La bella addormentata nel bosco

11 febbraio 2017 ore 04:10 segnala
C'era una volta e ci sarà ancora.
Il giovane principe e il suo guardiaspalle, a cavallo dei rispettivi destrieri, scorsero in mezzo al bosco una luce fioca ma costante. Giacchè le lucciole non brillano di giorno neanche quando le fronde degli alberi creano uno scuro artificiale, si chiesero quale viandante sfaticato potesse accamparsi a quell’ora. Il guardiaspalle si apprestò ad anticipare il principe con un trotto veloce, era suo compito proteggerlo e andare in avanscoperta se ce ne fosse bisogno. Si accorse porgendo l’orecchio che nessun fuoco stava scoppiettando. Gli uomini temono il buio, non la luce, fece notare il principe che sorridente rassicurò l’amico di sempre che dove cinguettano i passeri non c’è mai pericolo.
Animali di ogni razza, insieme assistevano il corpo addormentato di una giovane principessa. Esso emanava un bagliore alquanto insolito, come a voler richiamare l’attenzione dei passanti. Era il tipico bagliore di un incantesimo e le piaghe da decubito sul corpo rilassato della giovane creavano nei due il sospetto che da tempo, ormai, ella s’era abbandonata al sonno.
Un bacio forse poteva destarla, sembrò suggerire il cinguettio degli uccelli che dal loro fragoroso fracasso riuscirono a far emergere un paio di parole umane.
“Aspetta” disse il guardiaspalle, “pensaci bene, abbiamo una splendida giovane addormentata e siamo nel mezzo del bosco, nessuno può vederci e non so tu, amico mio, ma io non scopo da sedici giorni esatti a mezzogiorno”
“Già” rispose il principe, “facciamoci una sega e veniamole in faccia”.
Il guardiaspalle trovò la richiesta insolita. Una sega era tutto ciò che aveva fatto da due settimane a quel momento, sarebbe stato più saggio forse penetrarla in due e lasciare che gli orifizi della giovane facessero il lavoro della mano.
“Hai ragione” disse il principe, “è una perversione che ho da sempre ogni volta che vedo una donna dormire, ma credo che sia più saggio scoparla”.
Al principe, di grado superiore, spettò il buco del culo in quanto era raro un rapporto anale a quel tempo se non tra servi e nobili. Le donne di un certo rango si guardavano bene dal concedere il tesoro più grande al primo arrivato. Il guardiaspalle si tirò giù i pantaloni e impugnando il grosso cazzo nerboruto e affamato deflorò con forza la principessa ancora vestita scostandole appena le mutandine. La mise su un fianco, il principe, e la prese da dietro. I due continuarono a penetrarla più a fondo che potevano palpandole i seni e i glutei sodi e pallidi. Poi, al tempo di venire, lasciarono salire l’orgasmo ed esplosero entrambi sul viso della giovane che si ritrovò una maschera di sperma ma, dormiente qual era, non ne potè gustare la fragranza. Passarono il cazzo ancora in fiamme sulle labbra della principessa lasciando che gli ultimi spruzzi le riempissero la bocca quanto bastava per mischiarsi alla saliva. Forse così, dopo un paio di spasmi, avrebbe ingoiato un po' del loro sesso per godere anche lei dall'oblio in cui era caduta.
I due si vestirono e lasciarono che gli animali ripulissero tutto, poi s’incamminarono per la via di casa.
Fu un attimo dopo che un altro giovane principe si avvicinò al corpo della ragazza e s’accorse dell’incantesimo. Quasi da subito rimase ammaliato da tanta bellezza, nulla aveva mai visto che potesse eguagliarla, aveva girato il mondo ma neanche nei luoghi più incantati c’era mai stato tale incanto.
“Un bacio” sembrarono dire gli uccelli che volavano in tondo, “un bacio per risvegliarla”.
E stavolta la principessa, si risvegliò.
C'era una volta e ci sarà ancora, a voi basti ricordare, bambini, che prima o poi, anche alla più sfondata delle donne è concesso il piacere dell'amore.
A.Cascio – La bella addormentata nel bosco
6b95b424-d687-4cf2-b775-127819085078
C'era una volta e ci sarà ancora. Il giovane principe e il suo guardiaspalle, a cavallo dei rispettivi destrieri, scorsero in mezzo al bosco una luce fioca ma costante. Giacchè le lucciole non brillano di giorno neanche quando le fronde degli alberi creano uno scuro artificiale, si chiesero quale...
Post
11/02/2017 04:10:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.