A Reti Unificate

17 settembre 2018 ore 13:41 segnala
ci o capitato di leccere speso sula bachecca frasi del tipo "tu ci ai fatto vetere le conadi alora ci blocco al tissio " , il tissio scostumato ciustamente ci viene così punito , conuncue questo fatto nin ci a mai semprato una cosa molto mportante , ci o capito la sua portanza quanto ci a capitato una volta che una siniora cia bloccato a me perchè ci o chiesto se ci piaceva il fernet branchia , e lei ci a bloccato mica perchè ci era astemia mapperchè ci era una parente di calintri , e io checcenesapevo ? , vabbè un po dispiaciuto ci o andato avanti non capentoci lipperlì la gravanza dela cosa , non ci avevo reso conto proprio , tantoquanto che pasato qualche ciorno ci o accorto che ci avevo ancora bloccato , alora sono antato a maccarese e ero bloccato ucuale , spostantomi fra taranto e torino pasanto per lo stertto di marsilia ci rimanevo ploccato , alora ci o avuto una ingnezione fantasteca mi sono talliato i capelli e ci o campiato compiute , non ci si vi creterete ma ci o ancora bloccato , eccome una maletizione intiana che percore il tempo e lo spazio e tinsegue come nascosta nel marsupio di un cancuro , alora non ci capisco da dove ci viene questo podere di cui non ci o sospetato mai l'esistenza , una forza malefeca permanante e pervasiva , me tapino ci o caèito solo ora il tramma dei blocati di cui nesuno ci parla e anzi il tuto ci viene insabiato come la mumia di tutankames ,ci o voluto portare la mia sperienza tipo come ci fa paperoga a qui-quo-qua perchè una volta che ci ai blocato ci rimani per sempre nei seculi seculoris , ci rincrazio dela tenzionee dela colaborazione ala stesura di cuesto tutorial , creto sia ineruttabile mantarlo a reti nitificate, ci tenco perchè motestamente mi ci sempra un gran lavoro di ricerca e documentazione,ma sopratuto per lutilità socetaria.
d7e05fee-b675-49f2-ad3d-91b920d72934
ci o capitato di leccere speso sula bachecca frasi del tipo "tu ci ai fatto vetere le conadi alora ci blocco al tissio " , il tissio scostumato ciustamente ci viene così punito , conuncue questo fatto nin ci a mai semprato una cosa molto mportante , ci o capito la sua portanza quanto ci a capitato...
Post
17/09/2018 13:41:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

i recinti

12 settembre 2018 ore 10:05 segnala
si recintano gli orti come a proteggere le proprie fatiche , così anche i giardini , non serve recintare un cuore è già protetto e se qulcuno vi entra ha già avuto il permesso.
39e82853-b5f2-40dd-a2d9-7de7e9ccc7c0
si recintano gli orti come a proteggere le proprie fatiche , così anche i giardini , non serve recintare un cuore è già protetto e se qulcuno vi entra ha già avuto il permesso.
Post
12/09/2018 10:05:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

spessore

09 settembre 2018 ore 09:16 segnala
Al di là degli ultimi venti di egoismo , che soffiano e continuano impetuosi a farlo , gli uomini son tutti uguali , si che banalità grandissima , ma vera e tanto più vera quanto meno ne vogliamo prender atto , chiudiamo gli occhi accendendo i maledetti schermi dove fiumi di idozie ci concimano il cervello , e crescono poi quelle piante , crescono e si riproducono sotto forma d'odio e vanità , sian tutti uguali anche se siam trattati diversamente , poi c'è qualcuno che è ancor più uguale agli altri e si differenzia proprio per questo , non credevo ci fosse ancora chi potesse far battere il cuore con l'educazione , e non importa se si è bandiera o vela , se col vento portiamo qualcosa o sventoliamo e basta , conta solo l'essere nel vento e li resistere.
80895b14-cb81-4efc-8807-8e6bfb3e2e94
Al di là degli ultimi venti di egoismo , che soffiano e continuano impetuosi a farlo , gli uomini son tutti uguali , si che banalità grandissima , ma vera e tanto più vera quanto meno ne vogliamo prender atto , chiudiamo gli occhi accendendo i maledetti schermi dove fiumi di idozie ci concimano il...
Post
09/09/2018 09:16:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

