Il valore della sincerità

15 gennaio 2017 ore 09:07 segnala
Che valore ha la sincerità al giorno d'oggi? Quando penso alla "sincerità" inevitabilmente la memoria mi richiama tre cose vissute molto tempo fa. Il sapore dolcissimo di pesche pienamente mature raccolte direttamente dall'albero di proprietà di famiglia e senza spruzzatine di insetticidi e altro, ricordo il latte di capra schiumoso munto da mamma direttamente sul pane, ricordo anche la fetta di pane passato sotto l'olio d'oliva che usciva appena pressato al frantoio. Ecco, queste ed altre cose prodotte dalla mia famiglia di contadini erano realmente "bio", c'era solo natura nelle cose.

Molti apprezzano la sincerità di prodotti alimentari e sono disposti a pagare di più. Quindi la sincerità è senza dubbio una qualità apprezzata sempre. La sincerità di maggior pregio è quella associata all'essere umano. La persona sincera è priva di maschere o ipocrisia, è onesta, chiara e genuina. Con persone che hanno simili qualità è chiaro che si possono allacciare buoni rapporti d'amicizia.

Poiché la sincerità non è da tutti, un vantaggio che se ne può tratte è l'essere più richiesti nell'ambito del lavoro, le persone vere ed oneste sono i primi ad essere assunti e gli ultimi ad essere licenziati.

Tuttavia certe volte la sincerità non basta, essa deve essere accompagnata da verità.
Prendiamo per esempio la vicenda del "Titanic"...i costruttori e i passeggeri credevano sinceramente che la nave era inaffondabile. Cosa successe è storia...durante la traversata dell'atlantico, nel suo viaggio inaugurale il Titanic investi un iceberg e affondò causando oltre 1500 morti.

Essere sinceramente credente in qualcosa e magari propagandarla non è detto che quella cosa sia giusta, vera, di comprovata qualità. Spesso le persone sincere sono tratte anche in inganno da persone disoneste al fine di sfruttarle. "Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio" dice un detto.
c6f72acc-08ec-433c-b28b-d8b7a18bb1b1
Che valore ha la sincerità al giorno d'oggi? Quando penso alla "sincerità" inevitabilmente la memoria mi richiama tre cose vissute molto tempo fa. Il sapore dolcissimo di pesche pienamente mature raccolte direttamente dall'albero di proprietà di famiglia e senza spruzzatine di insetticidi e altro,...
Post
15/01/2017 09:07:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Evelin64 15 gennaio 2017 ore 16:12
    La sincerità, secondo me, altro non è che lo specchio della realtà in cui si vive. Si è sinceri se si è in grado di affrontare la verità, anche la piu' amara, e si è disonesti quando la stessa la si cela per proprio tornaconto. L'ipocrisia non è mai verità, se non di comodo, ma spesso è proprio questa a ricollocare i sentimenti li' dove son sempre stati, ossia nella moralità. :-)
  2. vagarsenzameta 09 febbraio 2017 ore 16:17
    Per quanto ci ostiniamo a pubblicizzare una nostra affermazione come SINCERA non dobbiamo scandalizzarci se poi vagliata da ulteriori analisi risulta inesatta o addirittura totalmente falsa.Ovviamente non dobbiamo scandalizzarci se di conseguenza il prossimo ci addita come esseri bugiardi.
    Inoltre la sincerita se e' un valore posotivo o utile dipende dal contesto in cui si presume stia agendo,posso essere la persona piu onesta e sincera al mondo ma se ho un uomo davanti ai miei occhi che mi chiede disperatamente di aiutarlo e non ne ho le capacita' la mia sincerita passa in secondo piano.
    Bidogna lavorare per migliorare la effettivita della sincerita per avvicinarla ai
    principi dell'onesta,trasparenza,e sollecitudine,altrimenti rimane materia residuale inattiva.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.