Ma la fantasia mi aiuterà a vivere?"

17 dicembre 2017 ore 11:59 segnala


Si dice che una brava scrittrice inizi con un quaderno d'appunti.
Io non parto da quello. Per essere bravi bisogna capire la vita che passa, conoscere le persone che ami.
Io non sono sicura di conoscerle.
Mi sono innamorata di cose e persone impossibili.
Mi sono innamorata dell'amore.
L'amore fa male, fa soffrire.
Magari tutto è solo frutto della mia immaginazione e non la potrò mai abbracciare veramente, il che mi fa star male. Vorrei essere io l'amore o che in alternativa mi stesse sempre accanto, ma non c'è, non sta qui a consolarmi. Frutti dell'immaginazione!
È solo la mia mente, niente di più, che mi fa innamorare di gente che non potrò mai avere.
Vorrei togliermi tutti i brutti pensieri, togliere l'amore che ho per dei nomi scritti su un libro. Nomi che non incontrerò mai, tranne che nella mia fantasia.



42f42430-5339-4612-a20e-8d84118d701b
« immagine » Si dice che una brava scrittrice inizi con un quaderno d'appunti. Io non parto da quello. Per essere bravi bisogna capire la vita che passa, conoscere le persone che ami. Io non sono sicura di conoscerle. Mi sono innamorata di cose e persone impossibili. Mi sono innamorata dell'amor...
Post
17/12/2017 11:59:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Qualche ora di sonno rubata.

14 dicembre 2017 ore 18:56 segnala


A chi non è mai capitato un periodo nero?
Che poi, in quei rari momenti di lucidità, ti trovi a scorrere l’elenco delle tue sciagure, ma non trovi nulla che possa dirsi irreparabile.
La precarietà di un lavoro che ami, che ti appassiona, ma che si potrebbe interrompere; i malesseri di un figlio, di cui non si trovano cause e che ti danno un sacco di pensieri; la forte delusione provata per il comportamento di una persona che credevi particolarmente amica.
Piccoli patimenti che a furia di girarti in testa e di tenerti sveglia la notte, diventano una voragine dove ti perdi, precipiti, piangi.
La cosa più semplice?
Prendersela con qualcuno o con qualcosa: è colpa dell’amico, del “sistema”, persino di Dio.
Compatirsi, crogiolarsi nella tristezza, lasciarsi trasportare dalle giornate senza energia né inventiva.
E invece no. Questa volta no.
Questa volta riparto da me. Dalla malinconia e dalla solitudine che sento, ma che mi permettono di toccare il mio io più vero, i miei desideri e i miei sogni.
Qualche ora di sonno rubata qua e là, per raccogliere le forze.
Una passeggiata nella natura, magari lungo un fiume, per lasciare andare i pensieri con lo scorrere dell’acqua, per fare il vuoto dentro, per far posto a ciò che verrà.
Una cena al ristorante, senza i bambini, con un vestito elegante, le scarpe con il tacco, il rossetto sulle labbra, come non faccio da molto, troppo tempo.
Ricomincio da me perché nessuno può tirarti fuori dal baratro se non sei tu la prima a volerlo.
Ricomincio da me perché penso di meritarmelo.
Ricomincio da me perché quando riuscirò a riaccendere il sole dentro, allora splenderanno anche tutte le persone che mi sono accanto.
c809d205-f963-49db-a685-716aa72fca32
« immagine » A chi non è mai capitato un periodo nero? Che poi, in quei rari momenti di lucidità, ti trovi a scorrere l’elenco delle tue sciagure, ma non trovi nulla che possa dirsi irreparabile. La precarietà di un lavoro che ami, che ti appassiona, ma che si potrebbe interrompere; i malesseri d...
Post
14/12/2017 18:56:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Balla balla ballerina.