monete

28 agosto 2018 ore 08:57 segnala
Capita ed è vero che cammini con le mani in tasca , ed all'improvviso ti trovi fra le mani due monete , preziose nel loro contenuto , senza domande sai che prima non c'erano.
cdcb8de9-62c2-4e55-ad00-bf1617edffaf
Capita ed è vero che cammini con le mani in tasca , ed all'improvviso ti trovi fra le mani due monete , preziose nel loro contenuto , senza domande sai che prima non c'erano.
Post
28/08/2018 08:57:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

sempre le piccole cose

13 agosto 2018 ore 10:06 segnala
Infine è vero , son le piccole cose , le più infime e scontate , quelle che se non poni attenzione nemmeno vedi , son quelle le uniche cose vere , che non cambiano faccia , che non sanno e non possono cambiarla , se le cerchi non le trovi impoverito dalle apparenze circostanti , son vite semplici , vite come assiomi su cui costruire teoremi più grandi , mattoni costituenti leve e bracci , giganti articolazioni complesse , rabbia e noia , ed allora tutto ciò in cui ti dimeni ogni giorno è frutto e combinazione di piccole cose , belle semplici e che non deludono mai , e se lo fanno lo fanno per te.
847842cc-98b9-4e7a-9a96-fcc3e53e31a8
Infine è vero , son le piccole cose , le più infime e scontate , quelle che se non poni attenzione nemmeno vedi , son quelle le uniche cose vere , che non cambiano faccia , che non sanno e non possono cambiarla , se le cerchi non le trovi impoverito dalle apparenze circostanti , son vite semplici ,...
Post
13/08/2018 10:06:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

quello che c'è

02 agosto 2018 ore 12:00 segnala
Si appassionava a qualunque cosa , alla natura delle cose , al loro funzionamento , alle loro ragioni e perchè , tutt'ora è così e se si guarda attorno è solo per curiosità , per capire non per predare , per questo lancia le sue reti con le gambe a bagno fino alle ginocchia , entrar di più in acqua significherebbe non riuscir a lanciar bene la rete , allora un compromesso è necessario almeno in questo caso, ed il pesce pescato lo rimetteva piano in mare dicendo una sola parola come un fiato , lui lo sa che ci son persone che si commuovono per niente , con niente tanto che basta una parola , anche se da fuori son duri come i sassi ed ispidi come istrici , ed altre amabili lisce e levigate dal di fuori e gonfie di fiele dentro , incapaci di una lacrima a meno che non sia di circostanza , ed a lui piaceva capire , almeno sentiva il dovere di capire ciò che la vita gli faceva incontrare , trovare un algoritmo che gli facesse intuire la differenza fra un cuore buono ed uno d'occasione , appunto, cercava quel che c'era già come non ci fosse mai stato.
b80458d7-4a3c-4671-9d59-3646a0ac42b9
Si appassionava a qualunque cosa , alla natura delle cose , al loro funzionamento , alle loro ragioni e perchè , tutt'ora è così e se si guarda attorno è solo per curiosità , per capire non per predare , per questo lancia le sue reti con le gambe a bagno fino alle ginocchia , entrar di più in acqua...
Post
02/08/2018 12:00:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

veramente

16 luglio 2018 ore 16:18 segnala
Anche se sembro nascosto in realtà non lo sono , mi piacciono le siepi alte quelle in grado di fare ombra , sotto le quali si riparano i merli e di fianco si addormentano i gatti , li dove impercettibili refoli di vento rinfrescano , non importa se sia alloro o bosso , l'odore c'è sempre e le cicale colorano di suoni il cielo blu , allora son qui anch'io , un pò al sole ed un pò all'ombra , fra il fresco ed il caldo , così come i gatti che all'ombra della siepe non cacciano nemmeno , quasi fosse zona franca , si lo è , zona franca anche per me , che stò in silenzio , assorto , ti trovo per caso e senza uno scopo , veramente come un nessuno che con gioia ritrova il suo niente.

