...Acchiappasogni...

23 luglio 2020 ore 20:03 segnala


Acchiappasogni, come pipistrelli diurni lungo il soffitto, che di sogni ne acchiappano pochi.
Lenzuola che ammiccano all'estate, si vestono di righe orizzontali bordate d'azzurro,
come il più ossequioso dei mozzi, e si lasciano sferzare dal vento.

Quel vento che, nella bella stagione, ha un odore tutto suo, inconfondibile.
Arriva dal balcone semichiuso.
Si insinua dispettoso, come un ospite che non aveva l'invito,
ma ci prova comunque,e si imbuca alla festa.
Lo sa anche Lui che le regole sono fatte per essere infrante.

Acchiappasogni, strumento magico capace di pescare i pensieri della notte,
ma che spesso ascolta , spettatore incolpevole, sospiri che si perdono nel buio,
oscuri segreti, paure e fantasie più intime.

Certe volte, il sogno passa...
Certe volte, il sogno non passa...

Il vero sogno non è quello che fai quando dormi,
ma quello che non ti fa dormire.

Sebas
7b0561b9-1f94-4867-9de3-0bd4a6c52ebc
« immagine » Acchiappasogni, come pipistrelli diurni lungo il soffitto, che di sogni ne acchiappano pochi. Lenzuola che ammiccano all'estate, si vestono di righe orizzontali bordate d'azzurro, come il più ossequioso dei mozzi, e si lasciano sferzare dal vento. Quel vento che, nella bella stagi...
Post
23/07/2020 20:03:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. Sebas71 24 luglio 2020 ore 12:57
    La leggenda degli acchiappasogni
    La leggenda narra dell’esistenza di una donna-ragno chiamata Asibikaashi, che si prendeva cura del popolo della Terra. La donna-ragno vegliava su tutte le creature del nostro mondo, affacciandosi sopra le culle e i letti dei bambini intenta a tessere una sottile, delicata e forte ragnatela, capace di intrappolare tutto il male tra i suoi fili e di farlo svanire all’alba.

    Quando il suo popolo si disperse nell’America del Nord, il suo compito di prendersi cura di tutti i bambini iniziò a complicarsi, per cui le madri e le nonne dovettero iniziare a tessere da sole reti dalle proprietà magiche, in grado di intrappolare i sogni negativi e gli incubi, per proteggere i loro bambini.

    Tradizionalmente, gli Ojibwa costruivano i loro acchiappasogni intrecciando fili di salice intorno a un “nucleo” di circa 9 cm di diametro, dalla forma circolare o a lacrima. In questo modo creavano una rete simile a una ragnatela, fatta a sua volta con fibra d’ortica tinta di colore rosso.

    Secondo l’antica leggenda degli Ojibwa sugli acchiappasogni, i sogni passano attraverso la rete. Quelli buoni vengono filtrati e scivolano tra le sue delicate piume fino a noi. Gli incubi, invece, vengono acchiappati dalla rete e muoiono al sorgere del sole.

    Per il popolo dei Lakota della tribù Sioux del Nord America, invece, gli acchiappasogni funzionano in modo diverso. Gli incubi passano attraverso la rete, mentre i sogni rimangono incastrati tra i suoi fili e scivolano lungo le piume fino alla persona che sta dormendo.

    Le cose negative vengono fermate e distrutte, quelle positive rimangono con noi.

    Ci sono persone che danno a questi oggetti un significato diverso, interpretando la parola “sogni” come aspirazioni, desideri o speranze. In questo caso, gli acchiappasogni servono per ottenere ciò che ci proponiamo.

    Senz’altro non possiamo assicurare che gli acchiappasogni allontanino davvero gli incubi e l’energia negativa, ma vale sempre la pena entrare in contatto con la rasserenante cultura delle popolazioni native d’America.

    Si tratta di una cultura che racchiude una grande saggezza e tradizioni millenarie per cui dobbiamo lottare, in modo che si mantengano il più fedeli possibile alla loro origine, perché a loro dobbiamo buona parte delle nostre conoscenze.
  2. No.moredrama 24 luglio 2020 ore 22:52
    Credo molto in queste cose, ne ho più di uno in casa mia,
    Wow senza saperlo ho messo un acchiappasogni accanto il letto...
    Così spero si porti via tutti i sogni brutti ...però....

    Ti lascio un bacione sebas, sono onorata delle tue visite al mio blog,
    Grazie gentilissimo, buenas noches .

    Carla.
  3. Sebas71 25 luglio 2020 ore 08:09
    @No.moredrama
    L'acchiappasogni è un pò come l'acquario, più lo guardi, più ne rimani ipnotizzato :hihi
    Dormito bene allora? Ha svolto diligentemente il suo compito nella notte? :-)))

    Grazie per il bacione che ricambio e non mancherò di farti visita
    Buona giornata Carla

    Sebastiano :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.