13 dicembre 2017 ore 09:06 segnala


Pensavo fosse una cicatrice ma le cicatrici non si riaprono, stanno lì a ricordarti che tutto ci scalfisce ma che tutto passa e che tutto torna nuovo anche se imperfetto.
Pensavo che non mi saresti solo passato accanto, che mi avresti invitata a ballare.
Io ballo, ballo tra i rifiuti del passato e l'orchestra improvvisa seguendo il ritmo che scandisce la mia anima.
Guardo la cicatrice, mi è parso di vederla sanguinare,
istintivamente metto la mano in tasca per assicurarmi che i cerotti siano a portata di mano...i cerotti sono sempre lì, pronti all'uso.
Guardo la cicatrice e .. ma si, la ferita si rimarginerà, si dimenticherà il sangue versato, i cerotti rimarranno in tasca, l'orchestra continuerà a suonare...
Decido di andare via......., é solo una cicatrice di poco conto.

56829b2d-7dae-4728-a2d3-fdb05d9cd477
« immagine » Pensavo fosse una cicatrice ma le cicatrici non si riaprono, stanno lì a ricordarti che tutto ci scalfisce ma che tutto passa e che tutto torna nuovo anche se imperfetto. Pensavo che non mi saresti solo passato accanto, che mi avresti invitata a ballare. Io ballo, ballo tra i rifiut...
Post
13/12/2017 09:06:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Fossimo tutti Aquiloni.

10 dicembre 2017 ore 11:15 segnala


Vaglielo a spiegare tu, all'amore, che deve avere pazienza.
Prova a fermare un bambino che ha deciso che vuole quell'aquilone. Non quello giallo, o quello a forma di drago, vuole esattamente quello là, quello rosso e vaglielo a spiegare tu, ad un bambino, che il tizio degli aquiloni, quelli rossi li ha finiti e che se proprio vuole quello rosso deve aspettare.
Battere i piedi, urlare, piangere e tagliare i fili a tutti gli altri aquiloni non servirà a niente, l'aquilone rosso non arriverà magicamente. Però puoi provare a fermarti, guardarlo negli occhi e spiegargli che l'aquilone rosso c'è, non oggi, forse non domani, ma c'è e l'unica cosa che puoi fare nel frattempo è aspettare finché non ti dimentichi di contare il tempo che passa e all'improvviso, quando meno te lo aspetti, l'aquilone rosso te lo trovi tra le mani.
Poi ci sta che arrivi blu, che arrivi senza filo o che non lo vuoi più e a quel punto cos'è importante? Aver aspettato un'aquilone o aver cercato tutti i modi per stare bene anche senza?

6c673ad6-940a-48b1-b894-01febf1ab475
« immagine » Vaglielo a spiegare tu, all'amore, che deve avere pazienza. Prova a fermare un bambino che ha deciso che vuole quell'aquilone. Non quello giallo, o quello a forma di drago, vuole esattamente quello là, quello rosso e vaglielo a spiegare tu, ad un bambino, che il tizio degli aquiloni...
Post
10/12/2017 11:15:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

C'è l'Amore Stupido.

08 dicembre 2017 ore 23:40 segnala


Non ve lo so spiegare l'Amore stupido con belle parole, ma è quello delle coppie perfette tutte sorrisi e falsità. Quello delle gelosie, del non esci con lei/lui, non mi va che fai questo, stai solo con me, forse più che stupido è superficiale. L'amore non dovrebbe mai essere stupido, a pensarci. E poi c'è il mio amore, che a volte è stupido e che spesso è stato anche superficiale. Ma poi c'è tutta questa passione, questo prendersi, allontanarsi, soffrire, urlare, correre forte, fermarsi, aspettarsi. Ricominciare e odiarsi, di nuovo. Non sapere, tremare. Contare. E’ l'amore del cuore, quello che non sai spiegare mentre il cervello continua a parlare. E’ il respiro sul collo che ti sussurra parole all'orecchio e il cuore gongola e si gingilla con quelle parole, credendole verità. E’ il dovere della testa garantire la sopravvivenza, fosse per il cuore moriremmo ogni giorno.
Ma non si muore tutte le mattine
5a81741f-d3d3-4aef-abac-ff528d3c4277
« immagine » Non ve lo so spiegare l'Amore stupido con belle parole, ma è quello delle coppie perfette tutte sorrisi e falsità. Quello delle gelosie, del non esci con lei/lui, non mi va che fai questo, stai solo con me, forse più che stupido è superficiale. L'amore non dovrebbe mai essere stupido...
Post
08/12/2017 23:40:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Sono gli attimi più stupidi

