E non ci sei...

09 luglio 2018 ore 06:35 segnala
Quando ti guardo negli occhi
non posso fare a meno di pensare
che basti tu
per stare bene,
che non chiedo di meglio
perché il meglio
ce l'ho già....
efedb1a9-69dd-4d4d-b54d-718b50af354c
Quando ti guardo negli occhi non posso fare a meno di pensare che basti tu per stare bene, che non chiedo di meglio perché il meglio ce l'ho già.... « video »
Post
09/07/2018 06:35:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Aiutami

07 luglio 2018 ore 07:36 segnala
Adoro fare subito pace perché di guerra ne è già pieno il mondo. Adoro chi si sente forte per aver dato e non per aver tolto qualcosa. Adoro le stelle meno brillanti perché quelle bellissime le guardano tutti. Adoro i girasoli perché volgono la loro corolla sempre verso il sole. Amo il silenzio della notte perché di giorno la vita è meno coraggiosa. Amo chi sa dirmi "Mi manchi tanto". Amo i fiori di pesco che colorano il vento e i papaveri che sparpagliano baci rossi sui prati. Amo le emozioni che sorprendono. Amo chi si comporta da vero uomo soprattutto quando il suo pubblico è una sola donna. Amo le mamme che cantano le ninne nanne. Adoro la gente che sorride e accoglie. Le mani intrecciate. L'odore del pane. I bimbi che gattonano. Gli abbracci lunghi che ci infili l'anima, il cuore e chilometri di affetto silenzioso. Adoro chi torna in tempo. Chi sa coccolare. Chi va via ma non fa male.

304d8f4b-2a0c-4566-bf59-265b7944ffe1
AAdoro fare subito pace perché di guerra ne è già pieno il mondo. Adoro chi si sente forte per aver dato e non per aver tolto qualcosa. Adoro le stelle meno brillanti perché quelle bellissime le guardano tutti. Adoro i girasoli perché volgono la loro corolla sempre verso il sole. Amo il silenzio...
Post
07/07/2018 07:36:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Da piccola

23 giugno 2018 ore 06:57 segnala
Da piccola avevo paura dei piatti della banda musicale e dei fuochi d'artificio. Delle giostre che mi volevano per forza coraggiosa e dei cani che mi rincorrevano senza motivo.
Da ragazza stavo giornate intere con la testa sui libri. Adesso i libri me li metto io in testa perché mi fanno da tetto quando mi piove il mondo addosso e sotto quelle pagine rassicuranti e silenziose si sta davvero bene.I libri non hanno mani per puntarti il dito contro e fanno scegliere a te quali emozioni provare.
Ho ancora paure forti, come quella del mostro che da bambina ti mangiava il piede fuori dalle coperte e che penzolava dal letto. Ho la paura del vuoto e della vertigine quando so che non sono l'inizio di un volo che ho scelto di fare.So chiedere aiuto e farmi perdonare con parole semplici. A volte infantili. A volte fraintese e quindi sprecate. È un mondo in cui l'attenzione diventa in un lampo invadenza e bisogna andarci piano con gli occhi dolci e le coccole a profusione. Ma io oso quasi sempre la mia tenerezza perché trattenerla sarebbe come conservarsi un po' di mare in bocca. Ti rimane solo sale e scopri che il troppo non si può mai conservare.Mi piace fare da ostetrica alle anime spigolose che non sanno far nascere da sole i sorrisi più belli. Io li tiro fuori per darli alla luce e ogni volta è un piccolo miracolo.Mi sorprende la bontà di un uomo che ti conosce appena eppure ti ha già studiato perfettamente il cuore semplicemente ascoltando bene come ti fa respirare. Mi affascina la cultura, la bellezza mi commuove. Mi piace il mare d'inverno che si agita sulla spiaggia. Una spiaggia che della sua rabbia se ne frega altamente. E sui dispetti di onde agguerrite, ci mette sempre una pietra sopra, visto che ne ha tante. Mi piace scrivere sulla condensa dei vetri. Perchè lì le parole diventano liquide e scendono giù in gocce. Si muovono. Esistono davvero.
Mi piace il silenzio ma con quattro mani intrecciate e una sola passione .
Mi piace l'assenza di dolore, la cura, l'amore...
83f316f3-728e-44ee-bf03-3e019ce73d97
Da piccola avevo paura dei piatti della banda musicale e dei fuochi d'artificio. Delle giostre che mi volevano per forza coraggiosa e dei cani che mi rincorrevano senza motivo. Da ragazza stavo giornate intere con la testa sui libri. Adesso i libri me li metto io in testa perché mi fanno da tetto...
Post
23/06/2018 06:57:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Chiamasi amicizia

