...è dura da mandare giù...

20 marzo 2013 ore 19:18 segnala

Che esistano differenze tra uomo e donna (e per fortuna!), lo sapevamo tutti. Che partano dal cervello, forse è un po’ meno noto. Ma immagino già le sghignazzate del pubblico maschile: “Differenze tra cervello maschile e femminile? Che uno esiste e l’altro no! etc. etc. …” Mi secca un po’ deludere i miei colleghi di genere, ma la realtà è amara: il cervello femminile non solo esiste, ma è più sofisticato di quello maschile. Ad esempio, nel cervello femminile, il corpo calloso (una struttura composta da fibre nervose che connettono l’emisfero di destra con quello di sinistra) è molto più complesso. Nella donna, quindi, i due emisferi comunicano più facilmente tra loro. Conseguenze? L’uomo tende ad elaborare la realtà basandosi soprattutto sull’emisfero sinistro, razionale, logico e rigidamente lineare.

La donna utilizza in misura maggiore l’emisfero destro che permette di compiere operazioni mentali in parallelo, ed è più legato alla sfera emozionale e al linguaggio analogico. Il celebre “intuito” femminile si basa proprio su questo: sulla possibilità del cervello di elaborare la realtà in modi diversi e paralleli. Vantaggi? In situazioni complesse è avvantaggiata la donna, perché il cervello femminile è meno “rigido” e quindi è portato ad analizzare uno spettro più ampio di dati e possibilità. Il cervello maschile è favorito in situazioni semplici e collaudate. Se il primo è come una fuoriserie- un po’ delicata ma capaci di prestazioni strabilianti- il secondo ricorda di più un trattore: semplice, robusto, inarrestabile, ma limitato.

Oltre al corpo calloso, le ricerche hanno evidenziato che nella donna una zona dei lobi frontali è più attiva: è un’area legata ai processi decisionali, molto connessa alle cosiddette aree “limbiche”, la sede dell’emotività. Il processo decisionale delle donne è quindi influenzato emotivamente in misura maggiore rispetto a quello degli uomini.
La cosa più sorprendente, però, è che la donna risulta molto più resistente del maschio agli stress: sia in campo fisico che psicologico. E non solo per la ragione, ormai nota a tutti, che la donna da un punto di vista cardiocircolatorio risulta più protetta, in virtù di una più alta concentrazione di estrogeni, ormoni che hanno un’azione protettiva sulle arterie.

La donna è anche più capace -mediamente- di gestire stress: Da un punto di vista psicologico le donne tendono ad affrontare i problemi ricorrendo di più al supporto sociale o gestendo le emozioni negative, mentre i maschi tendono a concentrarsi maggiormente sulla soluzione del problema in sé. Lo stile femminile risulta spesso vantaggioso, in quanto l’incapacità maschile di gestire l’aspetto emozionale spesso conduce a disturbi di tipo somatico. Le maggiori capacità femminili nel gestire le avversità si evidenziano chiaramente nei periodi di crisi come quello attuale: secondo l’Osservatorio dell’Imprenditoria femminile , nell’anno passato sono sorte 5.523 aziende “rosa” di fronte alla praticamente totale immobilità del resto del tessuto del paese.

“Le donne provano la temperatura del ferro da stiro toccandolo.
Brucia ma non si bruciano.
Respirano forte quando l’ostetrica dice “non urli, non è mica la prima”.
Imparano a cantare piangendo, a sciare con le ossa rotte.”
Concita De Gregorio
6744a228-8aa7-418a-9f0b-467a51156dfc
« immagine » Che esistano differenze tra uomo e donna (e per fortuna!), lo sapevamo tutti. Che partano dal cervello, forse è un po’ meno noto. Ma immagino già le sghignazzate del pubblico maschile: “Differenze tra cervello maschile e femminile? Che uno esiste e l’altro no! etc. etc. …” Mi secca un...
Post
20/03/2013 19:18:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. Evelin64 20 marzo 2013 ore 19:29
    Beh, senza andare troppo oltre nei meandri della psicoanalisi, direi che la differenza consiste nell'intero ragionamento: li' dove l'uomo è portato ad essere pratico nelle decisioni, la donna vive invece di mille congetture; cio' fa si che una razionalità estesa la si trovi nel cervello femminile, il quale non è affatto sprovvisto di svantaggi! Pensiamo ai sentimenti negativi per esempio, quali invidia, gelosia, possessività, ecc..essi sono siti per lo piu' nei meandri di una razionalità statica, poichè è un equivalente della logica, quindi facilmente emozionali e per nulla razionali. Per il resto credo vi siano differenze minime, considerando anche il grado di cultura e l'educazione ricevuta.
    Buona serata...Evelin :bye
  2. Sebas71 20 marzo 2013 ore 19:34
    ecco un esempio reale di quanto sia più sofisticato il cervello femminile...
    :many grazie della visita!!!
    e buona serata anche a te :rosa
  3. Evelin64 20 marzo 2013 ore 19:37
    L'argomento permetteva...grazie a te di averlo postato :-)
  4. paolotto88 22 marzo 2013 ore 22:41
    Il cervello femminile è più sofisticato, del tuo sicuramente. Visto che pensi di rimorchiare scrivendo 'ste fesserie. Ma io sono un maschilista che afferma che il cervello maschile pesa 3 etti di più.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.