08 dicembre 2017 ore 00:57 segnala


Sai quante volte mi sono detta “Questo momento lo ricorderò per sempre!” e poi, poi mi ricordo di aver pensato che era importante ricordare qualcosa dimenticandomi cosa, ed è rimasto un momento in cui mi sono scordata cosa dovevo ricordare e invece sono gli attimi stupidi quelli che ricorderò per sempre, gli attimi che pensavo volassero via, quelli in cui credevo di non dover ricordare niente di importante e invece sono rimasti lì, impressionati nella mente come il sole quando ti abbaglia. Come quando cantavi quella canzone stupida che ti era rimasta in mente dalla radio e passeggiavamo sul Lungomare di Tramontana, prima di partire, o delle parole che ci siamo scambiati in un giorno qualunque, o di un tuo sguardo distratto, di un mio pensiero fugace, di un'attesa noiosa consumata a far programmi che non avremmo rispettato. Eppure, mi ricordo di ogni stupido attimo che non valeva la pena di essere ricordato, così pensavo, in ogni minimo dettaglio, come se fosse una fotografia ben sviluppata. Ricordo, il vento, i colori, i vestiti e cosa avevo tra le mani, tutto, come se l'attimo prima e l'attimo dopo fossero solo immagini sfuocate rispetto a quel momento così limpido e perfetto. Eppure li ho vissuti tutti, c'ero in ognuno di essi, anche se non li ricordo più, ero viva e respiravo. Alcuni forse,si sono persi per sempre altri, lo so, mi verranno a trovare quando meno me lo aspetto e sorriderò perché nessun momento è importante finché non te lo ricordi, per caso.

213bd30e-face-4fa1-b608-bb7e4503715d
https://i.pinimg.com/564x/0c/d7/40/0cd7406966f828bed5bff3a0df8728af.jpg Sai quante volte mi sono detta “Questo momento lo ricorderò per sempre!” e poi, poi mi ricordo di aver pensato che era importante ricordare qualcosa dimenticandomi cosa, ed è rimasto un momento in cui mi sono scordata cosa...
Post
08/12/2017 00:57:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

La Contraddizione

07 dicembre 2017 ore 08:22 segnala


La mia più grande paura è che gli altri possano vedermi come mi vedo io.
Mi detesto.
Chissà se riuscirò mai ad amare le mie macerie visto che ho sepolto lì sotto il mio cuore.
La mia è solo una sorta di apatia disperata, un'indifferenza gelida che mi sussurra accattivante all'orecchio di non cedere, di non soffrire e cadere di nuovo in un incubo devastante. È una sorta di armatura la mia, mi protegge dal mondo ma mi rende terribilmente vulnerabile.
Vorrei che succedesse un miracolo e che io restassi chiusa in esso perchè, ho un maledetto bisogno mentale e fisico di coccole ma.. fuori continua a piovere.
Vorrei liberarmi della sensazione che io non sia nel posto giusto......non ci riesco, forse sono il mio peggior nemico e non riesco a guardarmi senza odiarmi.

a8400b99-e42c-4acb-ac05-40a8da79587c
« immagine » La mia più grande paura è che gli altri possano vedermi come mi vedo io. Mi detesto. Chissà se riuscirò mai ad amare le mie macerie visto che ho sepolto lì sotto il mio cuore. La mia è solo una sorta di apatia disperata, un'indifferenza gelida che mi sussurra accattivante all'orecch...
Post
07/12/2017 08:22:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Io sono il mio Destino

06 dicembre 2017 ore 10:03 segnala


Anche il destino ha un inizio
.....e non ci metterà mai al corrente della sua identità.
Ci regala emozioni incredibili, quelle emozioni che ti tolgono il fiato.
Ci fa commettere errori che a volte non possono essere rimediati
Ci impone scelte che causano sofferenza e quel dolore spesso te lo porti dentro come un cancro che ti logora giorno dopo giorno.
Esso decide per noi, ha le sue idee a volte bizzarre che dobbiamo obbligatoriamente assecondare lasciandoci però in maniera subdola intendere, che la nostra storia ce la scriviamo da soli.
Non resta che viverlo, seguirlo, a volte strisciando, a volte danzando, a volte sorridendo, altre volte disperandoci ma sempre con l'accortezza di indossare un paio di scarpe comode (perchè non sempre il destino è comodo da percorrere......)
annusando il profumo che emaniamo.
Anche il Destino ha una fine.



