividere il letto con Armand aveva i suoi lati piacevoli; ma si compiaceva di comportarsi come...
Post
06/01/2019 14:42:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.