city of angel

30 novembre 2016 ore 11:26 segnala

due giorni fa avevo letto su internet che su la5 avrebbero trasmesso questo film in prima serata...ho subito pensato "cascasse il mondo me lo vedo adoro nicolas cage..adoro la colonna sonora e beh che te lo dico a fare adoro il film"...poi però tra una cosa e l'altra mi passò dalla mente ...
Ieri presa dall'insonnia, come quasi ogni notte, decisi di vederlo..


Trama del film (fonte wikipedia)
La dottoressa Maggie Rice è una stimata e bravissima cardiologa che lavora in un grande ospedale di Los Angeles. Durante un intervento che sembrava di routine e praticamente riuscito, il paziente muore sotto i ferri. In seguito a questo episodio, la dottoressa Rice va incontro a una profonda crisi, che la porta a dubitare di se stessa e delle sue capacità. All'interno dell'ospedale vi è anche Seth, un angelo immortale vestito di nero che ha il compito di offrire conforto spirituale ai malati e di accompagnare i morenti nel loro ultimo viaggio. Egli è invisibile e solo chi sta per morire può avvertirne la presenza. Seth è al fianco dell'anima dell'uomo che muore durante l'operazione della dottoressa Rice. Avverte la straordinaria forza della donna, la sua determinazione e in seguito la sua disperazione e se ne innamora. Parallelamente a questo sentimento, cresce in lui il desiderio di provare le stesse sensazioni dei comuni esseri umani. Seth decide allora di palesarsi agli occhi di Maggie per aiutarla a superare la crisi, conquistandone gradualmente la fiducia e il cuore. Maggie, tuttavia, nutre ancora dei dubbi su quello strano ragazzo che non ha mai fame o sonno, e se tagliato non sgorga sangue e non prova dolore. Seth comprende che Maggie, una donna di scienza e quindi rigidamente razionale, non può accettare il suo essere e il suo ruolo: decide così di compiere l'unica azione possibile, e cioè "cadere", abbandonare la condizione di creatura ultraterrena e diventare uomo a tutti gli effetti. Viene aiutato in questo passaggio da Nathaniel Messinger, un uomo che poi scoprirà essere un suo ex "collega" angelo, anch'egli caduto molti anni prima per amore della donna che poi avrebbe sposato. Messinger conosce Seth in ospedale ed è l'unico che può vederlo anche se non in reale pericolo di morte (ed è comunque anch'egli un paziente di Maggie). Comprendendo il suo disagio e il suo bisogno di una guida, lo instrada agli aspetti più squisitamente goderecci della vita terrena, lodando e appoggiando la sua scelta di fare il "salto". Seth continua a riunirsi con i suoi simili al tramonto sulla spiaggia (momento in cui gli angeli si "confrontano" sulle azioni compiute e che rappresenta una delle scene più suggestive dell'intero film), ma è chiaro che la decisione è ormai presa. Il metaforico "salto" dalla condizione angelica a quella umana viene estrinsecato in un volo dai ponteggi di un palazzo in costruzione, in cui Seth si ferisce. Sanguinando e percependo il dolore capirà di essere riuscito nel suo intento. Ora può finalmente amare liberamente Maggie che ricambia con ardore i suoi sentimenti. Ma il destino è in agguato per Seth, sotto forma di un camion che spezza tragicamente il suo sogno d'amore. In un finale amaro, egli comprenderà che il mondo e la vita umana sono comunque meravigliosi e intensi, e varrà quindi la pena viverli fino in fondo.

perchè ti sto parlando di questo?? perchè per qualche oscuro motivo questo film mi ha sempre messo un velo di tristezza ...no non sono una romanticona...non sono una di quelle che preferisce il lieto fine e il vissero tutti felici e contenti...però in questo film un pò ci speravo... lui dopo tutto...dopo aver provato dolore ...dopo aver preso la decisione più importante della sua vita...che fa? se la vede morire tra le braccia...mi chiedo ..era destino?? se lui non avesse fatto questa scelta lei sarebbe ancora viva?? siamo la conseguenza delle nostre azioni o è tutto stabilito?nel corso della vita mi sono sempre sentita dire...siamo noi l'artefice del nostro destino ...siamo noi che decidiamo....ma siamo sicuri???se per ipotesi domani domani dovessi uscire di casa e "morire" in un incidente..che senso ha avuto allora ...soffrire ...amare...gioire..arrabbiarsi se alla fin fine il mio destino era quello...
lo so ..hai ragione sembra più un post scritto da un emo uahauhauahauahauhau forse sono ad un punto della vita in cui mi sto ponendo tremila domande di cui penso che difficilmente avrò risposta....sono ad un punto della mia vita che vorrei capire effettivamente chi sono e cosa vorrei essere...odio quelli che mi rispondono.."ma che ti frega vivi e basta ti fai tremila seghe mentali inutilmente" non è cosi che funziona a parer mio..io devo..voglio dare un senso a tutto quello che faccio a prescindere dal fatto che possa farmi stare bene o meno....
bf9fc54f-d815-43e4-bb6e-1262ad293a5b
due giorni fa avevo letto su internet che su la5 avrebbero trasmesso questo film in prima serata...ho subito pensato "cascasse il mondo me lo vedo adoro nicolas cage..adoro la colonna sonora e beh che te lo dico a fare adoro il film"...poi però tra una cosa e l'altra mi passò dalla mente ... Ieri...
Post
30/11/2016 11:26:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.