V.L.
6fca3aa2-8110-4b85-be4c-0ed1a4133a24
« immagine » Anche il destino ha un inizio e una fine .....e non ci metterà mai al corrente della sua identità. Ci regala emozioni incredibili, quelle emozioni che ti tolgono il fiato. Ci fa commettere errori che a volte non possono essere rimediati Ci impone scelte che causano sofferenza e quel ...
Post
06/12/2017 10:03:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Rintanata in casa....

05 dicembre 2017 ore 09:01 segnala


i pensieri attraversano il mio volto rispecchiandosi sui vetri della finestra andandosi a frantumare tra i passanti che cercano di ripararsi dalla pioggia. ....
pensieri di occulta natura che vorrei annegare in quella pioggia..
Nelle pozze d'acqua riflette il volto, il tuo, quello che mi guarda da lontano,.....
grida, urla d'amore, di quell'amore impossibile che ormai si scontra col tempo. con le mille verità inesistenti o forse solo diverse?
Che voglia di sole che voglia di calore,
vorrei tanto ritrovare la mia anima pura che ricorda serenamente una vita lontana, effusioni mai dimenticate e impresse nella memoria..
Una carezza.. no, è solo un fascio di luce che illumina d'improvviso il mio volto...c'è un cielo ma manca la Stella.. mancano i sogni condivisi, mi mancano addirittura le illusioni.
Eravamo 1.. ci ritroviamo ad essere nessuno... lontani,... puntini invisibili in un universo sconosciuto.
Ma la memoria? Voglio perdermi nell'oblio.
Esco.. forse sotto la pioggia.....!?

V.L.
4e60f155-33b2-44df-9644-a3c5424bf8ce
« immagine » Rintanata in casa.... i pensieri attraversano il mio volto rispecchiandosi sui vetri della finestra andandosi a frantumare tra i passanti che cercano di ripararsi dalla pioggia. .... pensieri di occulta natura che vorrei annegare in quella pioggia.. Nelle pozze d'acqua riflette il v...
Post
05/12/2017 09:01:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Non importa come ti senti oggi, alzati, vestiti e mostrati.

04 dicembre 2017 ore 07:56 segnala




Buongiorno a chi sta per svegliarsi e a chi si è appena svegliato,
a chi come me ha già bevuto un litro di caffè e
a chi si appresta a sorseggiarlo.
Buongiorno a chi si metterà in viaggio e
a chi un viaggio non può permetterselo.
Buongiorno a chi ha iniziato la giornata sorridendo e
a chi invece ha già asciugato la prima lacrima.
Buongiorno a chi si è già guardato nello specchio
e a chi non riesce a farlo perchè non si ama più.
Buongiorno a chi ama profondamente e
a chi vorrebbe aggrapparsi ad un cuore.
Buongiorno a chi ha sognato e
a chi ha paura di sognare.
Buongiorno a chi uscirà da casa fischiettando
divertendosi a dare calci ai sassolini e
a chi non potrà più camminare.
Buongiorno a me, a te e a tutti.......
specie a chi ha perso ogni speranza.
E a chi vuole una cosa ma non le sue conseguenze


bde0127e-0b80-454a-94ad-614ce46a64ed
« video » « immagine » Buongiorno a chi sta per svegliarsi e a chi si è appena svegliato, a chi come me ha già bevuto un litro di caffè e a chi si appresta a sorseggiarlo. Buongiorno a chi si metterà in viaggio e a chi un viaggio non può permetterselo. Buongiorno a chi ha iniziato la giornata...
Post
04/12/2017 07:56:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2