volare

10 luglio 2018 ore 21:46 segnala
Il periodo più o meno era questo , tu nella tua solita posa assorta dell'ascoltare , sul pianerottolo con lo straccetto in una mano mentre con l'altra ti spostavi la frangetta che come al solito ricadeva sugli occhi , lui più in basso forse cinque scalini più giu , appoggiato alla balaustra blu , si stavano salutando , il distacco sarebbe durato dieci giorni o poco più , a loro sembrava una eternità , non riuscivano a partire , l'uno faceva le scale a marcia indietro e l'altra faceva la mossa di riprender la scopa ma poi tornava lì a dir qualcosa , lui raggiunse il pianerottolo più in basso e di lei vedeva i jeans il naso ed il ciuffo biondo , lei fece il cenno di tuffarsi e lui di volare , come sempre si erano capiti al volo sebbene il cuore dei due fosse gonfio , un sorriso li separò , lui non seppe volare e lei non si tuffò..
0fbf1d12-bf49-4408-99aa-518fe632ab1d
Il periodo più o meno era questo , tu nella tua solita posa assorta dell'ascoltare , sul pianerottolo con lo straccetto in una mano mentre con l'altra ti spostavi la frangetta che come al solito ricadeva sugli occhi , lui più in basso forse cinque scalini più giu , appoggiato alla balaustra blu ,...
Post
10/07/2018 21:46:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

fra le nubi

07 luglio 2018 ore 11:14 segnala
Ed un giorno di quelli in cui ti chiedi dove soffia il vento , dove ti porta il tempo , poi scegli ,lo sai che il fatalismo non è il tuo genere ed allora abbassi la testa e torni alla tua lista delle cose da fare , sotto la pioggia la maglia è intrisa d'acqua e di sudore , vien su un odore acre , è la spia della vita , spia accesa anche se non la guardi mai , tiri avanti domandandoti il perchè della stupidità reale, quella apparente la conosci e non fa male, quella reale che riconosci perchè ha il volto della cattiveria e le mani della vigliaccheria che si muovono solo quando sei di schiena , ormai ti conosco scrolli la testa senza sentir niente , ne ragione ne torto , non è giusto e basta , lo pensi ed a guardarti è come se lo dicessi a voce alta , a vederlo da fuori sembra un cielo pieno di nubi , per lui no , per lui questo è normale , però lo vede quel raggio di luce uscire dalle nuvole consuete , lo vede e ne ha piacere , come di una gioia inaspettata.

stupido racconto

06 luglio 2018 ore 12:01 segnala
A volte si è ciechi , come non capire che quegli spicchi di luna eran solo appesi al soffitto , di fuori la felce abbandonata ora ha ricci come capelli di donna , stirati mentre scendono dai bordi del vaso , il suo colore intenso ringrazia i miei occhi , io ringrazio ogni sua punta , ogni sua foglia ora rinata, nel frattempo la gattina ha tre colori che ne descrivono la vita , scarna e smunta vive d'amore , due minuti di carezze poi scompare , più in là ci sono cani che s'arrampicano sugli alberi , non per istinto ne per fame , nessuna necessità ne curiosità , solo per saggiare l'acqua del fosso , prima di saltare ; comunque si potrebbe pensare che si fossero innamorati guardandosi da due finestre , l'una di fronte all'altra , era una forma d'amore senza le parole , poi costruirono un muro e gli occhi dei due non poterono guardarsi più , basta scendere e vedersi di sotto , disse qualcuno , non importa l'amore è finito , dissero loro , o qualcuno di loro , infine spesso una sola parola riassume tutto quanto , non è giusto ma succede così.
3a2df22d-4586-4cfa-8432-a7702b3b53c5
A volte si è ciechi , come non capire che quegli spicchi di luna eran solo appesi al soffitto , di fuori la felce abbandonata ora ha ricci come capelli di donna , stirati mentre scendono dai bordi del vaso , il suo colore intenso ringrazia i miei occhi , io ringrazio ogni sua punta , ogni sua...
Post
06/07/2018 12:01:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment