...la mia medicina...

05 novembre 2010 ore 10:23 segnala
Oggi è una di quelle giornate un po’ cosi… sai quando non hai voglia di fare niente?…

....solo di farti coccolare un po’ dal buon vecchio Liga e non pensare…di sentire un pò quello che ti nasce dentro piano piano...

di ascoltare  le parole di una canzone e lasciare che ti percuotano l’anima

… fino a farti male…fino a sentirle vive…vere

 fino a scuotere anche l'ultimo centimetro del tuo corpo...

Ed in quei momenti  rivedi le immagini con gli occhi della mente, quando ti senti tu l'autore vero, e tu solo, di quelle parole...

 Sai, Momina , è come riavvolgere il nastro della vita... maledirla, benedirla... per ciò che ti ha rubato e poi, in parte, ti ha restituito...

 Felicità… certo ^__^…ma quanti graffi, quante cicatrici... lungo il percorso…

E anche tu, il tuo vissuto,i tuoi problemi,i tuoi dubbi,le tue delusioni… tutto quanto si racchiude dentro la memoria...

 La nostra memoria, tra me e te, tra sogni, i nostri sogni... quelli che temiamo di sciupare, che abbiamo paura persino di sognare...

e pungono, pungono ancora quelle maledette delusioni che stanno li a ricordarci che tutto può finire…

che tutto potrebbe essere un'ennesima illusione…

così tanto che un "Ti voglio bene" rimane muto sulle labbra, a metà strada tra la voce e il cuore...

E ci affidiamo al tempo, tra il groviglio di coraggio e di mille esitazioni...

 tra la voglia e la paura di lasciarsi andare...

 E tu rimani lì, ad aspettare la mia "guarigione", inconsapevole di essere tu sola...

 la mia vera medicina...

11806185
Oggi è una di quelle giornate un po’ cosi… sai quando non hai voglia di fare niente?… ....solo di farti coccolare un po’ dal buon vecchio Liga e non pensare…di sentire un pò quello che ti nasce dentro piano piano... di ascoltare  le parole di una canzone e lasciare che ti percuotano l’anima...
Post
05/11/2010 10:23:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. hallyna 05 novembre 2010 ore 11:22
    Le cose...più preziose,sono le più facili da perdere.Il tuo bellissimo post Seb mi ricorda tanto una disarmante song del grande Fabrizio De Andrè:


    "Ma tu che vai, ma tu rimani 
    vedrai la neve se ne andrà domani 
    rifioriranno le gioie passate 
    col vento caldo di un'altra estate."


    Penso che alla fine.Noi così Seb,continuiamo a fare e disfare,senza mai terminare.Per non morire?per non rischiare?per non costruire?fare.disfare.fare.disfare.
    E sai che c'è? c'è che per quanto si ami ...per quanto il sentimento sia fragoroso...c'è però che alla lunga può stancare questo continuar a sfuggirci e subentra così la rassegnazione,dolorosa ...di un' addio o forse di una semplice amicizia,amicizia che non è amicizia,ma che..definirla tale ci fa comodo poichè essa maschera un sentimento o forse solo  l'amara verità di un non ritorno a quello che è stato. 

  2. lapiubellaromantica 05 novembre 2010 ore 12:03

    molto bello il tuo post....la felicità è fatta di sacrifici, nulla si raggiunge senza un tortuoso percorso.Ma poi ci sono i sogni, le speranze , le promesse.....per cui vale la pena lottare. In bocca al lupo x il tuo sogno e che lei possa essere la medicina giusta per una  pronta guarigione :-)))

  3. Sebas71 05 novembre 2010 ore 12:08

    ^__^

  4. DamadelLago.77 27 novembre 2010 ore 19:22

     

    leggendo le tue parole, ho inquadrato il mio stato d'animo...:-)

     

    buona serata

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.