lo ScENARio più bRutto

19 luglio 2018 ore 12:16 segnala
c'era un gioco, lo scenario più brutto, in cui uno dice ad alta voce la paura del momento e questo dovrebbe, in teoria, aiutarti a sentirti meglio o, almeno, sempre in teoria, la persona che ti è accanto, dovrebbe aiutarti a passare oltre.
io accanto adesso non ho nessuno, ma non sono qui per lamentarmi di questo perché, per me, un fidanzato che diventa ex non è mai stata una di quelle cose per cui dannarsi l'anima.
Forse ho poca modestia, ma seppur con enormi difficoltà, sono sopravvissuta a cose peggiori.
mi lamenterò di altro, quindi, magari qualcuno sarà disposto a giocare con me a questo insolito passatempo.
Non ho capito perché in questi lunghissimi 11 anni, 6 mesi e 1 giorno, sempre io e solo io, DEVO tutto a tutti.
devo prendere in pratica il posto di mio padre.
e quindi la parte che riguarda sto schifoso gioco è "sarà sempre così, dovrò sempre mettere da parte me stessa e correre dietro a: mia sorellina, che è rimasta incinta e ha (ora) una bellissima quanto pestifera figlia di un anno e quasi mezzo, che amo più della mia stessa vita e che passa ogni ora di ogni giorno con me, perché mia sorella ha un lavoro ed io no.
Correre dietro a mia madre, che dopo un brutto incidente non ha più voluto prendere la macchina e quindi mi toccano spesa, bollette e caxxi vari.
Correre dietro a mio fratello, che fa un lavoro per cui a casa, nei suddetti 11 anni, ci sarà stato boh, manco lo so dire. e poverino, quando era nei dintorni, devo dire che c'è anche stato per me, però mi chiede davvero tanto, considerando già tutto il resto che mi circonda.
La sua fidanzata incinta, che ringraziando il cielo sta benissimo, piange. tutto il giorno, tutti i giorni. lo volevano da un sacco un figlio. non se sa che se piange. nel senso, gli sbalzi d'umore sono più che normali, ma prima di rimanere incinta prendeva degli antidepressivi e adesso non più e, per l'amor del cielo, secondo lei è per quello che piange. io, che avrei anche il titolo per parlare di queste faccende, ho provato a tranquillizzarla, ma non se ce la fa.
vogliamo parlare del cane che mia sorella ha preso? così la bimba ci gioca. la bimba è piccola, il cane di più. non si possono vedere, hanno paura l'una dell'altro".
credo che il gioco sia finito.
cortesemente, non mi dite, parlane con loro, che è, ovviamente, un discorso già fatto. periodicamente, più volte, ma come puoi abbandonare la famiglia?
e a queste parole, senso di colpa mode on.
1d802c28-f275-40c8-8680-6f647c5f64e6
c'era un gioco, lo scenario più brutto, in cui uno dice ad alta voce la paura del momento e questo dovrebbe, in teoria, aiutarti a sentirti meglio o, almeno, sempre in teoria, la persona che ti è accanto, dovrebbe aiutarti a passare oltre. io accanto adesso non ho nessuno, ma non sono qui per...
Post
19/07/2018 12:16:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.