DESTINO, LO POSSIAMO CONTROLLARE?

31 gennaio 2015 ore 21:49 segnala
Ha qualcuno scritto in anticipo il nostro destino? Le scelte che facciamo possono influenzare il percorso della nostra vita? La predestinazione è in armonia con il libero arbitrio? Poiché l'uomo è dotato di libero arbitrio è impensabile che Dio ci abbia predestinati, infatti Mosè scrisse:"ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione, scegli dunque la vita, perchè viva tu e la tua discendenza (deuteronomio 30:19,20). Anche un contadino ci insegna che tutto ciò che seminiamo anche raccogliamo, ragion per cui anche se abbiamo il libero arbitrio ciò ciò non significa che abbiamo la libertà assoluta perchè se sfidiamo la legge di gravità buttandoci giù da un palazzo di 6 piani, sappiamo cosa ci aspetta. Se esistesse la predestinazione, ladri, assassini e tutti i criminali non si potrebbero condannare, si potrebbe condannare solo il programmatore del destino. La bibbia dice che Dio è amore e giusto, quindi sarebbe contraddittorio se prima ci donasse la facoltà di scegliere e poi decidesse in anticipo chi salvare e chi dannare. Avvolte ho sentito dei commenti riguardo a dei bambini morti, "Dio aveva bisogno di un altro angioletto", o qualcosa di simile. Non è così. Salomone scrisse:"tornai a considerare un'altra cosa sotto il sole: che non è degli agili la corsa ne dei forti la guerra...simili ai pesci che sono presi dalla rete fatale e agli uccelli presi al laccio, l'uomo è sorpreso dalla sventura che improvvisa si abbatte su di lui. Oggi ci sono anche chiromanti che dicono di poter leggere il futuro delle persone nelle linee della mano. é stato riscontrato che leggendo la mano di caduti in guerra alcuni sono morti giovani nonostante la loro mano dicesse che avrebbero avuta una lunga vita.
5219f8ce-40ce-479d-a9b4-100fa7a96462
Ha qualcuno scritto in anticipo il nostro destino? Le scelte che facciamo possono influenzare il percorso della nostra vita? La predestinazione è in armonia con il libero arbitrio? Poiché l'uomo è dotato di libero arbitrio è impensabile che Dio ci abbia predestinati, infatti Mosè scrisse:"ti ho...
Post
31/01/2015 21:49:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. sinceropreciso 01 febbraio 2015 ore 07:57
    https://www.youtube.com/watch?v=kvFiWp3VBfQ Che dire dell'oroscopo? Margherita Hack ne sa qualcosa delle stelle.
  2. Evelin64 01 febbraio 2015 ore 11:30
    Sai, ho sempre pensato che il Destino è una specie di bivio, uno di quei tragitti che ti mette di fronte a delle scelte. Ecco, io penso che il Fato ci guida fino al bivio appunto, poi è il nostro carattere, la nostra predisposizione o i nostri valori morali a scegliere la strada dalla quale proseguire. Il caparbio per esempio affronta la strada anche se irta di ostacoli, il furbo prenderà una scorciatoia, il timido camminerà dietro a qualcun altro, ecc....
    Personalmente scelgo la strada in salita, quella che mi aiuta a conquistare una vetta, dove posso arrivarci crescendo attraverso coloro che trovo durante il percorso.
    Evelin :bye
  3. sinceropreciso 01 febbraio 2015 ore 13:43
    Eveli64 Giusto, il nostro futuro non è un punto fisso fissato da qualcuno, ma una meta da perseguire a tappe dove ogni tanto dobbiamo prendere delle decisioni, a volte anche difficili. L'intelligenza sta nel saper guardare avanti lontano come fa un contadino con l'aratro per fare solchi dritti. Facendo appello a un buon carattere, e ottimi principi morali quali amore, gioia, pace,lealtà, mitezza, onestà e temperanza la persona intelligente sceglierà una strada che farà del bene a se stessi, ma anche al prossimo. In questo mondo imbevuto da corruzione e disonestà è come andare in salita, o come dico in controcorrente. Che l'albero è buono si vede tuttavia dai frutti buoni che produce. Buona domenica, Carmelo.
  4. Cicala.SRsiciliana 01 febbraio 2015 ore 19:50
    A volte il destino sceglie per noi;
    non a caso s’incontra una persona,
    non a caso dobbiamo affrontare eventi
    spiacevoli che non vorremmo accadessero mai.
    A volte invece, siamo noi gli artefici del nostro destino.
    Quanti giovani sanno che in discoteca non si deve bere,
    eppure lo fanno. Causano morte e disastri. Ecco in questo caso
    il destino della nostra vita e di quella degli altri dipende da noi.
