Ricordi

10 novembre 2016 ore 02:18 segnala
I Gladioli di Monet




Ricordo..i profumi ,le campane ,la sirena a mezzogiorno,il venditore ambulante di fiori ...li avevo rimossi i fiori non ne ricordo il nome ,stelo lungo ,boccioli lungo tutto lo stelo,rosa o rossi o gialli...quelli li comprava per portarli al cimitero,
si percorreva una lunga strada in salita per andarci ,poche le case e tutte quasi crepate dal terremoto
io il terremoto l'ho vissuto da piccola e molte volte ...ricordo..una volta la casa si era talmente inclinata che addirittura il tavolo di vetro della sala da pranzo scivolava verso la parete opposta eravamo tutti in bilico...non ho mai avuto paura, prendevo il mio pippo (il mio peluche preferito)e lo tenevo con me ,nel caso fossimo dovuti scendere in strada..spesso accadeva e si stava tutta la notte fuori
Quando arrivavamo al cimitero facevamo il giro dei parenti e per ultimo ma non ultimo Lui..Franco...mio cugino ...morto giovanissimo.
Io guardavo Lei,mia zia ,che con tanta cura e amore puliva prima la foto di suo figlio con un fazzoletto di stoffa (non si usavano una volta quelli di carta) e poi passava la mano, dopo averla baciata e se lo accarezzava tutto ...poi i fiori e allora toccava a me ,andavo a prendere l'acqua alla fontana …
Ricordo..le feste del paese, la sera fuori sul muretto a parlare sottovoce e fare le 2 di notte e Giorgio..lui stava sempre con noi ,un ragazzo disabile ma che sapeva farsi capire ,la sua storia o la leggenda narra che la madre e il padre avevano un'alimentari lo avevano ancora ma...beh insomma un giorno, entra nel loro negozio un bambino disabile e lei ...comincia ad urlare: via questo storpio dal mio negozio viaaaa viaaaa vattene ...rimase incinta poco dopo e nacque Giorgio ,assolutamente identico a quel bambino stessa patologia ...pazzesco!
A volte penso che tante cose le comari se le inventassero, ma io le ascoltavo con la bocca aperta...ma lui era vero ,mi chiamava e si avvicinava e con due dita mi faceva un buffetto sulla guancia...non si è mai scordato di me dopo tanti anni lui si ricorda sempre di me .
E le storie divertenti..e quelle di fantasmi...la janara eh quella sì che mi faceva paura e tanto, mio zio la usava come minaccia : “guarda che chiamo la janara eh! “
mi faceva bere la birra a 8 anni nei campi sotto il sole cocente : e bevila tutta! diceva ...forse per quello ora sono astemia .
Non sono astemia di ricordi ...tanti e tanti ,belli e brutti ...mi mancano i miei ricordi, mi manca poterli rivivere...
dicono che non si deve vivere di ricordi ma io mi chiedo ,se sono i ricordi
ad avermi resa ciò che sono e sono la vita che ho vissuto, le mie esperienze... perchè dovrei non vivere di loro ?
Guardare al futuro certo ma tenendo bene a mente ciò che si è vissuto e ciò che si è stati ...io la penso così.

