...tradire oggi...

05 dicembre 2010 ore 10:58 segnala
                  In questi giorni sto notando alcune situazioni un po’ “incasinate” tra i miei amici legate ad una parola che può facilmente devastare rapporti in modo definitivo!

“Il tradimento”…è storia vecchia...è sempre accaduto, ieri come oggi, e forse accadrà sempre.
L’emancipazione della donna e la sua nuova posizione nella società, non più ombra dell’uomo, ma indipendente e libera, l’ha resa come lui: infedele, ma forse meno colpevole per questo, di quanto poteva essere nel passato.
In una coppia in cui si verifica un tradimento i sentimenti che ne scaturiscono sono molteplici e non si hanno ne’ vincitori ne’ vinti: entrambi i partners infatti hanno perso qualcosa.
E’ come se ci fosse un patto segreto, un’intesa per cui i membri della coppia agiscono stabilendo dei ruoli: il cattivo (il traditore) e il buono (il tradito).
Cercando di capire più in profondità il problema però, si può notare che, a volte, è proprio il 'tradito' ad incoraggiare il partner al tradimento, attraverso la sua “apatia”, la sua mancanza di coinvolgimento, la sua ostilità...
La situazione che si viene a creare è costruita da entrambi, anche se spesso è difficile rendersene realmente conto. In questo senso l'infedeltà è solo l'espressione più evidente di una condizione di coppia squilibrata.
I partners, sopraffatti da problemi irrisolti e di cui non discutono mai, iniziano ad allontanarsi l’uno dall’altro, fino a quando il distacco è tale da non poter essere più colmato.

 

In questa situazione diventa abbastanza facile, per uno dei due, guardarsi intorno, per poter soddisfare e riempire le carenze e le insoddisfazioni createsi nella coppia.
A volte si decide di non comunicare con l'altro, per evitare conflitti diretti che apparentemente sembrano minare la stabilità della coppia: al contrario questi conflitti sarebbero necessari, sempre se espressi in termini civili, perché aiutano la coppia a crescere e a maturare.
A volte si tradisce perfino per attirare l’attenzione del partner e, certe scoperte da parte dell'altro/a, non sono proprio del tutto fortuite.
Il tradimento è spesso un messaggio che chi tradisce cerca di far arrivare al partner: è necessario in tal caso affrontare i problemi ed imparare a risolverli insieme attraverso un confronto maturo...e non cercando di provocare reazioni che potrebbero peggiorare la situazione...
Vi sono però altri casi di tradimento in cui chi tradisce lo fa solo alla ricerca di affermazione di sé, gratificazione, narcisismo e riconoscimento del proprio senso di libertà. Queste sono persone prive di veri sentimenti, che hanno sempre dovuto lottare per ricevere e dare amore, e che infine non sono cresciute e non sanno assumere ruoli adulti e responsabilità.
In questo caso il matrimonio e’ visto come una trappola, e l’individuo, soffocato dalle responsabilità e dalla difficoltà di maturazione di una parte di sé, si ritrova a vivere brevi relazioni extraconiugali prive di veri sentimenti, in cui il coniuge tradito subisce in silenzio.

 

Infine, si può avere la situazione in cui persone sposate da lungo tempo e mai veramente innamorate del/della propria partner, non trovando più nessuna gratificazione emozionale nella coppia, cercano di colmare tali insoddisfazioni altrove, stabilendo anche relazioni extraconiugali molto lunghe, nelle quali ritrovano ciò che hanno perduto nel matrimonio.
A questo punto è necessario valutare le differenze esistenti tra uomo e donna nel tradimento, se ci sono. Sembra quasi scontato dirlo, ma a differenza dell’uomo, la donna nella nuova relazione extraconiugale investe l’aspetto più emotivo, mentre lui e’ spinto il più delle volte da un mero desiderio di piacere. In entrambi i casi, comunque, tale relazione viene vissuta di nascosto e con un certo grado di euforia, non badando, pur essendone consapevoli, alle conseguenze delle proprie azioni.
Ci si sente liberi dalle incombenze che un rapporto di coppia durevole comporta e si cerca di massimizzare e vivere appieno le emozioni, nel poco tempo che la relazione clandestina ha a disposizione nella giornata.
La situazione prosegue tra inganni e bugie dell’infedele, il suo non voler riconoscere, a volte, i segni evidenti delle scappatelle, fino alla rivelazione o alla scoperta del tradimento da parte dell'altro.

 

A questo punto, entrambi i partners, e soprattutto la persona tradita, prendono coscienza a pieno della situazione e la coppia entra in una crisi, in cui i sentimenti di amore ed odio lottano alla ricerca di una razionale soluzione, molto difficile da raggiungere:separazione o riavvicinamento della coppia?
Le emozioni ed i sentimenti che un tradimento comporta sono soprattutto dolorosi.
La persona tradita deve riconoscere, per esempio, di aver fatto affidamento ed aver investito molto di sé e della sua vita sulla persona sbagliata, deve inoltre valutare la possibilità di un perdono o di una separazione. Al contrario l’infedele si trova a dover affrontare le conseguenze delle sue azioni e finalmente prendersi le sue responsabilità.

Cercare un dialogo,ascoltare,capire affrontare il problema e cercare di migliorare l’interesse della coppia è l’unico modo per non abbandonare il rapporto nelle mani di un terzo/a che prima o poi inevitabilmente travolgerà gli equilibri di quello che avete costruito!

Argomentino peso vero??? ^__^

11841389
                  In questi giorni sto notando alcune situazioni un po’ “incasinate” tra i miei amici legate ad una parola che può facilmente devastare rapporti in modo definitivo! “Il tradimento”…è storia...
Post
05/12/2010 10:58:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. ilprofumodidonna 05 dicembre 2010 ore 11:17

    è una parola che nn concepisco..

    credo che alla base di tutto ci sia la mancanza di comunicazione

    i problemi vanno affrontati e non risolti cercando alternative del genere

    buona domenica

  2. NOOVERDUB 12 dicembre 2010 ore 20:24
    ....è figlio della paura.La paura della donna di non aver saputo scegliere il "migliore", la paura dell'uomo di restare solo.
    La paura di guardarsi allo specchio senza indulgenze, guardandosi difetti e limiti, ed amandoli perché sono i suoi e i tuoi.
    Non tradire significa dover andare in profondità, e la profondità spaventa, soprattutto chi non l'ha.
  3. icenora 13 dicembre 2010 ore 19:03

    vedo che sei molto preparato sull'argomento!

    ritornerò.

    Saluti da Ice 0:-)

     

  4. S.trunzella 09 aprile 2012 ore 14:08
    Certe cose accadono..al di là di noi.. al di fuori di noi...
    senza averle cercate o volute o programmate...
    e alcune volte ci spaventiamo o ci stupiamo...
    dimenticando che...semplicemente... accadono.
    fa parte della vita

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.