    Bel post! Buona serata Carmelo, Rita :fiore
  5. sinceropreciso 01 febbraio 2015 ore 20:42
    Cicala.SRsiciliana Si strada facendo nel percorso della vita si incontrano anche persone importanti che vorresti avere accanto nel proseguimento della vita, una bella tappa della corsa. Altre volte trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato causa un dolore infinito quando i personaggi sono bambini innocenti o persone giovani. Avvolte è un caso, un imprevisto, ma altre volte siamo noi gli artefici degli avvenimenti. Allacciarsi le cinture di sicurezza o no può fare la differenza. Nel 1980 averle allacciate per me è stato una salvezza. Buona serata Rita. Carmelo
  6. Cicala.SRsiciliana 01 febbraio 2015 ore 20:47
    "Nel 1980 averle allacciate per me è stato una salvezza".

    Grazie a Dio sei con noi.
    Buona serata Carmelo, Rita :fiore
  7. Cicala.SRsiciliana 03 febbraio 2015 ore 13:55
    Passo per un saluto affettuoso.
    Non basta, a mio avviso, scrivere
    un commento ogni qual volta
    la persona scrive un post.
    Bisogna ricordarlo sempre.
    Questo è il mio pensiero.
    Buona giornata Carmelo, Rita :fiore
  8. vagarsenzameta 15 febbraio 2017 ore 21:14
    Non so se sia destino,ma quando si affronta il tema del destino non posso fare a meno di dire la mia e non sapro mai se e' per destino che sono intervenuta o se il destino voleva che io intervenissi percio ha fatto si che incontrassi il tema del destino.
    Sembra un vuoto gioco di parole ma il concetto imprigionato dentro il tempio che lo pubblicizza e' assolutamente coerente e inconfondibile.
    Per cominciare mi piacerebbe puntualizzare che non credo che possono esistere una piena liberta come altresi un totalmente predefinito destino ma per lo piu zone di interazione fra i due.
    Ovviamente si potrebbe benissimo ipotizzare che in potenza esistono un fascio di destini che andranno a riguardare il soggetto predestinato ad avere la loro titolarita e che nella possibilita di poterne seguire uno solo di essi la liberta dell'essere umano risiede semplicemente nel suo grado di liberta ad agire in maniera da (per cosi dire) selezionare il destino di cui si dovra far carico,quindi siamo in presenza di una liberta con limitatezza di scelte ed una pluralita di destini su cui la scelta cadra.
    Ipotesi interessante,soprattutto se pensiamo a tutte le questioni inerenti il come i destini non scelti si potrebbero andare a riaccavallare con il destino che in un certo istante compete il titolare scambiandosi fra di loro in occasioni di future altre scelte del soggetto,per non parlare delle deformazioni di questi in base alle scelte fatte sia interagendo fra loro che con destini riguardanti soggetti che sarebbero rimasti terzi se il soggetto avesse scelto diversamente nel suo passato.
    Nell'impossibilita di poter proporre numeri o formule a riguardo mi limito solamente a riproporre domande rinchiuse nel piccolo ambito in cui ci troviamo.
    Puo un post essere veicolo del destino di una persona?
    Puo un post cambiare il destino di una persona?
    Quanto puo aiutare la riflessione sul destino in generale ad ampliare lo spettro della liberta particolare che un soggetto pensante possiede?
    La ringrazio per avermi concesso questa breve divagazione su un tema che mi assilla e da cui non riesco a svincolarmi e che e' diventto la mia ossessione
    e passione da anni ormai.
    Mi fermo qui,non sapendo se per scelta o per destino lasciando il post con il puntino
  9. sinceropreciso 16 febbraio 2017 ore 07:55
    @vagarsenzameta
    "Può un post essere veicolo del destino di una persona?
    Può un post cambiare il destino di una persona?".
    La mie esperienza su me stesso mi porta a dire che le idee di una persona sia che lo voglia o che non lo voglia siano in continua metamorfosi. Se un post sul destino cambierà il percorso di una persona o no dipende dalla disposizione mentale del lettore. Esempio...se il mio collega di lavoro, spericolato motociclista, credente nella predestinazione, leggesse questo post, qualcosa lo potrebbe indurre a pensare che la predestinazione non esiste, forse diverrebbe più prudente e guadagnerebbe anni di vita. Resto del parere che la legge del contadino "che raccoglie quello che semina" valga quasi sempre in tanti campi. Può succedere che qualcuno faccia del bene e riceve in cambio del male come è successo a me piantando dei fiori mi è nato in mezzo un peperone. Gli imprevisti fanno parte della vita, basta essere nel posto sbagliato nel momento sbagliato, è la legge del caos.
  10. vagarsenzameta 16 febbraio 2017 ore 16:32
    Quanto vorrei che crescessero peperoni dentro il mio giardino.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.