"E ti ricordo ancora
l'ingenuita' la tua tenerezza disarmante
eri un omino ma dentro avevi un cuore grande
che batteva forte un po' per me.
E ti ricordo ancora
dimmi che non e' cambiato niente da allora
chissa' se parli ancora agli animali
se ti commuovi davanti a un film. "
c4c8c6ca-3594-4927-8c2a-82dc6ba69d7e
I Gladioli di Monet « immagine » Ricordo..i profumi ,le campane ,la sirena a mezzogiorno,il venditore ambulante di fiori ...li avevo rimossi i fiori non ne ricordo il nome ,stelo lungo ,boccioli lungo tutto lo stelo,rosa o rossi o gialli...quelli li comprava per portarli al cimitero, si...
Post
10/11/2016 02:18:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. beppe.1949 10 novembre 2016 ore 09:41
    :rosa
  2. vagarsenzameta 10 novembre 2016 ore 12:53
    Per un attimo ho vissuto le emozioni che si provano sfogliando i vecchi album fotografici,bellissima storia,grazie.
    P.S.,cos'e una ianara ?Una strega,solo per curiosita,a rileggerla.... :-)
  3. simpaticona1976 10 novembre 2016 ore 15:07
    @vagarsenzameta ciao...e grazie a te,mi fa tanto piacere averti dato emozioni con i miei ricordi ...beh si la janara era una sorta di strega...non so se ricordi portobello,un programma che facevano la sera lo conduceva Enzo Tortora...una sera parlarono della janara oddio mi prese un colpo perchè per la prima volta la vidi ...vidi com'era davvero ...da piccola la immaginavo non c'era internet ecc quindi spazio all'immaginazione ...è una sorta di presenza che ti si attacca addosso in quel caso specifico era figurata sulle spalle si un uomo ...vabbè insomma diciamo sì una stregaccia ahahahhahah
  4. simpaticona1976 10 novembre 2016 ore 15:08
    @beppe.1949 grazie...un sorriso :)
  5. vagarsenzameta 10 novembre 2016 ore 17:08
    Si ricordo il buon Tortora,mi rimase impressa la sua nrubrica Fiori d'aranci....bei ricordi.
    Pero non ricordo la puntata della ianara,va be uguale,adesso lo so....grazie di nuovo :-)
  6. simpaticona1976 10 novembre 2016 ore 17:40
    @vagarsenzameta prego :)
  7. AllegroRagazzo.Morto 24 novembre 2016 ore 01:24
    @simpaticona1976
    a volte credo di aver seppellito ogni ricordo degno di questo nome e non perché non siano congrui e preziosi, non perché non li avverta e li senta parte integrante del mio presente.

    Forse a volte un ricordo è una chiara e limpida risata che si avverte in una sera mite e tranquilla sin troppo silenziosa altrimenti, è un calore benigno in uno stato gelido ed atono.

    Forse ricordare aiuta a non fermarsi... forse siamo noi stessi ricordi di qualcun altro, per qualun altro, a volte... se si è fortunati di codesti ricordi non ci se ne separa davvero mai.
  8. simpaticona1976 24 novembre 2016 ore 01:43
    @AllegroRagazzo.Morto oh si..è così! ed è vero che aiutano ad andare avanti.
    sai...in alcuni momenti ho ricordi che vogliono raffiorare ma che scaccio con tutte le mie forze!
    altre volte li ricerco io stessa, per darmi conforto per ricordarmi, che ho avuto quei momenti che ora, non spero di ritrovare in alcun modo e ci patisco, anche se sono bei ricordi
    E a volte sono solo brevi, perchè breve è stata l'esperienza ma talmente radicati che pensi non dimenticherai mai.

    Hai ragione lo penso anch'io che siamo tutti, almeno un ricordo per qualcuno e che a sua volta lo è o lo sarà in futuro per noi.

    io mi ricordavo di te per quello ho ,letto il tuo blog.
  9. AllegroRagazzo.Morto 24 novembre 2016 ore 01:52
    @simpaticona1976
    forse siamo bonariamnete dipendneti dai nostri ricordi, a volte è possibile perdercisi ma è uan dipendenza che a volte mi serve e che come ogni dipendenza crea a volte degli scompensi.

    E prima di divenire irrecuparabilmente logorroico colgo l'occsione per ringraziarti di quanto hai scritto su codesto argomento.
  10. simpaticona1976 24 novembre 2016 ore 02:01
    @AllegroRagazzo.Morto
    Figurati, è un'argomento che prende parecchio anche me e
    comunque ti capisco..

    e scusami tu, come avrai notato lo sono anch'io piuttosto logorroica e non solo nello scrivere purtroppo.
    grazie a te per questo scambio di pensieri.
  11. AllegroRagazzo.Morto 24 novembre 2016 ore 02:12
    @simpaticona1976
    io sono logorroico a riprova di questa risposta che giuro sia l'ultima per questa notte...

    Tu, sei semplicemnete te stessa ed affronti ciò che senti in modo naturale, lo esprimi, si legge e si sente che "vieni a galla" con quella carica di chi ha da scrivere e che non si stanca di esplorare... bada bene, è solo la mia opinione.

    "prese una penna e si chiese a quale pennuto fosse potuta appartenere, presi la stessa penna ed iniziai a scriverglielo"

    Notte a te...
  12. simpaticona1976 24 novembre 2016 ore 02:30
    @AllegroRagazzo.Morto
    la tua opinione è un'opinione molto bella e delicata e ti ringrazio per questo ...e mi ci ritrovo nella tua descrizione a volte temo di poter implodere se non scrivo quello che sento o mi frulla nella testa...anche se spesso mi trattengo.

    Bellissimo verso e decisamente significativo grazie

    Notte notte

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.