17 giugno 2018 ore 15:18 segnala
Questo post è dedicato ad un'amica speciale.... Non faccio il nome ma so che lei capirà...
Vorrei dirti più di quello che penso e se per un secondo ti guardo dal di fuori mi escono fiumi di parole, sei una grande donna, quanto coraggio hai saputo costruire, anche quello che non avevi e quanta forza hai tirato su dal vortice per non morirci dentro. Sei stata ingenua e timorosa in molte occasioni. A volte alcune cose non le volevi proprio vedere e ti rifugiavi dentro l'ennesima bugia. Ti ho sentito dire un milione di volte: "va tutto bene", ma in realtà di "bene" ne avevi davvero poco in quel momento. Sei andata avanti comunque; tra rovi, erbacce, sentieri aridi e tempeste; e non ti sei mai posta il problema di quando sarebbe finita la strada o il calvario. Hai dato attenzioni e le hai sprecate e hai dato amore e ne hai ricevuto. Hai abbracciato amici veri, puliti e sinceri e hai sbagliato alcune strette di mano, qualche inizio e anche qualche fine. Perché di sbagli ne hai fatti, di errori ne hai commessi, ma non ti è importato... te li sei caricati nel tuo bagaglio di esperienze e li hai messi al sicuro dietro il tuo senso di "responsabilità". A volte ti chiudi, sei sfuggente e in altri momenti sembri fragile, pronta a crollare e a mollare tutto. La vita non ti ha fatto sconti, ma il non averli ti ha insegnato a non concederli, perché la vita non regala niente e di possibilità ne da veramente poche. Hai imparato a non sprecarle, a valutarle e a non dipingerle come qualcosa che "se non faccio oggi, pazienza... lo farò domani". L'amore poi, non ne parliamo... è qualcosa in cui non hai mai indovinato. Santo cielo! Amica mia non ne hai "azzeccata" mezza, ma anche qua non ti sei fermata e hai continuato a credere che ogni forma d'amore va goduta, sperata e protetta, ma mai rincorsa, tradita ed elemosinata. Hai scombinato mondi fatti di certezze e hai ricostruito mondi interamente distrutti e rasi al suolo. Hai davvero saputo proteggere le persone che amavi, ma non tutti hanno protetto te. Hai arricchito il cuore e la vita di molti, hai tanti ricordi che non lascerai andare mai, altri li hai dovuti distruggere, ma ciò che si vede in te oggi è la certezza che anche tu sarai nei ricordi di qualcuno e certamente nei miei. Quello che sei non è poi così male agli occhi del mondo e credo che tutto sommato io possa essere fiera di me stessa e di te..
583045b8-7e26-4dc5-84ea-6a2e7f8271f2
Questo post è dedicato ad un'amica speciale.... Non faccio il nome ma so che lei capirà... Vorrei dirti più di quello che penso e se per un secondo ti guardo dal di fuori mi escono fiumi di parole, sei una grande donna, quanto coraggio hai saputo costruire, anche quello che non avevi e quanta forza...
Post
17/06/2018 15:18:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Nessun titolo

17 giugno 2018 ore 12:08 segnala
Le persone che ho molto amato, fossero amiche oppure no, non mi hanno mai perso all’improvviso.
È stato sempre un perdermi pian piano, pezzetto per pezzetto.
Non le ho mai cacciate dal mio cuore.
Ho lasciato che se ne andassero in libertà, con gesti consapevoli e mancanze volontarie.
Ho chiesto spiegazioni quando ritenevo necessario e non mi sono risparmiata monologhi noiosi.
Ho sempre voluto la certezza che fosse chiaro il mio dolore.
Sono convinta che, chi sceglie di andarsene da un cuore, debba conoscere con precisione la grandezza della ferita che sta lasciando.
Perché se quella ferita ha la grandezza di un cratere, bisogna che chi se ne sta andando sappia che quello sarà il cratere nel quale precipiterà, qualora un giorno decidesse di tornare.
153c5a5d-f6bc-441c-b65d-75105738cb80
Le persone che ho molto amato, fossero amiche oppure no, non mi hanno mai perso all’improvviso. È stato sempre un perdermi pian piano, pezzetto per pezzetto. Non le ho mai cacciate dal mio cuore. Ho lasciato che se ne andassero in libertà, con gesti consapevoli e mancanze volontarie. Ho chiesto...
Post
17/06/2018 12:08:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment